Cindy cavalca il revival in jeans e topless

Sorriso disarmante e topless in jeans: Cindy Crawford regala agli amanti del passato un tuffo negli anni 90 presentando una collezione revival disegnata con Re/Done e Levis. Denim e capi basic, come quando la stessa Cindy appariva seducente con un top bianco e un paio di jeans, come nel leggendario spot Pepsi.

C_2_box_42362_upiFoto1FEra il 1991 e quei semplici pantaloncini di denim sdrucito simbolo di seduzione sono ancora nell’armadio della supertop, in attesa che la figlia li ritiri fuori, ha confessato Cindy Crawford.
Nel frattempo, lo spunto per questa collezione l’ha offerto proprio la quindicenne Kaia Gerber, estimatrice del brand Re/Done. Non conoscendo questo marchio tanto caro alla sua ragazza, Cindy Crawford ha iniziato a seguirlo su Instagram, postando ironicamente una foto di lei con un vecchio Levi’s e didascalia provocatoria “stavo facendo Re/Done prima di Re/Done“. Il post ha attratto l’attenzione dei fondatori dell’azienda che l’hanno contattata per creare la sua linea.
Così la top che con le sue curve ha fatto sognare milioni di teenagers ha deciso di cavalcare l’onda nostalgica. Gli estimatori di quel periodo sono ancora tantissimi e c’è da scommettere che la collezione firmata da Cindy Crawford andrà esaurita.

Il pancione in passerella scatena la polemica

Un pancione in passerella, a New York, ha riacceso una vecchia polemica.
A scatenare tutto, un post Instagram di Nicole Phelps di Vogue Runway. Ritrae una modella mentre sfila col pancione accompagnata dal suo commento: “Assisto alle sfilate da 21 anni e ho visto una modella incinta in passerella esattamente un’altra volta. Qualcosa che fa pensare”.

C_2_box_42266_upiFoto1FLa top in questione è Maia Ruth Lee, alla sfilata dei designer Mike Eckhaus e Zoe Latta: il pancione di otto mesi non solo visibile, ma esibito, grazie al cardigan sbottonato proprio all’altezza del ventre e richiuso subito sotto.
Una bella visione, che ripropone tanti interrogativi relativi al mondo della moda. Perché gli stilisti non pensano a vestire il corpo delle donne in questa delicata fase della vita? La donna incinta viene considerata meno bella delle altre per sfilare? Bisogna nascondere le forme o sfoggiarle con orgoglio? A questi, si aggiungono le perplessità di chi sottolinea che lo stress da Fashion Week è eccessivo e quindi sconsigliabile nel periodo in cui si è incinte. E il pudore di chi non apprezza venga messa in mostra e spettacolarizzata una situazione e una parte del corpo tanto intima.
Ma se la bassa frequenza di modelle incinte sulle passerelle è indubbia, è pur vero che qualcosa si muove ed esistono comunque dei casi che hanno fatto notizia. Irina Shayk ha sfilato in bikini per Victoria’s Secret con un lieve pancino, confermando le indiscrezioni sulla sua prima gravidanza. Per lo stesso marchio, l’ultimo pancione è stato quello di Ana Beatriz Barros. In Italia? Bianca Balti è stata la star della passerella “Viva la Mamma” per Dolce & Gabbana mentre aspettava Mia. Molto prima di lei, Raffaella Fico ha sfilato in costume mentre attendeva Pia, la figlia di Mario Balotelli. Persino in India, Carol Gracias ha portato il pancione in passerella per il marchio Gaurang Shah.

Giulia Salemi torna sul red carpet di Venezia e dal 12 settembre, su Mtv con “Ridiculousness Italia”

Giulia Salemi torna sul luogo delitto. A un anno di distanza dalla sua “scandalosa” apparizione la splendida conduttrice persiana torna sul red carpet della 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia.

giulia salemi_2_08180116Alle 19.30 sarà presente alla proiezione del film “Le Fidèle”, del regista belga Michael R.Roskam già candidato all’Oscar nel 2012.
Per l’occasione Giulia Salemi indossa un abito della stilista Chiara Boni e il suo make-up è curato da Yves-Saint-Laurent beauty, marchio di cui è testimonial. Il blasonato brand francese organizza per la serata un esclusivo party d’eccezione, a cui Giulia partecipa indossando una creazione di Atelier Emè.
Ma per la Salemi e’ partito il count down per il rientro in Tv: dal 12 settembre al martedi in seconda serata l’appuntamento e’ su MTV (in esclusiva su Sky al canale 133), con “Ridiculousness Italia”, la versione italiana del celebre show americano che raccoglie e commenta i video amatoriali più divertenti che circolano sul web.
Con lei alla conduzione dei 15 episodi dello show, Stefano Corti e Alessandro Onnis.

