Fabrizia De Andrè, rivelazione choc della figlia di Cristiano: «Mio padre voleva abortissi»

Barbara D’Urso a Domenica Live torna a parlare di Cristiano De André e del suo rapporto coni figli. Dopo la scorsa puntata, in cui a dire la loro in studio erano stati i gemelli Francesca e Filippo, oggi, per la prima volta, parla la primogenita di Cristiano De André, Fabrizia, che ha sempre cercato di difendere il padre, nonostante il rapporto «travagliato».
Fino ad oggi.

3992655_1543_fabrizia_de_andre«Quando sono rimasta incinta – rivela – al terzo mese di gravidanza, mi ha detto di abortire, credo perché il mio compagno fa il cameriere e gli avrei chiesto un contributo economico, cosa che ha sempre dato e da alcuni mesi non fa più».
Al momento del parto, Cristiano non è andato a trovare Fabrizia, era in Thailandia a risposarsi. Al rientro in Italia, però, le era parso felice di vedere il piccolo. Poi, dopo quell’incontro, non si è più fatto vivo.
Fabrizia ammette di aver più volte difeso il padre anche quando non avrebbe dovuto, pure andando contro le parole dei fratelli, perché sentiva forte il legame con lui.
Poi, l’appello: «Vorrei che tu mi chiamassi, della parte economica non mi interessa nulla, ho bisogno di un padre».

Igor è morto a 14 anni, ucciso dal blackout game. L’appello choc dei genitori: «Attenti ai vostri figli»

Igor Maj è morto a 14 anni, trovato impiccato nella sua cameretta, pochi giorni fa: ora è emerso che il ragazzino, il cui nome è stato diffuso dai genitori in un appello diffuso in rete, potrebbe essere morto per un macabro gioco diffuso sul web, il cosiddetto blackout game. Riguardo il caso di Igor, trovato senza vita lo scorso 6 settembre a Milano, inizialmente si era pensato a un suicidio.

3970692_1254_igor_maj_morto_14_anni_blackout_gameGli accertamenti sul pc e sullo smartphone del ragazzino però, scrivono oggi alcuni quotidiani, hanno individuato come fosse collegato a dei siti web con tutorial per praticare il blackout, un gioco del soffocamento che spinge a privarsi dell’ossigeno per periodi sempre più prolungati. Igor era un arrampicatore ed è rimasto soffocato da una corda da roccia legata al letto a castello della sua cameretta.
La pagina Facebook I ragni di Lecco ha postato la foto di Igor, con una lunghissima didascalia per spiegare quanto accaduto e la tragedia di una famiglia. Il post ha totalizzato centinaia di condivisioni. «Questo è in assoluto il post più triste di tutta la storia della pagina Fb dei Ragni. Forse, tratta della notizia più tragica che il nostro gruppo abbia mai conosciuto – si legge – Tante volte ci siamo sinceramente commossi per la scomparsa di qualche nostro amico, grandissimo alpinista, o semplice appassionato, e qualche volta abbiamo pianto un nostro anziano che ci ha lasciato per il normale corso della vita. Ma niente è paragonabile a quello che ha cominciato a scuoterci fin dal primo istante che l’abbiamo saputo, settimana scorsa».

«All’inizio si pensava ad una tragedia immane, una di quelle che non vorresti mai leggere neppure per uno sconosciuto, figuriamoci per un 14enne che scala con i tuoi piccoli atleti alle gare. Lo vedevamo una decina di volte all’anno, e ci costringeva, a noi allenatori, ad intervenire perchè erano così amici che con lui il “casino” era sempre alle porte. Si pensava ad una morte improvvisa, Poi, la tragedia è diventata ancora più smisurata, perchè ci ha fatto meglio comprendere quello che magari distrattamente avevamo letto qua e là».
Sono stati proprio i genitori di Igor a voler rendere pubblici i risultati delle indagini. «E’ stata la mamma che ci ha scritto – continua il post – e che ha chiesto che il tutto venisse divulgato, per diffondere questo incomprensibile, ma reale (ed esistente da decenni, ma sempre più in espansione per la capacità virale dei video. ATTENZIONE, ci sono addirittura molti video didattici che ne spiegano “l’utilizzo” per non andare a scuola in interrogazione!!) pericolo mortale. Igor Maj, tanto amico dei nostri ragnetti, fortissimo scalatore quattordicenne, esuberante e fisicamente una vera e propria forza della natura, figlio di una famiglia fantastica, all’insaputa di tutti ha voluito provare il Blackout, una criminale procedura (lo chiamano gioco, noi non lo vogliamo chiamare così) che sfida il soffocamento, e che ha già mietuto tante vittime adolescenti, e non solo, nel mondo».

