Vincent Cassel, l’ex marito di Monica Bellucci si risposa: la sua compagna ha 31 anni meno di lui

Vincent Cassel, ex marito di Monica Bellucci, si risposa: il 52enne attore francese, infatti, ha deciso di convolare a nozze con la sua compagna, la modella Tina Kunakey, di 31 anni più giovane di lui.

vincent_cassel_tina_kunakey_monica_bellucci_matrimonio_19203536Ad annunciarlo è stato un post della 21enne Tina, su Instagram: una foto di lei e Vincent e l’emoji di un anello. Secondo alcune indiscrezioni, la location delle nozze sarà sicuramente Biarritz, nel Paese basco francese, dove Tina è nata e cresciuta e, soprattutto, dove è avvenuto il loro primo incontro, mentre i due facevano surf. «Vincent ancora me lo rinfaccia, ma io non sapevo chi fosse. Tutti lo salutavano, allora io gli ho chiesto: “Sei più famoso di Rihanna, che fai nella vita?”» – aveva dichiarato la giovane modella, che frequenta Cassel da quasi tre anni – «L’amore non si sceglie, ti travolge e con Vincent è andata così. Ho sempre apprezzato gli uomini più maturi, ma l’amore è arrivato quando non ce l’aspettavamo e lo abbiamo accettato. Cosa ci piace fare insieme? Ci sono cose che non posso rivelare, e poi lo sport, soprattutto surf e nuoto».

Alessandro Preziosi dimentica Greta Carandini, baci dopo il regalo con la nuova fidanzata

E’ arrivato un nuovo amore per Alessandro Preziosi. L’attore circa 9 mesi fa ha messo fine alla love story durata 4 anni con la giovane Greta Carandini, di 17 anni più giovane di lui, ma sembra aver velocemente ritrovato il sorriso.

alessandro-preziosi-nuova-fidanzata_02140950Impegnato a teatro con “Van Gogh – l’odore assordante del bianco”, Alessandro è stato sospeso nella capitale mentre scarta un regalo portato da una misteriosa amica.
Il presente sembra gradito dato che Preziosi si lancia in un tenero bacio, immortalato dai paparazzi di “Diva e donna”.

Finge di essere il pornodivo Trentalance su Facebook per conquistare la showgirl Justin Mattera: condannato

Pornodivo per finta per carpire la fiducia di Justin Mattera, la cantante e attrice statunitense che sposò Paolo Limiti. Un inganno costato la condanna anche in appello per Antony Repici che pure ha ottenuto un lieve sconto di pena in secondo grado: il giovane originario di Messina, per riuscire a chattare con la showgirl e con la scrittrice di romanzi erotici Irene Cao, si sarebbe spacciato per il pornodivo Franco Trentalance e per il ciclista veneto Filippo Pozzato.

83283_0140811_76378_276hOggi la quarta Corte d’appello di Milano ha condannato il 28enne a un anno e 2 mesi di carcere, ritoccando al ribasso di 6 mesi in meno rispetto quanto gli aveva inflitto il Tribunale lo scorso settembre. I giudici hanno confermato anche i risarcimenti: 8 mila euro per Trentalance, 6 mila per Cao, 4 mila euro per Pozzato e la provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro per Justine Mattera.

Per lei il danno totale sarà liquidato in sede civile. La show girl commentando la sentenza, ha voluto ringraziale il suo legale, l’avvoccato Anton Emilio Krogh, e «la polizia postale per il lavoro svolto e il grande supporto dato in un momento così difficile. Ma voglio ripetere il mio consiglio a tutti: denunciate subito quando ci si trova vittime di violenze così odiose».
Secondo il capo di imputazione, tra luglio e novembre 2012, Repici, allora 22enne, utilizzando due falsi profili Facebook, si sarebbe sostituito «illegittimamente alla persona di Trentalance (…) e così induceva in errore Mattera Justine», ex moglie del conduttore Paolo Limiti (morto nei mesi scorsi), «con la quale intratteneva delle conversazioni telematiche attribuendosi l’identità» del noto pornodivo.

Un inganno nei confronti di Mattera, che gli avrebbe rivelato alcune informazioni private. Inoltre, in base alla ricostruzione dell’accusa, alla «sostituzione di persona», sarebbe seguita la minaccia alla showgirl «di rendere pubblici i contenuti» delle conversazioni «ritenute compromettenti». In tal modo il giovane avrebbe compiuto, quindi, «atti idonei diretti in modo non equivoco a costringere» Mattera «a proseguire le comunicazioni on line».

