Igor è morto a 14 anni, ucciso dal blackout game. L’appello choc dei genitori: «Attenti ai vostri figli»

Igor Maj è morto a 14 anni, trovato impiccato nella sua cameretta, pochi giorni fa: ora è emerso che il ragazzino, il cui nome è stato diffuso dai genitori in un appello diffuso in rete, potrebbe essere morto per un macabro gioco diffuso sul web, il cosiddetto blackout game. Riguardo il caso di Igor, trovato senza vita lo scorso 6 settembre a Milano, inizialmente si era pensato a un suicidio.

3970692_1254_igor_maj_morto_14_anni_blackout_gameGli accertamenti sul pc e sullo smartphone del ragazzino però, scrivono oggi alcuni quotidiani, hanno individuato come fosse collegato a dei siti web con tutorial per praticare il blackout, un gioco del soffocamento che spinge a privarsi dell’ossigeno per periodi sempre più prolungati. Igor era un arrampicatore ed è rimasto soffocato da una corda da roccia legata al letto a castello della sua cameretta.
La pagina Facebook I ragni di Lecco ha postato la foto di Igor, con una lunghissima didascalia per spiegare quanto accaduto e la tragedia di una famiglia. Il post ha totalizzato centinaia di condivisioni. «Questo è in assoluto il post più triste di tutta la storia della pagina Fb dei Ragni. Forse, tratta della notizia più tragica che il nostro gruppo abbia mai conosciuto – si legge – Tante volte ci siamo sinceramente commossi per la scomparsa di qualche nostro amico, grandissimo alpinista, o semplice appassionato, e qualche volta abbiamo pianto un nostro anziano che ci ha lasciato per il normale corso della vita. Ma niente è paragonabile a quello che ha cominciato a scuoterci fin dal primo istante che l’abbiamo saputo, settimana scorsa».

«All’inizio si pensava ad una tragedia immane, una di quelle che non vorresti mai leggere neppure per uno sconosciuto, figuriamoci per un 14enne che scala con i tuoi piccoli atleti alle gare. Lo vedevamo una decina di volte all’anno, e ci costringeva, a noi allenatori, ad intervenire perchè erano così amici che con lui il “casino” era sempre alle porte. Si pensava ad una morte improvvisa, Poi, la tragedia è diventata ancora più smisurata, perchè ci ha fatto meglio comprendere quello che magari distrattamente avevamo letto qua e là».
Sono stati proprio i genitori di Igor a voler rendere pubblici i risultati delle indagini. «E’ stata la mamma che ci ha scritto – continua il post – e che ha chiesto che il tutto venisse divulgato, per diffondere questo incomprensibile, ma reale (ed esistente da decenni, ma sempre più in espansione per la capacità virale dei video. ATTENZIONE, ci sono addirittura molti video didattici che ne spiegano “l’utilizzo” per non andare a scuola in interrogazione!!) pericolo mortale. Igor Maj, tanto amico dei nostri ragnetti, fortissimo scalatore quattordicenne, esuberante e fisicamente una vera e propria forza della natura, figlio di una famiglia fantastica, all’insaputa di tutti ha voluito provare il Blackout, una criminale procedura (lo chiamano gioco, noi non lo vogliamo chiamare così) che sfida il soffocamento, e che ha già mietuto tante vittime adolescenti, e non solo, nel mondo».

«Queste sfide alla morte sono sempre esistite e in ogni epoca si poteva rimanerne coinvolti, ma quelle di oggi sono più subdole, molto più subdole, perchè possono compiersi nella stanza della tua casa, in pochi minuti, guidate da criminosi esempi virtuali, video orrendi che sono dei veri e propri atti terroristici ai nostri figli, ai nostri amici, a tutti noi. E non arrivano da sconsiderati terroristi stranieri, ma dalla nostra società. Questa tragedia che per sempre porteremo nel nostro cuore, che da giorni ci ha reso le notti agitate e incomprensibili, deve rimanere un monito, come la famiglia, una STRAORDINARIA famiglia, ha reso pubblico affinchè questi pericoli non rimangano in qualche distaccato trafiletto di internet».

«I Mostri sono tra noi, non vengono da lontano. Parliamone con i nostri figli, ancora di più quando NULLA, come nel caso di Igor, lasci presagire nulla di strano. Quanto ci mancherà Igor, non potete immaginarlo. Siamo sconvolti, come mai ci è accaduto. Molto di più di un pensiero alla sua famiglia, e siamo vicini anche alla società Boulder&co di Agrate, nella quale Igor coltivava i suoi sogni, e ai loro piccoli atleti, che dovranno affrontare una vita con un ricordo indelebile», conclude il post.

