Elisabetta Canalis, un gelato con Luca Argentero a Roma

C_2_fotogallery_3080717_upiFoto1FElisabetta Canalis sexy e taccatissima si mangia un gelato insieme a Luca Argentero. La ex velina, in vacanza in Italia, e l’attore, senza la fidanzata Cristina Marino, partecipano a un evento goloso nella capitale e le loro degustazioni non passano inosservate…

Melory Blasi si sposa, Totti a nozze

Un mese fa le nozze in Comune, ora il matrimonio religioso e la grande festa per Melory Blasi e Tiziano Panicci. La sorellina di Ilary e il fidanzato storico hanno detto sì nella chiesa San Bartolo di Roma, ma tra gli invitati tutti a far la fila per un selfie con l’ex “capitano”. Rilassato ed elegante Francesco Totti non si è sottratto alle foto di rito e la moglie Ilary Blasi, sexy e scollata, sorrideva divertita.

C_2_articolo_3082014_upiImageppSoltanto qualche giorno fa li abbiamo visti in vacanza a Mykonos con la famiglia tra tuffi in mare, bagni di sole e acrobazie sul lettino. Ilary e Totti hanno catalizzato gli sguardi sulla spiaggia per i siparietti familiari e per le curve sensuali della showgirl. Anche solo una passeggiata serale o una capatina in panificio sono state occasione per fotografie e scatti senza fine. Ora hanno lasciato il mare per rientrare in città, a Roma, dove la sorella della Blasi ha sposato il fidanzato. Una festa tra amici e parenti, tante risate e ancora tante foto… sopratutto con Totti.

Trattative ancora in corso, ma tutti i tifosi già sognano con la sexy Astrid

Le trattative sono ancora in corso, dopo alcuni rallentamenti, ma nei prossimi giorni dovrebbe arrivare l’ufficialità del trasferimento del 22enne terzino Rick Karsdorp dal Feyenoord alla Roma. I tifosi giallorossi, però, già sognano di poter vedere, all’Olimpico, la sexy Astrid, fidanzata del calciatore olandese.
Nome nordico e cognome che tradisce origini sudamericane, Astrid Lentini è una modella decisamente esplosiva.

2519045_1037_astrid_lentini_rick_karsdorp_wags_serie_a2Le sue curve, con cui ha conquistato Karsdorp, mandano continuamente in estasi i follower.
L’affare tra Roma e Feyenoord sta per concludersi (manca ancora un accordo sui bonus), mentre quello tra il club capitolino e il calciatore è stato già raggiunto da tempo.
Karsdorp, che milita anche nella nazionale olandese, sarà quindi il rinforzo per la squadra di Di Francesco che, con Florenzi ancora ai box, si ritrova con il solo Bruno Peres nel ruolo di terzino destro.

13671091-1075476882501149-827041689-n-1475745391116-1634Rick e Astrid adorano il sole e il mare: appena possono, lasciano l’Olanda per andare in spiagge paradisiache, privilegiando l’Oceano.
Come potete notare nelle loro foto su Instagram, un’altra passione condivisa dalla coppia è quella per i tatuaggi.
I tifosi giallorossi attendono quindi con ansia la chiusura dell’affare, anche per motivi extracalcistici.
Tutti si chiedono, infatti, se Astrid farà presenza fissa allo stadio Olimpico, magari in compagnia di Irene, la moglie del messicano Hector Moreno, anche lui preso da un club di Eredivisie, in questo caso il PSV Eindhoven.

Roma capitale del fetish: boom di fruste e guinzagli, maschere e collari

Roma regina della trasgressione e del fetish. Secondo un’inchiesta dell’Adnkronos aumentano quelli che scelgono un sabato sera non convenzionale, come Luca, un ragazzo sulla trentina incontrato in una sala piena di ragazzi vestiti per lo più di nero.
Molti indossano maschere e collare, qualche ragazza gira al guinzaglio con il partner fasciata in un abito di latex, o con indosso solo un tanga e calze a rete. Al lato della pista un tappeto di uomini sdraiati a terra sono immobili e si fanno calpestare da tre ragazze issate su tacchi a spillo affilati. “Io non sono fatto per il dolore fisico – spiega Luca – non sono masochista ma mi piace l’ambiente fetish, quello che mi trasmette e come mi fa sentire”.

