Naomi Campbell, a 46 anni il suo nudo per Gq è sensazionale

Negli anni Novanta era la regina delle passerelle, ora a 46 anni Naomi Campbell continua ad essere una modella dal fascino irresistibile e dalle curve perfette. La top posa per Gq in uno shooting ad alto tasso erotico in cui spiccano gli stacchi di coscia e i topless da capogiro.

C_2_articolo_3052779_upiImagepp

Musa dello stilista Philipp Plein, si scatena in pose ammiccanti e maliziose.
Il mensile scrive che la Campbell anche quando non cerca attenzione la trova. Del resto con un fisico come il suo è difficile passare inosservati. Nel 2016 ha ricevuto il premio GQ Award come “modella del secolo”. Naomi non si ferma mai, va avanti con una volontà di ferro, tra pubblicità, shooting, beneficenza e persino una linea di lingerie tutta sua. Senza dimenticare le passerelle che calca oggi come ieri.

Il buongiorno sexy di Naike Rivelli con la danza ‘hot’ su Instagram

La domenica mattina di Naike Rivelli è già caratterizzata da un approccio molto sexy, e comincia ballando. La figlia di Ornella Muti ha infatti postato sul suo profilo Instagram il video di una danza molto “hot” girato nel suo appartamento.

2211339_naikerivellibuongiorno

Naike ama provocare e usa Instagram per comunicare con i suoi fan e con il mondo esterno. Dopo aver chiesto a Carlo Conti di partecipare a Sanremo (sembrerebbe senza successo), ha vuto modo di postare un video dei soccorsi in Abruzzo e, nella foto accanto, un primo piano del suo lato b.
Il serio ed il faceto continuano a mischiarsi anche nella foto successiva, dove è intenta a pregare in una posa però alquanto irriverente….

Emily Ratajkowski in intimo sul letto: le curve mozzafiato infiammano Instagram

Emily Ratajkowski lo ha fatto di nuovo: ha mandato letteralmente in tilt i suoi followers su Instagram, postando uno di quei contenuti che incollano al video i suoi veri fan.

2211616_schermata_2017_01_22_alle_20.01.21

La bella modella e attrice statunitense si è mostrata in tutte le sue grazie, in un filmato dall’altro contenuto piccante: appare in intimo bianco, con merletti e pizzi. Indossa una camicia completamente aperta ed è sdraiata sul puff di un divano.
Neanche a dirlo, il video ha raggiunto immediatamente numeri vertiginosi: quasi 3 milioni di visualizzazioni e migliaia di commenti.

Emily Ratajkowski in giro per New York… in culotte e reggiseno. I fan: “Troppo sexy”

Emily Ratajkowski, la sexy top model statunitense, torna a far impazzire i suoi fan. E questa volta lo fa con una passeggiata super hot per New York in culotte e reggiseno…

16174866_1111849538926539_408941299148581398_n (1)

Nella foto condivisa su Instagram, Emily porta a spasso il cagnolino con un outfit che non lascia spazio all’immaginazione: il seno esplosivo è strizzato in un reggiseno di pizzo nero e il lato B appena coperto da una sexy culotte.
In realtà, si tratta di uno shooting fotografico. Ma lo scatto è piaciuto talmente tanto ai fan da sfiorare i 600mila like.

Rigopiano, 10 superstiti. “Estratti vivi quattro bambini”

Momenti di speranza dopo la tragedia. I vigili del fuoco hanno appena estratto dalle macerie dell’hotel Rigopiano tre bambini. Si tratterebbe – si apprende da fonti degli stessi vigili del fuoco – di quel gruppo di persone che era stato individuato per ultimo. Attorno alle 16, gli uomini dei Vigili del Fuoco, del Soccorso alpino e della Guardia di Finanza che stanno lavorando da ore, avevano stabilito un contatto con un ulteriore gruppo di superstiti, tre persone, dopo quello di sei trovato in mattinata e una settima persona individuata nel primo pomeriggio.

140948031-fcfe22f9-5060-499a-a4a6-0d957f09314fI soccorritori avevano iniziato a parlare con loro ma ancora non erano riusciti a raggiungerli. Dai primi contatti sembrava si trattasse di due bambini e una donna ma quando li hanno trovati hanno visto che erano tre bimbi.

