Dalla Chiesa e il dolore per Frizzi: «La radio mi cura dallo choc per Fabrizio»

Il cinema sarà il tema dell’ultimo appuntamento di Ieri oggi italiani, il programma di Maurizio Costanzo condotto da Rita Dalla Chiesa, in onda stasera in seconda serata su Rete4.

fabrizio-frizzi-e-rita-dalla-chiesaChe esperienza è stata?
«Molto bella, è un gioiello di trasmissione. A settembre dovremmo riprendere e spero in una fidelizzazione diversa, senza cambiare giorno di messa in onda».

Per due puntate abbiamo visto al timone Luisella Costamagna.
«Sono le prime che hanno registrato, prima che arrivassi io, ma le hanno mandate a metà e credo sia stato un gesto di sensibilità perché era appena successo quello che è successo».

Si riferisce alla scomparsa del suo ex-marito, Fabrizio Frizzi?
«Sì, Fabrizio se n’è andato pochi mesi dopo la scomparsa di mio genero, sono a pezzettini. Per fortuna il lavoro mi dà qualche momento di serenità».

Sta conducendo anche un programma su Radionorba, Voci della luna, con Ettore Bassi: le piace la radio? «Moltissimo e soprattutto mi piace tenere compagnia al popolo della notte: andiamo in onda alle 21 ma sto rompendo le scatole all’editore per iniziare ancora più tardi, alle 23 o a mezzanotte, quando la gente ha più bisogno di compagnia».

Altri progetti con Mediaset?
«No, non mi hanno proposto altro: è cambiata l’aria, il pubblico mi vorrebbe ma evidentemente i dirigenti no. Mi hanno dato questo programma solo grazie a Costanzo».

Col senno di poi lascerebbe ancora Forum?
«Non ho lasciato io, mi hanno spinto a farlo, ad accettare l’offerta avuta da La7, dicendomi a luglio che a novembre avrebbero sospeso il programma, con il mio contratto che scadeva il 31 agosto. Ma è stata una separazione traumatica, ancora oggi non riesco a guardare il programma».

Rita Dalla Chiesa: «Non ho più un ruolo per stare così male per Fabrizio, le condoglianze le porgo a Carlotta»

«Alla gente che per strada mi ferma per farmi le condoglianze rispondo sempre allo stesso modo: ‘Le porgerò a Carlotta, la moglie’». A dirlo al settimanale Chi è Rita Dalla Chiesa, prima moglie di Fabrizio Frizzi, morto il 26 marzo scorso. Dalla Chiesa non nasconde l’amarezza: «Forse non ho più un ruolo per poter stare così male per Fabrizio. La società divide tutti secondo vari ruoli, come se fossimo squadre di calcio. Senza pensare che il dolore è dolore. Punto».

large-150522-000205-to210515spe-3418E ancora: «Carlotta gli è stata vicina nella sua malattia, invece io con lui ho vissuto tante cose bellissime. Ho capito un’altra cosa: gli ho voluto così bene perché l’ho incontrato subito dopo la morte di mio padre, è stato lui a salvarmi dalla violenza di quel dolore. Ha vissuto i miei anni più bui con una consapevolezza e una maturità non comuni per un ragazzo di 25 anni».
Dalla Chiesa era in ottimi rapporti sia con Fabrizio Frizzi che con la giovane moglie: «Con Fabrizio siamo diventati fratelli. E anche con Carlotta, se lo vorrà, quando lo vorrà, sarò una sorella per sempre. Io ci sarò per lei e per Stella. I due amori di Fabrizio. Non mi piace quando ci chiamano prima e seconda moglie. Noi siamo delle donne che hanno amato lo stesso uomo in due momenti diversissimi della vita».

Frizzi, Rita Dalla Chiesa ad “Amici”: “Conosco Fabrizio da 35 anni, ecco come ha cominciato”

Dalla Chiesa ospite di “Amici di Maria De Filippi” “Io lo conosco da 35 anni e posso soltanto dirvi che voi siete giovani e avete tanti sogni e bisogno di affermarvi. Fabrizio ha cominciato a 17 anni in una radio privata, stava lì la notte ad ascoltare la musica insieme ai dj e la mattina andava a studiare. Aveva questo sogno ed è sempre stato una mosca bianca nel nostro mondo.

152530753-79864a78-2a79-44a2-8943-384dd315f08eIo lo chiamavo “ufficiale gentiluomo” per la correttezza e il rispetto che aveva nel rapportarsi con gli altri. Ha avuto una vita bellissima dal punto di vista professionale con qualche momento di caduta… ma non l’ho mai sentito parlare male di qualcuno.
“Non abbiate mai paura di essere buoni, non dovete sgomitare, dovete cercare di aiutarvi perché questo è il segreto reale per avere successo nella vita… Qualcuno di voi riuscirà, qualcun altro troverà la propria strada altrove. Riprovateci e prima o poi con la correttezza si sfonda. Infine l’augurio in una puntata fondamentale e anticamera del serale.