«Queste sfide alla morte sono sempre esistite e in ogni epoca si poteva rimanerne coinvolti, ma quelle di oggi sono più subdole, molto più subdole, perchè possono compiersi nella stanza della tua casa, in pochi minuti, guidate da criminosi esempi virtuali, video orrendi che sono dei veri e propri atti terroristici ai nostri figli, ai nostri amici, a tutti noi. E non arrivano da sconsiderati terroristi stranieri, ma dalla nostra società. Questa tragedia che per sempre porteremo nel nostro cuore, che da giorni ci ha reso le notti agitate e incomprensibili, deve rimanere un monito, come la famiglia, una STRAORDINARIA famiglia, ha reso pubblico affinchè questi pericoli non rimangano in qualche distaccato trafiletto di internet».

«I Mostri sono tra noi, non vengono da lontano. Parliamone con i nostri figli, ancora di più quando NULLA, come nel caso di Igor, lasci presagire nulla di strano. Quanto ci mancherà Igor, non potete immaginarlo. Siamo sconvolti, come mai ci è accaduto. Molto di più di un pensiero alla sua famiglia, e siamo vicini anche alla società Boulder&co di Agrate, nella quale Igor coltivava i suoi sogni, e ai loro piccoli atleti, che dovranno affrontare una vita con un ricordo indelebile», conclude il post.

Francesca Cipriani, nuovo “ritocchino” al seno: «Porto l’ottava. Mi piace quello che vedo, sto bene!»

“Non sono molto fortunata in amore e finora non sono riuscita a trovare la persona giusta. Proprio per questo vorrei fare un appello a Maria De filippi: Maria, mi auguro che almeno tu possa aiutarmi”, anche Francesca Cipriani si propone per il ruolo di tronista e chiede a Maria De Filippi aiuto per trovare l’amore.

francesca-cipriani-operazione-senoL’idea le è venuta sull’Isola dei Famosi dove ha conosciuto Rosa Perrotta, una delle protagoniste del salotto sentimentale di Maria. Rosa li ha il fidanzato e Francesca vorrebbe fare lo stesso: “Quand’ero all’Isola, la mia compagna di avventura Rosa Perrotta mi ha raccontato che si è innamorata di Pietro Tartaglione a Uomini e donne e che si sposerà con lui, È la prova che il programma ti dà la possibilità d’incontrare l’anima gemella”.
In cerca di un uomo che sia complice (“Non mi è capitato di trovare uomini che volessero essere complici, ma solo nemici e in competizione con me”), per conquistarla non le devono portare rose: “Ma chiarisco subito ai corteggiatori che si dovessero presentare davanti al trono che dà loro vorrei qualcosa da mangiare, anziché le rose. Arrivano da tutta l’Italia e io sono una buongustaia”.