PARENTI URLANO, “VERGOGNA 50 ORE SENZA SAPERE” Contestazione dei parenti dei dispersi di Rigopiano durante la conferenza stampa per fare il punto sulla situazione medica dei superstiti ricoverati a Pescara. I familiari hanno urlato pretendendo informazioni sui loro congiunti. «Sono sotto otto metri di neve e sono 50 ore che aspettiamo. Vergogna». Il personale sanitario ha cercato di tranquillizzarli, spiegando che gli operatori conoscono solo i nomi delle persone già arrivate in ospedale.

VIGILI DEL FUOCO AL LAVORO Vigili del fuoco al lavoro senza tregua da ore per recuperare i superstiti dell’hotel Rigopiano, travolto da una slavina mercoledì scorso. Al momento sono in totale dieci le persone sopravvissute con certezza alla tragedia, a quanto riferisce all’Adnkronos Luca Cari, capoufficio stampa dei Vigili del fuoco. Del primo gruppo di sei persone individuate questa mattina, due sono già state estratte dalle macerie e una terza è in procinto di essere tirata fuori, mentre si continua a lavorare per portare alla luce anche le altre tre persone. I soccorritori sono anche riusciti a stabilire un contatto vocale con altre quattro persone, un uomo, una donna e due bambini.

QUATTRO I BIMBI TRA I SUPERSTITI, UNO GIÀ FUORI Sono quattro – secondo quanto riferito ieri dal comune di Farindola (Pescara) – i bambini coinvolti nella valanga dell’hotel Rigopiano e, a quanto si riesce a ricostruire dalle informazioni dei soccorritori, sarebbero tutti nel gruppo delle persone ritrovate in vita sotto neve e macerie. Due sono già stato estratti e uno portato in ospedale: è il figlio di Giampiero Parete, l’uomo che è scampato per caso alla valanga e ha dato l’allarme il 18 pomeriggio, e il figlio di Sebastiano e Nadia Di Carlo, anche lui sopravvissuto in base a quanto riferito da una zia. Sarebbe viva anche la seconda figlia dei Parete: la mamma ha inviato i soccorritori che l’hanno salvata ad cercarla «nella stanza accanto». Gli altri bambini sono il figlio di Dino Di Michelangelo e Marina Serraiocco, che sarebbe tra i sopravvissuti secondo quanto riferito dal sindaco di Osimo.

IL QUARTO BIMBO IN OSPEDALE E’ SAMUEL Il quarto bimbo trasportato all’ospedale di Pescara, dopo essere stato estratto dalle macerie hotel Rigopiano, è Samuel Di Michelangelo, 7 anni, figlio del poliziotto di origine abruzzese che vive a Osimo (Ancona). La conferma viene da fonti delle forze dell’ordine.

SI TEMONO CROLLI L’attività di ricerca all’hotel Rigopiano procede senza sosta: i soccorritori stanno operando in una situazione particolarmente delicata per estrarre le 4 persone individuate evitando che le travi del solaio possano cedere, dunque si lavora con estrema cautela. Stanno operando i vigili del fuoco e conducendo un’azione con personale esperto e specifici mezzi. Ci sarebbero, inoltre, dalle 3 alle 5 persone localizzate.
Sono la moglie e il figlio di Giampiero Parete la donna e il bambino estratti vivi dalle macerie dell’hotel Rigopiano, a due giorni dalla slavina che ha travolto la struttura. Dalle immagini dei vigili del fuoco, si vede chiaramente la donna, una volta tirata fuori dalla neve, dire ai soccorritori: «C’è mia figlia», chiedendo loro di aiutarla a uscire. Parete è uno dei due uomini sopravvissuti alla sciagura perché si trovavano fuori dall’albergo al momento della valanga. La donna e il bambino di 7 anni sono già arrivati in ospedale a Pescara.

