Catherine Spaak, rivelazione choc a Storie Italiane: «Ho avuto un’emorragia celebrale e crisi epilettiche»

«Non provo nessuna vergogna a parlarne. Tante persone che hanno problemi di salute tendono a nasconderlo. Sei mesi fa ho avuto un’emorragia cerebrale e, successivamente, delle crisi epilettiche dovute alla cicatrice». Lo ha rivelato Catherine Spaak, durante la trasmissione Storie Italiane di Rai1, condotta da Eleonora Daniele, dove era ospite questa mattina per presentare il suo nuovo film, “La vacanza”, che sancisce il suo ritorno sul grande schermo.

Federico Vacalebre - Catherine Spaak in "La vacanza" di Iannaccone

L’attrice ha poi aggiunto: «Non sono venuta qui solo per parlare del mio film. Voglio che alle persone arrivi un messaggio: se siamo malati non dobbiamo vergognarci. Un’emorragia non fa piacere a nessuno, ma oggi qui con il sorriso, con la capacità di ragionare e di parlare, ma anche di ribellarmi. Non ho perso la mia grinta e il mio coraggio. Dico a tutti che si va avanti».

Le vip non si nascondono più: guarda chi si mostra senza trucco

Belle solo grazie al trucco? Ecco una carrellata di vip in versione acqua e sapone prima del maquillage.

084034191-b2abb8bf-9a8d-4cd5-b43e-dd9f346c7548

Giudicate voi se sono più belle con o senza: da Ana Laura Ribas a Elena Barolo, passando per Maddalena Corvaglia, Bianca Balti, Eleonora Pedron, Filippa Lagerback. Ecco quelle che si mettono a nudo senza nascondersi dietro photoshop…

Giorgio Mastrota, il rapporto ritrovato con Natalia Estrada grazie al nipotino: ‘Ci sentiamo spesso’

Giorgio Mastrota e Natalia Estrada sono stati una della coppie Vip più amate degli anni ’90. I due si sono separati da tempo e hanno preso strade diverse, ma i rapporti sono rimasti cordiali. È lo stesso Mastrota che in una intervista a Intimità ribadisce di sentire ancora Natalia e non solo perché hanno una figlia.

natestrada-mastrotagiorgio-1200x900

Di recente, infatti, Natalia Junior è diventata mamma regalando loro la gioia di un nipotino, che li ha uniti ancor di più. “Non andiamo fuori a cena insieme, ma ci sentiamo spesso non solo per parlare di nostra figlia. Diventare nonni ci ha un po’ stupiti, sicuramente ci ha resi orgogliosi” ha spiegato.

I giovani lo fanno strano: è boom di sex toys. Su internet ricerche aumentate del 143%. E la caccia al gadget hot avviene soprattutto… in ufficio

I gridolini della blogger Alice Vaughn che ha provato in diretta social un sex toy elettrico all’Expo del porno a Las Vegas, lo scorso gennaio, hanno fatto il giro del web, in una scenetta definita dai presenti “dannatamente hot”. Il desiderio corre sul web, è cronaca nota, e ora – e soprattutto sempre più – lo fanno anche gli strumenti del piacere. Secondo i dati Idealo, nell’ultimo anno le ricerche online di sex toys nel nostro paese sono aumentate del 143%. Al primo posto tra i prodotti desiderati, sex toys elettrici, con 26,7%, lubrificanti intimi per lui e per lei, con 21%, articoli per uomini, con 20,5%, e dildo, con 12,1%.

4561375_2115_sextoy

Il settore sta conoscendo incrementi vertiginosi. Il rapporto “Global Sex Toys Market 2017-2021” di Technavio ha registrato un giro d’affari internazionale di 15 miliardi nel 2016 e si stima che entro il 2020-2021 supererà i 29 miliardi. Per Research and Markets sarà oltre i 35 miliardi nel 2023. Importante il “contributo” italiano. Dai dati Idealo emerge che dal 2017 a oggi la ricerca di sex toys a vibrazione è aumentata del 282,3%, seguita da quelli per uomini con +275,7%, e dildo, con +270,4%.

