Maria De Filippi d’oro, i guadagni milionari della sua società Fascino: quanto ha incassato nel 2017

È tempo di soddisfazioni per Maria De Filippi che porta a casa un bel gruzzoletto con la Fascino, la società di produzione che gestisce al 50% con Mediaset. Conti alla mano, la moglie di Maurizio Costanzo si conferma la regina Mida della televisione italiana.

3785048_8_20180608113726È stato approvato il bilancio 2017 della Fascino si è chiuso con ricavi pari a 65,8 milioni di euro e utili per 3,4 milioni. 2 milioni di euro i dividendi, dunque 1milione tondo tondo a Queen Mary e 1 a Cologno Monzese. L’anno scorso, pensate, aveva ricevuto mezzo milione in meno!
Ma la De Filippi ha tante altre entrate, provenienti soprattutto dai ricavi sui diritti di autore per i programmi ideati da lei: parliamo di 5milioni e mezzo annui per Uomini e Donne, Amici, C’è posta, Tu si que vales, Temptation Island, Selfie, Summer Music Festival, House Party e Pequenos Gigantes.

Basti pensare che ogni puntata di C’è posta per te grazie agli spot Maria accumula 50mila euro: in generale dalle sponsorizzazioni totali la Fascino pgt incasserebbe circa 2,5milioni di euro.

Senza contare il sito Witty Tv, dov’è possibile seguire online le tante trasmissioni di cui va fiera: solo dal sito arrivano 1,3milioni di euro, che si sommano ai 4,2milioni derivanti dal merchandising.

Non sono stati resi noti da Italia Oggi i dettagli sul contratto che la conduttrice ha stipulato con il suo editore, ma immaginiamo che non abbia nulla di cui lamentarsi…

Carmen Di Pietro: “Volteggiando sul trapezio ho vinto tutte le mie paure”

Reduce della brutta esperienza di pochi giorni fa, quando si trovava sul bus andato a fuoco nel centro di Roma, Carmen Di Pietro racconta sulle pagine del settimanale “Grand Hotel”, come ha superato la paura volteggiando nell’aria sul trapezio: “La cura l’ho trovata cimentandomi per la prima volta con un’esperienza che mi era sembrata sempre estrema e anni luce lontana da me…”, ha detto.

C_2_fotogallery_3088069_3_imageL’ESPERIENZA DEL CIRCO – Con la grazia e la disinvoltura di una consumata artista circense sotto il tendone del “Piccolo Circo dei Sogni” di Peschiera Borromeo, a due passi da Milano, Carmen volteggia sul trapezio senza paura. Ad invitarla è stato Paride Orfei, erede di quella che forse è la più famosa dinastia del circo e fondatore della scuola per artisti circensi. Titubante ma curiosa Carmen ha voluto raccogliere la sfida e vincerla: “Sono sbalordita”, ha detto la Di Pietro, “perché mai in vita mia avrei pensato di poter fare tutto ciò. Certo, sono sempre piuttosto in forma… Ma un conto è fare un po’ di body building, un altro volare per aria come… una pazza…”.

UNA ZINGARA DI NOME “PASQUA” – A fare questa “pazzia” Carmen è stata convinta da Paride Orfei stesso che l’aveva contattata poco tempo fa proponendole di partecipare ad uno spettacolo sulla storia del circo ed impersonare una zingara, di nome Pasqua. Una donna dal fascino magnetico che, leggenda narra, intorno ai primi dell’Ottocento conquistò Paolo Orfei, un monsignore di Urbino, nelle Marche. Stregato dalla bellezza di Pasqua, infatti, Orfei disse addio all’abito talare e con la sua bella fuggì per esibirsi come saltimbanchi per le strade d’Europa. “Tu saresti perfetta perché con la tua bellezza, i tuoi lineamenti mediterranei e la tua personalità,determinata e passionale insieme, ricordi proprio quella che, nei racconti che sento fin da bambino, per gli Orfei fu una vera donna del destino”, le aveva detto Paride.

MILLE PAURE – La proposta circense è capitata a proposito, dopo l’esperienza del bus andato a fuoco. “Sono una paurosa, anzi, forse una delle persone più paurose nel mondo dello spettacolo. In macchina con me non si possono superare i cento all’ora…”, racconta la Di Pietro.

L’INCIDENTE IN GERMANIA – “Quello che ho vissuto a Roma pochi giorni fa è stato un grandissimo shock, ma non è il primo della mia vita…”, aggiunge la showgirl, che racconta di un brutto incidente in auto avuto quando era una ragazzina in Germania: “Ero con mia cugina che aveva appena preso la patente… le strade erano ghiacciate… e ci siamo schiantate contro un guard-rail. Io mi sono rotta una gamba e sono rimasta un mese con l’ingessatura e anche mia cugina ha riportato diverse fratture. …Da allora non solo non amo la velocità, ma nemmeno qualsiasi altra situazione di pericolo, come l’altezza e gli spazi chiusi”.