IL FIGLIO DI PARETE STA BENE Il figlio di Giampiero Parete, Gianfilippo, «scherza e ride» sul letto dell’ospedale. Lo si apprende da fonti sanitarie. Lui e la madre, come già confermato dal personale sanitario, stanno bene: presentavano una lieve ipotermia e sono stati stabilizzati. Ora sono in osservazione, in compagnia di Giampiero, il 38enne che è riuscito ad evitare la slavina e ha lanciato l’allarme.

SALVATI I TRE DI OSIMO Risultano essere in salvo tre dei dispersi marchigiani che si trovavano nell’Hotel Rigopiano. Sono Domenico Di Michelangelo, 41 anni, di Chieti, poliziotto in servizio a Osimo (Ancona), la moglie Marina Serraiocco, 37 anni, di Popoli, e del loro bambino di 7 anni. Lo conferma il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni, che cita fonti ‘dei familiari e delle forze di polizia’.
«La città intera sta esultando, perché sono persone super». Così il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni che ha dato all’ANSA la notizia dei suoi ‘concittadinì – in realtà originari di Chieti – Domenico Di Michelangelo, 41 anni, la moglie Marina Serraiocco, titolare del negozio «La bomboniera di Marina» nel centro di Osimo, molto noto in città e il loro bambino di 7 anni, salvati dalle macerie e dalla neve dell’Hotel Rigopiano. Pugnaloni ha anche postato la notizia su Facebook, raccogliendo in pochi minuti quasi 600 mi piace e oltre 300 condivisioni. «Li aspettiamo a bracci aperte», dice. Andrà a trovarli? «Se me lo permettono, se il protocollo lo prevede sicuramente sì», risponde Pugnaloni.

ZIA DI UNO DEI BAMBINI IN SALVO, “NON HO MAI PERSO LA FIDUCIA” Così Simona Di Carlo, consigliera comunale di Pescara, rispondendo alle domande dei giornalisti su suo nipote, 10 anni, uno dei bambini estratti vivi dall’Hotel Rigopiano. «Non ho mai perso la fiducia – ha aggiunto – anche se ho pianto e piango da due giorni». Quanto ai genitori del bambino, «presumo che se lui è vivo è perché i genitori lo abbiano protetto».

Ariel Winter di “Modern Family”, 18 anni e curve hot in topless

Famosa per il ruolo di Alex nella serie tv “Modern Family”, Ariel Winter è finalmente diventata maggiorenne e può mostrarsi al mondo senza veli. Eccola quindi in un sexy topless per il magazine “Self”. Qualche mese fa l’attrice ha confessato di aver ridotto il seno, perché pare che la taglia eccessiva le provocasse forti dolori alla schiena. Il nuovo décolleté è perfetto.

C_2_fotogallery_3008330_8_image

In realtà si tratta di una riduzione di una sola taglia, dalla quinta alla quarta, ma che adesso le faciliterà la vita. Ariel infatti non riusciva mai a trovare gli abiti giusti, doveva farseli fare su misura e per lei i red carpet erano diventati un vero e proprio incubo: “Non mi stava bene niente”.
Ora si sente una persona nuova, ha scacciato anche i problemi di salute che non la facevano stare in piedi per lunghi periodi e prova anche a cancellare il passato burrascoso, quando da bambina venne sottratta alla custodia della madre e affidata alla sorella maggiore per presunti abusi. Insomma la Winter è pronta a ripartire, da maggiorenne e ormai ex maggiorata.

Melania come Jackie: nuove first lady crescono

L’aveva annunciato: «Sarò una first lady tradizionale come Jackie Kennedy». E di Jackie intanto la bella Melania ha cominciato a copiare il look, presentandosi al giuramento ufficiale del marito Donald Trump con un vestitino di seta carta da zucchero, coperto da una bolerino dello stesso colore e lunghi guanti di ordinanza, che ci ha fatto tornare indietro di 50 anni.

FIBUBSUT-kFqE-UeRGYlxdPz4iCdd-1024x576@LaStampa.it

La futura First Lady è interamente vestita Ralph Lauren, lo stilista che ha curato l’immagine di Hillary Clinton nel corso della campagna elettorale.
Il look scelto da Melania, capelli raccolti, solo un paio di solitari come gioielli, (persino l’andatura era castigata), ricorda molto Jackie quando John F. Kennedy prestò giuramento in ufficio. Chissà se come lei – anche se al momento i pronostici sono scettici – riuscirà ad essere così amata. Di certo oggi è stata un’icona di stile ed eleganza.

