Titanic, ecco perché Jack doveva morire. Lo svela il regista James Cameron

A vent’anni dall’uscita del kolossal “Titanic”, sono ancora tanti i fan che non si sono mai fatti una ragione per la morte di Jack alias Leonardo Di Caprio. E così è il regista James Cameron a scendere in campo per la motivazione definitiva.

http_i.huffpost.comgen4367666imagesn-TITANIC-628x314Nonostante in passato avesse già spiegato il perché il protagonista non sarebbe riuscito a salire sulla zattera con cui si è salvata Rose, questa volta Cameron avrebbe dissipato ogni dubbio e nel corso di un’intervista avrebbe spiegato “perché Jack doveva morire”.
“Si è trattato di una scelta artistica: la porta era abbastanza grande da ospitare Kate Winslet, non da reggere il peso di entrambi – spiega a Vanity Fair America -. Se fosse vissuto, il film sarebbe stato privo di significato. Credo che Titanic parli di morte, di separazione. Jack doveva morire. Fosse stato per il freddo o per la caduta di una ciminiera, poco importa. Sarebbe andato giù. Si chiama arte: le cose accadono per motivi artistici, non per regole fisiche”. Lo riporta il sito Vanity Fair.

La trasformazione fisica di Leonardo di Caprio e Kate Winslet dopo 20 anni dal film Titanic

FUNWEEK.IT – I due protagonisti del film Titanic sono stati immortalati dopo 20 anni dall’uscita della storica pellicola e tutti hanno notato la trasformazione fisica di Leonardo di Caprio e Kate Winslet.

2627738_8_20170821084615

Il popolo del web, come per altri casi (esempio Rihanna), ha però giudicato positivamente questo nuovo aspetto fisico e sono stati tanti i commenti di apprezzamento. Ecco come sono diventate le due star di Hollywood pizzicate nella villa in Costa Azzurra dell’attore.

Charlotte Casiraghi, passione in alto mare con Rassam

E’ passione irrefrenabile tra Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam a bordo del Pacha III, in Costa Azzurra. La coppia vive la sua prima estate d’amore sotto gli occhi di mamma Carolina e del fratello Andrea, anche lui sullo yacht con la moglie Tatiana e figli. Presente pure Raphael, il figlio della principessa avuto dal suo ex Gad Elmaleh. Tra baci e palpatine, Charlotte e Dimitri replicano la celebre scena del Titanic… ma con finale tutt’altro che drammatico.

C_2_articolo_3086543_upiImageppSono momenti felici quelli che Charlotte sta trascorrendo con i suoi affetti più cari. “Diva e Donna” e il “Settimanale Nuovo” immortalano un siparietto sereno: Dimitri gioca e intrattiene il piccolo Raphael con cui sembra ci sia già molta sintonia, mamma Carolina, con loro sulla lussuosa barca di famiglia, approva l’unione e… i baci di coppia abbondano. Insomma, una love boat a tutti gli effetti. E come per tutte le belle storie, nel Principato di Monaco sognano già i fiori d’arancio. C’è chi sussurra che la rampolla monegasca sia già in dolce attesa e chi invece parla di nozze imminenti. Al momento i diretti interessati sono troppo impegnati a scambiarsi lunghe effusioni con interessanti toccatine al largo per rilasciare dichiarazioni…

Nuda e in perfetta forma a 49 anni: la foto che i fan non si sarebbero mai aspettati

Non ha soltanto una delle più belle voci del pop internazionale, ma anche un corpo in perfetta forma. Celine Dion si mette a nudo letteralmente sulla pagina Instagram di “Vogue” e mostra un fisico perfetto nonostante i 49 anni.

41751423Seduta in una posizione strategica censura le parti intime del suo corpo. La cantante, nota soprattutto per la colonna sonora del film “Titanic”, in questi giorni si trova a Parigi per assistere alle sfilate di moda e la foto in questione è stata scattata in un momento di relax tra un cambio d’ abito e l’altro.

