Playboy al capolinea? La rivista potrebbe sparire dalle edicole. “Resterà soltanto il marchio”

Playboy al capolinea? La rivista per soli uomini creata nel 1953 da Hugh Hefner potrebbe fermare le rotative e sparire dai newsstands americani. La morte di Hefner, scomparso a settembre dello scorso anno all’età di 91 anni, a quanto pare è destinata a innescare un processo che porterà la Rizvi Traverse, una società di investimenti, a far valere il proprio ruolo di azionista di maggioranza.

1024px-Hefner2006«Vogliamo concentrarci su quello che chiamiamo ‘il mondo di Playboy’, molto più vasto di una piccola pubblicazione che è un’eredità del passato», ha detto Ben Kohn, esponente di spicco di Rizvi Traverse, al Wall Street Journal. La società sarebbe intenzionata a rilevare il 35% in mano agli eredi di ‘Hef’. Il 2018, quindi, può diventare l’anno che segnerà la trasformazione di Playboy da un «attività imprenditoriale del settore media» ad una «compagnia che gestisce il marchio» celebre in tutto il mondo.

Secondo il WSJ, il magazine negli ultimi anni ha chiuso ogni esercizio con perdite attorno ai 7 milioni di dollari. I sei numeri che vengono pubblicati ogni 2 mesi raggiungono livelli di vendite ovviamente lontanissimi rispetto ai record toccati negli anni d’oro, con i 5,6 milioni di copie venduti nel 1975. Negli ultimi anni, infatti, è raro superare il mezzo milione complessivo. «Potremmo giustificare le perdite facendo riferimento al valore di mercato, ma bisogna comunque guardare avanti. Non sono sicuro che la carta stampata sia il modo migliore per comunicare con i nostri fruitori», ha aggiunto Kohn.

Nel 2016, come è noto, Playboy aveva preso la rivoluzionaria decisione di eliminare le foto di nudo dalle proprie pagine. Lo scorso anno, però, è arrivata la marcia indietro. «Il nudo non è mai stato il problema, perché il nudo non è un problema», sentenziò in un tweet Cooper Hefner, figlio del fondatore dell’impero. «Ci riprendiamo la nostra identità e ci teniamo a ricordare chi siamo». Forse, però, tutto questo non basterà per sopravviver.

Jennifer Lopez soffia il marchio a Belen

Paul Marciano sembra apprezzare il fascino latino: “Jennifer Lopez è il sogno di una ragazza Guess! È un’artista affermata, è iconica e sensuale”, ha affermato presentando la sua nuova testimonial, che subentra a Belen Rodriguez. Entrambe sono di origini sudamericane.

C_2_box_49272_upiFoto1FChe ci fosse una certa intesa tra la pop star portoricana e il marchio era chiaro a tutti, visto che JLo nel video Amor Amor Amor aveva scelto di indossare numerosi outfit della maison e il marchio Guess era ben in vista in ogni scena.
Adesso arriva la conferma ufficiale: le prime foto della campagna, realizzata da Tatiana Gerusova e ambientata in un’elegante villa, ritraggono Jennifer Lopez come una sofisticata diva del passato.
Ma se non possiamo che apprezzare JLo “Guess Girl” e allo stesso tempo “Femme Fatale” per Paul Marciano, il pensiero vola automaticamente alla precedente musa, Belen Rodriguez, che per ben due campagne ne era stata testimonial: la delusione è inevitabile, ma per ora la showgirl argentina non commenta.

Alessandra Ambrosio appende le ali al chiodo

Si chiude un’epoca: Alessandra Ambrosio appende le ali al chiodo e lascia Victoria’s Secret dopo il primato di 17 sfilate per il famosissimo marchio di lingerie. Il motivo? Pare voglia dedicarsi di più alla linea di costumi che porta il suo nome Ale by Alessandra e intraprendere la carriera da attrice.

C_2_box_48005_upiFoto1FSe poco prima della sfilata ha fatto notizia l’esclusione di Gigi Hadid, l’abbandono di Alessandra Ambrosio è la vera novità per il marchio di Ed Razek. La Ambrosio è uno dei nomi storici di VS, insieme ad Adriana Lima: la sua carriera nasce proprio tra gli Angeli nel 2000, quando è stata scelta per la linea Pink, dedicata ai giovani. La modella 36enne è quella che ha partecipato più volte all’ambitissimo fashion show, non risparmiandosi nemmeno durante le sue due gravidanze.
“Le parole non possono descrivere quanto sono grata di aver lavorato per questo fantastico marchio. Nemmeno nei miei sogni più sfrenati avrei mai immaginato di fare 17 sfilate di moda di Victoria’s Secret” ha scritto Alessanda Ambrosio in un accorato post Instagram. “Grazie a Ed e a tutta la mia famiglia di Victoria’s Secret per aver reso questi ricordi indimenticabili. Ieri sera è stato così emozionante dire addio alle mie sorelle #angel, ma abbiamo fatto il più grande ed il miglior spettacolo di sempre”.
La sfilata 2017, l’ultima di Alessandra Ambrosio, si è svolta a Shanghai e sarà trasmessa sul canale televisivo americano CBS il prossimo 29 novembre: da quel momento si potranno acquistare i capi della collezione, realizzata in collaborazione con lo stilista di Balmain, Olivier Rousteing.

