Mauro Icardi al sole tutto nudo

C_2_fotogallery_3085144_upiFoto1FAbbronzatura integrale per Mauro Icardi alle Maldive con la sua dolce metà Wanda Nara. Il fuoriclasse dell’Inter sdraiato sul lettino a bordo piscina mette in luce muscolatura e tatuaggi coprendo appena le sue initmità con un cappellino. “Spero che il vento non ti faccia scappare il cappello”, cinguetta la compagna, per l’occasione sua fotografa personale.

Fausto Brizzi, il regista al parco con la figlia dopo la bufera sulle presunte molestie

Fausto Brizzi al parco che gioca con la figlia Penelope Nina, cappellino e occhiali da sole e l’orecchio teso al telefono: sono le prime immagini del regista, pubblictwe domani sul numero di Chi, dopo la bufera sollevata dall’inchiesta delle “Iene”, in cui quindici aspiranti attrici raccontano di essere state molestate dal regista.

3380725_brizzifigliaIl settimanale diretto da Alfonso Signorini ha sentito sia l’autore del servizio delle “Iene”, Dino Giarrusso, che l’avvocato di Brizzi, Antonio Marino. «Con l’ultimo servizio sul caso Brizzi per noi la vicenda si chiude. Se ne aprirà necessariamente un’altra in tribunale. O il regista ci querela per diffamazione, e allora spiegheremo le nostre ragioni al giudice, oppure saranno le ragazze a denunciarlo», spiega Giarrusso; e l’avvocato di Brizzi risponde: «Le Iene “chiudono” la questione allegando altre 4/5 testimonianze che descrivono lo stesso cliché. Siamo in attesa di capire quale delle sedi prediligeranno, se civile o penale, per chiamarci a rispondere. Noi, per ora, non quereliamo, sono cose che verranno a tempo debito, non c’è fretta».
«La ex Miss Italia Clarissa Marchese (ha raccontato: “Mi ha chiesto se ero disposta a spogliarmi (…) non era violenza, non mi ha fatto nulla, però mi sono sentita infastidita”, ndr) ha meglio chiarito quello che è accaduto a casa di Brizzi, cioè nulla. Si è ritenuta infastidita, ma, rispetto alle premesse, cambia la prospettiva, ora vediamo cosa diranno le altre». Dura la replica di Giarrusso delle “Iene”: «La ex Miss Italia ha ribadito esattamente quello che aveva detto a noi, è comico leggere che avrebbe ritrattato, semmai ha confermato. E per una che ha avuto solo la richiesta di spogliarsi, come Clarissa, tante altre hanno raccontato cose orribili: perché si finge di dimenticare? Noi siamo pronti a rispondere alla querela di Brizzi, che però non arriva, chissà come mai. Credo, invece, che saranno le ragazze a denunciare: hanno la possibilità di farlo anche quelle che hanno vissuto quest’incubo più di sei mesi fa, ce lo ha confermato l’avvocato Giulia Bongiorno. È assurdo leggere cose come “queste ragazze si vogliono vendicare perché non hanno avuto la parte” perché non concorrevano a una parte: sono state chiamate per fare esercizi di recitazione e raccontano d’essersi ritrovate a casa di un regista che si spogliava e proponeva massaggi, si masturbava davanti a loro. Mi addolora anche chi dice di stare dalla parte delle donne, ma oggi tace o difende la controparte. “Se non ora, quando mai?”».

Heidi Klum in topless per pescare in barca

Una bella vacanza ai Caraibi rilassante e all’insegna della libertà. Così la top model Heidi Klum per pescare si slaccia il regg. ise. no e resta in top. less, coprendosi il se. no nu. do con un lungo foulard. Bella e affascinante la 43enne colleziona scatti sensazionali e fa incetta di like.

C_2_articolo_3066613_upiImagepp

Un cappellino da baseball a coprire il viso struccato, uno slip con i laccetti, un pareo al collo per coprire le nu. di. tà. Così la modella tedesca conquista i suoi follower lasciando tutti senza fiato. Nello scatto non si vede il fidanzato Vito Schnabel, con cui la Klum è legata dal 2014.

“Elisa ha una borsa della coop e scarpe da 90 euro”, il post della psicologa diventa virale

Elisa in treno, con cappellino rosso e felpa fiorata, legge un libro con aria assorta. Il post, diventato virale, è stato condiviso da Ilaria Cadorin, psicologa, che ha fatto il viaggio di fronte alla cantante e non ha resistito alla tentazione di scattare una foto e condividerla sul proprio profilo Facebook. «Elisa – scrive la Cadorin – Era vestita in maniera semplicissima e ha mostrato un atteggiamento di un’umiltà spettacolare, tanto da aiutare una mamma a scendere le scale con un passeggino. Non c’erano guardie del corpo o persone con lei.Era sola e con una borsa della coop, non Hermes, Louis Vuitton o Chanel.

1725946_elisaok

Penso a tutte quelle donne che, pur non potendo, ostentano una ricchezza che non hanno, né materialmente né tanto meno umanamente». La dottoressa analizza Elisa fino alla punta delle scarpe. Letteralmente, visto che il post si conclude con: «Elisa indossava delle scarpe che saranno costate 90 euro. C’e gente in giro che ai piedi ha bisogno di indossare centinaia o migliaia di euro… con l’illusione forse che possa passare magicamente un po’ di valore». Il post è stato condiviso più di ottomila volte e ha raggiunto 72mila “Mi piace”. Ma sono stati tanti, comunque, i commenti negativi, che sottolineano come non sia giusto giudicare una persona da quello che indossa o ciò che compra. «Mai giudicare una persona da quello che indossa che sia abbigliamento firmato oppure no. Anzi, chi sono io per giudicare?», scrive un’utente. E la dottoressa, che con questo post si è sicuramente fatta almeno un po’ di pubblicità, non manca di replicare. «La mia riflessione è sul bisogno di apparire, che non ha mostrato un personaggio del calibro di Elisa ma che possiamo vedere in alcune signorotte dei nostri paesini che per un paio di scarpe “di lusso” arrivano ad indebitarsi. Il tutto per cosa? Lascio la domanda aperta».