Cristina Plevani e “Uomini e Donne”: «Il corteggiatore che ho scelto? Non ricordo il nome»

«Spesso guardo “Uomini e donne”, soprattutto il Trono Over, e a volte penso che mi piacerebbe partecipare per trovare un uomo, poi però cambio subito idea».

cristina-plevani-uomini-e-donne_18145326Cristina Plevani, vincitrice della prima edizione del Grande Fratello, torna alla sua partecipazione a “Uomini e donne”, dove scelse Mirko Vatteroni: «Non mi ricordavo neanche il suo nome – ha spiegato al Magazine di “Uomini e donne” – Sono passati molti anni. Quando siamo uscita dal programma, dopo pochissimo tempo, mi sono resa conto che non era interessato a me, semplicemente. Forse era più interessato ai meccanismi televisivi»
Nel GF, che ha vinto, pensava di venire eliminata subito: «Ero sicura che sarei stata eliminata immediatamente. Non immaginavo certo di arrivare fino in fondo. Pensavo di risultare antipatica, invece, rimasi nelle casa cento giorni e vinsi il programma».

Fabrizio Frizzi, il ricordo in ritardo di Michelle Hunziker. Polemica a Vuoi scommettere?

Con 4.091.000 di spettatori pari al 23.2% di share, l’esordio di ‘Vuoi scommettere’ con Michelle Hunziker e Aurora Ramazzotti non poteva essere più che soddisfacente.

fabrizio frizzi michelle hunziker_18131555Ciò, tuttavia, non mette a riparo la brava conduttrice da una serie di pesanti critiche che stanno circolando sul web per un gesto mancato… o meglio arrivato con imbarazzante ritardo.
A Vuoi scommettere, Michelle Hunziker ha reso omaggio a Fabrizio Frizzi soltanto dopo più di mezz’ora di programma invece che ricordare il conduttore scomparso ad inizio puntata che ha reso grande, quasi 30 anni fa, l’allora popolarissimo ‘Scommettiamo che…’

Bianca Atzei dimentica Max Biaggi: «Ho una nuova storia d’amore»

Bianca Atzei ha scelto Domenica Live per raccontarsi e parlare della fine della storia d’amore con Max Biaggi.
«Io voglio comunque tenere un ricordo bello e positivo di lui. Le storie d’amore possono finire, l’amore può finire sempre, però è stata la storia più bella della mia vita, mi ha dato tanto, mi ha fatta sentire felice, non sapevo cosa volesse dire essere felice prima. Lui mi amava, io lo sentivo, e questo mi ha portata a dare tanto».

C_2_articolo_3106567_upiImageppBianca Atzei non ha ancora pienamente compreso le ragioni della rottura.
«Qualsiasi donna, io in questo caso, merita un uomo che ha il coraggio di dirle in faccia cosa non va. Non è stato così. Mi ha detto che voleva stare da solo. Io l’ho rispettato, però dopo due anni e mezzo, io ho dato veramente tutta me stessa, non sto rinfacciando nulla ma non credo che tutte le donne avrebbero fatto quello che ho fatto io».
Max Biaggi infatti ha lasciato Bianca Atzei dopo il grave incidente in cui è rimasto coinvolto, che ha visto Bianca sempre al suo fianco in ospedale.
«Io in un momento difficile per lui, ho rimandato il mio tour. Ci sono anche dei bambini in mezzo, io sono molto affezionata ai suoi figli. Prima di partire per l’Isola dei Famosi, avevo messo un punto, ora ho voltato pagina».
Cosa c’è nella nuova pagina?
«Una nuova storia d’amore che sono io. Le cose più importanti nella vita sono la famiglia e quello che ami fare, per me il canto».
La voce della Atzei si spezza riparlando della storia.
«Io gli voglio un bene dell’anima, parlerò sempre solo bene di lui, mi ha cambiata come donna. Tutto può succedere nella vita, l’amore finisce, bisogna andare avanti. Il mio amore è la musica».

Federica Pellegrini, massaggi al fondoschiena del collega: «Devo fare tutto io»

Filippo Magnini, innamoratissimo di Giorgia Palmas, è ormai un lontano ricordo per Federica Pellegrini, sempre più concentrata sul nuoto e sui rapporti con i colleghi. Sul suo profilo Instagram, la campionessa olimpica ha pubblicato le foto in compagnia di Simone Sabbioni.

