Fabrizio Frizzi, il ricordo in ritardo di Michelle Hunziker. Polemica a Vuoi scommettere?

Con 4.091.000 di spettatori pari al 23.2% di share, l’esordio di ‘Vuoi scommettere’ con Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti non poteva essere più che soddisfacente.

fabrizio frizzi michelle hunziker_18131555Ciò, tuttavia, non mette a riparo la brava conduttrice da una serie di pesanti critiche che stanno circolando sul web per un gesto mancato… o meglio arrivato con imbarazzante ritardo.
A Vuoi scommettere, Michelle Hunziker ha reso omaggio a Fabrizio Frizzi soltanto dopo più di mezz’ora di programma invece che ricordare il conduttore scomparso ad inizio puntata che ha reso grande, quasi 30 anni fa, l’allora popolarissimo ‘Scommettiamo che…’

Isola, Rosa Perrotta, proposta di matrimonio in diretta da parte di Pietro Tartaglione. Boom di like per il selfie di Mara Venier

Finale dell’isola dei Famosi all’insegna del romanticismo. Dopo Alessia Mancini e il marito Flavio Montrucchio è il momento di Rosa Perrotta.
La bella naufraga fa il suo ingresso in studio fasciata in un lungo abito porpora: “Quest’Isola mi ha fatto capire che ho il diritto anche io di cadere come tutti e di avere qualcuno che mi aiuti ad alzarmi nel momento del bisogno” confessa ad Alessia. Poi entra a sorpresa prima un enorme trono bianco, omaggio a “uomini e donne”, la trasmissione della de Filippi dove ha conosciuto Pietro Tartaglione, il suo fidanzato.

rosa-perrotta-e-pietro-tartaglione
Pietro ha qualcosa da dirle: “Io avrei un’infinità i cose da dirti. Ho dimenticato tutto, l’emozione è indescrivibile, nemmeno quando c’è stato il momento della scelta. In questi mesi, stando lontano da te, questo vuoto incolmabile che mi sono portato, mi conferma che sei tu tutto quello che voglio e tutto quello di cui ho bisogno, e soprattutto che nulla ha senso se non ci sei tu accanto a me. Ed è per questo che… Rosa mi vuoi sposare? Rosa: “Tu sei pazzo. Ma è uno scherzo? Certo che sì”,poi abbraccia e bacia il suo futuro marito.
Emozioni forti che Mara Venier vuole immortalare sul suo account Instagram, il post fa boom di like oltre 200 mila in pochissimi minuti.

Fabrizio Frizzi, quella volta che donò il midollo osseo a Valeria Favorito…. salvandole la vita

Una persona buona e generosa. Questo era Fabrizio Frizzi. E la storia di Valeria Favorito, la ragazzina di 11 a cui, nel 2000, il conduttore donò il midollo osseo salvandole la vita, è una di quelle storie che vale la pena raccontare, ancora una volta, per rendere omaggio ad un uomo dal cuore d’oro. “Ero andata a Roma qualche giorno fa per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone”, ha rivelato all’Ansa.

midolloValeria Favorito aveva 11 anni nel 2000 e aveva urgentemente bisogno di un trapianto di midollo osseo. Era malata di una grave forma di leucemia e la sua vita stava per spegnersi perché non c’era nessun donatore compatibile nella sua famiglia. Nel 1994 Frizzi aveva fatto un prelievo del sangue e si era iscritto nel registro dei donatori di midollo osseo. E adesso era giunto il momento, visto che il suo midollo era compatibile con quello della ragazzina veronese. Frizzi esitò inizialmente, visti i suoi tanti impegni di lavoro, ma poi accettò. A quel tempo Fabrizio stava girando una fiction infatti ed era anche alla conduzione di “Per tutta la vita”, con Romina Power. Quando il conduttore si assentò per il delicato intervento la Power disse: “Fabrizio oggi non c’è perché domenica scorsa ha fatto una cosa molto bella, una cosa importante per qualcuno”.

