Meghan Markle, così ha lasciato l’ex marito: tutti i segreti in una biografia non autorizzata

Il 19 maggio Meghan Markle e il principe Harry d’Inghilterra convoleranno a giuste nozze al Castello di Windsor, con un matrimonio da 35 milioni di sterline: su tabloid già da tempo sono trapelati dettagli sulla cerimonia, dai bozzetti dell’abito di lei alla torta (al sambuco e limone), fino all’identità della damigella d’onore, Jessica Mulroney, migliore amica della sposa che rischia di oscurarla con la sua bellezza (sulla stampa si parla già di effetto-Pippa).

3649964_1554_meghan_markle_ex_marito_segreti_biografia_5_aprile_2018Ci ha pensato però il biografo di Lady D., Andrew Morton, a svelare segreti ancora più scabrosi sul passato della bella Meghan nella autobiografia (ovviamente non autorizzata) della futura principessa, Meghan: A Hollywood Princess.

Norton ha scavato nel passato di Meghan e soprattutto nel suo primo matrimonio: come tutti sanno infatti l’attrice è stata già sposata, dal 2011 al 2103, con il produttore americano Trevor Engelson. Un matrimonio celebrato sulle spiagge della Giamaica e mai vissuto a pieno, dal momento che Meghan è sempre stata impegnata nelle riprese di suits a New York e in Canada e lui a Los Angeles.

Secondo Morton, nonostante ci fossero già problemi fra di loro, fu Meghan a decidere improvvisamente di tagliare i ponti con Trevor e lo fece con freddezza, restituendogli l’anello di diamanti per posta raccomandata. “Trevor è passato dall’essere in cima ai pensieri di Meghan a sentirsi come se fosse un pezzo di qualcosa appiccicato alla suola della sua scarpa”, ha dichirato un amico di lui al biografo.

Tutto questo concorre a dipingere Meghan Markle come una donna decisa (e un po’ cinica?), intenzionata ad essere la nuova Lady D., un personaggio da lei amatissimo fin dall’infanzia, soprattutto per il suo impegno umanitario.

Morton nel libro scrive anche che Meghan ha lasciato il suo numero di telefono a Donald Trump, quando era ancora soltanto il miliardario presentatore del reality The Apprentice, ma poi si è opposta duramente alla sua campagna elettorale: il Presidente e sua moglie non sono stati neanche invitati al Royal Wedding.

Quanto c’è di vero nelle parole di Andrew Morton? Per ora Meghan gode di grande seguito fra i sudditi della Regina Elisabetta e, a quanto apre, è simpatica anche a Her Majesty in persona.

Laura Torrisi fa la principessa rock tra le spose

Una principessa ribelle tra le spose. Laura Torrisi non indossa l’abito bianco, ma sfila come una vera reginetta della passerella con un abito che le lascia scoperto il décolleté durante il defilé di abiti da sposa a Roma.

C_2_fotogallery_3086924_upiFoto1F (1)Ai piedi porta i tacchi a spillo, ma appena arriva in hotel si infila un paio di anfibi e sfodera il suo lato rock mostrando, seduta sul lettone, le sue gambe sexy. Un messaggio “velato” per il suo Luca Betti?

Michelle Hunziker, Celeste Trussardi compie 3 anni, le foto della festa con mamma e la sorella Aurora

Celeste Trussardi compie 3 anni e mamma Michelle Hunziker e papà Tomaso le organizzano una festa a tema “Biancaneve e i sette nani”, in compagnia di alcune amichette e delle sorelle maggiori Sole e Aurora Ramazzotti.

michelle_hunziker_aurora_sole_celeste_645Come riporta il sito Vanity Faire, la piccola di casa Trussardi avrebbe ricoperto il ruolo della principessa Disney. Tra gli invitati, anche le nonne Ineke e Maria Luisa.
Gli auguri social di mamma Michelle erano arrivati presto su Instagram: “Pensate che regalo incredibile mi ha fatto, scegliendo questa data importante (8 marzo, ndr) per venire al mondo”. E in poco tempo il post aveva fatto boom di like.
Tra poco Celeste potrebbe non essere più la piccola di casa. Michelle a Verissimo avrebbe confessato di avere in cantiere un altro bambino. Staremo a vedere.