Tuttavia, Repici non sarebbe riuscito «nell’intento in quanto la stessa, una volta resa edotta della sostituzione di persona, interrompeva i rapporti e si rivolgeva alle forze di polizia denunciando i fatti».

Una denuncia che ha fatto finire imputato il giovane per sostituzione di persona e violenza privata. Il 28enne, nel dicembre del 2011, avrebbe usato lo stesso stratagemma con Irene Cao: avrebbe creato falsi profili Facebook e Twitter «a nome di Pozzato Filippo» oltre che un «falso account e-mail» per sostituirsi «illegittimamente» al ciclista e per parlare via chat con l’autrice della trilogia erotica ‘Io ti guardo, Io ti sento, Io ti vogliò. Anche in questo caso è poi scattata la denuncia.

Heidi Klum, il segreto della bellezza è il sesso: 5 volte al giorno

Bella, sensuale, affascinante calca le passerelle con classe ed eleganza tra oltre vent’anni, posa con il suo fisico sensazionale e a 44 anni Heidi Klum pare aver fatto un patto col diavolo: la sua bellezza resta immutata. Un amico alla rivista americana National Enquirer ha svelato: “Heidi è convinta che il sesso la tenga giovane”. Lo fa cinque volte al giorno.

Heidi-Klum-Main
Ecco svelato il segreto dell’eterna giovinezza della Klum! La passione a letto rafforza il corpo, lo spirito e giova alla salute. Secondo la fonte, la modella sarebbe anche molto esigente con i partner, tanto da essere sempre alla ricerca della perfezione… sotto le lenzuola. E non solo, visto che Heidi ama sperimentare anche fuori dal letto. Mamma di quattro figli, la Klum si è recentemente fidanzata con Tom Kaulitz, ex dei Tokyo Hotel, che ha 16 anni meno di lei. Pare che Heidi tenga un diario in cui segna le date degli incontri e che ad ogni prestazione (la richiesta è di 5 al giorno) dia un voto al partner.

Cristina Chiabotto, un nuovo uomo dopo la fine della storia con Fabio Fulco

Torna il sereno nella vita di Cristina Chiabotto dopo la fine dell’amore con Fabio Fulco. La showgirl torinese è stata fotografata con un nuovo uomo, Marco Roscio, manager torinese e direttore generale di una cartiera che condivide con l’ex Miss Italia la passione per la Juventus. La coppia è stata immortalata in atteggiamenti teneri, come si vede nel servizio su “Chi”, in edicola mercoledì 18 aprile e che Tgcom24 vi presenta in anteprima esclusiva.

C_2_articolo_3134720_upiImagepp (1)

Sorrisi, carezze e un bacio romantico durante una cena a due a Portofino con Marco, suo coetaneo e anche lui torinese. E’ il giovane manager che Cristina Chiabotto ha scelto per ritrovare momenti di serenità in campo sentimentale, dopo la burrasca legata alla fine del suo rapporto con Fabio Fulco.

Proprio di recente la Chiabotto aveva scelto di raccontare a “Verissimo” le sue sensazioni dopo la rottura con l’attore napoletano. “Sto vivendo una vera e propria rivoluzione e mi fa un effetto strano. Sono quei cambiamenti che nella vita prima o poi bisogna affrontare e questa volta è capitato a me”, ha detto nel salotto televisivo di Silvia Toffanin.

Una storia importante che però ora pare essere definitivamente alle spalle: “Fabio è stato l’inizio in tutto. Ci siamo messi insieme quando avevo 19 anni ed ero piccola. Oggi sono ancora giovane ma è successa in me una trasformazione come donna, un’evoluzione” aveva rivelato. E spiegando le motivazioni che li ha separati aveva rivelato: “Non c’è stato un motivo vero e proprio. Non c’era più l’incastro. È stato un esaurirsi. Mi sono trovata ad un bivio e ho trascinato la cosa per troppo tempo, perché fatico a chiudere le porte. Ho toccato il fondo ma mi sto rialzando e ho voglia di emozionarmi”.

Pamela Mastropietro, la famiglia della 18enne romana: «Ancora niente funerali dopo due mesi e mezzo, perché?»