Chiara Ferragni disperata: “Ho perso migliaia di foto”

Sarà stato il topless mozzafiato a far impazzire il cellulare di Chiara Ferragni? La fashion blogger ha postato uno scatto super-sensuale in cui indossa un paio di pantaloni attillati in lattex e nient’altro. Con le mani si copre il seno, ma lo scorcio che si intravede lascia senza parole. E pure senza telefono, visto che pochi post dopo scrive di avere un’emergenza: avrebbe perso migliaia di foto. Aiutatela!

C_2_articolo_3162613_upiImageppLa Ferragni in partenza da New York per tornare ad abbracciare Leone e Fedez a Milano lancia un messaggio d’aiuto ai follower. Comunica di aver avuto 85mila foto sul suo smartphone, ma di punto in bianco la maggior parte si sono cancellate. Ora ne ha soltanto 13mila ed è disperata. Cosa può fare? I fan sono indecisi se ammirarla in tutta la sua bellezza mentre si fa il selfie con il seno al vento o prodigarsi per aiutarla mentre lei è in una valle di lacrime per la terribile perdita…

Sexy foto dalla fidanzatina 13enne: «Se mi ami inviamele». E gli scatti fanno il giro della scuola

Dopo il caso di Milano, altri tredicenni protagonisti di sexting. «Se mi ami, mandami le foto». Davanti a quella richiesta lei ha acconsentito. I due frequentano una scuola media di un comune in provincia di Genova. Le foto che mostrano la ragazzina seminuda sono finite sui cellulari dei compagni di classe dei due fidanzatini e il dirigente scolastico ha fatto denuncia alla polizia postale. Anche qui, come nel filmato dell’episodio avvenuto a Milano, la ragazza si spoglia e invia le immagini. Le foto, che sarebbero dovute rimanere cosa privata fra i due, via whatsapp sono diventate virali. Di smartphone in smartphone, sono andate ben oltre il privato.

3680166_1247_foto_hard_ragazzina_13enne

Le foto intime, dice il dirigente scolastico, non sono state scattate nel contesto scolastico. Ma, attraverso le chat di classe e compagni, si sono diffuse viralmente. «Parliamo di minori al di sotto dei 14 anni – dice il preside – Io ho avuto la segnalazione e, come ogni volta che accade qualcosa che sconfina in un’ ipotesi di reato, è stata allertata la Polizia Postale. La riflessione è amara. Vedo due vittime: sia chi ha patito questa cosa, sia chi l’ha fatta, perché vuol dire che non ha mai avuto regole di base. Noi genitori siamo i primi a doverci fare delle domande: diamo una Ferrari e un’autostrada a chi non ha nemmeno la patente. Abdicando, troppo spesso, al ruolo di controllo».

La storia è raccontata dal Secolo XIX. «Il caso sta scuotendo la città», dice il sindaco. «Non entro nel merito della vicenda. Quello che dico, però, è che io spesso ai ragazzi nelle classi parlo proprio di social e smartphone, cerco di farli riflettere su questi strumenti che sono fantastici se usati correttamente ma pericolosissimi, se non si usa la testa».

Alessandra Pierelli ed Eleonora Pedron, amiche con il carrello della spesa

“Gli stendini c’entrano… devi avere fiducia”. Ecco Alessandra Pierelli ed Eleonora Pedron alle prese con la spesa. La prima sceglie la carne, la seconda fa la fila alla cassa con il carrello stracolmo e tra un Instagram Stories e l’altro ci si arrabbia per far stare tutto in auto. Le due hanno esagerato con le compere e l’utilitaria risulta troppo carica: riusciranno a farci stare anche gli stendini?

C_2_articolo_3122016_upiImageppLe due amiche vivono a Monte Carlo e in una fredda mattina nel principato di Monaco decidono di filmarsi a vicenda durante lo shopping da casalinghe disperate. La Pierelli indugia davanti al banco della macelleria, mentre la Pedron imbronciata chatta sullo smartphone per ingannare il tempo mentre è in fila alla cassa. Poi caricano le buste e lottano con i sacchetti per far entrare tutto in auto.

“Stiamo facendo un hard”, Canalis e Corvaglia in lotta sul divano

In un video postato da Elisabetta Canalis su Instagram si può vedere una scena piuttosto animata, che ha come protagonista l’ex velina con l’amica di sempre, Maddalena Corvaglia. La Canalis scrive anche: “Ha iniziato lei”.

