Georgette Polizzi choc: «Dovrò vivere sulla sedia a rotelle, la malattia si è impossessata di me»

Georgette Polizzi esce dall’ospedale costretta sulla sedia a rotelle ma attraverso i social confessa che dovrà convivere per sempre con la malattia che l’ha colpita. L’ex concorrente di “Temptation Island” infatti è stata ricoverata qualche tempo fa in una struttura sanitaria per problemi neurologici e ora, uscita, ha condiviso sul social il suo stato di salute.

georgette-polizi-malattia_17173231“Ufficialmente tornata nel mio mondo @georgettepol_brand E adesso devo solo tornare a spaccare i culi !! – ha scritto sul social – Come vi ho detto nelle storie appena avrò metabolizzato vi parlerò della malattia che ha deciso di impossessarsi di me con la quale dovrò convivere per la vita!
Molte se ne sono dette… forse troppe ma prometto che ve ne parlerò a cuore aperto per aiutare chi come me ne è vittima… per lanciare il messaggio che che con la forza di volontà si può tornare a volare!!”.

Heidi Klum, il segreto della bellezza è il sesso: 5 volte al giorno

Bella, sensuale, affascinante calca le passerelle con classe ed eleganza tra oltre vent’anni, posa con il suo fisico sensazionale e a 44 anni Heidi Klum pare aver fatto un patto col diavolo: la sua bellezza resta immutata. Un amico alla rivista americana National Enquirer ha svelato: “Heidi è convinta che il sesso la tenga giovane”. Lo fa cinque volte al giorno.

Heidi-Klum-Main
Ecco svelato il segreto dell’eterna giovinezza della Klum! La passione a letto rafforza il corpo, lo spirito e giova alla salute. Secondo la fonte, la modella sarebbe anche molto esigente con i partner, tanto da essere sempre alla ricerca della perfezione… sotto le lenzuola. E non solo, visto che Heidi ama sperimentare anche fuori dal letto. Mamma di quattro figli, la Klum si è recentemente fidanzata con Tom Kaulitz, ex dei Tokyo Hotel, che ha 16 anni meno di lei. Pare che Heidi tenga un diario in cui segna le date degli incontri e che ad ogni prestazione (la richiesta è di 5 al giorno) dia un voto al partner.

Sara Tommasi a Le Iene: «Ero bipolare, pensavo di morire». La showgirl parla dopo 4 anni di incubo

La malattia, la sofferenza, quel film hard di cui ha parlato tutta Italia con alcune persone che hanno sfruttato la sua fragilità. Sara Tommasi, dopo tanto tempo, è tornata a parlare e lo ha fatto con Le Iene, che l’hanno intervistata nella puntata andata in onda mercoledì. «Pensavo di non venirne più fuori, di morire. Questa malattia non ti dà più energie, è come se fossi un automa, una marionetta», ha detto Sara.

sara_tommasi_ricoverata_facebook_645
«Ora che ho riacquistato la salute sto meglio. Mi sono ricordata chi ero – continua Sara, laureata alla Bocconi, modella, showgirl per anni in televisione – Avevo bisogno di aiuto, ero un morto che camminava. Il disturbo di cui ho sofferto, il bipolarismo, ti toglie energie, non sei più capace a fare niente, a prendere un taxi, non ti ricordi chi sei, non sai dove andare».

Tante persone hanno sfruttato quei momenti di debolezza per portarla ad eccessi di cui ora è pentita. «Quelle cose non mi appartengono – dice – Non ero assolutamente io. Non parlavo bene, non mi ricordavo le frasi. Non ce l’ho con nessuno, do colpa soprattutto a me stessa». Un periodo lungo 4 anni. «Sono stata in ospedale per cinque mesi, quando sono uscita mi sentivo invalida – conclude – i farmaci per fortuna mi hanno permesso di uscirne».

Ciò che ha fatto in quegli anni le porta anche episodi antipatici: alcune persone, quando la trovano per strada, la apostrofano in maniera poco simpatica. «Mi capita che magari sono in giro e viene qualche idiota a dirmi “andiamo…. Io mi vergogno di ciò che ho fatto, queste cose mi portano a chiudermi in casa e a non uscire. Per fortuna ho la mia famiglia,  da loro mi sento amata».