Allison Mack, la Chloe di Smallville, è a capo di una setta segreta a sfondo sessuale

Allison Mack, la Chloe di Smallville, sarebbe a capo di una setta segreta a sfondo sessuale. È l’accusa choc nei confronti dell’attrice che interpretava l’amica del giovanissimo Clark Kent nella serie tv che è andato in onda per 10 anni dal 2001 al 2011.
Viso angelico, classica ragazza della porta accanto, avrebbe reclutato donne per farle diventare delle schiave sessuali.

Allison_Mack_d1614880c97c173fddd763969521db77L’incredibile storia è stata riportata dai media britannici e la vedrebbero come uno dei membri più importanti del culto Dos, acronimo di “dominus obsequious sororium”, ovvero “padrone delle donne schiave”.
La storia è emersa dalle testimonianze di alcune di queste donne vittime della setta che, pentite, hanno rilasciato alla celebre testata la loro dichiarazione. Il Sun ha infine lanciato l’accusa pesante nei confronti della Mack sostenendo come lei fosse stata incaricata dal fondatore della setta Keitg Raniere di reclutare circa 25 ragazze per farne loro delle schiave del sesso.
Le vittime riceverebbero addirittura un marchio a fuoco sulla pelle con le iniziali del fondatore, costrette al digiuno, all’obbedienza nei confronti del loro padrone, a sottoporsi a prove di dolore e a consegnare foto e filmati personali in pose hot. E la bionda attrice di Smallville sarebbe passata da vittima a carnefica di tali oscenità e atrocità.

Liv Tyler, sexy 40enne in lingerie rossa

L’attrice, 40 anni, che ha dato alla luce il suo terzo figlio poco più di un anno fa, sfodera curve da capogiro in biancheria in pizzo.

C_2_fotogallery_3083852_upiFoto1FLiv Tyler posa per un marchio di lingerie mostrando il suo fisico mozzafiato, e dice: “Mi piace essere femminile e chic”. Liv è mamma di tre bambini: Sailor, due anni, e Lula, 16 mesi, avuti dal compagno Dave Gardner, e il figlio Milo, 11 anni, avuto dall’ex marito Royston Langdon.

Cindy cavalca il revival in jeans e topless

Sorriso disarmante e topless in jeans: Cindy Crawford regala agli amanti del passato un tuffo negli anni 90 presentando una collezione revival disegnata con Re/Done e Levis. Denim e capi basic, come quando la stessa Cindy appariva seducente con un top bianco e un paio di jeans, come nel leggendario spot Pepsi.

C_2_box_42362_upiFoto1FEra il 1991 e quei semplici pantaloncini di denim sdrucito simbolo di seduzione sono ancora nell’armadio della supertop, in attesa che la figlia li ritiri fuori, ha confessato Cindy Crawford.
Nel frattempo, lo spunto per questa collezione l’ha offerto proprio la quindicenne Kaia Gerber, estimatrice del brand Re/Done. Non conoscendo questo marchio tanto caro alla sua ragazza, Cindy Crawford ha iniziato a seguirlo su Instagram, postando ironicamente una foto di lei con un vecchio Levi’s e didascalia provocatoria “stavo facendo Re/Done prima di Re/Done“. Il post ha attratto l’attenzione dei fondatori dell’azienda che l’hanno contattata per creare la sua linea.
Così la top che con le sue curve ha fatto sognare milioni di teenagers ha deciso di cavalcare l’onda nostalgica. Gli estimatori di quel periodo sono ancora tantissimi e c’è da scommettere che la collezione firmata da Cindy Crawford andrà esaurita.

Il pancione in passerella scatena la polemica

Un pancione in passerella, a New York, ha riacceso una vecchia polemica.
A scatenare tutto, un post Instagram di Nicole Phelps di Vogue Runway. Ritrae una modella mentre sfila col pancione accompagnata dal suo commento: “Assisto alle sfilate da 21 anni e ho visto una modella incinta in passerella esattamente un’altra volta. Qualcosa che fa pensare”.