I PIÙ INTERESSATI
Gli internauti più interessati sono nella fascia 25-34 anni, che rappresenta il 29%. Seguono quelli tra 35 e 44 anni, con 25,8%, e tra 45 e 54, con 18,5%. A cercare online sono soprattutto uomini, il 65,9%. Al primo posto nelle richieste femminili, con il 29,1%, ci sono lubrificanti intimi. I sex toys per uomo, con il 31%, dominano le ricerche maschili. Il toy elettrico conquista sia over 65, con 30,1%, sia under 24, con 35,9%. Le regioni dalle quali provengono più richieste sono Lazio, Lombardia, Emilia-Romagna, Campania e Toscana. Agli ultimi posti, Calabria, Umbria, Molise e Basilicata. A rivelare altre abitudini sono i giorni delle ricerche: durante la settimana si registra un aumento del 9% rispetto al weekend.

GLI ORARI
Gli orari preferiti sono tra le 15 e le 16 e tra le 22 e le 24. Insomma, molti preferiscono fare ricerche mentre sono in ufficio, evitando il rischio di farsi “sorprendere” in famiglia. Il resto lo raccontano le cronache.

LE DISAVVENTURE
Tanta curiosità talvolta si accompagna a scarsa attenzione nell’uso dei “giochi”. Ad aprile scorso, un salentino, “imprigionato” in un sex toy, è finito al Pronto Soccorso. Qualche mese prima, a settembre, un uomo a Milano è stato sottoposto a intervento per la “rimozione” di un sex toy.

Dottoressa Marta Giuliani, psicologa e sessuologa Ordine degli Psicologi del Lazio, perché aumentano le ricerche di sex toys?
«La curiosità di sperimentare un rapporto sessuale per certi versi “non convenzionale”, il desiderio di conoscere meglio sensazioni e risposte del corpo, ravvivare una relazione, stimolare nuove fantasie, rendere il rapporto più giocoso sono solo alcuni dei benefici che tali oggetti possono apportare».
Le ricerche sono soprattutto nella fascia 25-34 anni…
«I giovani, fortunatamente, vivono auto-erotismo e sessualità in modo più libero rispetto al passato. Purtroppo alcuni vivono la sessualità più in termini di performance che di condivisione, ciò può spingerli a riporre nel sex toy l’aspettativa di una “soluzione”».
Perché il sex toy elettrico è il sogno di under 24 e over 65?
«I primi sono in un periodo di costruzione dell’identità sessuale, attratti da ogni stimolo che possa permettere loro di conoscere se stessi. Agli over 65 i sex toys consentono di esplorare nuove forme di piacere e intimità».

Irama e Giulia De Lellis, scatta la love story: foto su Instagram e boom di like

WhatsApp-Image-2019-02-14-at-2.39.27-PM-768x433La love story tra Irama e Giulia De Lellis procede a gonfie vele e lo confermano anche i social dove la coppia è apparsa per la prima volta insieme in un post. Sul profilo Instagram del cantante è stata messa una foto in cui i due si godono un momento di relax alle terme mentre si stringono teneramente in un abbraccio passionale. Insomma non c’è più nulla da celare la coppia è venuta allo scoperto e sembra essere più innamorata che mai.

Irama ha scelto il giorno di San Valentino per ufficializzare la relazione con Giulia, anche se in realtà lo scatto si riferisce a qualche settimana prima della sua avventura sanremese. Il post in meno di 24 ore ha conquistato quasi 500 mila “mi piace”. I due appaiono felici in una piscina riscaldata all’aperto e sullo sfondo si intravedono delle cime innevate delle montagne.

Il cantante è stato qualche giorno fa tra i protagonisti di Sanremo con Giulia che lo ha sostenuto in questa importante esperienza. La stessa De Lellis ha confermato di essere stata molto tesa, di aver deciso di non socializzare questa esperienza nel rispetto del suo uomo e per farlo stare il più tranquillo possibile.

