Clarissa Marchese: “Fausto Brizzi deve farsi curare, è malato di sesso”

Non si fermano le testimonianze di attrici e modelle contro il regista Fausto Brizzi, accusato da molte di averle molestate sessualmente. Clarissa Marchese, ex Miss Italia 2014, è stata una delle prime a uscire allo scoperto. “Ho fatto un provino con lui, mi chiese di spogliarmi perché per farmi lavorare doveva fidarsi di me – racconta a “La Repubblica” -. Deve chiedere scusa e farsi curare, anche il sesso può essere una dipedendenza”.

15106420483468-FB_Clarissa_Marchese“Magari il cinema l’avrei fatto e oggi sarei un’attrice ma è come se le molestie pesanti di Brizzi avessero sporcato i miei sogni”. Oggi il cinema per Clarissa Marchese è una porta che non si è mai aperta, una possibilità che è rimasta tale. La sua carriera ha preso tutt’altra china. Prima è passata dalla tv, a “Uomini e donne”, poi ha trovato nel web la sua dimensione, diventanto un’influencer da 800mila follower su Instagram.
“Ho deciso di venire in Italia (da Miami dove vive – ndr) per raccontare la mia storia – dice al quotidiano romano -. Perché quel giorno io ho perso un provino, ma c’è chi ha perso molto di più”.
La Marchese racconta di essere stata nello studio-abitazione del regista nel 2015. E di essersi trovata di fronte a due Brizzi. Il primo, quello che l’ha accolta e intrattenuta per quasi un giorno intero. “Fu gentilissimo e disponibile, ero lusingata. Per l’intera giornata si è comportato in maniera impeccabile spiegandomi un sacco di cose”. Poi il secondo, una volta restati soli di sera. “A un certo punto ha detto: ‘Spogliati’. Mi sono sentita brutalizzata, il regista professionale si era tramutato in un altro uomo”. Di fronte alle perplessità della ragazza Brizzi spiegò che lei, con il suo fisico, era destinata a ruoli sexy, e quindi doveva potersi fidare di lei per non avere sorprese sul set. “Dopo i miei rifiuti si era fermato. Era tornato quello di prima” dice la Marchese che comunque se ne andò per poi tornare il giorno seguente. Quando la scena si ripetè praticamente identica.
L’ex Miss dice chiaramente che “non ci fu violenza sessuale”, ma dopo la seconda volta “me ne sono andata. Umiliata. Offesa. Piangevo dentro”. E alla domanda sul perché non abbia denunciato la cosa risponde che di aver pensato “che non mi avrebbero creduto. O avrebbero minimizzato: in fondo mica ti ha aggredita”.
Oggi invece ha deciso di parlare “perché ho 800mila follower, in gran parte ragazzine giovani, che sognano la tv e il cinema. Ho pensato a loro. Il mio messaggio è: non vi piegate, io non l’ho fatto e ho avuto successo lo stesso”.

Giulia De Lellis in finale con le “mongolfiere”

Alla fine ha indovinato Malgioglio: “Giulia De Lellis è fortissima, vedrete che andrà in finale” aveva profetizzato il cantante, giustificandosi per aver fatto il suo nome. Cortesia ricambiata dalla stessa Giulia, sollevando la foto di Cristiano. E la De Lellis ce l’ha fatta davvero: è la prima finalista del Grande Fratello Vip, oltre che capitana e immune dalle nomination.

C_2_box_47307_upiFoto1FCosì, mentre Jeremias Rodriguez catalizzava nel bene e nel male, ancora una volta lo svolgimento della puntata, la De Lellis, zitta zitta, si portava a casa (figurativamente parlando) la prima vittoria. Meritata o no, certo è che Giulia De Lellis ha dimostrato di essere un personaggio fortissimo.
Carattere di ferro in un corpo minuto, la ragazza non le manda a dire e il suo essere così diretta fa scuola e conquista il pubblico.
“Le mie ragazze”, così Giulia De Lellis chiama le sue fan, che le mandano messaggi con l’aereo e che la supportano ad ogni televoto e sui social network. Pare che addiritturaAlfonso Signorini sia stato bersagliato da loro, dopo il battibecco durante una delle scorse puntate: da qui la plateale pace sancita ieri sera da un caloroso abbraccio in studio, sotto gli occhi di tutti, e mascherato da scherzo per lei.
Ma che dire del suo outfit? Il suo stile scatena i commenti e divide il pubblico. Continuando la tradizione delle spalle a vista, Giulia De Lellis ieri sera ha indossato un particolare minidress fucsia Asos, con scollatura sagomata a cuore ed enormi maniche a palloncino simili a mongolfiere. Giudicato lezioso ed eccessivo, paragonato ad un uovo di pasqua, criticato come una bomboniera, si tratta sicuramente di un vestito scenografico e cattura-sguardi. E quelle mongolfiere alla fine, l’hanno portata, di volata, in finale.

