“Angelina Jolie? Non c’entra niente. Voglio somigliare a…”: la vera storia di Sahar

Qualche ‘ritocchino’ c’è, e si vede, ma si tratta di interventi di rinoplastica molto comuni nel suo paese, che si contende il primato mondiale della chirurgia estetica con il Brasile. La 22enne iraniana Sahar Tabar, che diceva di essersi sottoposta a una cinquantina di interventi per assomigliare ad Angelina Jolie, in realtà non è diventata ciò che fingeva di essere su Instagram.

sahar-tabar-tikroji-ir-po-plastiniu-operaciju-5a2041d1bfde9Nelle sue foto ‘vere’, infatti, la ragazza presenta solo i segni di un intervento chirurgico al naso. Ciò che ha pubblicato sul suo profilo Instagram, che l’ha portata alla fama mondiale, è invece effetto di un gran lavoro combinato di trucco, creatività e abilità nell’utilizzo di Photoshop.
Le foto pubblicate sull’account Instagram, la cui privacy ora è stata ristretta, hanno suscitato da un lato molta preoccupazione per le sorti della ragazza, dall’altro hanno attirato diversi haters che l’hanno insultata e derisa, paragonandola alla ‘sposa cadavere’ di Tim Burton.
Più che di Angelina Jolie, infatti, Sahar è una grande fan del regista visionario e tra i suoi film preferiti ci sono proprio ‘La sposa cadavere’ e ‘Nightmare before Christmas’.
Per ottenere gli occhi chiari nelle sue foto, prima di ritoccarle in digitale, Sahar ha utilizzato lenti a contatto azzurre e bianche. La storia del dimagrimento preoccupante (alcuni media avevano parlato anche di una perdita di peso di 40 kg) è probabilmente la ciliegina sulla torta di una vera e propria bufala: Sahar è sempre stata di corporatura esile e non ha mai fatto diete drastiche. Lo riporta anche MarieClaire.it.

“Guardate chi c’è ai funerali di Totò Riina”: la Boschi si infuria per la bufala su Facebook e attacca i 5 stelle

«Guardate questo profilo, spero falso. Guardate questa schifezza». Stavolta la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi sulla sua pagina Facebook non ci sta e si sfoga con un lungo post. «Persone che hanno il simbolo dei Cinque Stelle nel profilo arrivano a scrivere questa enorme e assurda vergogna. Io credo che si debba dire basta alle fake news, all’odio, alle falsità. Sono mesi che subisco e subiamo di tutto, ma qui si passa il limite. Tirano in ballo persino il capo della mafia contro di noi. È ora di dire basta, basta, basta alle falsità e allo squallore. C’è gente che crede a queste assurdità. Dobbiamo difendere la verità».

3383426_2037_23755075_1548993275188286_3429668873384739523_nLa Boschi mostra un fotomontaggio postato da un sedicente attivista del M5s che mostra un gruppo di esponenti Pd ad un funerale, sostenendo che sia quello del boss Riina con la scritta: «guardate chi c’era a dare l’ultimo saluto a Totò Riina». L’autore commenta pure, in un italiano stentato: «Forse non avete visto bene ma questa e la mafia di Totò Riina che vanno a pregare il loro benefattore».
La stessa foto viene segnalata anche dal senatore Francesco Verducci, che ricorda: «Eravamo nel Duomo di Fermo, era domenica pomeriggio. Era il 10 luglio del 2016. Partecipavamo alle esequie di Emmanuel, ragazzo nigeriano che, fuggito dalla guerra, ha trovato una morte ingiusta da noi in seguito ad una colluttazione nata da un epiteto razzista. Fu un momento di tributo e commozione, in nome della vita».
«Oggi quella foto, quella verità, vengono deformate e oltraggiate, perché qualche vigliacco senza morale vuol vedere l’effetto che fa in rete accostare nomi e visi di persone perbene, impegnate in politica, che da una vita combattono mafie, razzismi, soprusi a quello di ‘Riinà. Non c’è limite a nulla. È un meccanismo canagliesco che in Italia abbiamo combattuto e vinto, ai tempi del fascismo. Quei tempi non torneranno» scrive su Facebook il senatore.
LA REPLICA DEL M5S «È inaccettabile attribuire al MoVimento 5 Stelle una foto che circola su Facebook. Si tratta di una fake news che nulla ha a che vedere con noi: la riteniamo assolutamente offensiva e inappropriata. Provvederemo, come sempre in casi del genere, a segnalare l’account per uso improprio del simbolo». Così in una nota il gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle.

Metà gatto, metà neonato. Creatura in Malesia spaventa il web, ma la realtà è un’altra

Una creatura spaventosa, dal corpo simile a quello di un gatto e dalla testa simile a quella di un neonato, ma con due denti affilatissimi che sporgono dalla bocca.
Il web è rimasto sconcertato dopo aver visto le foto di un presunto ritrovamento avvenuto in Malesia, nello stato del Pahang. Gli scatti sono stati pubblicati sui social e hanno fatto il giro del mondo.

