Alena Seredova, l’unica tifosa contenta dopo l’addio di Gigi Buffon: «Adesso sarò più juventina di prima»

«Adesso tornerò a tifare Juve ancora di più, tantissimo» parola di Alena Seredova, ex moglie di Gigi Buffon – portiere della Juve e della Nazionale – madre di due dei suoi figli, Luis e David. Inevitabile tirare in ballo Seredova, in questi giorni durante i quali l’ex marito celebra il record dei 38 anni di carriera, l’abbandono della Juve (squadra nella quale milita dal 2001) ed è pronto ad affrontare nuovi orizzonti calcistici.

WCENTER 0LGTADERLZ - leggo torino foto juve gianluigibuffon alena seredova - gratis

La modella e show girl ceca ha affrontato l’armonento durante il programma Chiambretti Matrix su Canale 5 alla presenza del conduttore e di Alfonso Signorini, all’epoca direttore di “Chi”, che fu il primo ad informare – via radio – la bella Alena che il marito le era infedele (la storia con Ilaria D’Amico, conduttrice Sky, era già iniziata). «E meno male che non ho fatto un incidente anche se avrei preferito scoprire diversamente la fine del mio matrimonio, non dai giornali, magari che e lo dicesse l’interessato o qualcun altro a me vicino» scherza oggi lei, con il sorriso un po’ tirato, aggiungendo «Di corna non è mai morto nessuno».
Il tifo juventino, ex marito a parte, ha anche un’altra ragione: il nuovo compagno è il manager Alessandro Nasi, che fa parte della famiglia Agnelli essendo cugino di John e Lapo Elkan

Romina Carrisi Power: “Sono contenta che tra i miei genitori sia tornato il sereno”

Romina Carrisi Power, figlia di Al Bano e Romina, si confessa in un’intervista a Chi sul numero in edicola da mercoledì 4 aprile. Parla per la prima volta della ritrovata pace fra i suoi genitori, che ha acceso la fantasia dei fan su un ritorno di fiamma: “Sono contenta che siano tornati a lavorare insieme, ritrovare il sereno dopo anni di guerra è come quando spunta il sole dopo il diluvio, in quel momento ringrazi gli angeli e gli dèi”.

C_2_articolo_3132013_upiImageppRomina ora vive a Cellino e si occupa dell’export dei vini delle Tenute Al Bano Carrisi. Al settimanale diretto da Alfonso Signorini racconta: “È successo quando ho deciso di farmi una mia vita e di uscire dallo ‘status’ di figlia. Capisco che la loro storia sia anche la proiezione di un sentimento popolare e che rivederli insieme regali l’illusione di rivivere il passato, ma ho provato a combattere la nostalgia dopo esserne stata schiacciata e non mi piace glorificare la sofferenza”. E ricorda: “Quando i miei si sono lasciati avevo 12 anni e non ho avvertito subito il cambiamento perché continuavano a viaggiare mentre io vivevo a Cellino. Fu una maestra, a scuola, a renderlo vero, a farmi sentire come se fossi ‘diversa’ solo perché i miei genitori si erano lasciati. Nell’Italia di quegli anni il divorzio non era previsto, si sentivano tutti in diritto di giudicare”.

A proposito del suo cognome “ingombrante”, ha svelato: “Il peso del mio cognome l’ho sentito con l’arrivo di Internet, quando ho letto gli insulti di gente che non conoscevo, per il resto ho sempre saputo di dover dividere i miei genitori con gli altri. Un giorno, avevo 16 anni, ero con mio padre a Roma, in un parco. Non lo vedevo da due settimane e volevo parlare con lui, ma le persone continuavano a fermarlo. Lì ho imparato a essere delicata con la vita degli altri”.

Romina parla per la prima volta della sorella Ylenia, scomparsa nel 1993: “Avevo sei anni, i miei genitori portarono me e Cristèl a vivere in Svizzera a casa di amici per un mese e mezzo perché dovevano andare a cercare Ylenia. Ricordo i collage di fotografie che facevamo per dirle ‘bentornata’. Ma non è mai tornata”. Racconta anche dei periodo di crisi personale che ha vissuto dopo aver partecipato a “L’Isola dei famosi” con il padre: “Volevo fare l’attrice ma ai provini non mi prendevano, mentre venivo invitata continuamente ai talk show. Mi destabilizzava essere riconosciuta, ma non per quello che sapevo o volevo fare”.