Ritrova la madre dopo anni e decidono di sposarsi, 26enne condannata a 10 anni

Si sposano nonostante siano madre e figlia, la figlia viene condannata per incesto. Patricia Ann Spann, 44 anni, ha sposato lo scorso anno Misty Velvet Dawn Spann, che ha 26 anni ed è sua figlia. Le due hanno ammesso di essersi innamorate e hanno voluto suggellare la loro unione, ma la legge ha punito la 26enne e ora è stata condannata a scontare 10 anni di carcere.

462BE63700000578-0-image-a-68_1510248003489_10125303In Oklahoma, infatti, l’incesto è considerato un reato. La verità è venuta a galla solo dopo diversi mesi, quando la polizia ha portato avanti delle indagini a seguito di alcune segnalazioni. Sembra che la madre avesse perso la custodia dei suoi tre figli quando erano ancora piccoli e che i bimbi fossero stati affidati ai nonni. Misty e Patricia si sono rincontrate 3 anni fa e tra loro sarebbe nato un amore che andava ben oltre quello che dovrebbe esserci tra madre e figlia.
La donna, come riporta il Daily Mail, ha cercato più volte di spiegare che la loro non era un’unione illegale, visto che sul certificato di nascita della 26enne non compariva il suo nome, ma cercando con più attenzione la polizia ha scoperto che in realtà le cose erano andate diversamente, appunto. Misty è stata arrestata e condannata a 10 anni di carcere, per sua madre Patricia la sentenza è attesa il prossimo gennaio.

Anziana trovata in una pozza di sangue, indagato… un gatto per tentato omicidio

Una donna di 82 anni è stata trovata priva di sensi e in una pozza di sangue dalla figlia, a causa di vistose ferite al volto. Nell’abitazione della donna, però, non sono stati trovati segni di effrazione e ora la polizia sta indagando su un gatto per tentato omicidio.
Sì, avete capito bene: come riporta il Japan Times, gli inquirenti che indagano sul tentato omicidio dell’anziana Mayuko Matsumoto, starebbero concentrando le loro attenzioni su un gatto randagio.

3364592_2022_gatto_tentato_omicidioNei pressi dell’abitazione dell’82enne, che vive a Mifune, nella Prefettura di Kumamoto, si trova infatti una colonia felina di randagi e sotto gli artigli di uno di questi sono state rinvenute tracce di sangue e pelle umana. Le ferite, d’altronde, sembrano molto simili a quelle inferte dai graffi di un gatto.
Anche se non sono giunte conferme ufficiali da parte degli inquirenti, i media giapponesi riferiscono che le tracce rinvenute sotto le zampe del gatto sarebbero sottoposte ad analisi in laboratorio proprio in questi giorni.

Lorella Boccia, baci e shopping col fidanzato Niccolò Presta: “E’ il figlio dell’agente tv Lucio”

ROMA – Shopping in compagnia per Lorella Boccia.
L’ex ballerina di “Amici”, ora impegnata sul piccolo schermo come inviata del programma “Sabato italiano” è stata fotografata da “Vero” mentre passeggia per la Capitale per un giro di compere.

3364211_1407_lorella_boccia_niccolo_presta (1)Al suo fianco il fidanzato, Niccolò Presta, figlio del potente agente televisivo Lucio, con cui passeggia mano nella mano per poi baciarsi di fronte alle vetrine dei negozi del centro.

Italia fuori dai piedi. Ventura sbaglia tutto, assedio sterile e inutile. Buffon piange: “Fallimento sociale, smetto”

L’Italia non andrà ai Mondiali di Russia 2018. Contro la Svezia, nello spareggio decisivo per la qualificazione, dopo la sconfitta di Solna gli azzurri non vanno oltre lo 0-0 a San Siro. A qualificarsi sono gli scandinavi. Giocatori azzurri in lacrime, da Belotti a Gabbiadini e Bonucci, sul terreno di San Siro, dove si è appena conclusa la partita di ritorno dei Play-off di qualificazione ai Mondiali in Russia. Ventura sul banco degli accusati. Squadra senza gioco, cocciuto 3-5-2 sino alla fine e niente inserimento del giocatore di maggior classe, Lorenzo Insigne.

