Anna Falchi: «Per Salvini farei un calendario sexy, con un po’ di foglie»

Anna Falchi e il fidanzato Andrea Ruggeri, deputato di Forza Italia, per la prima volta insieme in un programma, a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, hanno raccontato la loro lunga relazione e molti aspetti inediti della loro vita privata.

3786669_1058_anna_falchi_calendario_salvini“Anche se sono sette anni che stiamo insieme, è la prima volta che partecipiamo in coppia ad un programma”, ha esordito la showgirl di origine finlandese. Tra voi due c’è stato subito un colpo di fulmine o prima di fidanzarvi avete atteso di conoscervi meglio? “Siamo stati ‘amici’ per nove mesi, io in quel periodo ero incinta e Andrea era fidanzato. Galeotto e’ stato suo cugino, Federico Vespa, con cui lavoravo in radio”. Federico Vespa, figlio di Bruno, è il cugino di Andrea. “Si. Federico ci ha presentato una sera e….” Vivete nella stessa casa? “Non conviviamo ma le nostre case sono ad appena 50 metri l’una dall’altra”. Come vi chiamate in privato? “Invece che amore ci chiamiamo ‘more’”. Ruggeri ha aggiunto: “suo figlio mi chiama ‘bradipo’, perché dice che è lento…” E’ vero che Anna è, come dire, molto attenta alla pulizia casalinga? “Molto attenta? Per la pulizia della casa è malata, disturbata, bisognerà chiamare la ‘neuro’ prima o poi. E’ una che accende l’aspirapolvere alle 7.30 del mattino e spalanca le finestre anche a gennaio…”. La Falchi, a Rai Radio1, ha confermato: “si, è vero, so di essere una rompiscatole. Meno male che non conviviamo, perché lui in casa è un disastro”.

Ospite da noi aveva detto a Matteo Salvini, collegato in diretta, che per lui era disposto a fare un calendario sexy. “Confermo, a me piace Salvini. Farei un calendario con lui, con un po’ di foglie, non con un nudo integrale”. E’ vero che lei ha sempre apprezzato politicamente Matteo Renzi? “Si, mi è sempre piaciuto molto da quel punto di vista. Ma lui mi ha sempre snobbata”. E Di Maio come le pare, fisicamente? “Non incarna il mio genere d’uomo, è troppo ragazzino, troppo sbarbatello, giovane”. Non le piacciono i toy boy? “E’ una parola desueta, come gli sugar daddy, gli uomini che stanno colle ragazze più giovani. Un po’ come Berlusconi”, ha scherzato la Falchi con il suo fidanzato, deputato berlusconiano. Lei è una delle donne più belle d’Italia: c’è mai stato un politico che ci ha provato? “Si qualche mano lunga c’è stata. Un ministro – ha detto la Falchi a Un Giorno da Pecora -, di centrosinistra, sposato. Era durante una cena, quasi istituzionale, con la classica mano morta. Io misi le gambe da una parte, per fargli capire che non mi interessava…”

Chiudiamo l’intervista con la domanda delle domande: quando vi sposerete? “Io – ha spiegato l’attrice – sto divorziando, dobbiamo aspettare questo. C’è un motivo per cui stiamo aspettando”. Quale? “C’è una persona – ha precisato Ruggeri – che ha difficoltà a mettere una firma. E non è Anna…”

Salvini, vacanze di Pasqua a Ischia con la fidanzata Elisa Isoardi

Il leader della Lega Matteo Salvini è partito in motonave, da Calata Porta di Massa, nel porto di Napoli, per recarsi sull’isola d’Ischia, insieme alla sua compagna Elisa Isoardi, per un periodo di vacanza. A bordo della motonave c’erano anche i deputati napoletani della Lega, Gianluca Cantalamessa e Pina Castiello.

3637416_1744_canePrima della partenza, Salvini si è affacciato dal bordo della nave per ammirare dal mare la città di Napoli. Il leader della Lega dovrebbe trascorrere le vacanze pasquali in una nota struttura alberghiera e termale nel comune di Lacco Ameno. Salvini era già stato sull’isola verde due anni fa, in occasione della consegna del premio Ischia di giornalismo. A Ischia ci fu anche la prima uscita pubblica della coppia Salvini-Isoardi.

Salvini, Elisa Isoardi futura Firs Lady?: “Ecco cosa sono disposta a fare per lui”

La compagna di Matteo Salvini, Elisa Isoardi, parla per la prima volta dopo le elezioni del 4 Marzo. La conduttrice Rai, si sbottona un po’ sui risultati delle urne, parlando anche di un suo possibile futuro da First Lady.