Per legge il donatore deve restare anonimo e per un po’ così fu, ma dopo anni Valeria è riuscita a trovare il suo “salvatore”. I due si sono prima scritti poi conosciuti, dopo che lei lo ha raggiato a Verona dove stava giocando una “Partita del Cuore”. Fabrizio e Valeria sono così diventati amici, anzi di più… Lui la chiamava “la mia sorellina di sangue”, lei il “mio fratellone”. Qualcosa di molto forte li lega e li legherà per sempre. Anche adesso che ad andarsene per primo è stato lui.

Valeria ha raccontato all’Ansa: “Ero andata a Roma qualche giorno fa per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone. Mi disse: se le mie forze me lo consentiranno, oggi sto bene, domani non so”. “Ho perso un fratello – continua tra le lacrime – una persona a cui tenevo tantissimo”. La ragazza racconta di aver saputo che era stato Frizzi il suo donatore sentendoglielo riferire in televisione. “Dopo l’intervento – aggiunge – ci siamo visti un sacco di volte”.

Arisa si fa la barba

Scherza Arisa con i suoi follower prima di andare a letto. La cantante che da poco ha cambiato la sua immagine con delle lunghe extension castane questa volta si mostra con la schiuma da barba sul viso e un rasoio appoggiato sulla pelle.

arisabarba2018_thumb660x453Un’immagine, la sua, che ricorda la copertina di “Esquire” del 1965 in cui Virna Lisi compie la stessa azione. Che Arisa abbia voluto rendere omaggio alla grande attrice?

Marina Ripa di Meana e il cancro, lacrime in diretta tv per Sandra Milo e Patrizia De Blanck

Marina Ripa di Meana ha combattuto contro il cancro per lunghi 16 anni. Le sue amiche Sandra Milo e Patrizia De Blank l’hanno ricordata in tv e sono crollate in lacrime in diretta: ecco la loro testimonianza sulla battaglia di Marina e il commosso ricordo sulla madre di Lucrezia Lante della Rovere.

3470254_8_20180108075227Il 4 gennaio scorso Marina Ripa di Meana si è spenta all’età di 76 anni a Roma dopo aver perso una lunga battaglia con il cancro iniziata nel 2002. Numerose le commemorazioni in tv in omaggio alla regina dei salotti che ha scelto la sedazione profonda per dire addio al mondo che tanto ha amato e al tempo stesso messo in discussione.
A Domenica In, Cristina Parodi ha invitato la sua amica Patrizia de Blanck per ricordarla a pochi giorni dalla scomparsa, ma la contessa ha retto poco al peso dell’emozione e si è sciolta in lacrime in diretta tv: “Non riesco a dire ‘è stata’ – ha confessato la madre di Giada de Blanck – per me Marina è ancora qui”.

Poi ha rivelato: “Ci hanno sempre voluto mettere contro, ma nessuno ci è mai riuscito. Tu ora sei lassù e io fra un po’ ti raggiungo”.
Marina Ripa di Meana cancro: la star della tv si è spenta ma resterà nei cuori di tutti noi
Anche a Sabato Italiano, la conduttrice Eleonora Daniele ha lasciato spazio al ricordo di Marina Ripa di Meana invitando Sandra Milo a parlare di lei, ma l’attrice e grandissima amica della stilista e scrittrice uccisa dal cancro, ha avuto serie difficoltà a pronunciare qualche parola.

“Sono felice di questo omaggio. È stata una donna unica, irripetibile” ha fatto sapere la Milo prima di soccombere alle lacrime e ai singhiozzi tanto che la Daniele è corsa ad abbracciarla e confortarla.

“Le lacrime di Sandra Milo – ha detto la conduttrice di Sabato Italiano – sono comprensibili, la sua sofferenza è quella di tutti noi”.

Pubblicità occulta: Belen si mette in regola

Le lettere di “moral suasion” sono partite e alcune celebrities iniziano ad adeguarsi. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si sta occupando del fenomeno dell’influencer marketing nei social media, a tutela degli internauti. Le terme gratis, il vestito regalato, persino l’etichetta del vino sulla tavola, se omaggio del ristorante: tutto ciò che è sponsorizzato va esplicitato in maniera chiara pure sui social network.

