Carmen Di Pietro: “Volteggiando sul trapezio ho vinto tutte le mie paure”

Reduce della brutta esperienza di pochi giorni fa, quando si trovava sul bus andato a fuoco nel centro di Roma, Carmen Di Pietro racconta sulle pagine del settimanale “Grand Hotel”, come ha superato la paura volteggiando nell’aria sul trapezio: “La cura l’ho trovata cimentandomi per la prima volta con un’esperienza che mi era sembrata sempre estrema e anni luce lontana da me…”, ha detto.

C_2_fotogallery_3088069_3_imageL’ESPERIENZA DEL CIRCO – Con la grazia e la disinvoltura di una consumata artista circense sotto il tendone del “Piccolo Circo dei Sogni” di Peschiera Borromeo, a due passi da Milano, Carmen volteggia sul trapezio senza paura. Ad invitarla è stato Paride Orfei, erede di quella che forse è la più famosa dinastia del circo e fondatore della scuola per artisti circensi. Titubante ma curiosa Carmen ha voluto raccogliere la sfida e vincerla: “Sono sbalordita”, ha detto la Di Pietro, “perché mai in vita mia avrei pensato di poter fare tutto ciò. Certo, sono sempre piuttosto in forma… Ma un conto è fare un po’ di body building, un altro volare per aria come… una pazza…”.

UNA ZINGARA DI NOME “PASQUA” – A fare questa “pazzia” Carmen è stata convinta da Paride Orfei stesso che l’aveva contattata poco tempo fa proponendole di partecipare ad uno spettacolo sulla storia del circo ed impersonare una zingara, di nome Pasqua. Una donna dal fascino magnetico che, leggenda narra, intorno ai primi dell’Ottocento conquistò Paolo Orfei, un monsignore di Urbino, nelle Marche. Stregato dalla bellezza di Pasqua, infatti, Orfei disse addio all’abito talare e con la sua bella fuggì per esibirsi come saltimbanchi per le strade d’Europa. “Tu saresti perfetta perché con la tua bellezza, i tuoi lineamenti mediterranei e la tua personalità,determinata e passionale insieme, ricordi proprio quella che, nei racconti che sento fin da bambino, per gli Orfei fu una vera donna del destino”, le aveva detto Paride.

MILLE PAURE – La proposta circense è capitata a proposito, dopo l’esperienza del bus andato a fuoco. “Sono una paurosa, anzi, forse una delle persone più paurose nel mondo dello spettacolo. In macchina con me non si possono superare i cento all’ora…”, racconta la Di Pietro.

L’INCIDENTE IN GERMANIA – “Quello che ho vissuto a Roma pochi giorni fa è stato un grandissimo shock, ma non è il primo della mia vita…”, aggiunge la showgirl, che racconta di un brutto incidente in auto avuto quando era una ragazzina in Germania: “Ero con mia cugina che aveva appena preso la patente… le strade erano ghiacciate… e ci siamo schiantate contro un guard-rail. Io mi sono rotta una gamba e sono rimasta un mese con l’ingessatura e anche mia cugina ha riportato diverse fratture. …Da allora non solo non amo la velocità, ma nemmeno qualsiasi altra situazione di pericolo, come l’altezza e gli spazi chiusi”.

LA STRANA TERAPIA – Come ha fatto Paride Orfei a convincerla a salire su un trapezio nella sua scuola di circo? Lo spiega Carmen stessa: “Il giorno dopo l’incidente di Roma avevamo fissato le prove del nostro spettacolo e quando sono arrivata lui ha visto subito che sembravo un’altra persona: ero terrorizzata. Prima mi ha abbracciata, poi, con la sua voce calda e il tono sicuro da grande artista del circo, mi ha detto: ‘Ti fidi di me? Ho io un rimedio per farti passare la paura. Ti faremo salire noi sul trapezio in tutta sicurezza e avrai una rete di protezione. Tu hai buoni muscoli, si vede che ti alleni in palestra. Non avrai difficoltà a stare ben attaccata alle corde. E quando sarai lassù vedrai che molte tue ansie spariranno’. Il suo tono era così rassicurante che ho voluto provare: una volta lassù è stata proprio una magia. Ero io che controllavo tutto, con la forza delle mie braccia. E la grande paura che mi aveva attanagliato fino a poco prima era svanita”.

Dalla Chiesa e il dolore per Frizzi: «La radio mi cura dallo choc per Fabrizio»

Il cinema sarà il tema dell’ultimo appuntamento di Ieri oggi italiani, il programma di Maurizio Costanzo condotto da Rita Dalla Chiesa, in onda stasera in seconda serata su Rete4.

fabrizio-frizzi-e-rita-dalla-chiesaChe esperienza è stata?
«Molto bella, è un gioiello di trasmissione. A settembre dovremmo riprendere e spero in una fidelizzazione diversa, senza cambiare giorno di messa in onda».

Per due puntate abbiamo visto al timone Luisella Costamagna.
«Sono le prime che hanno registrato, prima che arrivassi io, ma le hanno mandate a metà e credo sia stato un gesto di sensibilità perché era appena successo quello che è successo».

