Beatrice Borromeo: “Operata inutilmente al ginocchio da Calori”

Non riusciva a fare le scale con il figlioletto in braccio. Il ginocchio faceva male e a volte cedeva. Beatrice Borromeo racconta così al Fatto Quotidiano come ha scoperto di essere stata operata inutilmente da Giorgio Maria Calori, primario del Gaetano Pini ai domiciliari con l’accusa di corruzione. “Secondo altri ortopedici ha commesso degli errori” racconta la moglie di Pierre Casiraghi, in dolce attesa del secondo figlio.

C_2_articolo_3133919_upiImagepp“Dopo una caduta, avevo il ginocchio dolorante. Un dolore sopportabile, ma dopo tre o quattro giorni sono andata a farmi visitare all’Ortopedico Gaetano Pini. Mi è capitato il dottor Calori il quale mi ha detto che avevo il menisco lesionato in due punti e che bisognava operare con assoluta urgenza il giorno stesso. Mi ha spiegato che non c’era posto al Pini, ma che sarebbe riuscito a trovarmi una stanza, a pagamento, alla clinica privata La Madonnina. Ho accettato” si legge sul Fatto Quotidiano. Segue l’intervento con un’epidurale che le provoca convulsioni e poi l’anestesia totale. Nonostante l’operazione, il ginocchio continua ad essere dolorante e il primario l’accusa di fare poco fisioterapia. “Tre volte alla settimana – spiega la Borromeo – e sono andata avanti per più di due anni”. Calori le ha proposto un nuovo intervento, ma Beatrice si rifiuta e si fa vedere da altri ortopedici che le dicono che l’intervento non era necessario.

“Chiedono al dottor Calori le analisi e i referti pre e post-operatori. Così scopriamo che prima di operarmi non mi aveva fatto neppure una risonanza magnetica e che i referti erano soltanto un foglietto scritto a mano. Mi dicono anche che le due cicatrici restate sul mio ginocchio dimostrano che chi mi ha operato ha fatto i due tagli nei punti sbagliati” conclude Beatrice, pronta a ripetere quanto scritto in procura.

Rita Dalla Chiesa: «Non ho più un ruolo per stare così male per Fabrizio, le condoglianze le porgo a Carlotta»

«Alla gente che per strada mi ferma per farmi le condoglianze rispondo sempre allo stesso modo: ‘Le porgerò a Carlotta, la moglie’». A dirlo al settimanale Chi è Rita Dalla Chiesa, prima moglie di Fabrizio Frizzi, morto il 26 marzo scorso. Dalla Chiesa non nasconde l’amarezza: «Forse non ho più un ruolo per poter stare così male per Fabrizio. La società divide tutti secondo vari ruoli, come se fossimo squadre di calcio. Senza pensare che il dolore è dolore. Punto».

large-150522-000205-to210515spe-3418E ancora: «Carlotta gli è stata vicina nella sua malattia, invece io con lui ho vissuto tante cose bellissime. Ho capito un’altra cosa: gli ho voluto così bene perché l’ho incontrato subito dopo la morte di mio padre, è stato lui a salvarmi dalla violenza di quel dolore. Ha vissuto i miei anni più bui con una consapevolezza e una maturità non comuni per un ragazzo di 25 anni».
Dalla Chiesa era in ottimi rapporti sia con Fabrizio Frizzi che con la giovane moglie: «Con Fabrizio siamo diventati fratelli. E anche con Carlotta, se lo vorrà, quando lo vorrà, sarò una sorella per sempre. Io ci sarò per lei e per Stella. I due amori di Fabrizio. Non mi piace quando ci chiamano prima e seconda moglie. Noi siamo delle donne che hanno amato lo stesso uomo in due momenti diversissimi della vita».