Taylor Mega choc: «Mi serve almeno un milione al mese, ora vi spiego perché…»

taylor.mega.foto.2018.1080x648Almeno un milione di euro al mese. Tanto servirebbe a Taylor Mega dell’Isola dei Famosi per mantenere il suo stile di vita. É partita da questa dichiarazione, molto discussa, di Taylor Mega l’intervista che le ha fatto Barbara D’Urso a Domenica Live, alla presenza di vari opinionisti.
«È stata la classica domanda: “A cosa ambisci nella vita?” Io ho detto un milione di euro al mese. Se vengo criticata perché ho questa ambizione.

Daniele Interrante ha contestato il modo in cui si Taylor Mega si è mostrata all’Isola dei Famosi.
«Sono entrata all’Isola dei Famosi che già si parlava di me, se si fa anche dopo, va bene. Non ho usato l’Isola per sfruttare lo share».
Intanto, Barbara D’Urso fa notare che la giovane al polso ha un orologio con diamanti che tiene a sottolineare “veri”.
A questo punto viene mandato in onda un video sulla giornata tipo della giovane influencer.
Si inizia con lo shopping, si passa poi ai massaggi per rilassarsi. Nel mezzo, qualche selfie con i fan.
Come fa a guadagnare così tanto?, domanda Guendalina Tavassi.
«Io faccio l’influencer marketing – risponde Taylor Mega – è diverso da fare l’influencer normale, io cerco di coinvolgere il pubblico in ogni modo. Io lavoro con la mia immagine, devo essere sempre perfetta, io i massaggi devo farli per lavoro e li faccio sempre con due telefoni in mano».
«C’è qualcosa che non riuscirai mai comprare in nessuna gioielleria – commenta Vladimir Luxuria – la sensibilità. Bisogna avere la sensibilità di pensare a tutte le persone che fanno fatica ad arrivare a fine mese. È davvero volgare ostentare tanta ricchezza».
Taylor Mega però non ci sta: «Sono partita dal niente. Sono uscita di casa a 18anni. Sono molto sensibile. Ho i soldi perché me li sono guadagnati».
Taylor Mega ha poi annunciato che non contatterà Fabrizio Corona e ha aggiunto pure di non voler parlare più dell’ipotetica storia con Flavio Briatore.

Meghan Markel e Harry in crisi, interviene mamma Doria: ecco cosa sta succedendo

Le notizie che giungono da Buckingham Palace sono sempre più allarmanti per i fan del principe Harry e di Meghan Markle. La procedura per il divorzio dei duchi di Sussex è già ben avviata e il matrimonio potrebbe finire ufficialmente non solo a meno di un anno di distanza, ma addirittura prima della nascita del primogenito della coppia, prevista per l’inizio di aprile.

Il ‘Royal Baby’, nonostante debba ancora nascere, rischia quindi di ritrovarsi al centro degli accordi di divorzio tra Meghan e Harry. Se il secondogenito di Carlo e Diana vorrebbe fare di tutto per salvare il proprio matrimonio, il resto della famiglia reale spinge per il divorzio. Una cosa è certa: come vi aveva riportato Leggo, al momento i duchi di Sussex sono separati e non condivideranno la casa per un bel po’, anche a causa di alcuni impegni istituzionali e diplomatici di Harry.

Sono diversi gli aspetti legali su cui si dovrebbe basare il divorzio dei duchi di Sussex, che potrebbe riguardare sia lo status di Meghan, sia quello del nascituro. In caso di divorzio, Meghan Markle potrebbe ricevere ben 37 milioni di dollari ma perderebbe il titolo nobiliare e, soprattutto, potrebbe essere costretta a lasciare il figlio a Londra. A questo punto, come riporta il Sun, potrebbe entrare in gioco la mamma di Meghan, Doria Ragland: la duchessa di Sussex, infatti, a differenza di Kate Middleton non vorrebbe far seguire il figlio da una tata, ma affidarlo alle cure della nonna. Non si tratterebbe solo di una scelta dettata da motivi ‘pedagogici’, ma anche e soprattutto da una questione di base: «Meghan non vuole dipendere da Harry e non ha intenzione di contare su di lui per crescere il bambino». Anche questo potrebbe essere un motivo di forte attrito tra Meghan e il resto della famiglia reale.