Di Caprio vince l’Oscar, Kate Winslet si commuove. I fan su Twitter: “Ma quando vi sposate?”

Leonardo Di Caprio ha finalmente conquistato la sua statuetta d’oro come migliore attore protagonista del suo ultimo film, The Revenant. Tensione tra il pubblico in sala, e non solo, al momento della proclamazione, ma la sua tifosa numero uno è stata sicuramente Kate Winslet che recitò con lui nel film “Titanic”.

leonardo-di-caprio-oscar-vittoria15-1000x600

Una coppia di grandi amici, lei in più occasioni è stata vicina all’attore, ma tutti i fan di Titanic non hanno mai smesso di sperare in un loro fidanzamento. La partecipazione di Kate è stata molto forte, così come l’abbraccio tra gli attori dopo la premiazione, le emozioni sono state tante che su Twitter i fan si sono scatenati.
Decine le foto che li ritraggono abbracciati, mentre si scambiano sguardi complici e tutti i fan commentano “Sposatevi”, “Questi due sono l’amore” e via di seguito.
Che magari dopo il naufragio più famoso della storia la tanto attesa statuetta non porti novità?

Di Caprio e le tre volte che ha sfiorato la morte: sul set ma non solo. “Sono stato fortunato”

In ‘Titanic’ Leonardo Di Caprio aveva rischiato l’ipotermia, così come sul set innevato dell’ultimo film di Alejandro González Inarritu ‘The Revenant’ nel quale interpreta il leggendario trapper americano Hugo Glass.

103177_20150505_96968_small_150430_232001_to300415spe_40660

Eppure, l’inclinazione a sfiorare la morte sembra accompagnarlo anche nella vita reale, come ha affermato l’attore, 41 anni, al mensile ‘Wired’, raccontando di aver rischiato di morire per ben tre volte. «Se un gatto ha nove vite – ha detto Di Caprio – penso di averne utilizzata già qualcuna». La prima volta che ha pensato di non farcela, come aveva già raccontato in passato, è stata sul set del film ‘Blood Diamond’ in Africa del Sud, quando durante un’immersione si è ritrovato faccia a faccia con un enorme squalo bianco: «Un pezzo di tonno, che serviva per attirarlo, è rimasto incastrato nella parte alta della gabbia in cui mi trovavo – ha raccontato – lo squalo ha cercato di prenderlo ed è entrato. Sono restato sul fondo della gabbia, appiattito. Era vicinissimo, appena sopra la mia testa». Ma allora l’attore di ‘Django Unchained’ rimase illeso.  Il secondo incidente si è verificato invece quando si trovava a bordo di un aereo in viaggio verso la Russia, durante il quale l’attore ha visto esplodere davanti ai suoi occhi una delle ali: «Ero seduto, guardavo l’ala del veivolo – ha raccontato – e questa è esplosa come una palla di fuoco, come una cometa. È stato strano. Hanno spento i motori per qualche minuto, nessuno diceva nulla, non volava una mosca. Era surreale. Hanno riavviato i motori e poi c’è stato un atterraggio d’emergenza allo Jfk». Infine l’ultima avventura mozzafiato è stata quella del lancio con il paracadute, fatto in tandem con un’altra persona: «Abbiamo tirato la corda del primo paracadute ma era aggrovigliata – ha spiegato – così il signore con cui mi trovavo l’ha tagliata. Abbiamo continuato in discesa libera per 5, 10 secondi. Non ho pensato al secondo paracadute, quindi credevo che stessimo precipitando, dritti verso la morte. Poi il mio compagno ha scosso la corda, riuscendo a togliere il groviglio. Il momento più divertente è stato quando mi ha detto ‘Probabilmente quando atterreremo ti spezzerai le gambe, perché arriveremo troppo velocemente’». Per fortuna, anche in questo caso, DiCaprio ne è uscito sano e salvo, riportando solo qualche graffio.