154627945-a0350540-ffa6-4288-a92f-34fbc8d1703aCelebrando il successo del compagno, non perde occasione per svelare cosa è disposta a fare per amore del suo politico leghista…
La conduttrice televisiva si è infatti sbottonata un po’ sul successo politico del suo Matteo. In una recente intervista, rilascia qualche dichiarazione che lascia trapelare ciò che sarà disposta a fare per lui.

Per Elisa Isoardi Matteo Salvini merita il suo successo
La Isoardi ha difatti parlato ai microfoni della rivista Oggi attualmente in edicola, che le ha addirittura regalato la copertina. “Sono orgogliosa dei risultati e dei successi di una persona che fa parte di me – dice l’ex modella – È il suo momento. Ho il dovere di non confondere i piani. Per rispetto. Per amore”.

Di lei già si parla di una vita da first lady, ma sceglierà di seguire il suo uomo a Roma o di continuare l’avventura in Rai?

Per Elisa Isoardi Matteo Salvini sarà protagonista. E lei arretrerà per amore
Lei sembra non avere dubbi e, anzi, dichiara di essere disposta a fare qualche passo indietro per permettere a Salvini di godersi il momento di splendore e cercare di portare risultati concreti.

“La donna per quanto in vista deve dare luce al suo uomo – rivela ancora al tabloid – e la luce si dà arretrando”. Questo significa che, per amore del fidanzato, continuerà a dedicarsi alla carriera senza influire troppo sulle scelte politiche del capo leghista.

Ma forse Elisa ha paura di qualche ripercussione sul loro rapporto: “Non è detto che il potere aiuti. A volte le donne di uomini influenti sono meno privilegiate di quel che si pensi. Devono dimostrare più di altri. Devono scrollarsi di dosso l’etichetta del privilegio. Ma, alla fine, chi fa bene e con amore il proprio lavoro verrà sempre premiato. La qualità vince sempre”.

Intanto c’è da aspettare. Solo il tempo e le complesse dinamiche della politica ci diranno se la vedremo o meno nell’inedito ruolo di First Lady…

Valentina Nappi: “Andare con Salvini? Piuttosto mi taglio il clitoride. Sono cornuta, ma fiera”

«Matteo Salvini fomenta l’odio tra gli italiani, sono gli immigrati a stare male, non noi. Andare a letto con lui? Neanche morta, piuttosto mi faccio tagliare il clitoride. Non mi piace utilizzare politicamente la f**a, ma in questo caso sì». Una Valentina Nappi decisamente senza peli sulla lingua, intervistata da La Zanzara su Radio24. La pornostar italiana, infatti, ha spiegato: «Prima di andare con Salvini, mi farei infibulare o me la farei cucire. E poi io sono per l’africanizzazione dell’Italia».

valentina-nappi-1080p-wallpaper_1La pornodiva, che attualmente si trova per lavoro negli Stati Uniti, ha confessato di avere molta nostalgia per l’Italia. In particolare, per un aspetto: «Gli americani si lavano poco, a me piace leccare tutte le parti del corpo ma in certi casi è impossibile. Diciamo che mi accontento di chi ha un odore accettabile, dal momento che ho incontrato attori che non si lavavano anche da tre giorni».
Quando le viene chiesto della sua vita sentimentale, la pornostar-filosofa non esita a definirsi una “cornuta”: «Sì, lo sono e ne sono orgogliosa. Io vivo negli Stati Uniti, il mio fidanzato sta in Italia e siamo una coppia aperta da otto anni. In fondo, è bello avere un partner curioso, creativo a letto e sessualmente attivo. Quando ci siamo conosciuti, stavo debuttando nel mondo del porno, diciamo che mi ha già conosciuto t***a ma prima di lui avevo avuto al massimo dieci uomini. Essere cornuti è bello, da tempo dico che dovremmo organizzare in Italia un ‘Cornuti Pride’».
La carriera di Valentina Nappi, dopo gli esordi in Italia, sta conoscendo un periodo molto fortunato Oltreoceano. La pornostar, 27 anni, originaria di Scafati (Napoli), in questi ultimi anni ha lavorato per le più note case di produzione di lungometraggi hard, da Brazzers a Naughty America.
Quando le chiedono chi apprezza nel mondo del porno di oggi, Valentina Nappi sorprende tutti e cita un attore spagnolo noto con il nome d’arte di El Pony de Bilbao. La pornodiva spiega così il perché di quello strano nome: «Lui è basso, grasso e ce l’ha piccolo, si tratta di un chiaro riferimento in antitesi ai cosiddetti ‘stalloni’. Lo trovo fortissimo, non vedo l’ora di andare a Barcellona e incontrarlo».
«El Pony de Bilbao è il mio nuovo eroe, mi ricorda un po’ i ragazzi che mi piacevano durante l’adolescenza, avevo proprio il feticcio dei ragazzi grassi e non bellissimi» – aggiunge ancora la Nappi – «Una volta dimenticavo solo quelli che scopavano male, ora dimentico tutti».