Julia Roberts sfila per Calzedonia. Alla serata dedicata ai collant anche Chiara Ferragni

Calzedonia ha presentato con Julia Roberts la collezione collant durante l’esclusiva sfilata #CalzedoniaLegShow a Verona nell’headquarter dell’azienda.
Quest’anno il marchio ha deciso di rappresentare il suo core business, il collant, protagonista indiscusso dello show, e celebrare questo accessorio che sta vivendo un momento di grande ritorno nella fashion industry, come visto sulle più importanti passerelle della moda internazionale.

5September-DV2_2940_07175658La collezione, che è stata indossata da 20 modelle di fama internazionale, vede protagonisti collant dalle più svariate fantasie, dall’intramontabile trama a rete, ai pois, alle divertenti longuette, ai glitter e alle stampe sempre più originali. Grazie a uno styling minimal e sensuale, le gambe delle donne e la collezione collant autunno/inverno sono stati protagonisti di uno show con il sapore di una sfilata moderna e glam, arricchita da coreografie ed elementi grafici che incarnano il mondo tutto al femminile di Calzedonia.
L’evento ha visto la partecipazione straordinaria della testimonial d’eccezione del marchio Calzedonia, Julia Roberts, che ha presenziato in prima fila alla sfilata serale del 5 Settembre.
I numerosi followers di Calzedonia hanno seguito attivamente l’evento su tutte le piattaforme social, grazie all’hashtag dedicato #CalzedoniaLegShow.
Non poteva quindi mancare la top influencer Chiara Ferragni, presente alla sfilata del 5 Settembre alle ore 12.00.

Laura Chiatti, scatto con… “balconata”

Su Instagram Laura Chiatti ha fatto della sobrietà il suo marchio di fabbrica, ma questa volta l’attrice si è concessa uno scorcio azzardato. Un selfie con il generoso décolleté in primo piano, baciato dagli ultimi raggi di sole, e a fianco l’ironico commento: “E per le non amanti della mia logorante noia …. oggi anche un po’ di balcone !!!!!”. Una “noia” a cui Laura si abbandona ogni giorno più che volentieri…

C_2_articolo_3091240_upiImageppLa Chiatti non vuole perdersi nulla dei primi anni dei suoi bambini e se li vuole coccolare nella massima tranquillità. Pazienza quindi se per farlo deve rinunciare a qualche evento mondano o qualche party eleganti, le priorità nella sua vita adesso si chiamano Enea (2 anni) e Pablo (1 anno). E proprio a loro è dedicato il tatuaggio sulla gamba, con due cuori colorati che circondano i loro nomi. Un modo per averli sempre vicino, anche quando è lontana da loro.

Cecilia Rodriguez, l’estate vista da dietro

Se la sorella Belen continua ad alimentare il gossip con la sua storia di presunti tira e molla con Andrea Iannone, Cecilia Rodriguez è innamorata più che mai del fidanzato storico, Francesco Monte. Le due Rodriguez dunque l’amore lo vivono diversamente ma su altro sono decisamente in sintonia.

C_2_box_37762_upiFoto1FSul fisico perfetto ad esempio. Amanti del fitness, non perdono occasione per mostrare le curve ma quest’anno è Cecilia Rodriguez ad aggiudicarsi il premio della più bollente.
Vuoi per fare pubblicità al suo marchio di costumi Me fui, vuoi per esibire i risultati dopo un inverno in palestra, fatto sta che Cecilia è praticamente sempre in bikini. In particolare, Cecilia Rodriguez sembra amare farsi ritrarre da dietro, il suo Instagram è un tripudio di lati B fasciati nei modelli minimal e iper colorati del brand. Arcobaleni, palme e fantasie però non sono sufficienti a distogliere lo sguardo dei follower, concentratissimo sul lato B perfetto.

Operai picchiati a sangue e sottopagati, sotto accusa il marchio di scarpe di Ivanka Trump

Dopo l’abbigliamento anche le scarpe firmate Ivanka Trump e Made in China finiscono nel mirino per violazione di diritti umani.

