Fabrizio Frizzi, la figlia Stella avuta a 55 anni: “Avremo poco tempo per noi”

«Vorrei che sia lei a conoscere suo padre, non che qualcuno debba raccontarle di me. Avremo poco tempo per noi». Il tempo che Fabrizio Frizzi ha avuto a disposizione per la figlia avuta a 55 anni, Stella, è stato ancora più breve di quanto il conduttore immaginasse. Frizzi, morto oggi per un’emorragia cerebrale lo aveva confessato prima che nascesse la bimba, che oggi ha 5 anni, a Vanity Fair: «Non pensavo di diventare padre, mi ero rassegnato a rinunciare ad un’altra gioia in questa vita, ma era una mia scelta. Scoprire la paternità a 55 anni un po’ spiazza, ma è un atto di altruismo».

fabrizio_frizzi_figlia_stella_carlotta_mantovan_26180154La piccola Stella è nata dall’unione tra Fabrizio e Carlotta Mantovan, che allora era la sua compagna e poi è diventata sua moglie. L’imminente paternità aveva travolto d’improvviso Frizzi, che aveva deciso di studiare manuali per futuri genitori e, si vociferava all’epoca, aveva dichiarato di essere pronto a rinunciare alla conduzione del Festival di Sanremo in caso di proposta pur di restare accanto a Carlotta, negli ultimi mesi di gravidanza.
Stella nacque nel maggio del 2013 e Fabrizio aveva confessato: «Diventare padre in età avanzata è una schicchera di entusiasmo e morte: da un lato è una gioia incredibile, dall’altro so che avrò poco tempo per farmi conoscere da mia figlia, ma vorrei che sia lei a sapere direttamente chi è suo padre e non che siano altri a raccontarle di me».

Frizzi, Pupo al veleno su Facebook: “Gli ipocriti che ti angosciavano, adesso ti piangono”

Anche Pupo si unisce ai tanti messaggi di dolore per la morte di Fabrizio Frizzi, scomparso nella notte tra domenica e lunedì a 60 anni per un’emorragia cerebrale, che definisce «fratello» ma ci tiene a sottolineare anche le tante «sofferenze» per motivi di lavoro patite dal conduttore. Prima un commento «fuori dal coro» affidato alla sua pagina Facebook e poi uno sfogo con il Corriere della Sera.

3632871_1324_pupo_frizzi (1)«Abbiamo condiviso – scrive sui social – momenti professionali meravigliosi e altri, privati, in cui mi raccontavi le tue sofferenze e le angosce che gli ipocriti che oggi ti rimpiangono, ti avevano causato». E poi spiega al Corriere: «Mi dà fastidio l’ipocrisia. Non delle persone comuni, che si commuovono davvero e provano sincere emozioni. Ma quella di certa dirigenza Rai, che se ne frega dei rapporti umani, è cinica, ti sta vicino solo quando gli servi perché hai successo».
«In Rai ci sono persone che hanno fatto dannare Fabrizio, che soffriva per le ingiustizie subite, pativa le ritorsioni, doveva ingoiare rospi. E io penso anche che certe angosce influiscano sulla salute». E poi chiarisce: «Anche se oggi non lo dice nessuno, io penso che sia giusto ricordarlo, così magari in futuro ci sarà qualcuno che eviterà di parlare. Non ho problemi a dire che in Rai c’è gente che si dovrebbe vergognare, e non mi riferisco ai colleghi».

Fabrizio Frizzi e l’incontro con Carlotta. “Disse a Mirigliani, guarda quella miss che bel viso ha”

Succede tutto nel 2002, l’anno in cui Fabrizio Frizzi viene scaricato pubblicamente dall’allora direttore di Rai Uno, ma anche l’anno in cui trova l’amore. Fabrizio e Carlotta, una fiaba che inizia sul palcoscenico di Miss Italia, lui conduttore, lei concorrente e poi valletta. Venticinque anni di differenza, dodici di fidanzamento, lui che nel 2013 assiste al parto e alla nascita della loro Stella, quindi il matrimonio di lì a pochi mesi. Coppia affiatata, mai chiacchierata. Una favola spezzata da un’emorragia cerebrale.

313154319bf8276fe-frizziL’INCONTRO. È il 2001, Carlotta Mantovan ha appena finito il liceo classico a Mestre, gli amici la iscrivono alle selezioni di Miss Italia senza immaginare che approderà a Salsomaggiore. Dicevano che era troppo bassa, un metro e settantadue. Carlotta e Fabrizio si vedono per la prima volta sul palco di Enzo Mirigliani, un giorno lui ricorderà che l’aveva colpito subito: «Guarda che bel viso ha quella ragazza». Gareggia con il numero 6, arriva in finale e sfiora la vittoria. Seconda. L’anno dopo, 2002, com’erano soliti fare Enzo e Patrizia Mirigliani con le miss giunte sul podio, Carlotta viene richiamata a Salsomaggiore, il suo incarico è condurre la lotteria di Miss Italia. E ritrova Fabrizio…

Morto Frizzi, addio al sorriso più sincero e amato della tv. Aveva 60 anni

Si è spento il sorriso più luminoso e sincero della televisione italiana. Fabrizio Frizzi, 60 anni, già colpito lo scorso ottobre da un’ischemia, se n’è andato nella notte al policlinico Sant’Andrea, portato via da un’emorragia cerebrale. A darne l’annuncio una nota firmata dalla moglie Carlotta, il fratello Fabio e i familiari, che scrivono: «Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato».

fabrizio-frizziIl popolare conduttore, che nell’ambiente si distingueva per la caratteristica rara di saper coniugare un’indiscussa professionalità ad un’umanità autentica che il successo non ha mai cambiato, dopo la gavetta in radio e nelle tv private aveva esordito in Rai nel 1980 con Il barattolo, trasmissione per ragazzi, seguita da Tandem e Pane e marmellata, quest’ultima insieme a Rita Dalla Chiesa (che sarebbe poi diventata sua moglie), e nel giro di pochi anni aveva conquistato il timone di programmi di punta come Europa Europa, Scommettiamo che…?, I fatti vostri, Luna Park e ben 15 edizioni di Miss Italia.

Barbara Tabita: “Ho rischiato di morire, 2 anni fa sono stata colpita da una ischemia cerebrale. Ora aspetto una bambina”

“A 42 anni è quasi un miracolo, quasi non ci speravo più”.
Barbara Tabita, attrice che oltre che sul grande schermo ha recitato anche nella popolare serie de “I Cesaroni” presto sarà mamma: “Sarà una bimba e si chiamerà Beatrice – ha raccontato a “Spy”, in edicola da venerdì 26 gennaio – Vorrei allattare Beatrice, ma vedremo se sarà possibile. Io non avevo mai immaginato di avere un figlio, quindi parto davvero da zero.

66E faccio da sola. I miei sono a Siracusa, non sono mai stata una mammona. Non mi piace nemmeno avere troppa gente attorno”.
Barbara esce da un momento difficile che è riuscita a superare (“Ho avuto problemi gravissimi di salute, due anni fa sono stata colpita da una ischemia cerebrale e ho rischiato di morire, ma non mi sono mai arresa”) e dopo il parto vorrebbe tornare presto al lavoro: “Mi piacerebbe rimettermi in forma subito e tornare al mio lavoro e magari al teatro che amo tantissimo. Comunque, per quanto riguarda il fisico, non ho la smania di essere perfetta: sono una mamma, non una modella”.