Sanremo, Cambio d’abito e gag per la Hunziker, tutti pazzi per la ballerina de lo Stato Sociale

Giro di Boa con Noemi
Noemi è la decima concorrente in gara e segna il giro di boa della prima serata con la sua ‘Non smettere mai di cercarmi’. Anche lei indossa il fiore, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, fra i capelli e al termine dell’esibizione lo dona alla Hunziker. Esibizione perfetta. Seguono i Decibel con ‘Lettera al duca’. Per l’omaggio a David Bowie il gruppo ha come sempre indossato i consueti occhiali da sole, mostrati anche da Michelle durante la presentazione. Pubblicità.

sarapaddyjones_06230837Michelle Hunziker che canta “E se domani”
Cambio d’abito per Michelle Hunziker, sempre elegantissima, intona la canzone che canta E se domani. La showgirl finge di rimanere incastrata in un pezzoo della scenografia, parte una gag con Baglioni e Favino che cercano goffamente di aiutarla .

michelle hunziker_sanremo_06212331Canta Lo Stato Sociale con una special Guest
Il gruppo bolognese con la sua ‘Una vita in vacanza’ ha raccolto il favore del pubblico ma far impazzire il pubblico è l’arrivo sul paco di una ballerina attempata che si è esibita con un partner in danze acrobatiche ( proprio come dice il testo della canzone). Ma i più attenti hanno riconosciuto la splendida artista: E’ Sarah Paddy Jones, 83 anni, che detiene il Guinness Record come ‘Oldest acrobatic salsa dancer’ (La ballerina più anziana di salsa acrobatica). Nel 2014 si era esibita al Britain’s got Talent
In gara Fogli-facchinetti, ma non convincono
Ottavi campioni in gara sono Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con ‘Il segreto del tempo’. Il duetto al pianoforte non funziona, forse ci sono problemi di audio. Non sembrano in sintonia. La voce di Facchinetti è affaticata.
Pierfrancesco Favino diventa cantante e finge gaffe con la Hunziker
L’attore romano ha il compito di portare le paole sul palco dell’Ariston, Favino parte con Leopardi, una gag che diventa un medley dei princiali successi italiani. A metà esibizione, appena accenna le note di una canzone di Eros Ramazzotti, viene interrotto da Michelle Hunziker che gli chiede: “Fra tante canzoni, dovevi scegliere proprio questa?”. Ma lui prosegue trascinando il pubblico fino a pronunciare le parole dell’ultima canzone vincitrice del Festival, ‘Occidentali’s Karma’ di Francesco Gabbani: “Namastè, alè”.

