Usa, arrestata 29enne russa accusata di spionaggio per Mosca: chi è Maria Butina

Un caso? Pare improbabile. Semmai un segnale. L’arresto di Maria Butina a Washington non può essere casuale: la 29enne studentessa russa è stata arrestata a Washington proprio alla vigilia del summit fra Donald Trump e Vladimir Putin.

3859581_2153_maria_butina_spiaL’accusa elevata dal Dipartimento della Giustizia è di aver tentato di creare “canali segreti” fra la leadership russa e uomini politici americani. In particolare si legge che Maria Butina avrebbe «sviluppato rapporti con individui americani» e si sarebbe introdotta «in organizzazioni che hanno influenza sulla politica Usa, allo scopo di fare avanzare gli interessi della Federazione Russa». Insomma, una talpa pro-Putin. Una delle pedine del Russiagate. E tuttavia l’incriminazione non proviene dall’inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller, ma dalla sezione “Sicurezza Nazionale” del Dipartimento della Giustizia.

Maria Butina è negli Stati Uniti dal 2016 con un visto studentesco. Studia relazioni internazionali alla American University di Washington. In Russia ha fondato un’associazione gemella della National Rifle Association, l’associazione Usa dei portatori di armi. Negli Usa si è vista spesso alle riunioni della Nra. E’ stata una protetta di un ex banchiere, Alexander Torshin, molto vicino a Putin, e sospettato di aver trasmesso finanziamenti alla Nra, perché questa li trasformasse in donazioni elettorali per Trump.

La Butina avrebbe tentato di realizzare un incontro fra Donald Trump e Vladimir Putin proprio nell’estate del 2016, nel bel mezzo della campagna elettorale.

Meghan Markle, così ha lasciato l’ex marito: tutti i segreti in una biografia non autorizzata

Il 19 maggio Meghan Markle e il principe Harry d’Inghilterra convoleranno a giuste nozze al Castello di Windsor, con un matrimonio da 35 milioni di sterline: su tabloid già da tempo sono trapelati dettagli sulla cerimonia, dai bozzetti dell’abito di lei alla torta (al sambuco e limone), fino all’identità della damigella d’onore, Jessica Mulroney, migliore amica della sposa che rischia di oscurarla con la sua bellezza (sulla stampa si parla già di effetto-Pippa).

3649964_1554_meghan_markle_ex_marito_segreti_biografia_5_aprile_2018Ci ha pensato però il biografo di Lady D., Andrew Morton, a svelare segreti ancora più scabrosi sul passato della bella Meghan nella autobiografia (ovviamente non autorizzata) della futura principessa, Meghan: A Hollywood Princess.

Norton ha scavato nel passato di Meghan e soprattutto nel suo primo matrimonio: come tutti sanno infatti l’attrice è stata già sposata, dal 2011 al 2103, con il produttore americano Trevor Engelson. Un matrimonio celebrato sulle spiagge della Giamaica e mai vissuto a pieno, dal momento che Meghan è sempre stata impegnata nelle riprese di suits a New York e in Canada e lui a Los Angeles.

Secondo Morton, nonostante ci fossero già problemi fra di loro, fu Meghan a decidere improvvisamente di tagliare i ponti con Trevor e lo fece con freddezza, restituendogli l’anello di diamanti per posta raccomandata. “Trevor è passato dall’essere in cima ai pensieri di Meghan a sentirsi come se fosse un pezzo di qualcosa appiccicato alla suola della sua scarpa”, ha dichirato un amico di lui al biografo.

Tutto questo concorre a dipingere Meghan Markle come una donna decisa (e un po’ cinica?), intenzionata ad essere la nuova Lady D., un personaggio da lei amatissimo fin dall’infanzia, soprattutto per il suo impegno umanitario.

Morton nel libro scrive anche che Meghan ha lasciato il suo numero di telefono a Donald Trump, quando era ancora soltanto il miliardario presentatore del reality The Apprentice, ma poi si è opposta duramente alla sua campagna elettorale: il Presidente e sua moglie non sono stati neanche invitati al Royal Wedding.

Quanto c’è di vero nelle parole di Andrew Morton? Per ora Meghan gode di grande seguito fra i sudditi della Regina Elisabetta e, a quanto apre, è simpatica anche a Her Majesty in persona.