Meghan Markle, principessa in cappottino

Meghan Markle, che passione! Non soltanto gli inglesi sono letteralmente pazzi di lei: i fan di tutto il mondo vogliono sapere tutto sul suo look. Il paradosso è che il nome dei brand che la Markle indossa è considerato più interessante dell’evento cui presenzia. Caposaldo del suo look è il cappotto.

C_2_box_53196_upiFoto1FFin dall’annuncio del fidanzamento col principe Harry, Meghan Markle ha sempre sfoggiato cappotti differenti per colore, foggia, tessuto e marchio, ma sempre coerenti con lo stile “Markle coat”: monocromatici, sotto al ginocchio e preferibilmente con chiusura a portafoglio.
Ha fatto la storia il primo, bianco, Line con cintura annodata. Ha spopolato il Sentaler con le maniche a strisce. Subito sold-out quello nero, con cintura in raso, di Stella McCartney.
Curioso anche notare come i brand “graziati” dalla sua scelta abbiano subito messo la Markle in primo piano nei loro siti web. Insomma, quest’anno pare non ci sia niente di più chic del cappottino. Mentre le fashioniste di tutto il mondo si chiedono che colore sfoggerà alla prossima uscita, cliccate in questa gallery per scoprire i marchi preferiti da Meghan Markle: quale le dona di più?

Elisabetta Canalis, che salti in bikini alle Bahamas

Vacanze in famiglia con il marito Brian Perri e la figlia Skyler Eva alle Bahamas per Elisabetta Canalis. Vive in America e al settimanale Grazia confessa: “La prima vita l’ho vissuta in Sardegna, la seconda a Milano e la terza a Los Angeles… Sono volata a Los Angeles quando qui non avevo qualcosa di interessante da fare.

C_2_articolo_3115415_upiFoto1FE mentre stavo per tornare in Italia ho conosciuto Brian e mi sono fermata. Non escludo di rientrare un giorno”.
Ma in America le piace fare la vita da very normal people, non avere i fotografi alle calcagna, uscire di casa e passare quasi inosservata. “In America nessuno mi conosce e mi tratta in modo speciale. Mi credi se ti dico che la cosa inizia a piacermi?”, spiega Elisabetta. Ha trascorso qualche giorno a Milano e racconta: “Era meraviglioso camminare in via Montenapoleone e non venire fermata. Timidamente per chiedermi una foto. Non come una volta che non potevo uscire di casa”.

Nonostante il passato da velina e il fisico da modella, si sente un maschiacchio, che non accetta critiche da nessuno. Eccetto che da Brian. “L’ultimo rimprovero è quando dovevo mettere in piedi la palestra. Gli appuntamenti con le maestranze slittavano, dovevo telefonare più volte e a un certo punto sono sbottata. E Brian, con grande calma mi ha detto: benvenuta nella vita reale, non sei una principessa. In questo mondo per ottenere qualcosa ci vuole pazienza, imparala”.

La star del web diventa una schiava: “Liberatemi da quelle foto oscene”

Eleonora, il nome è di fantasia, quando la sua vita era ancora un bocciolo ha raccolto un mare di like, adesso che è sbocciata a rivedersi in quelle pose oscene dal riquadro di un pc è la prima a odiare se stessa. Era adolescente quando ha scalato la classifica dei “mi piace” facendo piovere online selfie e foto fascinose e audaci, ora è una giovane donna e l’esercito di follower ipnotizzati dalla sua bellezza oggi sono una moltitudine pruriginosa che a colpi di clic cerca il suo profilo più osceno.