La famiglia di Pamela Mastropietro, la 18enne romana che dopo essersi allontanata da una comunità di recupero è stata uccisa e fatta a pezzi a Macerata, continua a chiedere giustizia.
A circa due mesi e mezzo dal tragico ritrovamento del corpo smembrato e chiuso in due trolley, a Pollenza il 31 gennaio scorso, la famiglia della ragazza, ancora in attesa del nulla osta della magistratura per poter celebrare i funerali, ha organizzato per venerdì 13 aprile, a Roma, una fiaccolata in memoria della giovane.

3656177_1303_pamela_mastropietro_fiaccolataAppuntamento alle 19 in via Saluzzo per raggiungere, in corteo, piazza Re di Roma. «La fiaccolata nasce per tenere alta l’attenzione sulla vicenda di Pamela, da intendersi come simbolo di tutte le vittime che sono state dimenticate e che stentano ad avere giustizia – spiega all’Adnkronos lo zio di Pamela e legale della famiglia, l’avvocato Marco Valerio Verni – Vogliamo che gli inquirenti restino attenti sulla vicenda, come crediamo siano stati finora, e vogliamo che vadano a fondo».

I parenti della ragazza, che era nel maceratese in cura in una comunità di recupero, vogliono anche raccontare a tutti la vera Pamela, diversa da quella troppo spesso descritta dopo l’omicidio: «Vorremmo si smettesse di parlare di Pamela, come ha fatto qualcuno, come di una drogata facendo passare il messaggio che quasi se la sia andata a cercare».

«Pamela non era una drogata come qualcuno si ostina a far credere per offuscare il giudizio delle persone – continua – Pamela era ricoverata nella comunità terapeutica perché soffriva di un disturbo della personalità grave che, come effetto secondario, la portava a usare stupefacenti come automedicamento, che è cosa diversa». Secondo la famiglia, Pamela non ha raggiunto i Giardini Diaz di Macerata per comprare droga ma perché voleva tornare a tutti i costi a Roma: «A noi risulta che era lì perché c’è la stazione di pullman diretti a Roma. Voleva tornare a Roma, dalla sua famiglia. In precedenza era andata alla stazione dei treni dove si era rivolta con insistenza per avere informazioni sulle partenze per tornare a Roma, ma uno per la Capitale era passato pochi minuti prima». «Si dà tutto troppo per scontato», continua Verni secondo il quale «non è corretto neppure dare per vero tutto quello che dice Innocent Oseghale», in carcere con le accuse di occultamento e vilipendio di cadavere e «che ha più volte cambiato versione».

La famiglia di Pamela chiede di indagare a 360 gradi. «Ci auguriamo anche che qualcuno abbia disposto indagini e ispezioni nella comunità, perché tutto nasce da lì». «Perché Pamela si è allontanata con quelle modalità? A noi non risultano verifiche – prosegue il legale della famiglia – Ma chiediamo di approfondire tutto il tema di indagine: dal primo fatto, ossia l’allontanamento dalla comunità, all’ultimo ossia l’omicidio». I parenti di Pamela aspettano poi di poter celebrare i funerali della ragazza. «Ci sono ancora accertamenti in corso – conclude lo zio di Pamela – E per quanto il fatto di non aver ancora potuto celebrare i funerali aumenti il dolore della famiglia e dei genitori in particolare, è comunque meglio si faccia tutto adesso piuttosto che dover tornare su quel che rimane del corpo di Pamela in futuro».

Claudia Gerini dopo l’addio ad Andrea Preti, serata con gli amici con l’abito trasparente

Come Leggo.it aveva anticipato, è finita la love story fra Claudia Gerini e Andrea Preti.
Claudia, dopo un lungo fidanzamento con Federico Zampaglione, durata 11 anni, aveva ritrovato l’amore a fianco dell’ex naufrago modello, di 17 anni più giovane.

claudia-gerini_04073914 (1)I due dopo un inizio di relazione in sordina avevano reso pubblica la frequentazione, anche attraverso i social. All’improvviso però tutto è finito, comunicato direttamente da un disperato Andrea Preti, mentre Claudia è stata fotografata da “Diva e donna” mentre si diverte spensierata, con abito trasparente, in una serata fra amici nella Capitale.