Frizzi, Pupo al veleno su Facebook: “Gli ipocriti che ti angosciavano, adesso ti piangono”

Anche Pupo si unisce ai tanti messaggi di dolore per la morte di Fabrizio Frizzi, scomparso nella notte tra domenica e lunedì a 60 anni per un’emorragia cerebrale, che definisce «fratello» ma ci tiene a sottolineare anche le tante «sofferenze» per motivi di lavoro patite dal conduttore. Prima un commento «fuori dal coro» affidato alla sua pagina Facebook e poi uno sfogo con il Corriere della Sera.

3632871_1324_pupo_frizzi (1)«Abbiamo condiviso – scrive sui social – momenti professionali meravigliosi e altri, privati, in cui mi raccontavi le tue sofferenze e le angosce che gli ipocriti che oggi ti rimpiangono, ti avevano causato». E poi spiega al Corriere: «Mi dà fastidio l’ipocrisia. Non delle persone comuni, che si commuovono davvero e provano sincere emozioni. Ma quella di certa dirigenza Rai, che se ne frega dei rapporti umani, è cinica, ti sta vicino solo quando gli servi perché hai successo».
«In Rai ci sono persone che hanno fatto dannare Fabrizio, che soffriva per le ingiustizie subite, pativa le ritorsioni, doveva ingoiare rospi. E io penso anche che certe angosce influiscano sulla salute». E poi chiarisce: «Anche se oggi non lo dice nessuno, io penso che sia giusto ricordarlo, così magari in futuro ci sarà qualcuno che eviterà di parlare. Non ho problemi a dire che in Rai c’è gente che si dovrebbe vergognare, e non mi riferisco ai colleghi».

Chi l’ha Visto?, “Le donne adrebbero sterminate”: la frase choc di una professoressa

“Le donne andrebbero sterminate”, è la frase choc di una professoressa nell’istituto dove studia la figlia di Maria Chindamo, la donna scomparsa nel maggio del 2016. Chi l’ha Visto? riporta i fatti intervistando la famiglia della donna.

1521561659619.jpg--_mamma_scomparsa__a_figlia_frase_choc_da_una_profDi Maria non si hanno più tracce da due anni e i figli sono stati affidati alla nonna. Il loro papà si è tolto la vita prima della scomparsa perché non sopportava la separazione.
Secondo i familiari qualcuno potrebbe essersi vendicato perché la donna aveva lasciato il marito. Al dolore e alla rabbia si aggiunge lo stupore per quella frase detta in classe: “Siamo indignati, non è possibile che venga insegnata la cultura di morte in una scuola”, dice il fratello in diretta.

Marcella Bella a Verissimo: “Dopo l’ictus di Gianni, nostra mamma si è lasciata morire”

Marcella Bella si confessa a Verissimo. La cantante racconta la sua carriera, i momenti di gioia, ma anche i drammi familiari a cui ha dovuto far fronte.
Uno tra tutti l’ictus di suo fratello e il conseguente dramma vissuto dalla madre: «Mia mamma è diventata anoressica. Non ha accettato che mio fratello non sia più riuscito a parlare.

3525804_2314_marcellabella_verissimoE’ arrivata a pesare 34 chili e alla fine ha proprio smesso di mangiare». Dopo l’ictus del 2010 il fratello Gianni sta meglio: «Adesso va tutto bene. Gianni apprezza la vita quasi come prima e apprezza le cose semplici come vedere il mare e mangiare il pesce. Ora ama vivere in Sicilia. Gianni è un uomo con una grande dignità e non ci fa pesare nulla».
Marcella parla poi dei suoi progetti futuri, dopo il suo nuovo album “Metà amore metà dolore”, annuncia a Silvia Toffanin il suo ritorno anche sulle scene: «Dal 16 febbraio inizia il mio tour, torno a cantare dal vivo».