«Ho sedici anni, pubblico foto sexy così sarò famosa e farò tanti soldi»

porta-il-cellulare-in-assistenza-le-sue-foto-sexy-compaiono-sul-web«Ho 16 anni, qualche mese fa ho cominciato a vedere i video su Youtube di questi ragazzi che hanno un sacco di follower. Si fanno pubblicità mettendo certe foto e video su Instagram. Sono un sacco famosi, se vai a Roma li conoscono tutti. Allora mi sono detta, lo faccio pure io. D’altra parte è per il mio futuro, perché magari ci guadagno anche». Sofia è di Pomezia, ha più di 7 mila follower su Instagram e solo 6 post tutti uguali: selfie con la lingua sulle labbra e primo piano sul decolte generoso. Nelle sue stories promette: «Mette foto hot a chi la segue», «ma è solo un gioco – assicura – mica lo faccio davvero. Il bello è che la gente ci crede. Non sai quanti vecchi mi scrivono».

Studia alla scuola per parrucchieri ma da grande vuole fare la Youtuber. «C’è gente che ci è diventata famosa, ora vende le felpe con il proprio nome. È bello uscire e ti chiedono possiamo fare una foto insieme». Per ora però lei con quelle foto sexy non ci ha guadagnato nemmeno un euro. Follower sì, soldi zero: «Ho perso un profilo da 4 mila ad agosto e ne ho riaperto un altro a settembre: in 4 mesi sono arrivata a 7.253 seguaci». Ma i tuoi lo sanno? «Certo che no, infatti ho pensato che appena arrivo a 10 mila levo queste foto e ne metto altre decenti».

Parola d’ordine: popolarità. E non solo per le ragazze. Simone, 15 anni, 8.436 follower. In un post condiviso su Instagram «promette di inviare il suo numero a chi lo segue»: «Ma è un trucchetto per attirare gente. E poi che faccio di male? Pubblico le mie foto senza maglietta allo specchio. Lo faccio per far vedere i miei progressi in palestra, non c’è niente di hot». E poi c’è Alberto, 17 anni, milanese, sul suo profilo si definisce «personaggio pubblico». Posta foto con gli addominali in bella vista: «Ma non è che sono nudo, le mutande le ho sempre».

IL GRUPPO WHATSAPP
Con altri ragazzi hanno creato un gruppo su Whatsapp per mettere foto e video giusti da postare: si chiama Instagram crew. «Avere gente che ti segue ti dà soddisfazione. Ma non è una cosa brutta: le ragazze mettono foto mezze nude ma è solo per attirare gente, mica fanno niente. Io vorrei entrare nel mondo della tv. Se scambi pubblicità cresci e se arrivi a più di 10 mila follower puoi fare video su Youtube e magari prendere il volo. A me per esempio aveva contattato un brand di magliette e la scorsa settimana mi ha chiamato un’agenzia. Ho 60 mila visite a settimana, oramai sono abbastanza famoso».