C_NDPGIWsAIv1l6Al centro della sala un ragazzo si fa frustare da una donna sui 50anni, mentre accanto a lui un’altra è in piedi sulla trampling swing, una sorta di altalena, dove si dondola sopra un uomo che indossa una maschera antigas. Benvenuti al Revolution Party, tra le principali serate a tema fetish della Capitale, che abbraccia anche il mondo del bdsm – acronimo di bondage, disciplina e dominazione, sadismo e masochismo. Dimenticate però le atmosfere da ’50 sfumature di grigio’, o l’idea che si tratti di ambienti elitari perché, come racconta René, uno degli organizzatori della serata, ogni mese eventi come questo riescono a radunare anche 500 persone a notte. “Siamo passati da 250 a 550 persone a serata – spiega l’organizzatore, che assieme alla sua compagna da un anno ha aperto le porte del fetish a centinaia di ragazzi e ragazze – chi viene qui sa di essere libero e prova delle belle emozioni. Anche chi non pratica bdsm partecipa perché condivide la passione per un ambiente molto stimolante, anche intellettualmente, nel quale è facilissimo socializzare”.
Partecipare a queste serate è più semplice di quel che sembra, nonostante in alcuni casi ci sia una selezione da superare. Una volta arrivati all’ingresso, vengono snocciolate le regole e il comportamento da tenere in sala. “Chi non le rispetta viene accompagnato fuori e non entra più” precisa l’organizzatore. “Le nostre non sono feste elitarie, chi viene lo fa anche per il clima che si respira. Qui nel giro di 8 mesi si sono formate 22 coppie” rimarca. Variegato il popolo del fetish che va dal banchiere allo studente universitario, dalla professionista all’operaio. E ancora turisti, italiani e stranieri. Età variabile tra i 18 e 60 anni. Curiosi, bisessuali, omosessuali e etero, sposati e non. “Ma soprattutto – ci tiene a specificare l’organizzatore – ci sono tante donne, che vengono anche solo per sfoggiare abiti goth e ballare”. E proprio alle signore, in quasi tutte le feste a tema bdsm è dedicata la Femdom, un’area alla quale gli uomini possono accedere solo se sottomessi. Qui spiccano i feticisti, che amano accarezzare, annusare, leccare e venerare i piedi. “Gli uomini che entrano sono sottomessi, possono leccare i piedi, massaggiarli e servire le donne ma non si va oltre il ginocchio” ci spiegano.
Chi vuole accedere a queste feste deve rispettare un dress code. Banditi jeans, t-shirt casual o abiti da lavoro. Ad andare per la maggiore sono i look in latex, pelle, pvc, e nude, ma anche maschere, guanti, reti, intimo, corsetti, e abiti presi in prestito dal mondo del medical, militare o burlesque. Il total black può essere un buon compromesso. “Ormai anche il dress code sta diventando un’alternativa fashion, senza pregiudizi – sottolineano – Anche a Roma, che è una città molto più aperta di quanto si pensi”.
Lo sa bene Max Mangiabene, proprietario del fetish shop ‘Veleno’, che organizza ogni mese ‘La rosa e le spine’, una festa a tema bdsm chiamando a raccolta decine di ‘bdsmers’: “Al mondo fetish si avvicinano tante persone, soprattutto dai 18 ai 25 anni – afferma – che cominciano a conoscere questo mondo grazie a feste ed eventi specifici. Non so se siano incuriositi dal feticismo del piede, dell’abito, dal mondo della dominazione o dalla sottomissione, ma c’è molto interesse, molta voglia di conoscere. Prima era un ambiente chiuso, ora c’è un’esplosione. A Roma e tutta Italia finalmente”.
