Royal Wedding, ecco le foto ufficiali delle nozze di Henry e Meghan

A due giorni dal Royal Wedding sono state pubblicate le foto ufficiali delle nozze tra il principe Henry e Meghan Markle. L’evento è stato seguitissimo in tutto il mondo e sul web, ma solo adesso è possibile ammirare le classiche immagini degli sposi in posa e il consueto ritratto di famiglia.

3746226_1647_meghan_henry_royal_wedding_fotoufficialiGli scatti sono stati condivisi sulla pagina Facebook ufficiale della Famiglia Reale inglese.
Il Duca e la Duchessa sono a Buckingham Palace, nel salotto verde, circondati dapprima dai familiari più stretti e poi dai paggetti.

32010182_619248938438757_814046755296378880_n-1Accanto alla coppia siedono la regina Elisabetta, il principe Filippo e Kate Middleton, in piedi tutti gli altri. La moglie di William ha in braccio la figlia Charlotte. E poi compaiono la mamma di Meghan, il principe Carlo e Camilla.

Sharon Stone, bikini da urlo su Instagram: sexy e in forma a 59 anni

Sembra che da qualche parte in casa sua ci sia un ritratto che invecchia al posto suo. Sharon Stone, infatti, continua a essere bellissima e in forma e di recente da urlo su Instagram.

2577001_1318_collage_2017_07_22_4_La star, 59 anni compiuti a marzo, ha postato uno scatto in costume azzurro, mentre è in barca.
Bellissima e in forma, Sharon mostra un fisico atletico da far invidia a una ventenne.

Celentano: “Ehi Dario! Qui sei stato un grande, ma di cielo non capivi niente. Eppure a Dio ci credevi”

“Qui sulla terra sei stato un grande, ma di cielo no, di cielo non hai mai capito niente. E ti divertivi a classificarti tra quelli che non credono”. E adesso “Dario! Non far finta di non sentire… tanto lo so che mi senti… e mi vedi…”. Con queste parole tra il commosso e lo scanzonato Adriano Celentano si rivolge a Fo all’indomani della sua scomparsa.

image (7)

Lo fa con una lunga lettera pubblicata sul “Corriere della Sera”, in cui il cantautore ricorda il lato umano e grandioso del “collega” con l’ironia graffiante che lo caratterizza. “Ma come si può essere così GRANDI, come lo sei stato tu, e al tempo stesso così ignorante??? Questa cosa mi fa incazzare! Una mancanza questa che poteva far crollare l’intero asse del Nobel. Ma loro, quelli che ti hanno premiato, non sono scemi”.
Hanno scelto un uomo come te, va avanti il “Molleggiato” nella sua lettera-ritratto del Giullare che non c’è più, uno che ha “rivoluzionato la cultura e restituito la dignità agli oppressi”, uno che ha fatto cose grandi perché tu “più di quello che hai fatto non potevi fare”.
E avanti con un ritratto che ricorda quel giorno del Nobel, “la premiazione, avevi lo smoking”, e soprattutto “la tua espressione. Un’espressione attraverso la quale non si poteva non leggere quello che sei dentro. E’ la tua anima che hanno premiato. Ecco perché da lassù, il PADRE, ogni volta che tu ti proclamavi ateo si sganasciava dal ridere”.
Perché la realtà, assicura il cantautore, è che “tu hai sempre creduto caro Dario, solo che non lo sapevi. Sarebbe curioso, spettacolare, se di fronte alla prova schiacciante della tua ritrovata ed eterna giovinezza tu avessi la forza di dire al Padre che sei ateo. Tu saresti capace…”.