3406261_2150_smartphoneDa ragazzina sentiva come piacevoli carezze gli sguardi degli ammiratori delle sue grazie, adesso è maggiorenne e gli occhiacci che la scrutano languidi sono frustate alla dignità di donna. Eleonora era principessa dei social, è diventata una schiava della sua immagine. Gli screen sono le sbarre della cella che vuole spezzare per trovare finalmente se stessa al posto del suo avatar della rete.
La storia di Eleonora arriva dalla provincia di Ancona, è una delle tante. Purtroppo. C’è chi le tratta tutti i giorni, con sensibilità e professionalità. Luca Russo, è analista forense e presidente dell’associazione Ragazzi in rete. «Serve il controllo dei genitori, ogni volta quando succede ai loro figli cadono dalle nuvole». Attenzione ai cellulari, possono diventare mostri. «Ma li usano per studiare, dicono, però vengono utilizzati per tutt’altro».

“Suits” dice addio a Meghan Markle

Il futuro di Meghan Markle è ormai scritto. Dopo l’annuncio delle nozze reali è arrivato quello di USA Network e Universal Cable Production, rispettivamente distributore e produttore di “Suits”, di cui Meghan è una dei protagonisti. Con un comunicato stampa è stata messa la parole fine ai rumors che si rincorrevano: l’attrice lascerà la serie tv (e il mondo dello spettacolo) per dedicarsi al ruolo di principessa a tutti gli effetti.

223995Questo il comunicato ufficiale diramato: “Da parte di tutta USA Network e Universal Cable Productions, vogliamo mandare le nostre più calorose congratulazioni a Meghan Markle e al Principe Harry per il loro fidanzamento. Meghan è stata parte della nostra famiglia per sette anni e è stato un piacere lavorare con lei. Vogliamo ringraziarla per la sua passione e dedizione nei confronti di Suits e augurarle tutto il meglio”. Intanto “Suits” non è ancora stata rinnovata per l’ottava stagione. Cosa succederà al legal drama? Se non dovesse tornare per la prossima stagione, USA Network ha già annunciato uno spin-off incentrato sul personaggio di Gina Torres.

Elisabetta e Filippo, 70 anni fa il matrimonio che fece sognare il mondo

Settant’anni di matrimonio. Sentirli? Quel che basta. Il 20 novembre del 1947 nell’abbazia di Westminster si celebravano le nozze tra Elisabetta di Windsor e Filippo Mountbatten. Per la prima volta la cerimonia veniva trasmessa dalla BBC, finendo in mondovisione: lei principessa ventunenne sarebbe diventata la regina più longeva della storia, lui un lontano cugino che per dirle di “sì” rinunciò al cognome e alla successione al trono di Grecia e Danimarca.

3376566_1224_filippoelisabettaokUn matrimonio d’amore, fortemente voluto da Elisabetta. I due si incrociano per la prima volta nel 1934, quando lei era ancora una bambina. Cinque anni dopo, nel 1939, la scintilla: Lilibeth (così la chiamavano in famiglia) aveva 13 anni, Filippo, maggiorenne, stava per partire per la guerra. Il colpo di fulmine era servito: «Mi è sembrato un dio vichingo», confesserà lei anni dopo. Tanto che si impuntò per sposarlo malgrado Re Giorgio, suo padre, non fosse poi così convinto. Nel 1946 Filippo avrebbe chiesto la mano della sua bella con un anello di fidanzamento con tre diamanti: oggi, quattro figli e 70 anni di convivenza dopo, sono (ancora) la coppia reale più longeva e affiatata della storia.
Vissero felici e contenti? Abbastanza, ma come tutti i matrimoni anche il loro non è sempre stato rose e fiori: Filippo più di una volta ha dovuto fare un passo indietro rispetto alla consorte che era, pur sempre, la Regina. Per lui, come racconta la serie The Crown, fu difficile in particolare rinunciare alla carriera in marina e accettare che i figli non portassero il suo cognome. Ma nemmeno per Sua Maestà il rapporto è stato sempre una passeggiata di piacere: negli anni ’90 fecero scalpore alcune rivelazioni su possibili relazioni extraconiugali del marito mentre lei, si diceva, fingeva di non vedere.
Niente di tutto ciò è però bastato a separarli, anche perchè, ci fa sapere il biografo ufficiale Gyles Brandreth, se la Regina indossa la corona, in casa «è suo marito che porta i pantaloni. Filippo è la vera forza dietro il trono: fermo e sempre di supporto nelle scelte di Elisabetta». Il reale consorte è da poco andato in “pensione”, facendo sapere che avrebbe rinunciato alla vita pubblica. Probabilmente però lo vedremo ancora sorridere nelle foto insieme alla sua Regina, d’altra parte, scrive il biografo, sembra che il loro segreto sia proprio quello: lui, il principe gaffeur, «l’ha fatta ridere per oltre 70 anni».