A Roma, in particolare, hanno preso piede tantissime feste, ormai se ne contano 5 o 6 al mese, spiega Max. “Guarda che quello che facciamo qui lo fanno anche a Londra, Amsterdam e Berlino, ovunque in Europa” ci spiega invece Alex, un ragazzo francese che racconta di partecipare ogni mese a queste serate. Eppure per molti questo ambiente è ancora un tabù: “Per gli altri siamo sempre dei malati, degli stupidi – commenta Max – in realtà siamo delle persone normalissime alle quali piace divertirsi, ballare e fare quello che fanno tutti”.
La regola principale quando si pratica bdsm, ci spiegano, è essere sempre consenzienti, e rispettare i tre principi della sigla SSC, ossia sicuro sano e consensuale, come sottolinea Davide La Greca, noto nell’ambiente come Maestro BD, e vera istituzione per quanto riguarda il bondage: “Sano e sicuro è un’utopia, è quello a cui dovremmo aspirare. Il bondage sicuro al cento per cento non può mai esserlo, perché nessuna pratica umana lo è. Ma nel momento in cui si fa bondage bisogna stare attenti a non creare danno, fare tutto tenendo conto dei rischi che si possono correre ed evitare i peggiori o essere pronti a intervenire”.
Per molti si tratta di una vera e propria filosofia di vita. Per altri è solo un’alternativa trasgressiva a quello che in ambiente è conosciuto come vanilla sex, ossia il sesso ‘tradizionale’. Il termine psichiatrico, specifica Davide, è parafilia. “Ossia un modo alternativo di vivere una sensazione positiva, un affetto – chiosa – Chi prova piacere non attraverso l’atto sessuale diretto ma tutta una serie di parafilie. Il bdsm ha messo insieme queste pratiche che è fondamentalmente lo scambio di potere. In una coppia si decide che uno prender il potere sull’altro e l’altro glielo cede consensualmente, in modo libero. Questo scambio di potere crea emozioni”.
Ma quand’è che le pratiche del bdsm diventano patologiche? Secondo Fabrizio Quattrini, docente di clinica delle parafilie e della devianza dell’Università de L’Aquila, si parla di patologia “solo nel momento in cui chi mette in atto una pratica bdsm la vive come elemento disfunzionale alla propria sessualità”. La patologia, spiega Quattrini, “scatta solo nel momento in cui la persona soffre o fa soffrire e quindi vive nella sofferenza quel piacere erotico e sessuale. Nel bdsm ci possono essere pratiche sadiche e masochistiche. Se la persona le vive con consensualità, rispetto, educazione e armonia non c’è l’aspetto patologico”.
Chi partecipa a una festa bdsm sa bene ed è consapevole di quello che sta facendo: “Lì dentro non vedrò mai una persona che ha paura – sottolinea Quattrini – Posso invece percepire paura o ansia nella persona che è incuriosita, fa una ricerca su internet e magari in un primo momento non comprende”.
“E’ una situazione mista e variegata anche rispetto al genere – spiega il sessuologo – ci sono uomini e donne, il dominante e il dominato, non solo master e slave. Esistono anche le mistress e gli slave. Eterosessuali, omosessuali, bisessuali, transessuali e transgender sono da sempre inseriti in questa unità con apertura e rispetto che da altre parti non si vede”. Il popolo del bdsm, insomma, è molto più nutrito di quanto si immagini. “Si pensa che sia un discorso di nicchia ma non è esattamente così – afferma Quattrini – Il dato che io ho e che risale al 2014 parla di 4 milioni di italiani che praticano regolarmente bdsm”.