C_2_box_42266_upiFoto1FLa top in questione è Maia Ruth Lee, alla sfilata dei designer Mike Eckhaus e Zoe Latta: il pancione di otto mesi non solo visibile, ma esibito, grazie al cardigan sbottonato proprio all’altezza del ventre e richiuso subito sotto.
Una bella visione, che ripropone tanti interrogativi relativi al mondo della moda. Perché gli stilisti non pensano a vestire il corpo delle donne in questa delicata fase della vita? La donna incinta viene considerata meno bella delle altre per sfilare? Bisogna nascondere le forme o sfoggiarle con orgoglio? A questi, si aggiungono le perplessità di chi sottolinea che lo stress da Fashion Week è eccessivo e quindi sconsigliabile nel periodo in cui si è incinte. E il pudore di chi non apprezza venga messa in mostra e spettacolarizzata una situazione e una parte del corpo tanto intima.
Ma se la bassa frequenza di modelle incinte sulle passerelle è indubbia, è pur vero che qualcosa si muove ed esistono comunque dei casi che hanno fatto notizia. Irina Shayk ha sfilato in bikini per Victoria’s Secret con un lieve pancino, confermando le indiscrezioni sulla sua prima gravidanza. Per lo stesso marchio, l’ultimo pancione è stato quello di Ana Beatriz Barros. In Italia? Bianca Balti è stata la star della passerella “Viva la Mamma” per Dolce & Gabbana mentre aspettava Mia. Molto prima di lei, Raffaella Fico ha sfilato in costume mentre attendeva Pia, la figlia di Mario Balotelli. Persino in India, Carol Gracias ha portato il pancione in passerella per il marchio Gaurang Shah.

Giulia Salemi torna sul red carpet di Venezia e dal 12 settembre, su Mtv con “Ridiculousness Italia”

Giulia Salemi torna sul luogo delitto. A un anno di distanza dalla sua “scandalosa” apparizione la splendida conduttrice persiana torna sul red carpet della 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia.

giulia salemi_2_08180116Alle 19.30 sarà presente alla proiezione del film “Le Fidèle”, del regista belga Michael R.Roskam già candidato all’Oscar nel 2012.
Per l’occasione Giulia Salemi indossa un abito della stilista Chiara Boni e il suo make-up è curato da Yves-Saint-Laurent beauty, marchio di cui è testimonial. Il blasonato brand francese organizza per la serata un esclusivo party d’eccezione, a cui Giulia partecipa indossando una creazione di Atelier Emè.
Ma per la Salemi e’ partito il count down per il rientro in Tv: dal 12 settembre al martedi in seconda serata l’appuntamento e’ su MTV (in esclusiva su Sky al canale 133), con “Ridiculousness Italia”, la versione italiana del celebre show americano che raccoglie e commenta i video amatoriali più divertenti che circolano sul web.
Con lei alla conduzione dei 15 episodi dello show, Stefano Corti e Alessandro Onnis.

Julia Roberts sfila per Calzedonia. Alla serata dedicata ai collant anche Chiara Ferragni

Calzedonia ha presentato con Julia Roberts la collezione collant durante l’esclusiva sfilata #CalzedoniaLegShow a Verona nell’headquarter dell’azienda.
Quest’anno il marchio ha deciso di rappresentare il suo core business, il collant, protagonista indiscusso dello show, e celebrare questo accessorio che sta vivendo un momento di grande ritorno nella fashion industry, come visto sulle più importanti passerelle della moda internazionale.

5September-DV2_2940_07175658La collezione, che è stata indossata da 20 modelle di fama internazionale, vede protagonisti collant dalle più svariate fantasie, dall’intramontabile trama a rete, ai pois, alle divertenti longuette, ai glitter e alle stampe sempre più originali. Grazie a uno styling minimal e sensuale, le gambe delle donne e la collezione collant autunno/inverno sono stati protagonisti di uno show con il sapore di una sfilata moderna e glam, arricchita da coreografie ed elementi grafici che incarnano il mondo tutto al femminile di Calzedonia.
L’evento ha visto la partecipazione straordinaria della testimonial d’eccezione del marchio Calzedonia, Julia Roberts, che ha presenziato in prima fila alla sfilata serale del 5 Settembre.
I numerosi followers di Calzedonia hanno seguito attivamente l’evento su tutte le piattaforme social, grazie all’hashtag dedicato #CalzedoniaLegShow.
Non poteva quindi mancare la top influencer Chiara Ferragni, presente alla sfilata del 5 Settembre alle ore 12.00.

Laura Chiatti, scatto con… “balconata”

Su Instagram Laura Chiatti ha fatto della sobrietà il suo marchio di fabbrica, ma questa volta l’attrice si è concessa uno scorcio azzardato. Un selfie con il generoso décolleté in primo piano, baciato dagli ultimi raggi di sole, e a fianco l’ironico commento: “E per le non amanti della mia logorante noia …. oggi anche un po’ di balcone !!!!!”. Una “noia” a cui Laura si abbandona ogni giorno più che volentieri…

C_2_articolo_3091240_upiImageppLa Chiatti non vuole perdersi nulla dei primi anni dei suoi bambini e se li vuole coccolare nella massima tranquillità. Pazienza quindi se per farlo deve rinunciare a qualche evento mondano o qualche party eleganti, le priorità nella sua vita adesso si chiamano Enea (2 anni) e Pablo (1 anno). E proprio a loro è dedicato il tatuaggio sulla gamba, con due cuori colorati che circondano i loro nomi. Un modo per averli sempre vicino, anche quando è lontana da loro.