Kim Kardashian, sexy su Instagram: «Come il burro». Ma c’è l’hashtag malandrino che non sfugge ai fan

Sempre in mostra e sotto le luci dei riflettori per le sue forme generosissime, Kim Kardashian questa volta fa un po’ di ironia e pubblica una foto in intimo e scarpe da tennis su un letto bianco e soffice. Ed è subito boom di like per il corpo visibilmente dimagrito.
Nella didascalia che accompagna la foto e il post si legge la frase “come il burro” con probabile doppia allusione al suo corpo e al letto. Accanto alla foto, un hashtag. Yeezy.

3899562_1907_kim_kardashian_butterNon un nome qualunque. L’hashtag si riferisce alle scarpe che la famosissima prezzemolina statunitense porta ai piedi (e che in pochi riescono a vedere). Si tratta di un paio di scarpe disegnate dal marito di Kim Kardashian, Kanye West e prodotte da un famoso marchio di abbigliamento sportivo. Insomma, una pubblicità in famiglia ad altissimo valore commerciale, visti i costi di un post sponsorizzato in una foto della bellissima Kim.
La ricchissima signora West non smette mai di stupire i suoi followers con immagini sexy e provocatorie.
Lo scatto evidenzia il dimagrimento ottenuto dalla Kardashian con i duri allenamenti sotto la guida di un personal trainer ingaggiato dopo essere stata offesa e insultata per la cellulite fotografata dai paparazzi.
Poco dopo aveva suscitato delle polemiche per aver pubblicizzato la sua dieta ferrea. Nelle stories pubblicate la sorella Khloé e Kendall Jenner la accusavano simpaticamente di aver smesso di mangiare per perdere peso.

Cristina Parodi, frecciatina a Barbara D’Urso: «Una tv urlata io non saprei farla»

Cristina Parodi dopo mesi di critiche risponde a tono contro chi l’accusa di essere protagonista di una Domenica in da completo flop. Ma il volto della domenica di Rai Uno non manca l’occasione per lanciare una frecciatina velenosa a Barbara D’Urso, ai suoi programmi televisivi e al suo modo di fare tv: cosa dichiara sulla conduttrice e sulle trasmissioni di Canale 5.
La sorella di Benedetta Parodi difende Domenica In con le unghie e con i denti, respingendo al mittente le accuse che si tratti di un flop. E prendendosela in maniera pacata ma ad effetto contro Barbara D’Urso.

1522661946035.jpg--barbara_d_urso__cristina_parodiSull’audience, ha detto ai microfoni della rivista Io Donna, “gli ascolti sono del tutto in linea con le ultime edizioni di Domenica In”. Nessun insuccesso da imputare a lei, dunque, che afferma addirittura che “chi parla di flop è in malafede”.

Cristina Parodi e la frecciatina velenosa a Barbara D’Urso: le accuse per la conduttrice di Domenica Live
Ma qual è invece l’accusa a Carmelita? Cristina Parodi non si sbottona più di tanto ma, in maniera quasi sussurrata, lancia una frecciatina velenosa alla rivale e ai suoi programmi.

“Dall’altra parte, su Canale 5 – continua l’ex conduttrice de La Vita In Diretta nella suddetta intervista – la D’Urso viaggia con uno share ben diverso. Ma lì siamo dentro una tv commerciale dove si può fare spettacolo con cronaca nera e gossip e le urla sono un format… detto che io, una tv urlata, non saprei nemmeno farla. Il nostro programma è curato, elegante, e di sicuro risponde alle richieste della Rai, che ci chiede intrattenimento da servizio pubblico, con valori, sentimenti, qualità”.

Un’accusa sicuramente velenosa ai danni della Barbara nazionale. Chissà se la conduttrice di Pomeriggio Cinque e Domenica Live risponderà a queste parole o se, invece, preferirà far parlare un giudice insindacabile: lo share.

Naike Rivelli, la doccia è bollente: forme in mostra sui social

Naike Rivelli continua a lanciare provocazioni e a divertirsi sui social. La figlia di Ornella Muti ha pubblicato poche ore fa un video in cui balla in bagno e sotto la doccia.