3432275_1733_canaliscorvaglia (1)La lotta sul divano è senza esclusione di colpi. Le due si infliggono le peggiori punizioni, come annusare l’una il piede dell’altra, ma l’atmosfera è piuttosto allegra.
Alla fine la Corvaglia se ne esce con una sorpresa: “Stiamo girando un video porno” e giù risate. Le due vengono riprese con uno smartphone da un anonimo spettatore della simpatica scenetta.

Weinstein, modella italiana: “Mi pagò per stare zitta, ma ora mi pento”

Ambra Battilana Gutierrez è nata a Torino da padre italiano e madre filippina, ha 25 anni, fa la modella. Ha lavorato a Londra, a Parigi e poi a New York. Ma due anni fa dice di essere fuggita dalla Grande Mela a causa di Weinstein: aveva denunciato alla polizia le molestie. Lui le aveva offerto un milione di dollari per il silenzio. Dopo un primo momento di esitazione, lei ha accettato e ha deciso di andare via dagli Stati Uniti. Ora però la ragazza è pentita ed è pronta a denunciare nuovamente il produttore. “Spero si apra presto il processo, voglio che Weinstein finisca in tribunale”, ha detto la modella a La Stampa.

453CD13800000578-0-image-a-24_1507746156836E’ il 2015 quando l’allora 22enne Ambra viene notata dal produttore hollywoodiano a un party a New York. Lui chiede di incontrarla in privato. “Andai nel suo ufficio con il mio book sotto braccio”, ha raccontato la ragazza. In quel primo incontro Weinstein le avrebbe toccato il seno e avrebbe cercato di metterle la mano sotto la gonna. Lei però dice di essere fuggita e di essere andata subito dalla polizia. Le forze dell’ordine le avrebbero chiesto di tornare da lui con un microfono per raccogliere le prove, ma una volta in albergo lei non avrebbe avuto il coraggio di entrare nella sua stanza, era “terrorizzata”.
Ambra riesce ugualmente quel giorno a rubare a Weinstein una dichiarazione importante: “E’ normale, lo faccio sempre”, avrebbe detto lui dopo aver ammesso di averle messo le mani addosso. Ma per il procuratore non era sufficiente per procedere con un’incriminazione.
La modella racconta che, dopo la denuncia, i giornali hanno cominciato a descriverla come una “prostituta” e “una professionista del ricatto”. “Ho raccontato la verità… ma la mia immagine ne è uscita distrutta”. E’ lo stesso avvocato di Ambra a consigliarle di firmare l’accordo di riservatezza da un milione di dollari con il produttore hollywoodiano. “All’inizio rifiutai, erano soldi sporchi. Ma ero sola. Ho avuto paura. E ho firmato”, ha ammesso la modella. In cambio del milione Ambra ha dovuto consegnare smartphone e le password di tutti i suoi account. Weinstein voleva avere la certezza che non ci fosse più traccia di quell’audio.
Dopo aver firmato l’accordo, Ambra decide di lasciare New York. “Nessuno mi chiamava più per lavorare. Ero depressa. Mio fratello mi portò nelle Filippine, dove sono rimasta un anno e mezzo”. La ragazza però col tempo è riuscita a guarire “grazie all’amore di amici e familiari”. Adesso Ambra si dice pronta a denunciare di nuovo il produttore. E nonostante le difficoltà degli ultimi anni, lei è pentita soltanto di non essere andata fino in fondo nel 2015 perché “situazioni del genere capitano a tutte le donne. Le denunce sono riuscite a far aprire gli occhi alle persone. Credo che sostenendo le vittime e rimanendo uniti la situazione cambierà”.
Weinstein, modella italiana: “Mi pagò per stare zitta, ma ora mi pento”

Marica Pellegrinelli scatenata, balla e cucina per il suo Eros

Jeans stracciati, maglietta nera e tanta voglia di ballare. Marica Pellegrinelli si scatena sulle note di una celebre hit, non di Eros Ramazzotti, ma di Whitney Houston “I Wanna Dance With Somebody”. Con lo smartphone in mano accenna dei passi sensuali, ride un po’ imbarazzata e intona la canzone davanti ad alcuni amici. Poi di corsa a casa a preparare le lasagne per il marito, Aurora e il fidanzato Goffredo.