Ulcera carnivora, l’epidemia misteriosa: «Non sappiamo come si diffonde»

Definita come ‘’l’ulcera carnivora’’ quella del Buruli è la nuova spaventosa malattia epidemica che si sta diffondendo in Australia del sud e che porta all’indebolimento del sistema immunitario e alla morte degli organi.
E’ un allarme secondo i medici australiani l’aumento dei malati di questa infezione che nella loro nazione è salito del 400% in meno di cinque anni, oggi migliaia di persone sono affette da una malattia tanto logorante quanto sconosciuta.

buruli-U43060557751929GnC-U434705707125231YE-593x443@Corriere-Web-SezioniUn’epidemia che ha avuto il suo picco in pochissimo tempo e che ha colpito zone del sud dell’Australia, lasciando immaginare che a sia stata facilmente veicolata da alcuni fattori in quel territorio.

Non è per niente facile conoscere come la malattia sia stata contratta da tutte queste persone; l’ipotesi più veritiera sembra quella degli insetti e di alcune piante che possono essere vettori di questo batterio.

Secondo alcuni studi giapponesi la causa della malattia potrebbe essere anche dovuta alla presenza del batterio in questione in molte falde acquifere sia in Australia sia Africa.

Le uniche cose note che si sanno sull’ulcera del Buruli è che è appunto tipica dell’Africa subsahariaha e può portare a disabilità permanenti.

Schiena, viso e arti inferiori sono le parti del corpo maggiormente colpite ed è difficile definire un programma di prevenzione per questa malattia che condivide il corredo genetico con malattie come lebbra e tubercolosi.

In qualunque stato evolutivo si trovi, l’ulcera del Buruli, può essere curata con un mix di alcuni forti antibiotici per almeno due mesi, le linea guida sono definite dall’organizzazione mondiale per la sanità.

Interventi chirurgici, ricostruzioni e fisioterapia sono la soluzione a quei soggetti gravemente colpiti, ma i tempi di recupero totale dei soggetti affetti resta maggiore all’anno di cure.

Frizzi, Pupo al veleno su Facebook: “Gli ipocriti che ti angosciavano, adesso ti piangono”

Anche Pupo si unisce ai tanti messaggi di dolore per la morte di Fabrizio Frizzi, scomparso nella notte tra domenica e lunedì a 60 anni per un’emorragia cerebrale, che definisce «fratello» ma ci tiene a sottolineare anche le tante «sofferenze» per motivi di lavoro patite dal conduttore. Prima un commento «fuori dal coro» affidato alla sua pagina Facebook e poi uno sfogo con il Corriere della Sera.

3632871_1324_pupo_frizzi (1)«Abbiamo condiviso – scrive sui social – momenti professionali meravigliosi e altri, privati, in cui mi raccontavi le tue sofferenze e le angosce che gli ipocriti che oggi ti rimpiangono, ti avevano causato». E poi spiega al Corriere: «Mi dà fastidio l’ipocrisia. Non delle persone comuni, che si commuovono davvero e provano sincere emozioni. Ma quella di certa dirigenza Rai, che se ne frega dei rapporti umani, è cinica, ti sta vicino solo quando gli servi perché hai successo».
«In Rai ci sono persone che hanno fatto dannare Fabrizio, che soffriva per le ingiustizie subite, pativa le ritorsioni, doveva ingoiare rospi. E io penso anche che certe angosce influiscano sulla salute». E poi chiarisce: «Anche se oggi non lo dice nessuno, io penso che sia giusto ricordarlo, così magari in futuro ci sarà qualcuno che eviterà di parlare. Non ho problemi a dire che in Rai c’è gente che si dovrebbe vergognare, e non mi riferisco ai colleghi».

Randi Ingerman: ‘Dovrei togliermi un pezzo di cervello’. Ecco la malattia che ha colpito la modella

Randi Ingerman: ‘Dovrei togliermi un pezzo di cervello’. Ecco la malattia che ha colpito la modella Che fine ha fatto Randi Ingerman? La modella americana, icona sexy nell’Italia degli anni ’90, ha finalmente ritrovato la serenità dopo un periodo molto difficile. Prima colpita dalla malattia e poi da tre terribili lutti familiari: quello della nipotina, del padre e del fratello. Randi è riuscita a rialzarsi ed ecco oggi cosa fa e qual è la malattia che l’ha colpita.

1080929785Nel 2010 ha dovuto allontanarsi dal mondo dello spettacolo per un grave motivo di salute. La sua presenza esplosiva veniva messa a rischio da improvvise crisi di epilessia. Un motivo grave che l’ha portata ad un periodo di ritiro per scoprire da cosa fosse affetta.