Ermal Meta e Fabrizio Moro sono i favoriti dei bookmaker
Ermal Meta e Fabrizio Moro, con la loro “Non mi avete fatto niente”, partono avanti a tutti con una quota piuttosto bassa, 2,75. Il pezzo funziona, applausi soprattutto in sala stampa. Pubblicità. Si rientra con Mario Biondi diretto dal maestro Beppe Vessichio con “Rivederti”. Pubblicità.
Si torna alla gara
Ornella Vanoni in bianco su cui ha appuntato il fiore che simboleggia la lotta contro la violenza sulle donne, canta “Imparare ad amarsi” con Bungaro e Pacifico.
Laura non c’è entra Fiorello, poi la telefonata in diretta
“Ovunque ti giri vedi un Pooh! I Pooh sono come le tasse, le levano, le lavano ma poi ci sono sempre”. Fiorello “occupa” lo spazio in cui si sarebbe dovuta esibire Laura Pausini e inonda di battute un divertito Claudio Baglioni.
«Ci sono le elezioni, c’è la par condicio», avverte Fiorello. «Chi se ne frega», replica Baglioni. «Chi se ne frega», dice a sua volta Fiorello. Ma poi inscena una gag con il pubblico, invitandolo ad indicare, con il gioco ‘su le mani, giù le manì, per chi voterà il 4 marzo. «Chi voterà Pd? Su le mani! Chi voterà Cinque Stelle? Su le mani! E chi il centrodestra, Berlusconi e compagni? Orfeo, – dice rivolto al dg Rai in platea – tu non puoi alzà la mano tre volte. E poi chi voterà Liberi e belli, quelli dello shampoo, scusate Liberi e uguali, quelli di Grasso? O la Lega… Venerdì viene qua Salvini…».
Al telefono interviene Laura Pausini ci tiene a far sentire la sua voce ancora rauca«Scusate se mi sentite con questa voce, questo è il motivo per cui non ci sono. Ma sabato il mio dottore mi ha detto che dovrei esserci. Sarebbe stato bello, ci tenevo a esserci e a cantare con te Claudio e a divertirmi con Fiore» In omaggio alla cantante Fiorello e Baglioni cantano “E tu..”. STANDING OVATION
Le esibizioni dei Big
Inizia ufficialmente la gara: si parte con Annalisa, con “Il mondo prima di te”, poi tocca a Ron. Un piccolo inconveniten tecnico fa ritardare l’esibizione, la Hunziker ne approfitta per fare una bellissima dichiarazione d’amore per il marito Tomaso Trussardi :”Ciao amore, sei bellissimo, ti risposerei”.
Il secondo artista in gara, dicevamo, è Ron, che canta un brano inedito di Lucio Dalla “Almeno pensami”, davvero bella. E dopo le atmosfere oniriche di Ron si passa al ritmo dei The Kolors, che cantano Frida ( mai mai mai). il brano è decisamente radiofonico. Chiude questo primo blocco Max Gazzè, che canta “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”. Qualche piccola incertezza per lui, ma il brano è pura poesia.
Entrano i conduttori Pier Francesco Favino e Michelle Hunziker
Al rientro dal primo blocco pubblicitario il direttore artico chiama il primo dei co-conduttori di questa 68ma edizione Pier Francesco Favino, ma la curiosità del pubblico è tutta per Michelle Hunziker splendida e sexy in uno scollatissimo abito nero firmato Armani Privè.
Il saluto di Claudio Baglioni
Elegantissimo Claudio Baglioni in smoking nero scende la scalinata dell’Ariston :”Questo è il Festival della canzone italiana, per questo abbiamo scelto di mettere al centro le canzoni, le canzoni sono un’arte povera, semplice, sembrano valere poco, eppure hanno una grande forza evocativa. Solo i profumi sono così. Le canzoni sono coriandoli d’infinito. Sono neve di sogni che sembra venir giù da un altro pianeta. In quei pochi secondi fanno piccoli miracoli. Perchè ieri resti indimenticabile e affinchè oggi diventi un giorno bellissimo. Grazie di essere qui, a casa”.
Fiorello scaldapubblico
Finalmente ci siamo, si alza il sipario sul teatro Ariston e sulla 68^ edizione del Festival di Sanremo. La kermesse musicale si apre con la sigla iniziale cantata dai 20 big di Sanremo: un pezzo inedito scritto da Baglioni.

A sorpresa Fiorello fa il suo ingresso “Ormai sono qui Claudio, fammi entrare!” e Baglioni da dietro le quinte :”Hai vinto entra!”.
Il Fiorello Scaldapubblico vince sulla programmazione di Baglioni tra gli applausi del pubblico, ma viene subito interrotto. Sul palco sale un uomo con un piumino blu. Fiorello lo chiama “cavallo pazzo”, ma l’uomo è piuttosto cortese chiede di parlare col Procuratore della Repubblica e col sindaco di Sanremo, la sicurezza lo allontana.

Asia Argento contro Giulia Bongiorno: “Ha difeso un mafioso e non vuole tutelare le donne”

Giulia Bongiorno è finita in queste ore al centro di polemiche anche all’interno della Lega per la sua candidatura nel partito di Salvini. Anche Asia Argento si scaglia contro di lei sui social. “L’avvocato Bongiorno aveva difeso il mafioso #Andreotti (“Assolto! Assolto!

asia_argento_giulia_bongiorno_difeso_mafioso_andreotti non_vuole_tutelare_le_donne 20 gennaio 2018_20204648Assolto!”) ma si è rifiutata di tutelare alcune vittime di violenza sessuale nell’industria cinematografica… #DoppiaDifesa? Dissociazione totale”: scrive su Twitter l’attrice.
A chi, via Twitter, ha chiesto all’attrice di “spiegarci meglio o segnalarci qualcuno con cui approfondire”, Asia Argento ha risposto: “Sarebbe bello conoscere l’opinione delle altre attrici italiane, visto che fino ad oggi sono state mute riguardo la rivoluzione #metoo”.