3643755_2026_naike_rivelli_docciaIn topless mostra le mani sui seni e sotto la doccia le curve sono ben visibili.
Al video in cui balla al ritmo di una musica commerciale c’è questa didascalia “Quando ti portano un esemplare da ‘collezione’ dal negozio di @madamweedshop il mondo prende un colore”.

Ivanka Trump, brutta disavventura in volo con il marito

Brutta disavventura in volo per Ivanka Trump e Jared Kushner, costretti a tornare alla base per un motore fuori uso dell’elicottero. La Cnn riferisce che è accaduto giovedì scorso.

ivanka-trump-1521464304Poco dopo il decollo da Washington, l’elicottero su cui viaggiavano i coniugi ha avuto un problema ad uno dei due motori. Il velivolo, diretto a New York e destinato ad atterrare a Manhattan, ha dovuto far rientro nella capitale ed è atterrato al Ronald Reagan National Airport.

Ivanka e il marito, a quel punto, hanno dovuto far ricorso ad un volo commerciale. Secondo il sito specializzato LiveATC.net, l’elicottero in questione appartiene alla Trump Organization.

Da Ostia a Nottingham per studiare, esce dal centro commerciale e muore picchiata a sangue dalle bulle

Era cresciuta a Ostia la ragazza di 18 anni uccisa a suon di botte da un gruppo di bulle, che l’hanno aggredita all’uscita da un centro commerciale di Nottingham, in Inghilterra, dove era arrivata da poco per studiare alla facoltà di Ingegneria. Mariam Moustafa, di origine egiziana, avrebbe dovuto raggiungere la madre e la sorella appena terminate le compere, ma sulla sua strada ha incontrato un gruppo di belve feroci.

3610743_0857_mariam_moustafaLa ragazza all’uscita dal centro commerciale Int Victoria Center di Nottingham è stata raggiunta da un gruppo di bulle che l’hanno picchiata a morte, come riporta la stampa locale. La scena si è svolta sotto gli occhi di molte persone che non solo non sono intervenute ma non hanno nemmeno chiamato i soccorsi. Dopo che il corpo della 18enne giaceva a terra ormai da tempo sono state allertate le autorità che hanno chiamato i soccorsi e provato a salvare la ragazza.
Mariam è finita in coma a causa delle percosse, ma non si è più svegliata morendo pochi giorni dopo l’aggressione. La 18enne sarebbe stata colpita a più riprese e da diverse ragazze con pugni violenti al volto, poi rincorsa, insultata e picchiata ancora. Ora la polizia sta cercando di capire cosa possa essere successo e rintracciare le colpevoli della tragedia: «Sappiamo che c’erano molte persone alla fermata dell’autobus quando è avvenuto l’assalto e stiamo esortando le persone a farci sapere qualsiasi informazione».

La modella è nuda, ma (quasi) nessuno se ne accorge: il bodypaint è perfetto

Un esperimento sociale decisamente riuscito, quello avvenuto grazie al bodypaint realizzato sul corpo di un’avvenente modella, Maria Luciotti, che ha camminato nuda per i negozi di un centro commerciale senza che (quasi) nessuno se ne rendesse conto.

download-182I jeans e il maglione disegnati sul corpo della modella, che può vantare un generoso e sodo lato B, sono perfetti ed estremamente realistici. Solo chi si trovava a distanza ravvicinata, come ad esempio alcuni passanti o alcune commesse a cui Maria si era rivolta, è riuscito ad accorgersi del trucco. Un’opera di grande maestria, quella realizzata dall’artista Jen Seidel.

Bom Jean insegna alle donne come truccarsi

Nella liberazione sessuale che il nostro mondo sta attraversando capita che donne e uomini si rubino i ruoli. Capita che gli uomini invidino la virilità di alcune donne e che le donne imparino a essere “femminili” dagli uomini. A livello commerciale, l’ha capito molto bene Wycon Cosmetics, che ha scelto come ultima testimonial Bom Jean, drag queen brasiliana, nonché una delle principali performer di Lady Gaga e seguitissima youtuber proprio per i tutorial di trucco.