Bebe Rexha, la popstar non trova stilista che la vesta ai Grammy: “Sono troppo… grassa”

E’ poco conosciuta, almeno in Italia, ma Bebe Rexha sui social ha quasi 8 milioni di follower e il prossimo 10 febbraio, durante la manifestazione per l’assegnazione dei Grammy Awards concorre con ben due nomination “Best New Artist” e “Best Country Duo / Group Performance”. Ma proprio per quella data la cantante non ha ancora trovato nessuno stilista che la voglia vestire: “La mia 44 è considerata eccessiva”, spiega in uno sfogo su Instagram. E per lei si fa avanti Michael Costello, designer di Beyoncé…Bebe-Rexha-Wearing-Moschino-Swimsuit

Sul suo profilo Costello ha mandato un inequivocabile messaggio social a Bebe: “Ti vesto io, chiamami… renderemo i Grammy un momento storico…”. La cantante americana ha sollevato un polverone proprio su Instagram postando un video in cui spiega il suo “calvario”: “Ho ricevuto due nomination ai Grammy Awards 2019 ed è la cosa più cool che mi potesse capitare”, spiega Bebe: “Di solito gli artisti si affidano a degli stilisti per personalizzare il proprio look in occasioni come quella della serata dei Grammy, il mio team ne ha contattati alcuni ma nessuno vuole vestirmi perché… sono troppo grassa!!!”.

La popstar sottolinea anche qual è la taglia considerata dagli stilisti “eccessiva”, ovvero la 44 e poi aggiunge: “Se pensate che la 44 sia una taglia grossa e le donne che ce l’hanno non siano belle allora io i vostri schifosi vestiti non li voglio indossare e non li indosserò mai!”. Nel post accanto al video poi Bebe rincara la dose e scrive:”Se non vi piace il mio stile o la mia musica è una cosa. Ma non dite che non potete vestire qualcuno se la sua taglia non è nei vostri parametri. Consentite alle donne di amare il proprio corpo invece di costringerle a ridurre la loro taglia. Siamo belle con qualsiasi taglia! Piccola o grande che sia! E… con la mia 44 andrò ai Grammy…”

Oltre mezzo milione le visualizzazioni del video e tanti i commenti di sostegno.
Bebe Rexha è diventata famosa nell’ultimo anno, il suo singolo “Meant To Be” è al primo posto nella classifica degli Stati Uniti e con il suo primo album “Expectations” è diventata una delle popstar più acclamate del panorama internazionale. Come autrice ha scritto canzoni anche per Eminem, Rihanna e Selena Gomez.

«Luxuria insegna ai bambini a diventare trans»: bufera alla Lavagna

Vladimir-Luxuria-Alla-Lavagna-2«Non ho fatto alcuna lezione su come si diventa trans perché anzi ho cercato di spiegare che si nasce gay o trans. Ho parlato soprattuto di bullismo. Ma queste polemiche dimostrano che i bambini sono molto più avanti di certi adulti». Così Vladimir Luxuria commenta le polemiche seguite alla messa della puntata di ‘Alla Lavagna!’ che l’ha vista protagonista sabato in seconda serata su Rai3.

«Questo programma – confessa Luxuria – è stata una delle cose più belle che ho fatto nella mia vita. I bambini erano vigili, curiosi, attenti e pieni di domande. E io, come faccio anche nella vita quotidiana, ho risposto a tutto, sempre con tatto e credo con intelligenza. Anche perché, se non si danno risposte ai bambini, loro ti guardano con diffidenza e cercano risposte altrove, magari sul web, dove possono trovare risposte non proprio raccomandabili», aggiunge l’ex parlamentare, sottolineando che «tutti i genitori dei bambini presenti in trasmissione avevano dato il consenso alla puntata con me e alla fine si sono complimentati per come era andata».
«Eppure – commenta Luxuria – ancora questa mattina ho letto sulla stampa commenti in malafede, che istigano all’omofobia. Ecco: gay o trans si nasce ma omofobi si diventa per le paure che vengono provocate con certi commenti. Quei commenti da cui trapela che, in fondo, se sei gay o trans ti meriti una vita infelice e magari pure gli insulti o le botte», dice Luxuria invitando chi avesse dei dubbi ad andare su RaiPlay a rivedere la puntata. «Speravo – conclude – che fosse sufficiente lo spostamento della puntata dalle 20.20 alle 22.25 ma per alcuni non è bastato. Però io sono ottimista, perché se i bambini con cui ho parlato sono il futuro, forse posso sperare in mondo migliore».