Francesca Cipriani e l’appello a Maria De Filippi: «Solo tu mi puoi aiutare, voglio diventare una tronista»

“Non sono molto fortunata in amore e finora non sono riuscita a trovare la persona giusta. Proprio per questo vorrei fare un appello a Maria De filippi: Maria, mi auguro che almeno tu possa aiutarmi”, anche Francesca Cipriani si propone per il ruolo di tronista e chiede a Maria De Filippi aiuto per trovare l’amore.

francesca-cipriani-uomini-e-donne_19145405.jpg.pagespeed.ce.I6-DzqmVIyL’idea le è venuta sull’Isola dei Famosi dove ha conosciuto Rosa Perrotta, una delle protagoniste del salotto sentimentale di Maria. Rosa li ha il fidanzato e Francesca vorrebbe fare lo stesso: “Quand’ero all’Isola, la mia compagna di avventura Rosa Perrotta mi ha raccontato che si è innamorata di Pietro Tartaglione a Uomini e donne e che si sposerà con lui, È la prova che il programma ti dà la possibilità d’incontrare l’anima gemella”.
In cerca di un uomo che sia complice (“Non mi è capitato di trovare uomini che volessero essere complici, ma solo nemici e in competizione con me”), per conquistarla non le devono portare rose: “Ma chiarisco subito ai corteggiatori che si dovessero presentare davanti al trono che dà loro vorrei qualcosa da mangiare, anziché le rose. Arrivano da tutta l’Italia e io sono una buongustaia”.

«Sono preoccupato», Fabrizio Corona e i timori dopo l’intervista a Non è l’Arena: cos’ha detto

Lo abbiamo sempre visto piuttosto sicuro di sé in ogni occasione, Fabrizio Corona, ma ora che si avvicina l’intervista da Massimo Giletti a Non è l’Arena – segnatevi il 17 giugno su La7 – l’ex re dei paparazzi si è detto un po’ preoccupato.

8_20180615071546Ai microfoni della trasmissione di Rai Radio1 ‘Un giorno da pecora’, infatti, Fabrizio Corona ha riferito a Geppi Cucciari e Giorgio Lauro che teme di non riuscire a trattenersi una volta partito con l’intervista e ciò potrebbe causargli qualche problema quando il martedì successivo sarà nuovamente in camera di consiglio. Intanto però al Pitti Uomo ha dato spettacolo con Stefano De Martino…
“Sono un po’ preoccupato. Sono stato rimproverato per le dichiarazioni fatte dopo l’appello contro il PG, chiedo scusa al mio magistrato di sorveglianza. Il 19 – ha aggiunto – ho la camera di consiglio e spero di non esagerare. Rivisiteremo il mio caso giudiziario e ho paura di dirne di tutti i colori”. Poi ha ironizzato: “Meglio che mi beva due vodka tonic…”

In ogni caso ha fatto sapere che in questo periodo si sta comportando bene anche se ha tutti gli occhi addosso e questo non facilita le cose.

Fabrizio Corona al Pitti Uomo, show con De Martino
In attesa di vederlo davanti a Massimo Giletti, Fabrizio Corona continua in effetti a trovarsi sempre al centro dell’attenzione (e a pensare agli affari): ieri infatti è stato ospite al Pitti Uomo, anzi era una delle celebrities più paparazzate al party di Gaelle Paris a Colle Bereto durante Pitti Uomo 94.

Con l’agente dei vip anche Stefano De Martino, con cui ha volentieri posato abbracciato per le foto di rito, la fidanzata Silvia Provvedi con la sorella Giulia e ancora Mattia Perin, Leonardo Pavoletti e Zoe Cristofoli.

Nina Moric, appello disperato al figlio lontano: “Urlerò per sempre il tuo nome”.

«Urlerò per sempre il tuo nome», questo è il grido di dolore lanciato da Nina Moric sul suo profilo Instagram. La ex di Fabrizio Corona è in stato di sofferenza, anche fisica a giudicare dalle ultime immagini, a causa della lontananza del figlio Carlos, affidato alla nonna paterna.

moric-carlos-baci-645Anche il suo avvocato conferma la prostrazione della donna: «Nina è distrutta, ogni giorno subisce un dolore e deve trovare la forza di affrontarlo… mi chiedo come faccia a stare in piedi, a tollerare questo peso».
Nell’ultimo post sul suo profilo la Moric sembra volersi difendere dalla pressione con il solito orgoglio: «Come sono strane le persone… quando si tratta di te, guardano anche le virgole. Quando si tratta di loro nemmeno i punti».