Claudia Gerini e Andrea Preti, amore alla luce del sole: passeggiata romantica a Roma

Un amore ormai alla luce del sole quello fra Claudia Gerini e Andrea Preti.

a_03175102

L’attrice, dopo l’addio al compagno Federico Zampaglione dopo una love story di 11 anni, ha ufficializzato la relazione con l’ex modello e isolano (17 anni di differenza) attraverso i social ed è stato fotografato da “Diva e donna” durante una romantica passeggiata nella Capitale insieme alla sua dolce metà.

Topless e foto hot sul profilo Instagram del portiere della Roma: ecco cosa è successo

Gli hacker colpiscono Wojciech Szczesny. Il portiere della Roma è stato vittima di un attacco sul proprio profilo Instagram.

C4JPHURW8AE3qW3

All’improvviso sono spuntate imbarazzanti foto di una ragazza in topless e in pose hot.
Il giocatore si è prima scusato con gli utenti per le immagini e l’imprevisto, poi ha eliminato e riaperto il profilo.

Francesco Totti e telefono azzurro dicono ”stop al bullismo”

Francesco Totti presta il suo volto contro il bullismo. “Parlane con chi vuoi, ma ti prego parla. Non tacere, vedrai insieme ce la faremo, non ti lascio solo. Io dico stop al bullismo, insieme ce la faremo”.

160126245-26bef8c2-70fa-4f08-8aa1-4fc1f9678455

Questo è quanto afferma il capitano della Roma in un video, intitolato “Totti non sta zitto”, che apre la campagna contro il bullismo di Telefono Azzurro, in vista della prima Giornata Nazionale contro il Bullismo il 7 febbraio.
L’Associazione nata nel 1987 con lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia è da quasi trent’anni in prima linea nella tutela dei diritti dei minori, attraverso le attività di ascolto alle linee 114 e 19696 e di intervento e prevenzione, messe in campo ogni giorno 24 ore su 24.

“Grazie mille Diego”: Maradona manda le rose a Totti, lui risponde su Facebook

Francesco Totti si emoziona per gli auguri del grande Diego. La bandiera della Roma ha ricevuto un biglietto d’auguri e un mazzo di fiori da parte di Maradona e lo ringrazia su Facebook. Questo il messaggio per il campione argentino: «Buon anno anche a te e a tutta la tua famiglia».

15977847_781319122021127_1862303811533303348_n (1)

Maradona in questi giorni si trova a Napoli dove parteciperà a uno spettacolo teatrale di Alessandro Siani. Totti ha pubblicato sul suo profilo Facebook la foto del mazzo di rose e quella del biglietto d’auguri. Uno scambio di cortesie tra due grandi campioni.

Roma, casa di appuntamenti in un centro estetico a Termini: arrestata

C’era una casa di appuntamenti in un centro estetico di Roma Termini. La titolare era stata già condannata per sfruttamento della prostituzione ed aveva chiesto di poter usufruire di un regime alternativo alla detenzione. Il Tribunale di Sorveglianza, per potersi pronunciare ha delegato la Polizia di Stato ad effettuare i relativi accertamenti. La proposta avanzata dalla cittadina cinese prevedeva la possibilità di lavorare presso un centro estetico situato nella zona della Stazione Termini.

24971

Svolgendo una accurata attività investigativa durata oltre due mesi, gli agenti del commissariato Viminale, diretto dalla dr.ssa Giovanna Petrocca, hanno appurato come, dietro l’insegna di un normale centro estetico si celasse in realtà una vera e propria attività di prostituzione, gestita dalla stessa 45enne cinese avvalendosi di una sua connazionale. Ieri è scattato il blitz. Nel corso dell’intervento il locale, peraltro con gravi carenze igieniche, è stato sottoposto a sequestro penale con l’apposizione dei sigilli. Sequestrata anche una cospicua somma di denaro, presumibile frutto delle prestazioni sessuali nonché un cellulare utilizzato per fissare gli appuntamenti con i clienti, il cui numero era pubblicizzato su diversi siti internet a sfondo sessuale. I poliziotti, pertanto, hanno proceduto all’arresto della cittadina cinese presente all’interno del locale, mentre la connazionale ed un italiano, suoi complici, sono stati denunciati per lo stesso reato. Condotta in Tribunale per essere giudicata con rito direttissimo, l’arrestata è stata condannata alla pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione.

Mannequin challenge da record in discoteca a Roma

La sfida virale del “mannequin challenge” sbarca in una discoteca della capitale, per un’impresa che ha visto coinvolte quasi mille persone.

mannequin challenge record roma discoteca_27182754

Teatro del gioco che sta spopolando sui social, è il Planet, che, nella sala principale, quella dedicata alla musica Pop, ha visto il pubblico “immobilizzarsi” per 40 secondi.