LA STRANA TERAPIA – Come ha fatto Paride Orfei a convincerla a salire su un trapezio nella sua scuola di circo? Lo spiega Carmen stessa: “Il giorno dopo l’incidente di Roma avevamo fissato le prove del nostro spettacolo e quando sono arrivata lui ha visto subito che sembravo un’altra persona: ero terrorizzata. Prima mi ha abbracciata, poi, con la sua voce calda e il tono sicuro da grande artista del circo, mi ha detto: ‘Ti fidi di me? Ho io un rimedio per farti passare la paura. Ti faremo salire noi sul trapezio in tutta sicurezza e avrai una rete di protezione. Tu hai buoni muscoli, si vede che ti alleni in palestra. Non avrai difficoltà a stare ben attaccata alle corde. E quando sarai lassù vedrai che molte tue ansie spariranno’. Il suo tono era così rassicurante che ho voluto provare: una volta lassù è stata proprio una magia. Ero io che controllavo tutto, con la forza delle mie braccia. E la grande paura che mi aveva attanagliato fino a poco prima era svanita”.

Alain Delon da Fazio: “Le donne mi cercavano. Oggi ho figli e nipoti, ufficiali e ufficiosi”

Cattuta l’attenzione generale, ospite da Fazio a Che Tempo che Fa, l’intramontabile Alain Delon in una intervista che lascia più di uno strascico sui social network. Grandi complimenti all’attore francese che a 82 anni ha ancora fascino da vendere, ma anche tante critiche per una grandeur che risulta a volte un po’ spocchiosa. E anche Fabio Fazio non sembra sempre a suo agio nell’intervista a uno dei miti assoluti del cinema francese e mondiale.

alain-delon-e-brigitte-bardot“Sono figlio unico, vivevo letteralmente per strada – dice in francese sottolineando che poitrebbe rispondere anche in italiano perché la sua carriera si è a lungo sviluppata nel Belpaese – la mia fortuna, dopo essere stato arruollato nell’esercito, è stato il cinema, pensavo che sarei morto presto. Faccio questo lavoro grazie alle donne, devo tutto a loro. Sapevo di piacere, erano loro che mi cercavano. E io adoravo essere al centro dell’attenzione. Oggi ho molti figli e nipoti, ufficialmente e ufficiosamente”. Delon riassume così, in poche parole la sua vita che definisce “straordinaria”. Lui e Brigitte Bardot, la coppia più bella del mondo: “Non mi crederete, ma tra me e Brigitte c’è stata solo amicizia, 50 anni di ammirazione reciproca. A chi devo tutto? A mia madre, bellezza inclusa. Ma se una volta erano le donne a cercarmi, ora accade il contrario”. Poi una battuta amara su Romy Schneider, grande amore della sua vita: “Ormai è morta da 36 anni”. Il cinema Italiano? “La mia carriera è iniziata da voi nel 1960. Ho incontrato Visconti , Antonioni poi un giorno il cinema francese mi ha chiamato e ho lasciato l’Italia per intraprendere la carriera in Francia e nel mondo”.

Sabrina Salerno: la “sex bomb” italiana compie 50 anni

Ha venduto 20 milioni di dischi esportando in tutto il mondo la dance italiana, ma soprattutto tutti la ricordano come un sex symbol emblema degli anni 80. Sabrina Salerno compie 50 anni, senza aver perso un solo briciolo del suo fascino. Dalle classifiche a Sanremo, passando per il cinema e la televisione, la Salerno ha segnato un decennio della nostra cultura pop.

22_sabrina_salerno_sito_ufficialeDopo essersi fatta notare come showgirl in trasmissioni televisive come “Premiatissima”, “W le donne” e “Grand Hotel”, la svolta per lei è arrivata nel 1987, a nemmeno vent’anni, quando “Boys (Summertime Love)”, con il suo ritornello contagioso e il video a forte tinte sexy, esplode, facendo impazzire non solo l’Italia ma anche la Francia, Spagna, Svizzera e Inghilterra, dove arriva al terzo posto in classifica, accanto a nomi come Michael Jackson e Madonna: un successo clamoroso.