3711693_1321_federica_pellegrini_massaggi (1)Il giovane è sdraiato a bordo vasca e subisce le “amorevoli torture” della Pellegrini, che gli massaggia con forza il fondoschiena. Un trattamento ben poco rilassante dal momento che la trentenne usa i gomiti al posto delle mani. Sul volto del nuotatore, infatti, compaiono smorfie di dolore. Nella didascalia che accompagna le foto si legge: «Massaggi home made… ormai devo fare tutto io!!!! Male @simosabbia96 ?!?!Nooooooooo..».
Intanto, quella fra Magnini e l’ex velina è ormai una storia d’amore importante e i due vengono spesso sorpresi e paparazzati insieme, come accaduto per “Novella2000” che li ha fotografati mentre passeggiano per Milano assieme al cagnolini di Giorgia. Magnini però sembra aver ancora qualche legame con la ex, dato che avrebbe interrotto i contatti con Matteo Giunta, suo cugino ed allenatore di Federica. «Il rapporto tra Filippo Magnini e suo cugino Matteo Giunta, attuale allenatore di Federica Pellegrini (ex di Magnini) è giunto al capolinea – fa sapere “Chi” nelle “Chicche di gossip” – Sono, infatti, mesi che i due non si rivolgono più la parola e non appaiono insieme sui social. Qual è la reale motivazione? Magnini, di certo, è molto arrabbiato. È stato lui a presentare Matteo a Federica, che poi lo ha imposto come allenatore e presenza fissa nella sua vita quotidiana».

Gina Lollobrigida choc: «A 18 anni fui violentata da un calciatore della Lazio, ero vergine»

Una rivelazione agghiacciante, a oltre 70 anni di distanza, quella di Gina Lollobrigida. L’attrice, 90 anni, aveva infatti confessato, qualche mese fa, durante la trasmissione Porta a Porta, di essere stata vittima di due violenze sessuali nel corso della propria vita. Oggi, però, ha raccontato che la prima fu quando aveva 18 anni ed era ancora vergine: «Fu un calciatore della Lazio a violentarmi».

Gina Lollobrigida testimonial di SalvamammeDopo tutto questo tempo, la celebre attrice nativa di Subiaco ha deciso di raccontare quel doloroso episodio in un’intervista a Azzurra Noemi Barbuto per Libero: «Avevo conosciuto quell’affascinante calciatore quando ero ancora adolescente, lui mi corteggiava ma venni a sapere che era fidanzato e così, per dignità, decisi di non vederlo più anche se provavo qualcosa per lui. Quando avevo 18 anni, però, lo incontrai di nuovo per caso, alla fermata dell’autobus dopo essere uscita da scuola, e lui mi invitò a una festa».

Una volta arrivata a casa del calciatore, però, la giovanissima Gina Lollobrigida non aveva trovato alcun invitato: «Mi disse che i suoi amici sarebbero arrivati a breve, iniziò a farmi bere e da quel momento non ricordo più nulla di quella sera. Mi sono svegliata la mattina dopo, completamente nuda, sul suo letto. Rimasi frastornata per diversi giorni, solo in seguito realizzai che ero stata violentata, e all’epoca ero ancora vergine». Un ricordo che fa male e che, per questo, l’attrice ha sempre cercato di rimuovere: «Volli andare avanti e dimenticare, ma mi sono sempre portata questa vergogna come un bagaglio pesantissimo, difficile da ignorare. Mi sentivo distrutta e mi sposai in fretta con quello che fu mio marito per superare il trauma, non per amore».

Totti e Ilary, fuga d’amore a Capri per il compleanno della show girl. Ecco la festa privé

Solo 24 ore a Capri per festeggiare il compleanno della sua Ilary. Quasi una fuga d’amore per l’ex capitano della Roma Francesco Totti con la moglie Ilary Blasy che ieri ha scelto l’isola azzurra per la festa di compleanno di sua moglie, la showgirl del piccolo schermo, conduttrice del programma “Le Iene”, che ha compiuto a Capri i suoi primi 37 anni. Totti e Ilary che sono habituè dell’isola, si sono tuffati nei piaceri del relax offerti dal buen retiro del Grand Hotel Quisisana, dividendosi tra solarium , piscine e massaggi nella Spa Beauty-Farm. All’imbrunire un’altra tappa obbligata è stato il Lido del Faro su ad Anacapri per godere la vista unica del tramonto da quella punta estrema, con una foto ricordo insieme a Nello e Renata, proprietari dello stabilimento incastonato sulle rocce.