“Donald Trump ha avuto una relazione con una modella di Playboy”

Noovo scandalo sessuale per Donald Trump? Il presidente avrebbe avuto una relazione con una modella di Playboy nel 2016, almeno a quanto riporta il New Yorker citando un documento scritto della donna, Karen McDougal.

3552765_1426_trump_playmate_scandaloMcDougal non descrive i dettagli della relazione con Trump sul magazine, spiegando di non voler violare l’accordo con American Media, che le ha pagato 4 giorni prima dell’elezioni 150.000 dollari per i diritti sulla storia, che non ha mai pubblicato. Secondo il New Yorker, l’amministratore delegato di American Media descrive Trump come un amico personale.

LA SMENTITA «È una storia vecchia, una fake news. Il presidente non ha mai avuto una relazione con McDougal». Lo afferma la Casa Bianca commentando quanto riportato dal New Yorker, secondo il quale il presidente ha avuto una relazione per nove mesi nel 2016 con la modella di Playboy Karen McDougal. Il New Yorker riporta la storia di McDougal per descrivere le «transazioni finanziarie e gli accordi legali per nascondere la storia extraconiugale». Nel 2016 infatti Trump era già sposato con Melania.

Carnevale da vip, guarda chi si traveste da Fedez e Ferragni

Al Carnevale di Venezia i vip non ci vanno più travestiti da colombine e damigelle, le maschere che più intrigano sono quelle con i personaggi del momento. Ecco allora spuntare un improbabile Fedez tatuato e una panciutissima Chiara Ferragni con tanto di tshirt personalizzate. Guarda le maschere di Fabio Volo, Laura Barriales, Francesca Cavallin e scopri l’ironia di Renzo Rosso e Arianna Alessi…

C_2_articolo_3122830_upiImageppLui che bacia il pancione a lei. Renzo Rosso (patron Diesel) a Venezia sfoggia la maschera del rapper: maglia a simulare un corpo super tatuato e un ciuffo in testa; la sua compagna non resta indietro e impersona alla perfezione la blogger Chiara Ferragni indossando una lunga parrucca bionda, un pancione posticcio e una tshirt in cui c’è scritto “Leone’s mummy”. Più chiaro di così.

Ma alla festa in maschera ci sono anche Fabio Volo con la compagna Johanna Maggy, Laura Barriales, Francesca Cavallin e non solo. Svestiti i panni del rapper, Renzo Rosso ha indossato l’imbracatura e si è calato per il tradizione “svolo” dal Paron al palco di piazza San Marco facendo scoppiare l’amore tra Donald Trump e Kim Jong-Un.

La regina Elisabetta finisce nei Panama Papers: milioni di sterline alle isole Cayman. Nella lista anche Bono, Madonna, Rania di Giordania e Soros

ROMA – Ci sono anche milioni di sterline di profitti generati da proprietà private della regina Elisabetta fra gli investimenti offshore di ricchi e potenti svelati dalle nuove carte dei Panama Papers. La regina risulta aver investito ingenti somme nel paradiso fiscale della Cayman attraverso il Ducato di Lancaster. La rivelazione è riportata con evidenza dal Guardian. Imbarazzo pure per Lord Ashcroft, businessman ed ex dirigente del Partito Conservatore britannico, che avrebbe a sua volta nascosto una fortuna pari a 450 milioni su conti offshore.3347815_1928_regina_elisabettaI dettagli arrivano da un nuovo leak dei Panama Papers, ottenuto da alcuni server provider di 19 paradisi fiscali: da qui il nome di Paradise Papers.
Bono, Madonna, Rania di Giordania, il finanziere George Soros, un ministro di Donald Trump sono alcuni dei personaggi famosi che compaiono nella nuova lista ‘nerà dei paradisi off-shore. Oltre 13,4 milioni di documenti riservati ottenuti dal tedesco Suddeutsche Zeitung che li ha condivisi con l’International Consortium of Investigative Journalists e i suoi partner tra i quali il Guardian, la Bbc, il New York Times e l’Espresso pubblica in esclusiva per l’Italia insieme con Report, la trasmissione d’inchiesta di Raitre.
Il segretario al Commercio di Donald Trump, Wilbur Ross, coinvolto nella nuova inchiesta sui paradisi off-shore svelata dai Panama Papers gestisce affari che hanno legami con il genero del presidente russo Vladimir Putin. Si tratta in particolare di una società di navigazione nella quale Ross ha interessi e con la quale ha effettuato una serie di investimenti offshore, secondo le nuove rivelazioni.