Michelle Hunziker incinta sul palco?: “Vediamo se Sanremo 2018 ci porta pure un bambino”

Michelle Hunziker, impegnata sul palco di Sanremo per le prove dell’atteso Festival diretto da Claudio Baglioni, confessa a “Grazia” di sentire la mancanza del marito Tomaso Trussardi e delle figlie.
“Abbiamo anche pensato di fare un altro figlio, magari un maschio – ha confessato alla rivista – Vediamo se Sanremo 2018 ci porta pure un bambino”.

3521153_1619_michelle_hunziker_incintaI complimenti per il marito non mancano: “Sembra più maturo della sua età, forse perché la sua famiglia ha vissuto grandi tragedie. Il dolore e il senso di responsabilità ci hanno unito: lui ha saputo leggere dentro di me e io lo stesso”.
Michelle non dimentica Aurora Ramazzotti, avuta dall’ex Eros: “La sua identità era sempre offuscata dalla visibilità dei suoi genitori. E poco importa se aveva privilegi unici, come poter mangiare una pizza con Justin Timberlake. E’ cresciuta circondata dai paparazzi”.
La sua esperienza sul palco però è aspettata con impazienza: “Aurora non vede l’ora di starmi vicino dietro le quinte. Le più piccole invece mi raggiungeranno con Tomaso a Bordighera l’ultimo weekend, ma sono troppo piccole per capire cosa realmente accadrà”.
Per l’abbigliamento sono stati già scelti gli stilisti: Giorgio Armani, Moschino, Alberta Ferretti e naturalmente il marchio di famiglia, Trussardi.

Bianca Guaccero e il divorzio da Dario Acocella: “Distanze incolmabili. Tutto il dolore mi è servito”

“Non è colpa di nessuno se accade, se a noi è accaduto”.
Bianca Guaccero parla della fine del suo matrimonio con il regista Dario Acocella, papà della figlia Alice: “Quando un rapporto dura molti anni si cresce – ha raccontato a “DiPiù Tv” – si cambia, e può succedere che due persone, invece di crescere insieme, di andare nella stessa direzione, si allontanino sempre più, fino a quando la distanza diventa incolmabile”.

wpid-immagine577Con l’ex è in buoni rapporti ma l’allontanamento non è stato semplice: “Tutto il dolore che ho provato mi è servito, mi ha permesso di apprezzare ancora di più le cose belle della mia vita.
Mia figlia Alice, prima di tutto, ma anche il mio lavoro di attrice, che nell’ultimo periodo mi sta regalando soddisfazioni immense e spero di continuare così”.

Romina Power: “Dov’è Ylenia?”. Il grido di dolore 24 anni dopo la scomparsa della figlia

Il grido di dolore di Romina Power invade il web. Due post pubblicati su Instagram e su Twitter mostrano tutta la sofferenza di una mamma che a 24 anni di distanza dalla scomparsa della figlia Ylenia Carrisi continua a chiedere giustizia. “Dov’è Ylenia”, scrive, “E dove sono le centinaia di ragazze che scompaiono a New Orleans? Perché niente è stato fatto per fermare questo?”.

1515678768_5a576c3037c97Rabbia che non vuole essere rassegnazione per colei che insieme ad Al Bano raggiunse un successo mondiale che ancora riecheggia tra le radio odierne. Una coppia d’oro che fu al centro del gossip e dello showbusiness di allora e che non si è smarrito nemmeno ai giorni nostri.
Ma tutto questo non ha e non può aver cancellato il dramma della perdita di una figlia senza aver ricevuto alcuna risposta sul suo destino, ad eccezione della dichiarazione di morte presunta del tribunale di Brindisi nel 2014. È stata uccisa? È stata rapita? Un mistero che compie 24 anni e che resta irrisolto.