3364542_2318_venturaBuffon in lacrime. «Dispiace per non per me, ma per il movimento, perché abbiamo fallito e anche a livello sociale poteva essere veramente importante». È un Gigi Buffon distrutto quello che parla a Rai Sport dopo l’eliminazione mondiale. «Questo è l’unico rammarico che ho, e non certo di perchè chiudo, perché il tempo passa, è tiranno ed è giusto che sia così. Mi dispiace solo che l’ultima partita ufficiale in nazionale sia coincisa con l’eliminazione».
Un fallimento mondiale. L’Italia non va oltre lo 0-0 con la Svezia nel ritorno del playoff per la qualificazione alla World Cup di Russia 2018: addio Coppa del Mondo, la Nazionale resta a casa. La sconfitta per 1-0 nella gara di andata non viene ribaltata davanti ai 70.000 di San Siro, che assistono all’ennesimo flop della selezione del ct Gian Piero Ventura. L’Italia riesce a compiere un’impresa alla rovescio: bisogna tornare al 1958, infatti, per trovare un’altra Nazionale bocciata nelle qualificazioni. Il verdetto arriva al termine di 90 minuti ad altissima tensione. Gioco se ne vede poco, le occasioni ci sono ma non vengono sfruttate.
La Svezia svolge il compitino: basta e avanza per volare in Russia. L’avvio è nervoso e spigoloso. L’arbitro Lahoz distribuisce cartellini gialli -subito a Chiellini e Johansson- e sorvola su due rigori sospetti. All’8′, nell’area svedese, Parolo va giù dopo l’intervento di Augustinsson. Al 13′, dall’altra parte, è la mano di Darmian a intercettare con la mano. Anche in questo caso, niente penalty. L’Italia fatica a creare e solo al 16′ Jorginho trova la prima verticalizzazione che innesca Immobile: l’attaccante della Lazio, da posizione estremamente defilata, non riesce a inquadrare la porta e la palla finisce sull’esterno della rete. L’infortunio di Johansson, costretto a uscire per un problema al ginocchio sinistro, non cambia l’identikit della Svezia. Gli scandinavi badano a coprirsi ma concedono comunque spazi sugli esterni. Al 26′ Immobile scappa a sinistra e mette al centro un pallone basso: Candreva è libero di concludere, destro potente ma impreciso e palla alle stelle. Attorno alla mezz’ora, l’Italia rischia grosso. Con Bonucci zoppicante per un problema al ginocchio, un errore di Barzagli innesca la ripartenza svedese.
Il difensore della Juve tocca la palla con la mano, l’arbitro Lahoz non fischia rigore nemmeno in questa occasione. Le proteste di Forsberg vengono punite con il giallo. La qualità dello spettacolo è rivedibile, gli errori abbondano da entrambe le parti. Poco male per la Svezia, che pensa soprattutto a svolgere con diligenza il compitino difensivo. Al 40′ fiammata azzurra e Italia vicinissima al vantaggio. Jorginho, sempre lui, accende Immobile, che si ritrova solo davanti a Olsen e conclude. Il portiere ci mette una pezza ma è Granqvist, a pochi metri dalla linea, a evitare il gol. Sul proseguimento dell’azione, Parolo spara alle stelle dal limite dell’area. La pressione tricolore aumenta e il finale del primo tempo è un assedio: al 43′ Bonucci cerca il colpo di testa vincente, mira sbagliata. Subito dopo è il turno di Florenzi: botta secca sul primo palo, Olsen risponde e salva: 0-0 all’intervallo. Il secondo tempo si apre con un altro episodio controverso nell’area svedese. Darmian va giù per una ginocchiata di Lust. Per l’arbitro Lahoz, però, l’azione è viziata da un fallo di mano dell’azzurro. L’Italia ricomincia a spingere e al 53′ Florenzi sfiora il gol. Cross da sinistra, destro al volo del giallorosso e palla a fil di palo. Al 57′ una brillante iniziativa di Immobile libera Chiellini al tiro: palla deviata, Olsen blocca senza problemi. Al 63′, Ventura cambia: Dentro Belotti e El Shaarawy, fuori Gabbiadini e Darmian.
La Svezia, arroccata nella propria area, rischia di fare harakiri al 65′. Lustig devia un cross di Florenzi, la palla si impenna e rimbalza sulla parte alta della traversa prima di finire sul fondo. I minuti passano, la lucidità diminuisce e la qualità del gioco azzurro scema. Ventura prova a gettare nella mischia anche Bernardeschi, la mossa della disperazione. Gli azzurri si affidano al lancio sistematico, spedendo palloni a ripetizione nell’area avversaria. Nasce così l’occasione per El Shaarawy, che all’87’ ha lo spazio per il destro potente: Olsen si distende e respinge. Rimangono solo 5 minuti di recupero per un miracolo. Anche Buffon si presenta nell’area avversaria, Jorginho cerca il jolly dalla distanza ma non lo trova. Finisce 0-0, l’Italia non va ai Mondiali.