Asia Argento: “A 16 anni un regista e attore italiano mi mostrò i genitali”

Mentre Harvey Weinstein è sempre più solo Asia Argento, rispondendo su twitter alla catena di solidarietà rilancia: “#quellavoltache un regista/attore italiano tirò fuori il suo pene quando avevo 16 anni nella sue roulotte mentre parlavamo del personaggio”. Lei non fa il nome, anche se in un altro post spiega che »questo è il momento di parlare non di minimizzare«. Asia poi sempre intervenendo su twitter, dove raccoglie migliaia di messaggi di solidarietà, racconta un terzo caso di violenza quando aveva 26 anni e “un grosso regista statunitense (con il complesso di Napoleone) mi dette la droga dello stupro e mi violentò mentre ero incosciente”.

3303842_2023_asiaIntanto Weinstein dopo essere stato licenziato in tronco, ripudiato dalla moglie e dal fratello, cacciato dal club degli Oscar, ora anche Emmanuel Macron ha ordinato di ritirargli la Legion d’Onore, la più prestigiosa decorazione di Francia. Intanto si allunga di ora in ora la lista delle donne che lo accusano di molestie o violenze sessuali, così come quella di chi lo attacca con sdegno. »È la fine di un’era terribile, ha commentato Mia Farrow, che si è detta orgogliosa della decisione dell’Academy di sospendere a vita Weinstein: «Harvey è fuori. Ora ce ne sono altri». Parole che fanno tremare ancor di più Hollywood, dove oramai si respira un’aria da vera e propria caccia alle streghe, per scovare veri o presunti molestatori o solo chi tra manager e star sapeva ed ha coperto o solamente taciuto. Più sfumate le parole dell’ex compagno della Farrow, Woody Allen, che si è detto «rattristato» per Weinstein, lui che in passato ha dovuto difendersi da accuse pesantissime di molestie verso la figlia minorenne adottiva.
Allen spiega di non aver mai saputo nulla delle vicende emerse negli ultimi giorni: «Ho sentito in passato alcune voci sui comportamenti di Weinstein, ma non queste storie orribili che stanno venendo fuori adesso». Intanto lo scandalo si allarga oltre i confini di Hollywood. Salgono infatti a a quattro i presunti episodi di abusi sessuali contestati a Weinstein nel Regno Unito, con Scotland Yard che sta indagando su altri tre episodi. E a tirare in ballo Donald Trump nella vicenda Weinstein è la più acerrima nemica del tycoon, Hillary Clinton: «Abbiamo appena eletto alla presidenza una persona che ha ammesso molestie sessuali…», ha affremato in una intervista televisiva, rispondendo a chi gli chiedeva se non fosse sorpresa dalle accuse che hanno travolto il produttore da lei ben conosciuto, avendo finanziato la campagna elettorale della ex first lady. La replica da una delle giornaliste più popolari dell’emittente conservatrice Fox News, Tomi Lahren: «Hillary è un ipocrita, è ancora sposata con Bill».

Il principe Harry e Meghan Markle mano nella mano a Toronto

Casual chic e sorridenti. Così si sono presentati al loro debutto ufficiale da fidanzati a un evento pubblico il principe Harry e Meghan Markle. Agli Invictus Games (giochi paralimpici dedicati ai militari) di Toronto sono usciti allo scoperto: finalmente mano nella mano, felici e innamorati. Ora manca solo l’anello di fidanzamento al dito…