2531529_1840_ivankaokSecondo un’inchiesta dell’Associated Press, alla Ganzhou Huajian International Shoe City Co, che appunto produce il marchio della First Daughter, gli operai sarebbero stati picchiati a sangue, colpiti in testa con i tacchi delle scarpe, costretti a lavorare per lunghe ore e pagati un dollaro all’ora. Secondo il China Labor Watch, la fabbrica è tra le peggiori in Cina per violazione dei diritti degli operai i quali sarebbero persino costretti a firmare false buste paga con salari gonfiati sotto minaccia di un licenziamento. Abigail Klem, presidente del marchio Ivanka Trump ha detto che da marzo l’azienda ha sospeso la produzione nella fabbrica in Cina, ma sempre secondo il China Labor Watch, la programmazione di aprile mostrava che quasi mille paia di scarpe dovevano essere consegnate per maggio.

“Petto sexy” è il costume di moda per l’estate 2017

È sul grande schermo proprio in questi giorni “Baywatch”, la versione cinematografica del telefilm che, negli anni Novanta, ci ha fatto sospirare sulle rive di Emerald Bay. Da allora, il binomio costume intero rosso-Pamela Anderson è diventato inscindibile, un’associazione di idee lampante a qualunque latitudine e trasversale nelle generazioni. E dopo anni di imperanti bikini, ecco tornare il monopezzo, alla ribalta durante l’estate che vede rivivere le storie di Baywatch. Ma il fashion system, si sa, ogni giorno ne tira fuori una dal cilindro: come rilanciare il pezzo intero per la stagione 2017?

2503880_1636_schermata_06_2457919_alle_16.35.15

Beloved Shirts, marchio famoso per il suo stile unconventional (e per un pizzico di irriverenza), propone “bañador pecho sexy” (costume petto sexy) e basta guardare le immagini per capire di che si tratta. Sul capo una stampa assai realista del petto nudo di un uomo villoso. Base nude per il costume disponibile in diversi toni da adattare al proprio fototipo. Per alcuni è un trend di cattivo gusto, per altri un gesto provocatorio (nei confronti di chi? Di quelle che abbracciano la moda del look selvaggio e dicono no alla ceretta, sì al pelo naturale?). Quel che è certo è che attira l’attenzione giocando con un trompe l’oeil che, almeno da lontano, non può non strappare una risata. C’è chi le sperimenterebbe tutte pur di puntare i riflettori su di sé, anche in spiaggia, mentre alcune scenderebbero volentieri con un sacco di iuta addosso pur di non affrontare la prova costume.

Da Belen alla Gregoraci, sono tutte capricciose

Arriva l’estate e le star si scoprono essere tutte capricciose. Persino Belen si sbilancia in spagnolo “Un poquito caprichosa si señor!!!“.

C_2_box_32967_upiFoto1F-1024x576A giocare con l’aggettivo che solletica l’ego femminile è l’omonimo marchio, che lo propone sui propri capi, piazzato su sfondi a tinta unita. Il costume Capricciosa delle sorelle Belen e Cecilia Rodriguez esalta le loro curve, nemmeno Melita Toniolo riesce a farne a meno, Elisabetta Gregoraci lo sceglie nero per farsi bruciare dal sole.
Del resto, alzi la mano chi non si è mai sentito un po’ capriccioso: anche da adulte, alle showgirl piacerebbe tornare bambine. E sempre rimanendo sul tema infantile, ecco spuntare il marchio in versione Barbie. Anche questa trovata farà di sicuro impazzire le star: per esempio Costanza Caracciolo che confessa maliziosa: “Capricciosa io??“.

Presa di mira dai bulli per le sopracciglia, la 17enne si prende la sua rivincita

Natalia Castellar è stata presa di mira dai bulli per tanto tempo per le sue sopracciglia folte e lunghe, ma ora la 17enne ha avuto la sua rivincita e ha ottenuto un contratto con un’agenzia di modelle.

2082558_natalia4

“Quando ero ancora più piccola, era una cosa che mi facevano notare tutti quanti”, ha raccontato la giovane a ‘W Magazine’. “Ero presa in giro a causa della lunghezza delle mie sopracciglia e per quanto erano folte”, ha aggiunto.

natalia2_15182054

Secondo quanto riportato da ‘Metro.co.uk’, oggi a Natalia non importa cosa pensa la gente e si dice fiera che le sue sopracciglia siano diventate in fondo il suo ‘marchio di fabbrica’.  Apprezzato a tal punto che un’agenzia di model management le ha proposto un contratto: “Ho appena concluso le pratiche e sono molto entusiasta di essere entrata a farne parte – ha raccontato in un’intervista a ‘Urban Outfitters’ – non vedo l’ora di viaggiare e lavorare”.