Loretta Rossi Stuart, la sorella di Kim: «Le mie foto hot rubate e finite sul web»

«Avevo trent’anni, due figli da crescere da sola. Quei cinque milioni di vecchie lire per un servizio fotografico di nudo per la rivista Boss mi facevano comodo. Non immaginavo invece che, 17 anni dopo, quelle foto mi avrebbero fatto rischiare il pignoramento della casa».

3706734_0904_dsc0069Era il 2001 quando Loretta Rossi Stuart, modella e attrice oltre che sorella del più famoso Kim, firmò una liberatoria per alcuni scatti che avrebbero dovuto essere destinati alla visione di poche migliaia di persone. Invece le stesse foto – parecchio tempo dopo – sono finite online e senza alcun consenso da parte dell’interessata, scannerizzate da un privato e pubblicate su Supereva. «Non mi pento delle foto fatte e neanche degli scatti più o meno osè per cui ho posato in tempi più recenti. La mia battaglia è un’altra: noi donne dobbiamo essere libere di decidere come e in quale contesto mostrare il nostro corpo».
Loretta parla così perché dopo che le sue foto sono finite online, non solo ha visto lesi i suoi diritti d’immagine, ma si è anche ritrovata condannata in secondo grado dal Tribunale di Firenze al pagamento delle spese processuali per la causa intentata contro la Dada S.p.A, proprietaria e titolare del server su cui le immagini sono state pubblicate. Secondo i giudici fiorentini, infatti, non è stata fornita la benché minima prova della consapevolezza, da parte del gestore, della illiceità delle pubblicazioni operate sullo spazio di Rete.

«Mi sento vittima di una prevaricazione» spiega la Rossi Stuart. Che non ci sta con quanti riducono la faccenda a un semplicistico se non vuoi che le tue foto nuda finiscano sul web, non farle. Così dalle pagine di Leggo lancia un appello a tutte le donne (non solo del mondo dello spettacolo): «Uniamoci in una class action e rivendichiamo il diritto a disporre liberamente del nostro corpo e della sua rappresentazione».

Nina Moric chiede aiuto: “Ridatemi mio figlio, questo massacro deve finire”. E lascia Luigi Favoloso

Nina Moric ha lanciato un appello sulle pagine del settimanale “Chi”. “Mio figlio non sta bene, ha bisogno di sua madre. Da quando ci hanno separati tre anni fa, Carlos ha chiuso con l’affetto, si è dissociato dalle emozioni perchè non vuole soffrire più. Il distacco da me è stato il più grande dolore della sua vita. E anche della mia”. Inoltre ha confermato l’addio a Luigi Favoloso, concorrente del Gf 15.

C_2_articolo_3137597_upiImagepp (1)L’INIZIO DEL DRAMMA – Tutto era partito da una terribile notte dell’aprile 2015. “Ho avuto una lite molto forte con mia madre, che viveva con me e Carlos. Abbiamo chiamato Gabriella (la madre di Corona – ndr) perchè tenesse il bambino in attesa che si calmassero le acque” racconta la showgirl. “‘Questa è la volta buona che te lo portiamo via per sempre’ mi disse lei. Così non ci ho visto più, mi si stava spezzando il cuore e ho fatto un gesto non concepibile: mi sono procurata dei tagli al braccio. Ma non volevo togliermi la vita, il referto del pronto soccorso parla di “atto autolesionistico non finalizzato alla morte. Ma Gabriella aveva già chiamato la polizia e il Tribunale dei minori ha deciso di collocare il bambino da lei”.

LA BEFFA – Poi l’ulteriore beffa per la Moric. “Un giorno, prima che Carlos tornasse dalla nonna gli dissi: ‘Amore mi manchi, non vedo l’ora che torni’. Lui riferì la frase a lei che disse che non ero normale, che dovevo essere ricoverata perché a suo dire ero dipendente da alcol e droga. Non era assolutamente vero, tanto che, su richiesta del Tribunale, sono andata a fare tutti gli esami previsti dalla legge da cui è emerso che nel mio organismo non erano presente nè tracce di droga nè di alcol.”

