Mara Venier torna in Rai: «Mi mancherete amici miei», il saluto a Maria De Filippi

È arrivato il momento dei saluti per Mara Venier. Dalla prossima stagione televisiva la nota conduttrice veneta tornerà in Rai per risollevare le sorti di ‘Domenica in’. Sarà la sua decima conduzione della trasmissione domenicale del primo canale ma, prima di ricominciare, ha voluto commiatarsi dai suoi ‘vecchi’ compagni di strada.

Mara-Venier-lascia-Mediaset-per-la-Rai-01-@-instagramIl suo nuovo ingaggio arriva per tentare di risollevare le sorti della trasmissione, nell’ultima stagione vittima del flop della conduzione delle sorelle Parodi. Mara, secondo il direttore, è “una figura calda, più vicina al pubblico del primo canale”.
Ma prima di passare definitivamente all’ombra del cavallo di Viale Mazzini, la Venier ha voluto dedicare un pensiero social al pubblico che le ha tenuto compagnia in questi anni, nonché ai personaggi televisivi che con lei hanno condiviso un tratto di strada.

“Mi mancherete amici miei – ha scritto su Instagram – ma tanto. Grazie a tutto il gruppo meraviglioso di ‘Tu si que vales’..un grazie di cuore a Maria (De Filippi)…un abbraccio a Rudy Zerbi, Belen Rodriguez, Gerry Scotti, Teo Mammucari, Barbara Cappi, Sabina Gregoretti”.

Tanta gratitudine, la sua. Ma, senza alcun dubbio, è solo il preludio a un periodo di lame affilate, quelle che a partire dal prossimo autunno dovrà incrociare con Barbara D’Urso e il suo Domenica Live. Riuscirà finalmente a batterla?

Gerry Scotti si racconta a Domenica Live: «Ho pagato per far lavorare mio figlio»

«Sono nato su un tavolo da cucina, in campagna. Quando la levatrice ha visto mia mamma e la scala su cui avrebbe dovuto farla salire, ha detto: facciamolo nascere qui. Sono stato uno degli ultimi a nascere su un tavolo da cucina. Ho la cucina nel DNA».
Gerry Scotti si racconta a Domenica Live, tra vita privata e carriera.

3673093_1243_jerry_scotti_dimagrito_sessoUna delle prime domande di Barbara D’Urso è sul suo peso, o meglio sul suo dimagrimento.
«Sì, ho perso dieci chili, ho raddoppiato la mia attività sessuale, prima era una volta ogni sei mesi, ora due ogni sei mesi – scherza Scotti – No, in realtà, ho dovuto perdere peso. Sono un uomo di un quintale che si porta in giro il suo quintale con disinvoltura ma ho sempre amato giocare a calcio e ora ho qualche problema alle ginocchia. È successo anche a Maldini, che è magrissimo, vuoi che non accada a me alla mia età?».
Si parla poi del figlio di Scotti, Edoardo, e di quando ha debuttato in televisione, lavorando come inviato nella trasmissione condotta dal padre sui Guinness dei Primati, “Lo show dei record”.
«Mio figlio era in America per studiare regia. In ottica economica, la produzione disse: perché dobbiamo pagare un inviato, quando il figlio di Scotti è già in America? Facciamo lavorare lui, tanto, hanno detto, paga Gerry. Ed era vero, pagavo io, ma a mio figlio è piaciuta molto quell’esperienza, è stata importante».
Si parla anche del presunto screzio tra Scotti e Barbara D’Urso che aveva tenuto banco sui social.
«Una volta questa signora che è notoriamente esaurita per la mole di lavoro, ha chiuso la trasmissione, senza lanciare la mia trasmissione. Sui social è partito subito il tormentone: non lo ha lanciato, hanno litigato. No, tre minuti dopo, mi ha telefonato Barbara, chiedendo scusa. Barbara è proprio una brava persona».

Fabrizio Frizzi, la lettera commossa di Gerry Scotti: “Ora non siamo più rivali”

“Caro amico ti scrivo, e sinceramente non avrei mai pensato di scriverti le cose che sto per dirti”. Dopo il messaggio scritto su Instagram Gerry Scotti ha voluto ricordare Fabrizio Frizzi in una commovente lettera inviata a La Stampa.

3634769_1020_frizzi_gerry_scottiHa voluto ripercorrere il loro rapporto attraverso gli sms che si scambiavano. “Li ho conservati tutti – scrive Gerry Scotti – dai semplici auguri di Natale o di Pasqua, ai tuoi auguri per i miei sessant’anni, alle nostre prese in giro su quando cominciavano i nostri programmi: «in bocca al lupo ma non esagerare perché dall’altra parte ci sono io…». E per finire quelli molto stringati, ma colmi di affetto, di quando è iniziata la tua malattia ed insieme è iniziata la tua lotta per stare attaccato a questa vita”.
Parole che fanno scendere una lacrima e che proseguono nell’ammirazione nei confronti del collega e “rivale” amico nelle conduzioni televisive. “Ho ammirato la tua semplicità, la tua normalità, il tuo garbo, la tua correttezza e il tuo sorriso. È stupefacente, queste che sono le cose che più ricordo di te, sono quelle che oggi sono sulla bocca di tutti. Una persona per bene può ancora lasciare il segno. Tu, Fabrizio credimi, il segno lo hai lasciato”.

Gli esordi dei Vip, che lavoro facevano prima di diventare famosi?

Dietro il più solido dei successi ci sono lunghe gavette ed esordi improbabili: cosa faceva Federica Panicucci o Tiberio Timperi prima di diventare affermati conduttori televisivi? Ecco i lavori che hanno svolto tanti volti noti dello spettacolo quando erano giovani.
Molti volti femminili, in realtà, prima di diventare volti noti del piccolo schermo, hanno tentato la carriera nei concorsi di bellezza. Ad esempio, Simona Ventura è stata Miss Muretto 1986. E nel 1988 ha partecipato alle selezioni per Miss Universo, piazzandosi quarta.

che-lavoro-facevano-prima-di-diventare-famosi-02-simona-ventura-@-facebookSulla stella linea Milly Carlucci, che nel 1972 vinse il titolo di Miss Teenager: una vittoria che cambiò decisamente la sua vita, portandola a lasciare gli studi in Architettura per la strada che noi tutti conosciamo. Oltre a lei, da Miss Teenager sono passate anche Gloria Guida, Gabriella Golia, Barbara De Rossi, Isabella Ferrari, Claudia Gerini, Bianca Guaccero e Laura Chiatti.
In radio, invece, hanno cominciato molti uomini. A partire da Tiberio Timperi, dj di Radio Mare Cesenatico prima di approdare su Radio Rai Due negli anni ’80.

Gerry Scotti ha cominciato dai microfoni di Radio Milano International e poi su Radio Deejay, dalla quale è partito anche Amadeus. Percorso simile per Carlo Conti, attivo nelle radio private fiorentine degli anni ’70, e per Fabio Fazio, che faceva addirittura l’imitatore.

Vip, che lavoro facevano prima di diventare famosi? Federica Panicucci, baby-sitter Vip
Da un lavoro più ‘umile’ è partita invece Federica Panicucci. Prima di diventare famosa, la bionda conduttrice di Mattino Cinque si dedicava a fare la baby-sitter per un altro volto noto della televisione (ecco chi è).

Attività sportiva invece per Cristina Parodi, che prima di dedicarsi al giornalismo è stata una tennista a livello agonistico. Luciana Littizzetto è stata un’insegnante di musica, mentre Maria De Filippi, dopo aver tentato senza successo il concorso da magistrato, ha lavorato come redattrice di tesi.