Ma la sua corsa non si è fermata lì. La sua partecipazione al Festival di Sanremo 1991, dove vestita solo di un bikini e una giacca canta “Siamo donne” in coppia con Jo Squillo, è diventata di culto. E poi Sono arrivate poi il cinema con ruoli in commedie di cassetta (“Grandi magazzini”, “Fratelli d’Italia”) e ancora tanta televisione (“Odiens”, “Bellezze sulla neve”, “Matricole & Meteore”, “La pista”). Dopo una lunga pausa negli ultimi anni è tornata alla ribalta, prima con nuove uscite discografiche e tour, soprattutto all’estero, dove è ancora venerata. Buon compleanno Sabrina.

Sharon Stone, baci ed effusioni in spiaggia con il toyboy italiano

Siamo sicuri che abbia spento davvero 60 candeline? Sharon Stone sul bagnasciuga con il suo toyboy (Angelo Boffa, imprenditore italiano di 19 anni meno) mentre lo bacia e si scambia effusioni pare una ragazzina.

C_2_fotogallery_3086613_upiFoto1FAffascinante in bikini stordisce chi sulla spiaggia di Miami la osserva camminare con grazia e sex appeal proprio con la stessa malizia e fascino dei suoi famosi accavallamenti…

Gira il mondo (quasi) gratis grazie a Tinder: “Ora punto alla Nuova Zelanda”

Dopo aver terminato gli studi, a 25 anni si è inventato un modo per girare l’Europa spendendo pochissimo. Anthony Botta, un ragazzo belga ma di origini italiane (è un grande tifoso del Napoli), ha infatti escogitato un metodo efficace per risparmiare sull’alloggio: farsi ospitare a casa da ragazze conosciute su Tinder. Il diretto interessato, che sta documentando i viaggi sul proprio account Instagram, ha raccontato com’è la vita da ‘tindersurfer’, come ama definirsi.

130139025-d4a6b9b4-4b24-4462-8e00-698c764787e7Come riporta Repubblica.it, Anthony ha utilizzato Tinder Plus, la funzione ‘premium’ e a pagamento che consente di interagire con ragazze provenienti anche da altre città o paesi. In questo modo, il 25enne ha avuto la possibilità di pianificare con cura i suoi viaggi e trovare un alloggio in vari paesi. Finora, in pochi mesi, Anthony ha visitato otto diversi paesi europei, incontrato circa tremila ragazze e si è fatto ospitare in casa 21 volte.
Come c’è riuscito? Con una buona dose di faccia tosta e grazie al bell’aspetto, ma non solo. Anthony lo spiega chiaramente: «La vera chiave è l’educazione, più che il fascino. Su 100 donne contattate, almeno la metà mi ha insultato; altre dicevano di vivere con i genitori o col fidanzato, ma una ragazza fidanzata cosa ci fa su Tinder? Comunque, per assicurarmi una vasta scelta ho ampliato la ricerca su una fascia d’età compresa tra i 22 e i 45 anni e i ‘match’ non mancano».
Senza farsi scoraggiare, Anthony ha continuato a contattare migliaia di ragazze in vari paesi e alla fine è riuscito a farsi ospitare durante i suoi viaggi. Ora il suo viaggio da ‘tindersurfer’ è pronto a spostarsi di continente: la prossima meta che il ragazzo si è prefissato è infatti la Nuova Zelanda.

Monica Bellucci finalmente senza frangetta

Bellezza sempre indiscussa e fascino da far invidia a chiunque, ma una Monica Bellucci così al top non ce la ricordavamo da tempo. L’attrice italiana ha presenziato alla serata di presentazione dei premi César 2018, a Parigi. Un semplice total black firmato Chanel e gioielli Cartier, per un’apparizione davvero notevole. Merito soprattutto dell’acconciatura del parrucchiere John Nollet: semplice ma d’effetto.

C_2_box_52552_upiFoto1FPochi mesi fa c’era già stato un deciso accorciamento della lunghezza. L’idea vincente è stata scoprire la fronte di Monica Bellucci. L’attrice, che da parecchio tempo portava una frangetta rada o aperta al centro, è apparsa con questo cambiamento più bella e radiosa che mai. Non che prima non lo fosse, ma la frangetta non rendeva merito alle proporzioni del suo viso: adesso che è cresciuta (o acconciata lateralmente col resto della chioma), lascia spazio al suo splendido sguardo, valorizzato dal lavoro della truccatrice Jolanta Cedro.

A 53 anni lo stile di Monica Bellucci predilige abiti scuri: che almeno il viso sia luminoso e ben scoperto è quasi una necessità. Il suo parrucchiere pare averlo finalmente capito. Guarda nella gallery le acconciature delle sue ultime apparizioni pubbliche.

Borriello, nuovo testimonial: «Sono superdotato… Intimissimi lo sa»

Bello e napoletano, il binomio perfetto per piacere alle donne. Se poi si tratta anche di un calciatore di Serie A, allora il gioco è fatto. È questo infatti secondo Marco Borriello il segreto del suo sex appeal: «Il mio mestiere continua ad esercitare un discreto fascino. Anche frequentare la Tv aiuta. E poi, diciamocelo, sono napoletano: quello fa la differenza!».