RAPPORTI TESI – “Gli incontri con Carlos avvenivano solo alla presenza di un educatore che però si frapponeva tra di noi, mediava le mie domande e se lo abbracciavo troppo, interveniva. Così ho proposto che fosse presente anche il mio padre spirituale ed è andata meglio, tanto che i servizi sociali mi hanno definito una figura genitoriale positiva. Poi il Tribunale ha proposto una mediazione fra me e Gabriella, ma lei parla sempre male di me a mio figlio, dice che sono malata e mi devo curare, non vuole avere nessun incontro”.

IL PARERE DI FABRIZIO CORONA – “L’atrocità di quello che mi stanno facendo non ha limiti”, spiega ancora Nina Moric “e io non smetterò mai di combattere per mio figlio perché sono sua madre e lo amo più della mia vita, voglio solo che torni a casa sua. Questo massacro deve finire, c’è un bambino che soffre per colpa di un sistema che ha fatto i calcoli sbagliati. Non porto rancore verso Gabriella Corona, ma come fa una madre a fare la guerra a un’altra madre? Se fosse stato vivo il padre di Fabrizio, Vittorio Corona, si sarebbe vergognato di quello che mi stanno facendo, lui era un grande uomo. Persino Fabrizio ha detto: ‘Lasciate Carlos a Nina, è una buona madre’. Mi conosce e ritiene che nostro figlio debba tornare da me”.

L’ADDIO A LUIGI FAVOLOSO – La modella croata sta affrontando un momento difficile, anche per aver lasciato, dopo quattro anni d’amore, Luigi Maria Favoloso che è entrato nella casa del Grande Fratello. “Non ero d’accordo al suo ingresso nella Casa. Se dici d’amare una donna non la lasci sola in un momento come questo, ma esiste il libero arbitrio. Non andrò in tv per nessuna cifra, questa volta mi tiro fuori. Esiste una cosa che si chiama dignità e che viene prima di tutto. Favoloso ha scelto di fare il Gf anzichè stare al mio fianco, non avevo bisogno di una persona che sceglie il Gf in luogo della sofferenza. Io faccio la mia vita, lotto per mio figlio, lavoro: quando mi riportano quello che fa nella Casa è lo spunto per capire chi sia veramente questa persona. Quindi in bocca al lupo”.

Finge di essere il pornodivo Trentalance su Facebook per conquistare la showgirl Justin Mattera: condannato

Pornodivo per finta per carpire la fiducia di Justin Mattera, la cantante e attrice statunitense che sposò Paolo Limiti. Un inganno costato la condanna anche in appello per Antony Repici che pure ha ottenuto un lieve sconto di pena in secondo grado: il giovane originario di Messina, per riuscire a chattare con la showgirl e con la scrittrice di romanzi erotici Irene Cao, si sarebbe spacciato per il pornodivo Franco Trentalance e per il ciclista veneto Filippo Pozzato.

83283_0140811_76378_276hOggi la quarta Corte d’appello di Milano ha condannato il 28enne a un anno e 2 mesi di carcere, ritoccando al ribasso di 6 mesi in meno rispetto quanto gli aveva inflitto il Tribunale lo scorso settembre. I giudici hanno confermato anche i risarcimenti: 8 mila euro per Trentalance, 6 mila per Cao, 4 mila euro per Pozzato e la provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro per Justine Mattera.