“Ho avuto la prima crisi epilettica nel 2006 mentre partecipavo a un reality – ha dichiarato – e da allora ne ho avute oltre 140: in media, una al mese. Ho cercato per anni una terapia, girando le migliori cliniche e incontrando i migliori dottori. Qualcuno mi ha anche consigliato di rivolgermi a uno psichiatra. Ma solo dopo 8 anni di ricerche vane, una dottoressa ha trovato la diagnosi: epilessia causata da malformazione del lobo temporale sinistro. Dovrei operarmi e togliermi un pezzo di cervello. Per ora, visti i rischi ed effetti collaterali dell’operazione, ho detto di no”.

Ma la malattia non è stata l’unica cosa che le ha minato la carriera. La Ingerman ha subito una lunga serie di drammi familiari, come la morte della nipotina, allattata al seno dalla madre sieropositiva. E poi la scomparsa del padre e del fratello, per overdose.

Tragedie che non le hanno impedito di rimettersi in discussione. Trovando un difficile equilibrio, a 50 anni la bella Randi fa ancora sport, suona il flauto e fa meditazione. Ha creato inoltre una linea di cosmetici e di strumenti da cucina ed è diventata madrina della Federazione Italiana Epilessia.

Magia! Giucas solleva la gonna della Marcuzzi

Incredibile “mossa di potere” di Giucas Casella all’Isola. Ipnosi? Intreccio di mani? Nulla di tutto ciò. Il paragnosta, rientrato dall’Honduras per motivi di salute, è riuscito a sollevare la gonna della conduttrice. E senza nemmeno un “Change! Change! Change!”.

C_2_box_56667_upiFoto1FAlessia Marcuzzi, dal canto suo, aveva scelto una gonna piuttosto corta, vintage, di Alberta Ferretti, abbinandola a una camicetta nera Stella McCartney e décolleté Casadei. Tra risate, sedute e movimenti, era già un’impresa personale della conduttrice farla stare a posto.
Ma il grande mentalista Giucas Casella è riuscito a compiere la magia: entrato in studio carichissimo e acclamatissimo, ha stretto Alessia Marcuzzi abbracciandola, sollevandola appena e roteandola a favor di telecamere. Lei ha cercato strenuamente di coprire l’intimità con la mano, ridendo imbarazzata e sollevata quando infine Giucas si è diretto ad abbracciare Mara Venier.
“Il testosterone come va?” ha chiesto Daniele Bossari alludendo proprio all’episodio della gonna. “Alla grande!” ha risposto Giucas Casella ignaro di quanto fatto: “L’energia? Me l’ha data l’Isola!”.

Manuela Arcuri, pausa relax in topless sul lettino

Allenamento in palestra e centro estetico. Manuela Arcuri si prende cura di sé e su Instagram condivide gli scatti del suo “percorso salute”.

C_2_fotogallery_3086244_upiFoto1FUna pausa relax per la bella attrice che, in uno scatto appare sdraiata in topless su un lettino caldo ad acqua, in attesa di un massaggio. Una vera sex symbol! Poi rieccola mentre schiva pugni e ne dà al suo personal trainer coi guantoni.

Barbara Tabita: “Ho rischiato di morire, 2 anni fa sono stata colpita da una ischemia cerebrale. Ora aspetto una bambina”

“A 42 anni è quasi un miracolo, quasi non ci speravo più”.
Barbara Tabita, attrice che oltre che sul grande schermo ha recitato anche nella popolare serie de “I Cesaroni” presto sarà mamma: “Sarà una bimba e si chiamerà Beatrice – ha raccontato a “Spy”, in edicola da venerdì 26 gennaio – Vorrei allattare Beatrice, ma vedremo se sarà possibile. Io non avevo mai immaginato di avere un figlio, quindi parto davvero da zero.

66E faccio da sola. I miei sono a Siracusa, non sono mai stata una mammona. Non mi piace nemmeno avere troppa gente attorno”.
Barbara esce da un momento difficile che è riuscita a superare (“Ho avuto problemi gravissimi di salute, due anni fa sono stata colpita da una ischemia cerebrale e ho rischiato di morire, ma non mi sono mai arresa”) e dopo il parto vorrebbe tornare presto al lavoro: “Mi piacerebbe rimettermi in forma subito e tornare al mio lavoro e magari al teatro che amo tantissimo. Comunque, per quanto riguarda il fisico, non ho la smania di essere perfetta: sono una mamma, non una modella”.