Rocio Munoz e Raoul Bova, amore alle stelle: “E’ l’anima più bella che ho incontrato”

Amore intenso e passione alle stelle per Raoul Bova e Rocio Munoz, diventati genitori della loro prima bimba, Luna. Dopo il parto, il loro rapporto si è intensificato notevolmente e, nonostante qualche rumors falso di crisi, i due sembrano sempre più coinvolti.

Raoul-Bova-e-Rocìo-Muñoz-Morales

A darne conferma è proprio Rocio Munoz che, nel corso di un’intervista rilasciata al settimanale ‘F’ ha dichiarato amore eterno al suo Raoul: “Sono sicura di quello che provo e mi arrivano tanti segnali dei sentimenti che il mio compagno prova per me – ha dichiarato Rocio durante l’intervista al settimanale F – Questo mi basta. E’ l’anima più bella che abbia incontrato nella mia vita. Potrei fare mille esempi, ma sarebbero troppo intimi e preferisco tenerli per me. Provo sempre a fare del bene, a migliorare ogni giorno come compagna e come madre, a rispettare la sua famiglia precedente con lo stesso rispetto che cerco per me stessa. Luna è importante per la vita di Raoul quanto lo sono i suoi due figli, Alessandro Leon e Francesco. Si assomogliano nella profondità. Luna ha un mondo interiore tutto suo e con Raoul si capisce alla perfezione. La furbetta lo guarda con gli occhietti languidi, come se volesse conquistarlo”, ha concluso.

Angelina Jolie, la madre biologica lancia lʼappello: “Fammi parlare con Zahara”

Nel turbolento divorzio tra Brad Pitt e Angelina Jolie, si inserisce anche la madre biologica della figlia Zahara (12 anni). L’etiope Mentewab Dawit Lebiso nel 2005 fu vittima di uno stupro e la diede in adozione, quando aveva solo sei mesi. Ora però vorrebbe riallacciare i rapporti con lei e dalle pagine del Daily Mail ha lanciato un appello alla Jolie: “Fammi parlare con mia figlia, voglio che sappia che sono viva e che mi manca”.

55190d54e4b039e4537d9da6_55190d5be4b039e4537da81c_p854x570

Alla madre naturale – che ha 31 anni e vive in un remoto villaggio etiope – piacerebbe poterla incontrare un giorno, anche se assicura di non voler avanzare alcuna pretesa. “Non la voglio indietro, voglio solo poterle parlare. Angelina per lei è stata una madre molto più di me. E’ con lei da quando è una bambina, ma questo non vuol dire che non mi manchi” ha dichiarato. “Penso a lei ogni giorno e desidero sentire le sua voce, vedere il suo viso. Mi piacerebbe avere contatti regolari con lei, festeggiare il compleanno e ogni altro giorno speciale”.
“So che la sua vita è con Angelina, le ha dato la vita che io non avrei mai potuto darle – ha continuato – Sta diventando una bellissima donna e sono fiera di lei. Prima di morire, però, vorrei che incontrasse me e la famiglia che ha qui in Etiopia”.

Francesco Totti e telefono azzurro dicono ”stop al bullismo”

Francesco Totti presta il suo volto contro il bullismo. “Parlane con chi vuoi, ma ti prego parla. Non tacere, vedrai insieme ce la faremo, non ti lascio solo. Io dico stop al bullismo, insieme ce la faremo”.

160126245-26bef8c2-70fa-4f08-8aa1-4fc1f9678455

Questo è quanto afferma il capitano della Roma in un video, intitolato “Totti non sta zitto”, che apre la campagna contro il bullismo di Telefono Azzurro, in vista della prima Giornata Nazionale contro il Bullismo il 7 febbraio.
L’Associazione nata nel 1987 con lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia è da quasi trent’anni in prima linea nella tutela dei diritti dei minori, attraverso le attività di ascolto alle linee 114 e 19696 e di intervento e prevenzione, messe in campo ogni giorno 24 ore su 24.