Calva a 25 anni a causa di un’acconciatura, la storia di una giovane rapper

Amava le acconciature, i gel e le extension fino a farne un’ossessione, ma questa passione ha avuto brutte conseguenze per Paigey Cakey, rapper di Londra. Ad appena 18 anni la ragazza, oggi 25enne, ha notato un’improvvisa caduta di capelli, che nel corso di poco tempo l’ha portata alla calvizie e a un trapianto di chioma. La sua storia, raccontata nel documentario di Newsbeat ‘Too Young To Go Bald’ (troppo giovane per diventare calva, ndr), rimbalza sulla Bbc online.

100478189combinedimage2paige-5a0b883ea49cf2a32f016dfde2905a2e-1200x600Tutto inizia negli anni del college, quando Paigey sfoggiava acconciature particolarmente strette fermate da gel molto forti, che avrebbero col tempo messo sotto pressione i follicoli causando la caduta dei capelli. La giovane si è trovata a fare i conti con l’alopecia da trazione, causata dallo stress a cui sono esposti i capelli proprio a causa di alcune acconciature o, in generale, da alcuni trattamenti estetici. Nel mirino extension, ‘corn rows’, dreadlock e persino code di cavallo troppo strette. Una condizione che può peggiorare a causa dell’uso di sostanze chimiche fissanti sulla chioma.

Ignorare il problema, come fece la giovane, non aiuta. La ragazza racconta che iniziò a colorare la cute del cranio scoperta a ‘chiazze’ per mimetizzare l’emorragia di capelli, anche grazie a strati di gel e mascara. Ma a un certo punto Paigey è stata costretta ad ammettere il problema.

Nel novembre scorso si è sottoposta a un trapianto di capelli in Turchia, dove la procedura è meno costosa che in Gran Bretagna, documentando la sua avventura su YouTube. Col passare delle settimane la situazione è migliorata, ma l’effetto della brutta avventura ha inciso sulla percezione di sé di Paigey e sulla sua idea di bellezza: “La bellezza – dice ora – è dentro di te, è la tua personalità”.

Modella russa si lancia dal sesto piano di un hotel: “Un uomo voleva uccidermi”

Ekaterina Stetsyuk, modella di 22 anni di origine russa, si è lanciata nel vuoto dal sesto piano di un hotel a Dubai. La giovane è miracolosamente sopravvissuta ma ha riportato brutte lesioni alla spina dorsale ed è ricoverata in ospedale in gravissime condizioni. È giallo sulle cause che l’avrebbero portata al folle gesto.

Screen-Shot-2018-03-20-at-11.20.10“Un uomo voleva stuprarmi e uccidermi, mi ha puntato un coltello alla gola”, ha raccontato la modella alla polizia dal letto di ospedale. L’uomo accusato dalla ragazza è un imprenditore statunitense che, tuttavia, nega e fornisce una sua versione dei fatti. Secondo lui, che ha mantenuto l’anonimato, la modella sarebbe una escort si sarebbe difeso di fronte ad una aggressione.
La mamma della modella si è sfogata difendendo la figlia. “Mia figlia forse non potrà più camminare dopo quello che è successo – ha detto alla stampa locale – Ha fatto di tutto pur di salvarsi dalla furia di quell’uomo che voleva tagliarle la gola. Ma la cosa ancora più assurda è che potrebbe finire in carcere perché anche lui l’ha accusata e potrebbe essere giudicata colpevole di aggressione”.
La polizia ha posto in stato di fermo entrambi e indaga per cercare di ricostruire l’accaduto.

Giovane scozzese in bikini non teme il grande freddo e fa un tuffo nella neve

In questi giorni nel sud della Scozia è stata diramata addirittura un’allerta rossa per neve, fatto mai successo prima da quando esiste questa scala di segnalazione del pericolo da parte del Met Office, l’ufficio meteorologico nazionale.

3583645_1159_scoziatuffoneve (1)L’allerta è legata alle abbondanti nevicate associate in particolare in quella zona a vento e gelo. Il colore rosso, come è stato spiegato in una serie di avvisi, significa pericolo concreto per le vite umane, condizioni del tempo estreme, interruzioni diffuse alla circolazione, raccomandazione alle persone di stare in casa o comunque al riparo.
Ma c’è chi, passata la tempesta, ha pensato di fare un tuffo nella neve in Bikini. Si tratta di una ragazza scozzese che senza remore esce in bikini e ciabatte da spiaggia e dopo una breve rincorsa si butta nella neve con uno stile piuttosto approssimativo. La performance è divenuta virale in rete.