Carla Bruni: “Il dolore per mio fratello non passa, Versace era il migliore. Se Sarkozy mi tradisse…”

Dalla carriera di top model a quella musicale, passando per il rapporto con la famiglia e quello col marito, l’ex primo ministro francese Nicolas Sarkozy: è una Carla Bruni che si racconta a 360°, ospite di ‘Verissimo’ in onda sabato 6 gennaio, e che non rinuncia ad esternare tutti i suoi sentimenti nell’intervista esclusiva con la conduttrice Silvia Toffanin.
L’ex ‘premiere dame’ francese ha parlato così del marito: «Sono molto innamorata di lui, è un ottimo padre e sa essere molto saggio e protettivo con tutta la famiglia. Quando ho conosciuto i suoi figli e ho visto il rapporto che avevano con il padre mi sono detta ‘questo uomo devo sposarlo assolutamente’.

sarkozy-bruniLui è pieno di energia e forza, ma se mi tradisce lo ammazzo». Più seria, e commossa, quando parla della sua famiglia e del fratello morto di Aids a soli 40 anni: «È un dolore che non passa mai. Quando è morto ero molto preoccupata per mia madre perché credo che non ci possa essere di peggio per una mamma. Ma lei ha una forza vitale incredibile». Una battuta anche sulla sorella maggiore, l’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi: «Lei è stata ed è una sorella maggiore stupenda. Mi ha coccolata e protetta. Le chiedo spesso consiglio perché lei mi dà forza e fiducia».
Molto commovente anche il ricordo di Gianni Versace, lo stilista italiano che fece le maggiori fortune di Carla nella carriera da top model: «Mi manca ancora. Gianni ci trattava benissimo, come se fossimo la sua famiglia. Voleva dare un’immagine della donna forte e potente. Per lui la donna era una star, non una vittima. La sorella Donatella è stata coraggiosa a continuare il lavoro di suo fratello ed è riuscita a portarlo nel mondo di oggi». Della recente reunion delle super top model di Versace, voluta proprio da Donatella Versace, Carla dice: «È stato commovente incontrare Cindy Crawford e Claudia Schiffer che non vedevo da anni. È stato molto emozionante essere lì, tra lacrime e riso». Infine, parlando della sua passione per la musica, rivela: «Il prossimo album sarà in italiano».

Nina Moric, ecco il commovente messaggio al figlio: “Ti amerò sempre”

Dopo l’affidamento del piccolo Carlos alla madre di Fabrizio Corona, Nina Moric non si trattiene. Il dolore di non poterlo vedere e di non poter passare il Natale con il figlio sta dilaniando la modella croata. Ecco il messaggio sofferente apparso sul profilo Instagram di Nina Moric qualche ora fa ed ecco qual è stata la reazione dei suoi followers.

35_20171222101216 (1)“Ti ho visto oggi come ti vedo tutti i giorni…già, sto parlando di FaceTime, quella tecnologia avanzata che ci dà l’opportunità di sentirci vicini. Sei così meraviglioso, perdonami per le lacrime che ho versato mentre ti stavo guardando. Volevano accontentarmi domani con un educatore sconosciuto per far finta che sia Natale. Lo rifiutai perché tu non hai bisogno di queste briciole. Per di più figlio mio, tua madre visto che non può passare il Natale insieme a te, ha deciso di partire. Non andrò a fare delle vacanze spensierate, tu lo sai. TI AMERÒ per sempre, tua madre”.

Nina Moric Natale lontano dal figlio, il sostegno dei fan
Molti sono i followers che con commenti brevi o lunghi hanno mostrato affetto e vicinanza alla modella croata. C’è chi si è immedesimato nel suo dolore. Chi le ha anche chiesto il perché del suo rifiuto a quell’incontro con il figlio che, seppur in presenza di un assistente sociale, sarebbe stato comunque un modo per passare del tempo prezioso con il suo Carlos. E c’è anche chi ha sottolineato la forza della modella e l’ha incoraggiata a non mollare.
Ma per Nina Moric Natale lontano dal figlio è una sofferenza che nessun commento può riuscire a colmare. E la situazione è ancora più delicata, poiché Carlos Corona è affetto da problemi di salute gravissimi.