Si riferisce alla scomparsa del suo ex-marito, Fabrizio Frizzi?
«Sì, Fabrizio se n’è andato pochi mesi dopo la scomparsa di mio genero, sono a pezzettini. Per fortuna il lavoro mi dà qualche momento di serenità».

Sta conducendo anche un programma su Radionorba, Voci della luna, con Ettore Bassi: le piace la radio? «Moltissimo e soprattutto mi piace tenere compagnia al popolo della notte: andiamo in onda alle 21 ma sto rompendo le scatole all’editore per iniziare ancora più tardi, alle 23 o a mezzanotte, quando la gente ha più bisogno di compagnia».

Altri progetti con Mediaset?
«No, non mi hanno proposto altro: è cambiata l’aria, il pubblico mi vorrebbe ma evidentemente i dirigenti no. Mi hanno dato questo programma solo grazie a Costanzo».

Col senno di poi lascerebbe ancora Forum?
«Non ho lasciato io, mi hanno spinto a farlo, ad accettare l’offerta avuta da La7, dicendomi a luglio che a novembre avrebbero sospeso il programma, con il mio contratto che scadeva il 31 agosto. Ma è stata una separazione traumatica, ancora oggi non riesco a guardare il programma».

Amfar 2018, sul red carpet della solidarietà sfilata quasi a luci rosse…

C_2_fotogallery_3085833_upiFoto1F (1)Al Cipriani di New York, per il consueto Gala Vip dell’Amfar, organizzazione non governativa internazionale impegnata nella ricerca per la cura contro l’AIDS, top model, cantanti e attrici si sono messe in mostra: da Sienna Miller a Hailey Baldwin, la modella Elsa Hosk, e poi Heidi Klum, Sara Sampaio… I flash hanno immortalato scollature ardite e spacchi a luci rosse, come quello della cantante 23enne Halsey, che ha sfoggiato forse più del necessario…

Giulia Calcaterra: “Dopo l’Isola, un anno per tornare in forma”

Un anno per rimettersi in forma dopo l’Isola dei Famosi.
Giulia Calcaterra ha postato un’immagine che la vede sfoggiare un fisico al top incorniciato da un costume in cui ha spiegato i sacrifici post reality: “Dopo ormai un anno di “rimessa in forma” sono QUASI rientrata nei miei canoni! – ha scritto – Non avrei mai pensato che il mio corpo potesse subire certe conseguenze.

giulia-calcaterraMi ricordo quanta cura e impegno ci misi per arrivare a un determinato obbiettivo con me stessa…un anno fa arrivó l’isola! Una delle esperienze più incredibili che io abbia vissuto,ma il mio corpo…..lui non la pensava proprio così

“Non riesco a smettere di puzzare”, ecco come la malattia l’ha rovinata

Una rara malattia la fa puzzare di pesce, così la vita di Kelly Fidoe-White è una donna di 36 anni, viene da Oldham, nel Greater Manchester, è un vero incubo. Kelly soffre di Trimethylaminuria, un raro disturbo metabolico, noto anche come sindrome da odore di pesce, che causa la produzione di forti odori corporei simili a quello del pesce, della cipolla o delle feci. La donna ha scoperto del disturbo durante il liceo, quando i compagni di scuola la prendevano in giro a causa del forte odore che emanava.

donna-pesce_26172601

«Non combatto solo contro l’odore ma anche contro l’isolamento sociale. Per è è difficile, questa malattia non è molto conosciuta», così ha confessato la 36enne al Mirror. Ancora oggi, infatti, Kelly ha problemi nei rapporti sociali, lavorativi e preferisce vivere la sua vita in isolamento piuttosto che sentirsi giudicata. Il suo corpo non è in grado di sintetizzare una sostanza presente negli alimenti chiamata colina e la espelle attraverso il sudore, il respiro e le urine. Kelly cerca di contrastare questo disturbo facendo fino a 4 docce al giorno e usando interi flaconi di deodorante, ma riuscire nell’intento per lei è impossibile. La donna assume regolarmente farmaci per limitare l’odore, ma purtroppo non esiste una cura che possa limitare i sintomi di questa imbarazzante malattia.

Kim Kardashian confessa: “Sono malata, la diagnosi choc nel 2010”

Dopo tanto tempo Kim Kardashian ha voluto confessare a tutti la sua malattia. La modella ha dichiarato di soffrire di psoriasi, patologia che le è stata diagnosticata nel 2010. Kim appare sempre sorridente e allegra in ogni foto ma da 6 anni nasconde un problema abbastanza grave, invadente, fastidioso per cui non esiste ancora una cura.

kim-kardashian-celebrates-27-million-followers-instagram-620x400

La psoriasi le provoca provoca degli eritemi, spesso urticanti, sulle gambe, la destra in particolare. Dopo i primi anni in cui ha provato a nascondersi oggi dice di non volersi più vergognare della sua malattia e di aver imparato a conviverci.  «Tutti coloro che hanno la psoriasi presentano differenti sintomi – ha proseguito – A volte le macchie danno prurito, altre volte si sfaldano. Le mie esplodono di volta in volta per differenti ragioni. Spero sempre in una cura, certo, ma intanto, sto imparando solo ad accettare la psoriasi come una parte di chi sono», così ha dichiarato Kim, come riporta Il Giornale.