C_2_box_38213_upiFoto1VL’Antitrust ha chiarito che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, anche sui profili social dei personaggi famosi. Ogni volta che un blogger-influencer gode di un vantaggio (siano essi prodotti regalati, servizi omaggio o contratti pubblicitari) pubblicando un prodotto o un marchio, ciò deve essere chiaramente specificato ai follower-consumatori, tramite l’uso di diciture apposite, sotto forma di hashtag.
Affinché l’intento commerciale di una comunicazione sia chiaro al consumatore e non percepito come consiglio personale e disinteressato del proprio beniamino, andranno usati #sponsorizzazione, #spot, #pubblicità, #inserzioneapagamento, #advertising, #prodottofornitoda.
L’Autorità Antitrust, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha inviato delle lettere ad alcuni influencer invitandoli ad adeguarsi al codice di comportamento contro la pubblicità occulta. Lettere che hanno subito dato i propri frutti: le prime a mettersi in regola sono stata Belen Rodriguez e Melissa Satta.
L’argentina ha subito inserito “#advertising” a fianco ad una foto in cui compare con una maglietta McDonalds; stesso hashtag usato dalla Satta di fianco al marchio Boy London e nel post successivo con un bikini EffeK. Tutto tace sui profili social di Chiara Ferragni, che dell’influencer marketing ha fatto una professione, mentre il fidanzato Fedez ha usato un timido #ad: sarà l’abbreviazione di advertising?

Investì e uccise una donna: dopo mesi viene ammazzato dal marito

Impazzito dal dolore, fino al punto da impugnare una pistola e ammazzare in pieno giorno il ragazzo di 21 anni che un sera di sette mesi fa in un incidente stradale gli aveva portato via la giovane moglie. La tragedia si è consumata davanti ad un bar: Fabio Di Lello, noto calciatore locale, ha sparato almeno 3 colpi a Italo D’Elisa, freddandolo sul colpo. D’Elisa nel luglio del 2016 aveva ucciso con la macchina Roberta Smargiassi, che transitava su un motorino. «Una tragedia nella tragedia», ha detto il capo della procura vastese Giampiero Di Florio.

2232177_fabio_di_lello_roberta_smargiassi

Non c’era giorno che Fabio Di Lello non andasse al cimitero. Ogni giorno da quando sono stati celebrati i funerali della sua amata moglie, Roberta. Ogni giorno per fermarsi davanti alla lapide per accarezzare la foto della donna che aveva sposato nell’ottobre del 2015. C’è chi dice che si fermasse addirittura, qualche volta, persino a mangiare.
Su quella tomba Di Lello ha lasciato la pistola con la quale ha compiuto l’omicidio, dentro una busta di plastica, prima di consegnarsi alla giustizia. Come un omaggio, la testimonianza di una vendetta, forse promessa su quella tomba. «Mi chiedo, dov’è giustizia? Mi rispondo, forse non esiste! Non dimentichiamo, lottiamo, perché non ci sia più un’altra Roberta», scriveva Fabio su facebook.
La vittima era imputata di omicidio stradale ed era stata rinviata a giudizio qualche mese fa: a breve avrebbe avuto la prima udienza dal gup e lo attendeva una pesante condanna. Dopo l’incidente, Italo era stato sottoposto a tutte le analisi e non era stato trovato né in stato alcolico né sotto effetto di sostanze. Ma da quel giorno, anche per il fatto che l’imputato della morte della moglie era a piede libero, gli ‘scontrì sui social e tra le varie fazioni si erano fatti pesanti. Manifestazioni con cortei per ‘chiedere giustizià da parte dei familiari di Roberta, con Fabio in testa, scontri sui social, liti mediatiche, la fiaccolata passando davanti all’ospedale fino al Palazzo di Giustizia, la preghiera nella Cattedrale San Giuseppe. Dopo essersi consegnato ai carabinieri Di Lello è stato portato in caserma presso la Compagnia dei Carabinieri di Vasto assieme ai suoi avvocati Giovanni Cerella e Pierpaolo Andreoni che laconicamente affermano: «Quello che si è compiuto oggi è un grande tragedia».