Selvaggia Lucarelli attacca Corona: “Fabrizio è un fesso, la sua vera dipendenza sono i soldi”

Selvaggia Lucarelli attacca Fabrizio Corona su Facebook. L’opinionista già in passato aveva parlato delle questioni legali dell’ex re de paparazzi e questa volta ha deciso di tornare sul tema in merito alle srestrizioni imposte dal giudice per la sua scarcerazione.
Corona infatti dovrà seguire un percorso di recupero e nel frattempo stare lontano dai social e non rilasciare interviste a giornalisti.

fabrizio-corona-selvaggia-lucarelliLa fidanzata, Silvia Provvedi, è intervenuta in diverse trasmissioni televisive raccontando dell’intenzione di Fabrizio di seguire tutte le regole e il bisogno suo e del suo uomo di un po’ di tranquillità, ma sembra che le cose non stiano proprio così: «Anche questa volta, dopo il suo rilascio, la sensazione è che Fabrizio Corona non sia un uomo nuovo, ma l’uomo nuovamente pronto a rovinarsi la vita. E che tutto sommato, il sistema giudiziario, nei suoi confronti, sia più che generoso. Gli indizi di questo bel trend ci sono tutti. Con 5 anni di carcere già scontati tra affidamento e galera e tre ancora da scontare, siamo all’ennesimo rilascio avvenuto il 22 febbraio e all’ennesimo affidamento terapeutico concessogli dopo 1 anno e 4 mesi dall’ultimo arresto. (quello per i celebri soldi nascosti nel controsoffitto che gli sono costati l’ennesima condanna per evasione fiscale)», così scrive Selvaggia.

Poi la Lucarelli continua: «Perché è questo che i giudici non capiscono: la vera dipendenza di Fabrizio non è la droga. Sono i soldi. Quelli del solito gossip. Quelli facili. Prima li faceva vendendo foto di star, ora -e questa è la faccenda più grave- li fa vendendo le foto della star diventata star a furia di arresti: se stesso». Dopo l’uscita di galera è stato paparazzato con la fidanzata e con il suo amico Parpiglia, gornalista di Chi. Proprio sul giornale la Provvedi aggiorna di volta in volta cosa fa Fabrizio, così come nelle ospitate in televisione. Qualche misterioso collaboratore lo aiuta sui social, dove pubblica post sempre più frequentemente. Insomma quelli che dovevano essere i divieti con dei piccoli escamotage sembra non vengano proprio rispettati. «Nell’ultimo articolo di “Oggi” su Corona il giornalista Umberto Fumagalli racconta che ha provato a chiamare la fidanzata di Fabrizio e dopo qualche parola, Fabrizio ha strappato il cellulare alla fidanzata per dire a lui con toni tutt’altro che amichevoli che la fidanzata non rilascia interviste e blablabla. A quel punto prende il telefono l’avvocato Fusetti e dice che quella conversazione non si deve pubblicare. Quindi Fabrizio Corona se ne frega delle disposizioni del giudice e parla al telefono con i giornalisti confidando nel loro silenzio. Morale della storia: Fabrizio cambierà il giorno in cui cambieranno le persone di cui si circonda. Gli amici a cui dare esclusive e scoop, perché frequentare quelle persone è come per i drogati frequentare gli spacciatori», conclude Selvaggia.

“Corona è stato incastrato, voleva cambiare vita”

“Fabrizio voleva risollevarsi completamente e stava risolvendo i suoi problemi per poi ripartire”. Questa la tesi di Silvia Provvedi, la fidanzata di Fabrizio Corona, intervistata da Mattino 5 in occasione del processo dell’ex re dei paparazzi.

silvia-provvedi-le-donatella

“Poi ci hanno messo una bomba carta sotto casa ma Fabrizio da aggredito è diventato condannato. Spero che i giudici facciano chiarezza”, continua la Provvedi.
Luigi Favoloso, fidanzato della modella Nina Moric, ex moglie dell’ex agente fotografico, è accusato dallo stesso Corona di aver messo una bomba carta sotto casa sua lo scorso agosto. Un episodio che ha fatto scattare le indagini che hanno portato di nuovo in carcere l’ex ‘fotografo dei vip’ per quei 2,6 milioni di euro in contanti trovati in un controsoffitto e in parte anche in Austria. Lo scorso 11 aprile, Corona in aula, a proposito dell’attentato subito, aveva detto: «Penso che sia stato il fidanzato della mia ex moglie». Il «movente», stando alla sua versione, «era quello di ottenere la custodia di mio figlio e toglierla a me».

Corona, le dure parole del Riesame: “Ha una inusuale inclinazione a delinquere”

Fabrizio Corona ha una «inusuale inclinazione a delinquere» e «le modalità di esecuzione e organizzazione» del reato di intestazione fittizia di beni che avrebbe commesso denotano «una sicura capacità delinquenziale, oltre che l’inserimento in un contesto organizzato e ben collaudato».