Per lei il danno totale sarà liquidato in sede civile. La show girl commentando la sentenza, ha voluto ringraziale il suo legale, l’avvoccato Anton Emilio Krogh, e «la polizia postale per il lavoro svolto e il grande supporto dato in un momento così difficile. Ma voglio ripetere il mio consiglio a tutti: denunciate subito quando ci si trova vittime di violenze così odiose».
Secondo il capo di imputazione, tra luglio e novembre 2012, Repici, allora 22enne, utilizzando due falsi profili Facebook, si sarebbe sostituito «illegittimamente alla persona di Trentalance (…) e così induceva in errore Mattera Justine», ex moglie del conduttore Paolo Limiti (morto nei mesi scorsi), «con la quale intratteneva delle conversazioni telematiche attribuendosi l’identità» del noto pornodivo.

Un inganno nei confronti di Mattera, che gli avrebbe rivelato alcune informazioni private. Inoltre, in base alla ricostruzione dell’accusa, alla «sostituzione di persona», sarebbe seguita la minaccia alla showgirl «di rendere pubblici i contenuti» delle conversazioni «ritenute compromettenti». In tal modo il giovane avrebbe compiuto, quindi, «atti idonei diretti in modo non equivoco a costringere» Mattera «a proseguire le comunicazioni on line».

Tuttavia, Repici non sarebbe riuscito «nell’intento in quanto la stessa, una volta resa edotta della sostituzione di persona, interrompeva i rapporti e si rivolgeva alle forze di polizia denunciando i fatti».

Una denuncia che ha fatto finire imputato il giovane per sostituzione di persona e violenza privata. Il 28enne, nel dicembre del 2011, avrebbe usato lo stesso stratagemma con Irene Cao: avrebbe creato falsi profili Facebook e Twitter «a nome di Pozzato Filippo» oltre che un «falso account e-mail» per sostituirsi «illegittimamente» al ciclista e per parlare via chat con l’autrice della trilogia erotica ‘Io ti guardo, Io ti sento, Io ti vogliò. Anche in questo caso è poi scattata la denuncia.

Anna Tatangelo, su di lei anche l’ira del figlio di Gigi D’Alessio: “È una donna risentita”

Dopo le roventi dichiarazioni di Ilaria, anche un altro figlio di Gigi D’Alessio ha qualcosa da ridire sul conto di Anna Tatangelo. Continua la polemica al centro del gossip di questi giorni, con i figli del cantautore napoletano che fanno muro contro l’ormai ex compagna del padre e le sue dichiarazioni. Ecco quello che ha da dire Claudio D’Alessio su Lady Tata.
Già sua sorella si era espressa in maniera critica riguardo all’intervista concessa dalla cantante di Sora, che avrebbe millantato un “bel rapporto” con i figli del primo matrimonio di Gigi. Un legame che, a quanto pare, non ci sarebbe mai stato.

gigiannaclaudio1Claudio, a sua volta, dalla sua pagina Instagram fa sapere al mondo come la pensa. Il colpevole, c’è e lui lo individua subito. “Mi spiace che mia sorella abbia reagito in un modo così impulsivo e poco educato – ha esordito – riversando in un solo colpo tutto quello che porta dentro da anni, giusto o sbagliato che sia. I veri diavoli in questa storia sono i media i quali hanno accolto pienamente il suo appello trasformando questa storia nell’ennesima soap opera italiana”.

Il figlio di Gigi D’Alessio bacchetta Anna Tatangelo: ecco le sue parole
Quanto a Lady Tata, il ragazzo ha una sua chiara opinione: “si evince chiaramente che quello è stato uno sfogo d’amore tipico di una donna risentita nei riguardi del suo uomo, in quei momenti capita spesso che vengano usate parole poco belle nei confronti dell’altro”.

Ma, alla fine, anche lui cerca di fare da paciere, cercando di superare i risentimenti di questi giorni. “Il rancore distrugge solo – scrive alla fine del messaggio – spero che il tempo possa calmare gli animi di tutti, ma soprattutto quello di mio padre il quale non merita di essere coinvolto ancora una volta in una bufera mediatica legata alla sua vita privata, aimè questa volta causata proprio da noi”.

Uno scritto molto maturo, il suo, che sta riscuotendo consensi su tutti i social. Ma cosa ne penserà la Tatangelo? Sarà già pronta una nuova polemica anche con Claudio?