“Trump corteggiava Lady Diana, ne era ossessionato

La rivelazione. Donald Trump era ossessionato da Lady D e tentò anche di corteggiarla. A 20 anni dalla scomparsa della principessa Diana Spencer l’Huffington Post torna su quella che sarebbe stata una vera e propria passione del tycoon, anche dopo la morte della donna. In un’intervista radiofonica su ‘Howard Stern Show’ nel 2000 – si ricorda – il magnate rivelò che la principessa del Galles era nella sua top ten delle donne più belle.

3213682_1743_collageE sempre ad Howard Stern, poco prima della tragica morte di Diana nel 1997, Trump disse che sarebbe andato a letto con lei senza pensarci due volte. Dopo la separazione dal principe Carlo Trump – sostiene l’Huffington Post – cercò in tutti i modi di corteggiare Lady D e per diverso tempo inondò il suo appartamento di rose e orchidee al punto che la principessa cominciò a pensare a lui «come ad uno stalker». Trump e Lady Diana si incontrarono diverse volte. «Era una donna di una bellezza straordinaria, da top model – disse il tycoon – aveva l’altezza, la bellezza e la pelle…. tutto. Era anche matta, ma sai – aggiunse sempre ad HowardStern – queste sono cose di poca importanza».

Lady Diana, lʼex capo della sicurezza dei Windsor: “Anche Kevin Costner tra i suoi amanti”

Tante rivelazioni nellʼintervista esclusiva a Dai Davis che è stato testimone silenzioso delle avventure sentimentali che Lady D ebbe dopo la separazione
Dai Davis, che dal 1995 al 1998 è stato capo della sicurezza dei Windsor, parla per la prima volta in un’intervista esclusiva pubblicata dal settimanale Chi in edicola il 2 agosto. Ricordando gli anni successivi alla separazione di Lady Diana da Carlo, rivela: “Lei ebbe almeno venti amanti.

5345345345Trovai bizzarro che frequentasse Kevin Costner, anche se Diana non avrebbe mai recitato in un film. Lui voleva farle interpretare il seguito di ‘The Bodyguard'”.
Dai Davis è stato testimone silenzioso di tante delle avventure sentimentali che Lady D ebbe: “All’epoca non avevo particolari preoccupazioni per la sicurezza della principessa: a Kensington Palace Diana era al sicuro. Anche altri reali avevano relazioni, ma tutto avveniva nella massima discrezione. La preoccupazione principale era non mettere in imbarazzo la regina”.
L’uomo smentisce una volta per tutte il dubbio che Harry non sia figlio del principe Carlo. “Quando Harry venne concepito, Diana e il maggiore Hewitt, che diventò il suo amante, non si erano ancora incontrati e all’epoca i rapporti tra Carlo e Diana erano buoni. I capelli rossi di Harry sono un tratto della famiglia Spencer. Il principe era furioso quando qualcuno gli suggeriva di sottoporsi al test del Dna. ‘Sono figlio di mio padre’, diceva. Ed è vero”.
Davis racconta anche la sua versione della tragedia di Parigi in cui perse la vita Diana, smentendo che Diana sia rimasta vittima di un attentato. E lo spiega svelando un dettaglio rimasto inedito: “La principessa quel giorno cambiò itinerario all’ultimo momento. Sarebbe dovuta andare in Italia, ma all’ultimo momento andò a Parigi con Dodi Al Fayed. Era impossibile organizzare un attentato con quel cambio di programma. Ritengo che l’uomo responsabile della morte di Diana sia l’autista, Henri Paul. Era ubriaco e non avrebbe dovuto guidare. È vero che i fotografi davano la caccia a Diana, ma le macchine fotografiche non uccidono. Uccidono gli autisti ubriachi”.