1473270318-fabrizio-corona

Lo scrive il Tribunale del Riesame di Milano nelle motivazioni, da poco depositate, del provvedimento con cui, il 27 ottobre scorso, ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’ex agente fotografico.  L’ex ‘re dei paparazzi’, infatti, è tornato in cella lo scorso 10 ottobre mentre era in affidamento in prova ai servizi sociali, per le accuse di intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali relative alle misure di prevenzione. L’inchiesta è quella che vede al centro i circa 2,6 milioni di euro in contanti trovati in parte in un controsoffitto (oltre 1,7 milioni) e in parte in cassette di sicurezza in Austria (oltre 800 mila euro).  Secondo il Riesame, come si legge nelle motivazioni, c’è il «pericolo concreto e attualissimo» che l’ex ‘fotografo dei vip’ possa commettere «analoghe condotte criminose». Pericolo desumibile anche «dai precedenti penali specifici, susseguitisi senza soluzione di continuità dal 2003 a margine dei brevi periodi di carcerazione sofferta» e che portano a «escludere l’occasionalità della condotta». Corona, infatti, scrivono ancora i giudici, se posto agli arresti domiciliari, «ben potrebbe commettere reati della stessa specie», anche considerata «la sua assoluta indifferenza verso il rispetto delle regole e i benevoli trattamenti sanzionatori e di esecuzione della pena concessagli».   Secondo il Tribunale del Riesame, poi, sussiste per l’ex ‘fotografo dei vip’ anche il «pericolo di inquinamento probatorio». Corona, infatti, scrivono i giudici nelle motivazioni dell’ordinanza con cui hanno respinto il ricorso presentato dal suo difensore, l’avvocato Ivano Chiesa, ha provato insistentemente a «rintracciare» Geraldine Darù (sua ex collaboratrice e testimone-chiave dell’indagine coordinata dal procuratore aggiunto della Dda milanese Ilda Boccassini e dal pm Paolo Storari), con il «pressante intento non solo di carpire informazioni ma di deviarne il corso in termini a sé favorevoli».  Domani, tra l’altro, si terrà l’udienza preliminare davanti al gup di Milano Laura Marchiondelli che dovrà decidere se mandare a processo o meno Corona e la sua collaboratrice Francesca Persi, imputata in quanto presunta prestanome dell’ex ‘re dei paparazzì. Per la Persi, su richiesta del suo legale, l’avvocato Cristina Morrone, il Tribunale del Riesame, il 27 ottobre scorso, ha attenuato la misura cautelare disponendo gli arresti domiciliari.

Vittoria Schisano: “Io, prima trans su Playboy. Ora sogno Sanremo”

“Essere la prima trans su Playboy è una responsabilità. Sono un simbolo per le donne come me ma anche per tutti coloro che hanno sogni da realizzare.Mi sento come Cenerentola. Mi preparo per Sanremo del prossimo anno, non si sa mai, se qualcuno ci sentisse…”Vittoria Schisano, ormai di casa nello studio di Domenica Live, ha scelto la trasmissione condotta da Barbara D’Urso per raccontare copertina e scatti pubblicati su Playboy e lanciare il suo appello “sanremese”.

12654198_10208652384054198_7317025366966056910_n

Le foto però sono state tagliate a mostrare solo il viso.
La D’Urso non approva la scelta.
“Mi state dicendo che qualcuno è passato con le forbici e ha tagliato?”; chiede la D’Urso alla regia.
“Mi sembra che quello sia successo mesi fa”, risponde, ridendo, la Schisano, riferendosi alla propria operazione. E poi si dice pronta, giocando, a spogliarsi in studio per dare un’idea delle pose.
Si parla poi di amori e fidanzati.
Come va nella coppia dell’attrice, che ha sfilato anche sulle passerelle romane della moda?
“Alti e bassi con Fabrizio. Stavamo sistemando casa, siamo caduti nel cliché della coppia, io non ne potevo più dei lavori, sono andata via di casa, ho preferito dormire in albergo. Lui non è stato molto contento”.
E Fabrizio le manda un video-messaggio:
“Pensavo scherzassi quando hai detto che avresti fatto la copertina di Playboy. E poi Vittoria copriti, altrimenti arrivi sempre a casa raffreddata… Torna subito a casa, ti aspetto sveglio”.
Vittoria ammette che Playboy ha “smosso” molte cose e il suo compagno è stato geloso, ma non tornerà subito: “Rimango a Milano, devo lavorare. Fabrizio lo sa”.
Intanto, la foto viene trovata: una e senza tagli.
“Essere lì, riconosciuta – commenta la Schisano – ha una grande valenza per me anche per il messaggio che quella copertina vuole mandare: guardare con il cuore, non con i pregiudizi”.