3311785_1000_creatura_spaventosaLa misteriosa creatura sembra un ibrido tra l’essere umano e alcuni animali, e oltre ai due denti affilati presenta anche una folta peluria lungo tutto il dorso. Dopo che gli scatti sono stati diffusi sui social, si era sparsa la voce del rinvenimento in un bosco della Malesia, una notizia che aveva gettato nel panico e terrorizzato gli abitanti del luogo.
Come riportano l’Irish Mirror e alcuni media locali, sulla vicenda si è resa necessaria la puntualizzazione della polizia locale, che ha annunciato che il rinvenimento della creatura è una vera e propria bufala. La misteriosa creatura non è altro che un pupazzo in silicone realizzato con maestria da un’azienda dedita a creazioni spaventose e decisamente realistiche.
Secondo quanto riportato dalla polizia malese, l’azienda che ha realizzato questa inquietante e spaventosa creazione ha una sede all’estero, in un altro paese asiatico, e vende i suoi prodotti online in tutto il mondo.

“Morto Brad Pitt, è suicidio”, ma l’attore sta benissimo. La bufala con tanto di virus

«R.I.P. Brad Pitt» (Brad Pitt, riposa in pace): questo titolo circolato per alcune ore su Facebook, con una finta testatina di Fox News e un articolo che asseriva che l’attore americano si fosse suicidato dopo il divorzio da Angelina Jolie, era un falso, e pure pericoloso: secondo un messaggio di avvertimento diramato da Facebook e ripreso da alcuni media, conteneva un virus capace di mandare in tilt smartphone e tablet.

2000945_pitt_featured_image_796x448

Il titolo recitava «Fox Breaking News: Brad Pitt trovato morto (è suicidio)». Cliccando sul link, scrivono i media, l’utente veniva ridiretto su quello che sembrava il sito della Fox, da cui si potevano leggere le prime righe, che recitavano: Pitt «era sotto forte stress perché la coppia stava attraversando il divorzio e perché aveva una lunga storia di depressione, secondo delle fonti». Ma più ci si addentrava nell’articolo, e più il malware rischiava di prendere il sopravvento. «Brad Pitt è vivo e sta bene», esordisce ora l’avvertimento di Facebook.

Belen flirta con Gabriele Esposito? Parla il ballerino di ‘Amici’: “Vi dico tutta la verità..”

Lo studio di ‘Amici’ sembra essere abbastanza ‘florido’ per Belen Rodriguez: dopo l’amore scoppiato con il ballerino Stefano De Martino ben 5 anni fa, nelle scorse ore è trapelato un altro possibile flirt tra la showgirl argentina e un altro ballerino.

belen gabriele esposito-2

Questa volta si tratta del vincitore di ‘Amici’, Gabriele Esposito: a dare l’indiscrezione è stato il sito Dagospia. Belen non ha replicato ma, a quanto pare, il ballerino non ci ha pensato su due volte a dire la sua. Nel corso di un’intervista nel programma ‘A tu per tu’ su Radio Free Station, infatti, Gabriele Esposito ha detto: “Il flirt tra me e Belen Rodriguez è assolutamente una bufala – ha chiarito il vincitore della categoria ballo di Amici 15 – Non ci siamo neppure mai incontrati”.

Luisa Corna: “Sesso con Umberto Bossi? Vi racconto come è andata”

Una vicenda che per anni ha perseguitato Luisa Corna e che l’ha accostata ad una vicenda dolorosa. Alcuni avevano dichiarato che a causare l’ictus che nel 2004 colpì l’ex leader della Lega Nord, Umberto Bossi, fosse stata proprio Luisa Corna, dopo una notte di sesso tra i due.

Corna-luisa

Ma lei non ci sta, e ha portato la vicenda in Aula: “Il Tribunale ha stabilito che nulla prova che il fatto sia mai accaduto – ha spiegato la Corna in un’intervista a Vanity Fair – E’ sempre stata solo una grossa bufala, ma ha segnato la mia vita. Un pettegolezzo nato in un blog anonimo. Per anni non ho potuto attaccare nessuno, mi faceva rabbia che nessuno si fosse preso la responsabilità di quella voce. Poi qualche anno dopo è uscito un libro, “Umberto Magno”, che la riprendeva, millantava prove e dettagli. Sono andata in giudizio contro l’autore e ho vinto. Ma nessuno l’ha mai detto, è più comodo continuare a insinuare”.

Boschi, la foto diventa virale, ma la realtà è diversa: “Chissà se pensava di fare il ministro”

Un utente, fan di Silvio Berlusconi, pubblica una foto sul suo profilo social spiegando che risale a tanto tempo fa. Queste parole accompagnano l’immagine: “Chissà se pensava di diventare un ministro”.

1647788_bufala-boschi (1)

Il nome non viene mai menzionato, ma gli amici citano Maria Elena Boschi e tutti pensano che sia una foto tirata fuori dal suo album di ricordi. In molti hanno condiviso la bufala. La ragazza della foto si chiama Linda, è olandese e di professione fa l’attrice hot. paese da alcuni anni, quello che sembrava incredibile diventa possibile. Con la ministra ha una vaga somiglianza, ma questo non ha impedito agli utenti dei social di gridare allo scandalo.

Morto Robert Redford, ecco la prima bufala del 2016 corre su Twitter

“È morto Robert Redford”: mentre in tutto il mondo si festeggia il 2016, su Twitter arriva la prima bufala dell’anno.

20059_120906_9180_2

La notizia del decesso del 79enne attore statunitense, vittima di un incidente al volante di un buggy su un campo da golf, monopolizza l’attenzione sul social network prima della smentita ufficiale: Robert Redford è vivo e sta bene, comunica l’ufficio stampa della star.«È uno scherzo di pessimo gusto. Ho appena parlato con lui e non c’è assolutamente nulla di vero», dice la portavoce Cindi Berger. Redford, per la cronaca, era tranquillo a casa mentre Twitter veniva invaso da cinguettii di cordoglio.