3430362_1301_marcoUltimamente Marco è stato scelto come nuovo volto di Intimissimi. Una vera e propria sorpresa visto che «di solito Intimissimi preferisce personaggi molto puliti, mentre io sono pieno di tatuaggi», ammette. Una grande gratificazione per l’attaccante della Spal, che però non si ritiene bello: «Ci sono tanti calciatori più belli di me». Qualcuno è un vero modello: «Ho avuto la fortuna di giocare al Milan con una delle icone mondiali di stile, ovvero David Beckham. Credo che sia ancora oggi un punto di riferimento. Quando giocava in Italia spesso ci facevamo anche dei regali di moda, e abbiamo anche fatto shopping assieme a volte. In Italia apprezzo molto il modo di vestire di Claudio Marchisio. L’elenco di colleghi che non vestono benissimo è lungo, invece, a mio modesto parere. Ma è tutta una questione di gusto personale».
Marco invece tiene tanto all’abbigliamento, anche a quello intimo, come svela a Vanity Fair: «Uso i boxer, rigorosamente di cotone. Mi piaccio in versione basic: maglietta e boxer e mi sento a posto». Consapevole ormai di essere un sex symbol: «Mi piace piacere alla gente, ma non lo faccio forzatamente o deliberatamente. Mi reputo una persona sostanzialmente molto semplice: mi tengo in forma, mi curo, mangio bene, mi alleno, faccio in modo di avere una bella pelle perché in primo luogo fa stare bene me. Non lo faccio per piacere altrui. Se, poi, capita… ne sono anche fiero, ma non me ne vanto».
Una donna, per colpire Borriello, non deve strafare: «In genere preferisco la semplicità, in ogni occasione. Non amo le decorazioni vistose e gli orpelli inutili. È la persona che dovrebbe riuscire a rendere l’intimo sensuale». Ci sono però dei segreti che svela solo nell’intimità: «Sono superdotato», afferma ridendo, ma continua: «Scherzi a parte, ho un tatuaggio nelle parti intime che nessuno conosce. In realtà ora quelli di Intimissimi lo sanno».

Ashley Graham sfoggia le sue sexy curve plus-size e celebra il fascino delle pin-up

30 anni compiuti da poco, di recente entrata nella classifica delle 10 modelle più pagate del mondo: Ashley Graham è la protagonista del servizio “Straight up” firmato da Nathaniel Goldberg per l’edizione di dicembre di Vogue Italia. Il magazine celebra le curve sensuali e sinuose della top plus-size che posa come una pin-up anni Cinquanta.

C_2_fotogallery_3084513_7_imageSensuale, civettuola e sfacciata. Il generoso décolleté inguainato in un bustino animalier Ashley è un sogno erotico che diventa realtà. Per lei la seduzione è un fatto naturale e il concetto di “body-positivism”, un principio per cui lottare e vivere. Non solo accettazione di sé e del proprio corpo, si tratta soprattutto di amare chi sei ed essere amato, sentendoti così a tuo agio. Questa la chiave della Graham, per condurre abilmente il sofisticato gioco di seduzione, in cui è maestra, andando oltre le convenzioni, le misure e le categorie imposte dalla società moderna. Le regole del gioco? Autostima, sicurezza e immaginazione, ovvero amore per se stessi.

Jennifer Lopez soffia il marchio a Belen

Paul Marciano sembra apprezzare il fascino latino: “Jennifer Lopez è il sogno di una ragazza Guess! È un’artista affermata, è iconica e sensuale”, ha affermato presentando la sua nuova testimonial, che subentra a Belen Rodriguez. Entrambe sono di origini sudamericane.

C_2_box_49272_upiFoto1FChe ci fosse una certa intesa tra la pop star portoricana e il marchio era chiaro a tutti, visto che JLo nel video Amor Amor Amor aveva scelto di indossare numerosi outfit della maison e il marchio Guess era ben in vista in ogni scena.
Adesso arriva la conferma ufficiale: le prime foto della campagna, realizzata da Tatiana Gerusova e ambientata in un’elegante villa, ritraggono Jennifer Lopez come una sofisticata diva del passato.
Ma se non possiamo che apprezzare JLo “Guess Girl” e allo stesso tempo “Femme Fatale” per Paul Marciano, il pensiero vola automaticamente alla precedente musa, Belen Rodriguez, che per ben due campagne ne era stata testimonial: la delusione è inevitabile, ma per ora la showgirl argentina non commenta.