C_2_box_44986_upiFoto1FUn messaggio controcorrente ma dalla doppia valenza: provocatoria e simbolica. Può un uomo insegnare a una donna a truccarsi? Probabilmente si. E nel farlo così bene, veicola pure l’universale messaggio del sapersi accettare, amare e valorizzare.
Da giovane Bom Jean si sentiva timida, inadeguata, brutta e non accettata, additata per i suoi modi di fare teatrali e fuori dagli schemi. Oggi tutto questo è il suo punto di forza: “Posso dire che essere Drag abbia salvato la mia vita, è come una terapia per me. Quando sono una Drag, le persone restano colpite. Vogliono avvicinarsi e scattare foto. Mi sento più sicura da Drag che quando non lo sono, per strada” ha rivelato l’artista.
Bom Jean è anche molto coinvolta nel movimento LGBT e si batte contro la violenza e gli atti di bullismo nei confronti di gay, lesbiche e transessuali.

Trova portafoglio con 33mila euro e lo restituisce. Il proprietario lo ringrazia in lacrime

Ha trovato un borsello con 33mila euro in contanti e l’ha consegnato ai carabinieri che, a loro volta, lo hanno restituito al legittimo proprietario, in lacrime quando ha rivisto il denaro, parte dei risparmi accumulati in una vita. È accaduto ieri, primo maggio, ma la notizia è stata diffusa oggi.

image (10)

Tutto è iniziato la mattina di ieri quando un settantenne agricoltore di Castellucchio (Mantova) si è fermato al distributore di un centro commerciale di Curtatone, distante pochi chilometri, per far benzina. Una volta ripartito, si è accorto di non avere più il borsello con il denaro che gli sarebbe servito per alcuni pagamenti. Disperato, si è rivolto ai carabinieri di Castellucchio per presentare denuncia di smarrimento di quelli che ha detto essere frutto della sua lunga vita lavorativa e messi da parte per eventuali necessità. I militari si sono recati al distributore e, visionando le telecamere dell’impianto di sorveglianza, hanno visto un altro uomo mentre raccoglieva il borsello e poi saliva sulla sua auto. Rintracciato grazie alla targa della vettura, i carabinieri gli hanno telefonato trovandolo già in caserma dai loro colleghi di Curtatone, mentre stava restituendo i soldi. L’uomo è un impiegato di 50 anni di Curtatone; poco dopo ha incontrato l’agricoltore che, in lacrime, lo ha ringraziato per la sua onestà e ricompensato con alcune centinaia di euro.

Film hard nel maxi schermo del centro commerciale

I residenti di una città cinese sono rimasti scioccati ieri quando hanno visto video porno trasmesso su un maxischermo pubblico, per più di cinque minuti. Il video è partito poiché un lavoratore ha lasciato il computer in autoplay, secondo il Quotidiano del Popolo.

2168294_cinapornomaxischermo

L’incidente è avvenuto su una strada trafficata a Ningbo, una delle principali città, quasi otto milioni di abitanti, nella parte orientale della Cina, provincia di Zhejiang. Il contenuto esplicito è stato mostrato su un grande schermo al di fuori di un centro commerciale.
La polizia locale ha detto che il video era stato salvato nel personal computer di un lavoratore di gestione, che stava testando lo schermo. L’operaio poi è andato via lasciando il computer incustodito. Sui social media cinesi i video ripresi dai passanti sono diventati presto virali. Dei ragazzini, infatti, hanno filamto quanto stava accadendo e mentre ridevano hanno postato sui social le immagini che scorrevano sul maxiscehrmo. Una guardia di sicurezza ha detto a un giornalista del Qianjiang Evening News: ‘Il contenuto del video è stato davvero … Sono troppo timido per parlarne …’ Il caso è stato segnalato alla polizia locale immediatamente. Il lavoratore è stato portato alla polizia locale per le indagini. Il centro commerciale ha anche rilasciato delle scuse per la trasmissione video di cattivo gusto sullo stesso grande schermo.