3698362_0950_ilary_blasi_compleannoDa Anacapri la coppia Totti-Blasi si è diretta verso la Limonaia di Paolino a Palazzo a mare, per una cenetta intima, proprio nella zona famosa per i ruderi imperiali dell’età augustea. Per spegnere le candeline però è stata scelta la Taverna Anema e Core di Guido e Gianluigi Lembo, il tempio dell’amore e del jet set che frequenta l’isola. In onore di Ilary e Totti il locale è stato riservato a pochi intimi e a mezzanotte in punto Gianluigi Lembo ha intonato l’Happy Birthday di rito, dedicando alcuni pezzi alla coppia vip, per i quali è stata preparata ad hoc una torta con i tipici bengala utilizzati dal locale, accompagnata da una bottiglia di Champagne personalizzata con le immagini di Ilary e Totti racchiuse in un cuore rosso. Questa mattina l’ex capitano della Roma, prima di lasciare l’Hotel insieme ad Ilary per rientrare a Roma, ed assistere alla partita di oggi, ha incontrato i soci Junior del Capri Roma Club, accompagnati dal presidente Maurizio Russo e da Annalisa Porta del consiglio direttivo che nel parlare col campione gli hanno lasciato in dono la sciarpa del club e ad Ilary un fascio di rose giallorosse. Prima di lasciare l’Hotel e salutare i tanti fan accorsi per un autografo al volo, anche sulla maglia che ha vestito per tanti anni, Totti ha ringraziato lo staff del Quisisana per l’accoglienza ricevuta e nel salutare Antonio Desiderio, il capo concierge chiavi d’oro, dopo lo scatto per la foto ricordo, ha promesso che ritornerà a giugno. La coppia ha lasciato l’hotel a bordo del carrellino dei bagagli del Quisisana per dribblare la folla di turisti e vacanzieri e raggiungere il taxi che li ha portati nuovamente all’eliporto di Damecuta.

Fabrizio Frizzi, ricomincia l’Eredità. L’emozione di Carlo Conti: “Vorrei essere da qualsiasi altra parte in questo momento”

“Queste sono le chiavi che per scherzo io e Fabrizio ci siamo scambiati tante volte. Oggi le riprendo forzatamente. Vorrei essere in qualsiasi parte del mondo in questo momento, ma non qui. Dico soltanto un grazie a questo studio che in questi mesi ha supportato Fabrizio. Dalle dottoresse, alle maestranze al pubblico”.

Schermata-2018-04-03-alle-18.48.29_03185617Sono le parole commoventi con le quali Carlo Conti ha ripreso la conduzione dell’Eredità, dopo la morte di Fabrizio Frizzi per un’emorragia cerebrale.
Conti ha il viso provato, gli occhi lucidi, ma trattiene le lacrime e con poche parole intense ricorda l’amico scomparso.
Lo studio saluta Fabrizio con un lungo applauso. Ma lo spettacolo, come ricorda il conduttore, deve continuare. L’Eredità ricomincia, nel ricordo di Fabrizio.

Fabrizio Frizzi, la lettera commossa di Gerry Scotti: “Ora non siamo più rivali”

“Caro amico ti scrivo, e sinceramente non avrei mai pensato di scriverti le cose che sto per dirti”. Dopo il messaggio scritto su Instagram Gerry Scotti ha voluto ricordare Fabrizio Frizzi in una commovente lettera inviata a La Stampa.

3634769_1020_frizzi_gerry_scottiHa voluto ripercorrere il loro rapporto attraverso gli sms che si scambiavano. “Li ho conservati tutti – scrive Gerry Scotti – dai semplici auguri di Natale o di Pasqua, ai tuoi auguri per i miei sessant’anni, alle nostre prese in giro su quando cominciavano i nostri programmi: «in bocca al lupo ma non esagerare perché dall’altra parte ci sono io…». E per finire quelli molto stringati, ma colmi di affetto, di quando è iniziata la tua malattia ed insieme è iniziata la tua lotta per stare attaccato a questa vita”.
Parole che fanno scendere una lacrima e che proseguono nell’ammirazione nei confronti del collega e “rivale” amico nelle conduzioni televisive. “Ho ammirato la tua semplicità, la tua normalità, il tuo garbo, la tua correttezza e il tuo sorriso. È stupefacente, queste che sono le cose che più ricordo di te, sono quelle che oggi sono sulla bocca di tutti. Una persona per bene può ancora lasciare il segno. Tu, Fabrizio credimi, il segno lo hai lasciato”.