C_2_articolo_3105142_upiImageppScatenata, come (forse) non l’avevamo mai vista, Marica Pellegrinelli non pone freni al suo desiderio di muoversi. Apparentemente sempre molto tranquilla, la modella condivide il video della sua performance danzante su Instagram con grande successo. Sono tanti i follower che le chiedono di replicare…
A casa la moglie di Eros, ancora carica di entusiasmo, cambia genere e si dedica ai fornelli ancheggiando a ritmo di musica latinoamericana. Sui social mostra le sue lasagne mentre Aurora documenta una serata trascorsa in allegria tra chiacchiere e buon cibo…

Hackerato lo smartphone di Lindsay Vonn, sul web le foto sue e di Tiger Woods completamente nudi

Nuovo incubo hacker. Tiger Woods torna a far parlare di sé e ancora una volta lo fa per questioni che nulla hanno a che fare con il golf. Il vincitore di 14 major in carriera, dopo l’arresto per guida sotto effetto di sostanze dovuto a un mix di medicinali prescritti dal medico, è tornato agli onori delle cronache ma questa volta come vittima di un hacker.

3203605_1939_hackerato_lo_smartphone_di_lindsay_vonn_sul_web_le_foto_della_sciatrice_e_di_tger_woods_completamente_nudi (1)A quanto riporta il sito statunitense TMZ una immagine che ritrae il campione statunitense nudo è stata ‘rubatà dal cellulare della sua ex fidanzata, la campionessa di sci Lindsey Vonn, vittima di un attacco hacker. Per far rimuovere dalla rete l’immagine Woods si è rivolto agli avvocati che hanno chiesto l’immediata rimozione della foto.
Ma nel cellulare della Vonn non ci sono solo le foto del fidanzato nudo, ma anche le sue dove appare in pose decisamente spinte. Una sorta di gallery privata dei due che non avrebbero mai immaginato divenissero pubbliche. Le foto sono state pubblicate su diversi siti e in poco tempo hanno iniziato fare il giro del web. A segnalare il link con le foto dei due senza veli è Dagospia.

Gianluigi Donnarumma, ultime vacanze a Portofino con la sua Alessia

Ultimi scampoli di vacanze per il Gianuigi Donnarumma che al largo di Portofino si rilassa insieme alla fidanzata Alessia Elefante. Dopo un’estate movimentata in cui è stato al centro di pesanti critiche per la gestione del suo rinnovo con Milan, il portiere trova pace tra le braccia della sexy Alessia, come mostrano le immagini di Novella 2000… anche se proprio non riesce a separarsi dallo smartphone.

C_2_articolo_3089581_upiImageppLo scorso luglio il portiere diciottenne ha preferito saltare gli orali della maturità per volare a Ibiza con la sua Alessia, studentessa di Castellammare di Stabia dai lunghi capelli castani e un fisico da urlo, ed è con lei che chiude la sua estate a Portofino prima di rimettersi tra i pali con la maglia del Milan dopo aver chiuso le trattative con un contratto milionario. In barca i due restano a stretto contatto, ma tra lui e lei c’è un intruso: il portiere proprio non riesce a posare il cellulare, nemmeno quando l’Elefante lo abbraccia teneramente. Social, come tutti i ragazzi della sua età, Donnarumma sembra curarsi più dei suoi follower: 117mila su Twitter e 1,3 milioni su Instagram.
L’abbronzatissima Alessia, 20 anni, decide quindi di prendere il sole da sola, lasciando Gigio alle prese con la tecnologia. Poi però la passione li fa riavvicinare e Gianluigi non può far altro che cedere al fascino delle curve ambrate del suo amore. Del resto, nella sua piccola statura – specie in confronto a Donnarumma, che è alto quasi due metri – c’è un perfetto mix di bellezza, carattere e tenerezza.
In perfetta sintonia, si vocifera che la coppia sia già pronta alla convivenza. Il calciatore vorrebbe infatti acquistare una casa nel centro di Milano dove ospitare la sua famiglia, della quale fa parte anche la sua compagna.

Lady Facchinetti senza reggiseno alla finestra

“Il bello di essere sposata è avere sempre compagnia” ironizza Lady Facchinetti allo specchio mentre Francesco è impegnato con lo smartphone. E’ iniziato il viaggio “romantico” a New York per i coniugi che si sono concessi qualche giorno lontano dai figli (la loro famiglia allargata conta ben 4 bambini).

C_2_fotogallery_3081502_17_imageE dalla finestra di un grattacielo Wilma, moglie di Dj Francesco, senza reggiseno ma con canotta e slip mostra le sue curve.
Ironica e supersocial, Lady Facchinetti si diverte a postare momenti di vita familiare. Il suo Instagram Stories è pieno di video che li ritraggono in ogni momento della giornata e perfino di notte, o sotto la doccia. Spiritosa riprende il marito e viene a sua volta paparazzata da Francesco che non perde occasione per mostrare la bellezza della consorte. Lei apprezza e si mette in posa sexy e irriverente…