Lo spot di Renzi: “Uso le mutande Calzedonia”

Una breve visita allo stabilimento Calzedonia di Verona da parte del presidente del Consiglio Matteo Renzi. E nel suo discorso incentrato sulle realtà italiane nel mondo ha sorpreso tutti con una battuta: “Mi ero preparato per l’occasione: avevo il golfino ‘Falconeri‘, ho anche la mutanda ‘Intimissimi‘, ma ve la risparmio. Il calzino si può verificare, la mutanda credetemi sulla parola!”.

Renzi-Calzedonia1

Intimissimi, assieme a Tezenis e Faconeri, è uno dei marchi del Gruppo Calzedonia. Quale miglior pubblicità, quindi, per lanciare anche la nuova collezione.Calzedonia parla già di estate 2016 con un viaggio multisensoriale attraverso il tempo e lo spazio.
A Verona, nel nuovo spazio aziendale, sfilano colori fluo in omaggio allo sport ma anche proposte in crochet e modelli boho-chic.

Calzedonia Mare 2016

Musica e performance artistiche al ritmo Carioca fanno da cornice alla sfilata, per omaggiare il paese che ospiterà i prossimi Giochi Olimpici.
La protagonista della passerella anche quest’anno è Melissa Satta: una mamma dal fisico perfetto (con cui abbiamo fatto quattro chiacchiere nel backstage che potete leggere qui). Al di fuori della passerella, invece, il protagonista è stato il vulcanico premier. Tra i due, preferiamo goderci l’intimo di Melissa, non ce ne voglia Renzi.

Cindy Crawford festeggia 50 anni

“Voglio rendere omaggio alla ragazza che ero un tempo, mentre accoglie la donna che sono oggi, con l’ansia di diventare una donna saggia nei prossimi decenni”. Così si legge sul sito di Cindy Crawford, l’iconica supermodella americana.

C_4_foto_1455044_image

La mitica Cindy che é stata sposata per 4 anni con un sex symbol del cinema come Richard Gere e che ora sta con Randi Gerber compie 50 anni.Cindy fa parte delle modelle che negli anni ’80, grazie all’occhio esperto di Gianni Versace, elevò la categoria delle mannequin ad un grado superiore dando vita alla categoria delle supermodelle: da Naomi Campbell a Claudia Schiffer. Il segno distintivo della Crawford è stato quel neo che le incornicia le labbra, ma le sue misure perfette l’hanno fatta diventare una delle più sexy top model del mondo.
La sua bellezza da capogiro è stata immortalata anche sulla cover di playboy. Anzi Cindy è stata la prima modella a posare nuda per il mensile. Per quattro anni è stata sposata con Richard Gere, poi si è sposata in seconde nozze con randi Gerber, da cui ha avuto due figli Presley Walker, di 16 anni e Kaia Jordan, di 14. E Kaia sembra perfetta per ricevere il testimone dalla mamma in passerella.

Lady Gaga, omaggio a David Bowie: un tatuaggio con il viso del Duca Bianco

Lady Gaga si è fatta tatuare sul fianco sinistro il celebre ritratto di David Bowie presente sulla copertina di “Aladdin Sane”. La popstar ha postato sul proprio canale Snapchat le immagini dell’opera, anticipando così l’omaggio che renderà al Duca Bianco ai Grammy Awards.

C_4_foto_1452602_imageSarà un tributo ricco di effetti speciali che la vedrà accompagnata da Nile Rodgers, amico di lunga data di Bowie, nonché produttore dell’album “Let’s Dance”. Commentando il suo nuovo tatuaggio, la camaleontica diva ha scritto: “Questa è l’immagine che ha cambiato la mia vita”. L’opera è stata realizzata da Mark Mahoney presso lo studio Shamrock Social Club di West Hollywood.
Ken Ehrlich, uno dei produttori dell’edizione 2016 degli Oscar della Musica che si terranno nella notte di lunedì 15 febbraio allo Staples Center di Los Angeles, ha spiegato come il tributo di Miss Germanotta al grande artista britannico scomparso consisterà in un medley di tre o quattro brani.