Bea, l’ultimo appello del papà: “Vi prego, non chiamatela più bimba di pietra”

Nel giro di sei mesi ha visto andarsene prima la moglie, Stefania, e poi la figlia, la piccola Beatrice, di otto anni. Alessandro Naso sta passando delle ore terribili, ma ci tiene a lanciare un appello a tutta Italia: «Vi prego, non chiamatela più ‘la bimba di pietra’, perché non le faceva onore prima e non fa onore al suo ricordo adesso. Di pietra, lei, aveva solo la determinazione e la voglia di vivere».

bea3La piccola è morta per una malattia rarissima che ha indebolito non poco la maggior parte delle articolazioni ma, come ci tiene a precisare il papà al Corriere della Sera, non era completamente paralizzata ed era in grado di parlare: «Voleva aiutare gli altri bambini affetti da malattie rare, quando veniva a sapere di nuovi casi di cui si stava occupando l’associazione, diceva sempre di volerli guarire lei».
Papà Alessandro ha poi spiegato: «Era una bimba sveglia, pienamente conscia della sua malattia e per questo aveva paura di addormentarsi e morire nel sonno. Mi diceva: ‘Papà, stai qui con me, non voglio chiudere gli occhi, stai qui con me’». La piccola Bea andava benissimo a scuola e sognava di diventare anestesista: «Solo due settimane fa aveva preso un 9, era la prima della classe e spero che sabato tutti i suoi compagni di scuola vengano a salutarla per l’ultima volta». Ora, per Alessandro, c’è una sola missione di vita: «Voglio tenere alto il ricordo di Bea aiutando i bambini affetti da malattie gravi e rare attraverso l’associazione, spero che la vita me lo lasci fare».

Pamela Anderson, ecco come il suo toyboy lʼha aiutata a superare la menopausa….

“Vampate di calore, sbalzi d’umore… quando stavo per compiere 50 anni ho avuto tutti i sintomi della menopausa”, così Pamela Anderson, che di anni sta per compierne 51, ricorda un periodo difficile della sua vita. “A Malibu mi sentivo sola e così ho deciso di trasferirmi in Francia…” Lì, l’ex bagnina sexy di Baywatch ha conosciuto l’ex calciatore del Milan Adil Rami, 32 anni, 18 meno di lei, con cui è insieme da otto mesi: “Abbiamo una vita meravigliosa, sana e semplice”, dice…

download (5)La menopausa? Un lontano ricordo. Da quando la bionda sex bomb vive a Marsiglia con il suo toyboy la “musica” è cambiata. “Lui non parla molto bene l’inglese, io non parlo molto bene il francese, ma ci capiamo con il linguaggio del corpo”, racconta Pamela al Daily Mail ricordando come il peggio sia passato: “E alla soglia dei 50 anni che ho iniziato a sentirmi sola nella mia casa di Malibu e la menopausa ha preso piede. Mi sentivo molto emotiva, suscettibile e avevo tutti i sintomi della menopausa…”.

Nonostante tre mariti e altrettanti divorzi alle spalle, oltre a due figli già cresciuti (avuti da Tommy Lee), Brandon, adesso 21enne, e Dylan, 20, Malibu non le dava più nulla: “Cucinavo, facevo cene e non veniva nessuno…” e così ha messo la casa in affitto ed è volata a Saint Tropez nell’estate 2016. Al Gran Premio di Monaco lo scorso maggio, ha conosciuto Adil Rami ed è stato colpo di fulmine. I 18 anni di differenza non li preoccupano: “Lui dice che sono una aliena e non crede che io abbia 50 anni mi dice sempre che devo mostragli la mia patente…!”. E per tenere viva la loro relazione la bella Pam ricorre a qualche piccolo escamotage come questo: “A casa non indosso mai i pantaloni della tuta…”.