Racconta infine del rapporto con i figli che Al Bano ha avuto da Loredana Lecciso: “Sono i miei fratelli, li ho visti nascere. Ricordo che davo il latte a Jasmine e le cambiavo il pannolino mentre oggi lei ha 16 anni e andiamo in palestra insieme e parliamo di diete. Con lei e Al Bano Jr ridiamo tanto, hanno senso dell’umorismo”.

In tribunale col velo, la 25enne praticante: “Sconvolta ma contenta. È una battaglia giuridica”

«Quando il giudice mi ha detto no ero davvero sconvolta, ma sono contenta di quello che ho fatto». Così Asmae Belkafir, la praticante marocchina di 25 anni, torna sull’episodio di ieri al Tar di Bologna, dove un giudice le ha detto che non poteva stare in aula col velo islamico. Lei si è rifiutata di toglierselo ed è uscita. La ragazza ne ha parlato con l’ANSA al tribunale ordinario di Bologna, dove è arrivata per un’udienza di diritto del lavoro. Si è detta «molto colpita» dai tanti messaggi di solidarietà ricevuti.

download (84)

«Ci sono rimasta molto male, ho partecipato a tante udienze e una cosa del genere non mi era mai successa. Il cartello e la norma affissa sulla porta del giudice da ieri è su tutti i social network e sotto ci sono tanti commenti che dicono che il giudice ha ragione, ma non è così», aggiunge la ragazza. «Le norme – ha aggiunto – vanno lette, conosciute e interpretate. Uno prima si informa, legge, studia e poi si discute».
Si tratta, ha detto in tribunale a Bologna «di una battaglia giuridica». Bisogna «capire bene cosa deve fare una donna musulmana che porta il velo e vuole fare l’avvocato e il giudice». Si aspettava delle scuse? «No, non ne vedo il motivo», ha risposto all’ANSA la ragazza che oggi indossa un velo hijab rosa, mentre ieri ne aveva uno azzurro.

Federica Pellegrini in vasca al Foro Italico, Filippo Magnini “commenta”

“Bello tornare in Italia dopo l’oro di Budapest, sono molto contenta. Mi mancava”. Così ha commentato Federica Pellegrini, al termine della gara all’Energy for Swim al Foro Italico a Roma. Difficile dire se a mancargli era Filippo Magnini che in veste di commentatore ha partecipato alla manifestazione. Sui rispettivi social c’è il gelo.

C_2_fotogallery_3081565_8_imageLa nuotatrice ha detto: “Adesso mi aspetta l’ultima tappa di Coppa del Mondo a Eindhoven e poi mi farò un mese di vacanza”. Con chi?
L’allenatore Matteo Giunta durante l’Energy for Swim non l’ha persa d’occhio nemmeno un attimo. Per il compleanno di Fede – ha compiuto 29 anni lo scorso sabato – ha scelto un mini-video della nuotatrice e ha scritto: “Un tuffo nei 29… Auguri”. Magnini non ha inviato auguri social (o lo avrà fatto in privato?).

Alena Seredova: “Sono contenta per il figlio di Gigi e Ilaria D’Amico”

Sono passati due anni dalla separazione con Gigi Buffon e Alena Seredova si sente pronta a parlare per la prima volta della gravidanza di Ilaria D’Amico, nuova xcompagna dell’ex marito. In esclusiva per “Chi” ha detto: “Sono felice se le cose gli vanno bene perché se tutto questo “ambaradan” come lo chiamo io, questo pasticcio, fosse successo per niente sarebbe stato peggio. Sono serena se ha trovato la sua strada perché io, in questo momento, sono molto felice”.

alena-seredova-600x437

La Seredova spiega quanto i suoi figli abbiano influito nel processo di separazione e in che modo. “Se avessi fatto prevalere dentro di me rabbia e odio per quello che era successo – ha detto – non sarei stata capace di spiegare amorevolmente ai miei cuccioli cosa stesse succedendo”.  Del resto anche nella vita di Alena c’è un nuovo amore, l’erede di casa Agnelli Alessandro Nasi. “Per me è stato come tornare a casa dopo tanto tempo. É stato sorprendente e meraviglioso, un dono che la vita mi ha fatto. Valeva la pena vivere questa sofferenza per arrivare fin qui”.  Nessuna conferma, invece, delle voci che la vogliono già in dolce attesa: “Un figlio con lui? Ci sono i momenti giusti per fare le cose, bisogna far digerire alle persone più indifese, in questo caso i bambini, un boccone alla volta. L`amore per la mamma è insuperabile e, prima di fare un passo che coinvolge anche i loro sentimenti, devi essere sicuro che siano pronti”.