C_2_articolo_3097007_upiImageppQualche ora prima alla cerimonia inaugurale il principe era seduto a pochi metri di distanza dalla fidanzata. Lui accanto alla moglie di Donald Trump, Melania, e lei accanto all’amico che li ha fatti conoscere. Si lanciavano sguardi dolci e sorrisi, ma tra loro c’erano ben 18 posti di distanza. Poi però i giochi sono entrati nel vivo e la coppia ha accontentato le aspettative dei fotografi e, a una partita di tennis, si è presentata insieme, mano nella mano. Jeans per entrambi, ballerine color cuoio e borsa in tinta abbinata per la Markle, polo scura per Harry. Entrambi con gli occhiali da sole, ma con le mani ben strette l’uno all’altra. Si sono seduti vicini, si sono sussurrati parole all’orecchio, scambiati sguardi d’intesa e grandi sorrisi. E’ il debutto ufficiale tanto atteso della coppia. Dopo le presentazioni reali, le nozze di Pippa e la partecipazione a un evento pubblico insieme, Harry e Meghan devono solo ufficializzare il loro fidanzamento. Ora gli occhi sono puntati sull’anulare della Markle…

Miss America, la reginetta critica Donald Trump

Le sue ambizioni politiche non le ha nascoste nemmeno con la corona in testa. Cara Mund, neoeletta Miss America, 23 anni, laureata alla Brown University, sogna di diventare governatrice e a Donald Trump dice che ha sbagliato a ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi sul clima.

Miss-America-2018-644060La Mund, già Miss North Dakota, si è aggiudicata il titolo di reginetta d’America sfidando 51 contendenti e ha criticato il presidente degli Stati Uniti in un’intervista durante il concorso. L’uscita degli Usa da Cop21 “è una cattiva decisione, ci sono le prove che il cambiamento climatico esiste e noi dobbiamo stare a quel tavolo”, ha spiegato. “Nella sanità, nelle questioni che riguardano la riproduzione, sono soprattutto gli uomini a prendere le decisioni, serve invece anche una prospettiva femminile”, ha spiegato la neo Miss America.

Salma Hayek rivela: “Donald Trump ci ha provato con me mentre ero fidanzata”

In una intervista al Daily Show, Salma Hayek ha raccontato di essere stata corteggiata da Donald Trump. L’attrice messicana ha ricordato che era a una festa con il fidanzato e i due sono stati avvicinati dal tycoon, “un gentiluomo, simpatico e carino”. Donald fece amicizia col fidanzato e dopo essersi fatto dare i loro numeri di telefono, iniziò a chiamare la diva di “Frida”, dicendole: “Lui non va bene per te, non è abbastanza importante, esci con me invece”.

1497282866475.jpg--salma_hayek_racconta___quando_trump_mi_chiese_di_uscire_L’attrice non ha ha precisato chi fosse il fidanzato di allora, ma ha assicurato al conduttore Trevor Noah che non si trattasse dell’attuale marito Francois-Henri Pinault. Secondo il racconto, Trump parlò a lungo con la coppia e visto che faceva freddo appoggiò il suo cappotto sulle spalle della star di Hollywood. E a fine serata li invitò anche al suo casinò di Atlantic City.
Salma Hayek, nata in Messico, ha spesso criticato l’attuale presidente Usa, in particolare per le sue politiche sull’immigrazione.

Louis Linton, un’altra bionda (super sexy) alla Casa Bianca: l’attrice ha sedotto Donald Trump

Non bastava la First Lady a far impazzire i fotografi. A entrare in scena c’è stata prima Ivanka, figlia di Donald. E ora Louis Linton, compagna del nuovo segretario al tesoro.

louise-linton-1-600x450

Una nuova splendida donna bionda rischia di rubare la scena alla First Lady. Dopo la figlia di Donald, la bellissima Ivanka, si affaccia infatti alla Casa Bianca Louise Linton. Ex attrice, ha già sedotto il presidente Donald Trump.
Si tratta della compagna del nuovo segretario al Tesoro Steven Mnuchin, che ha prestato giuramento il 13 febbraio. Trentacinque anni, scozzese, è un’attrice di lungo corso, anche se non a Hollywood non ha sfondato. Ha recitato nella serie tv Csi e in Cabin Fever. E con Robert Redford in “Leoni per agnelli”.
Presto apparirà con immagini, si mormora, hot nel film “Intruder”. Ma anni fa fu già protagonista di foto in abiti succinti per il maschile Maxim.
IL MARITO – Mnuchin ha invece 54 anni, altro ricchissimo nel team di Trump: 400 milioni di dollari il suo patrimonio. Ex banchiere, per 17 anni alla Goldman Sachs, produttore, Trump lo esalta per il risanamento di Indymac Bank, presa a 1,6 miliardi e rivenduta per 3,4.