“Boschi chiese a Unicredit di comprare Banca Etruria”. M5S e Salvini: “Si dimetta”. Lei: “È fango”

Maria Elena Boschi chiese a Unicredit di comprare Banca Etruria, scrive l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli nel suo libro ‘Poteri Forti’ di cui è stata diffusa l’anticipazione.
“L’allora ministra delle Riforme, nel 2015, non ebbe problemi a rivolgersi direttamente all’amministratore delegato di Unicredit. Maria Elena Boschi chiese quindi a Federico Ghizzoni di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria.

2016-12-07T092856Z_1798614275_RC1EB0C30280_RTRMADP_3_ITALY-POLITICS-BUDGET-kSdD-U43250906726970M3H-593x443@Corriere-Web-Sezioni

La domanda era inusuale da parte di un membro del governo all’amministratore delegato di una banca quotata. Ghizzoni, comunque, incaricò un suo collaboratore di fare le opportune valutazioni patrimoniali, poi decise di lasciar perdere”, scrive Ferruccio De Bortoli.
L’ATTACCO DEL M5S “Boschi vada a casa o faremo di tutto per mandarcela noi. E valuteremo anche possibili azioni sul fronte giudiziario”. Così il M5s sul blog di Beppe Grillo dove attacca: «il governo ‘Renzilonì non è adeguato a mandare avanti il Paese in un momento così difficile, anche in considerazione del peso enorme che la sottosegretaria, a colpi di circolari accentratrici, continua ad avere nell’esecutivo attuale».
“Nel 2015 Maria Elena Boschi chiamò l’amministratore delegato di Unicredit Ghizzoni chiedendogli di comprare Banca Etruria, la banca dove suo padre era vice-presidente. Lo vedete adesso il conflitto di interessi? La Boschi dovrebbe dimettersi all’istante dopo aver chiesto scusa agli italiani. Diceva che non si era mai interessata alla banca di famiglia ma è solo una bugiarda. Se non si dimetterà la costringeremo ancora una volta a venire in aula con una mozione di sfiducia. Il M5S non molla”. È quanto scrive su Facebook il deputato M5s Alessandro Di Battista.
L’ATTACCO DELLA LEGA “Subito le dimissioni della ministra Boschi. Nell’affare banche c’è dentro fino al collo… La Lega non dimentica: che fine ha fatto la nostra richiesta di una commissione d’inchiesta su Bancopoli? Sepolta in un cassetto?”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini.
BOSCHI: “MAI CHIESTO A GHIZZONI ACQUISTO BANCA ETRURIA” La storia di Banca Etruria viene ciclicamente chiamata in ballo per alimentare polemiche. Vediamo di essere chiari: non ho mai chiesto all’ex AD di Unicredit, Ghizzoni, né ad altri, di acquistare Banca Etruria. Ho incontrato Ghizzoni come tante altre personalità del mondo economico e del lavoro ma non ho mai avanzato una richiesta di questo genere«. Così la sottosegretaria Maria Elena Boschi, su fb, aggiungenfo di aver affidato »la pratica ai legali per tutelare il mio nome e il mio onore«.
«Sfido chiunque – afferma la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio – e ovunque a dimostrare il contrario. E siccome sono stupita per questa ennesima campagna di fango, stavolta ho affidato la pratica ai legali per tutelare il mio nome e il mio onore. Chi è in difficoltà per le falsità di Palermo o per i rifiuti di Roma non può pensare che basti attaccare su Arezzo per risolvere i propri problemi».

Paolini show in mutande: “Mi iscrivo alla Lega. Salvini è un vero animale politico”

Gabriele Paolini, l’ex ‘disturbatore’ diventato personaggio controverso al centro di polemiche e provocazioni, ha annunciato stamani, con un piccolo show a Milano, di aver chiesto l’iscrizione alla Lega Nord.

Paolini

«Ho mandato 48 ore fa l’iscrizione via email – ha detto -. Non so se mi accetteranno ma io credo che Salvini sia l’unico vero animale politico in circolazione.Certo, talvolta esagera, ma anche io…».  Paolini, che in via Fara si è spogliato fino a restare in mutande, ha promosso con un megafono il suo libro L’ho amato, aveva 17 anni (Lupieditore) frutto della sua protesta per le accuse ricevute in merito alla sua presunta relazione con un giovane. Recentemente Paolini, omosessuale dichiarato, aveva anche annunciato di voler «diventare donna» entro il 2016.