Moreira – Stoppa: i dettagli delle nozze

Organizzazione lampo per le nozze di Edoardo Stoppa e Juliana Moreira. L’inviato di Striscia La Notizia e la conduttrice di Paperissima sono convolati a nozze venerdi 10 novembre, a Milano, con una cerimonia civile celebrata dal sindaco Beppe Sala a Palazzo Reale e successivo ricevimento al Boscolo Hotel. La “scusa” di questo matrimonio, arrivato dopo oltre dieci anni d’amore e due figli, è stata la presenza in Italia del padre di lei, giunto dal Brasile per una vacanza.

C_2_box_47212_upiFoto1FTutto organizzato in pochissime settimane e inviti fatti via whatsapp per una cerimonia informale ma riuscitissima. A brindare con Edoardo e Juliana c’erano, neanche a dirlo, tantissimi amici e colleghi: le ex veline Melissa Satta, Thais Wiggers, Giorgia Palmas, Alessia Reato; Valerio Staffelli e Enzo Iacchetti, di Striscia La Notizia, e molti altri personaggi dello spettacolo come Ludmila Radchenko, Eros Ramazzotti e Marica Pellegrinelli, Cecilia Capriotti, Nadia Venturini, Michela Coppa.
Ma veniamo ai dettagli. Gli sposi hanno scelto fedi Damiani e abiti realizzati da Alessandro Angelozzi Couture. A completare il tutto il bouquet firmato My Over Rose, la torta della pasticceria Ramperti e i confetti della Confetteria Conti.
Edoardo Stoppa ha indossato un abito classico con dettagli in broccato e bottoni con cristalli. Camicia e cravatta nera, tuba, bastone e scarpe dal sapore rock Loriblu hanno reso l’insieme molto particolare.
Doppio vestito per Juliana Moreira. Il primo lungo, con gonna in tulle con applicazioni floreali e doppio spacco molto sensuale, accessoriato di giubbottino in raso doppio petto con borchie e perle, per coprire le spalle e la schiena nuda. La sposa non ha voluto rinunciare al classico velo.
Il secondo corto, con gonna in tulle multistrato e corpetto luminoso, reso ancora più informale dalle sneakers ai piedi: delle Converse All Star personalizzate, che hanno indossato anche i figli della coppia Lua Sophie e Sol Gabriele.

Conosce un giovane su Facebook, scappa in Africa e abbandona marito e tre figli

Sposata da 23 anni e con tre figli fugge in Africa per andare dal suo nuovo amore conosciuto online. Heidi Hepworth, 44 anni, ha abbandonato suo marito e la sua famiglia per andare da Mamadou Jallow, in Gambia, un 30enne conosciuto su Facebook di cui si è follemente innamorata.

20729528_252352618610667_7463083078950878747_n_13131415Secondo quanto riporta il Daily Mail l’uomo abbandonato è convinto che il giovane abbia raggirato sua moglie, convincendola a compiere il folle gesto. Andy racconta che da qualche tempo la donna sembrava un’altra, non la riconosceva più: ha iniziato a farsi dei tatuaggi, ha cambiato il modo di vestirsi e prendersi cura di sé, fino a quando lo scorso mese ha lasciato la sua casa e la sua famiglia nel Regno Unito per volare in Africa.
La coppia ha tre figli: tre avuti da Heidi da un precedente matrimonio e tre avuti insieme. La donna ha deciso di cambiare vita, sostenendo che da tempo il suo rapporto era in crisi e che nel 30enne ha trovato la forza di lasciarsi andare e ricominciare. Pur avendo cambiato paese la donna sostiene di voler continuare a tenere un rapporto con i suoi figli e che quanto accaduto non cambierà nulla nei loro confroni. L’ex invece l’accusa di non essere più la madre amorevole che era un tempo.

Equilibrio ed eleganza per Simona Ventura

Inizio scoppiettante per il Maurizio Costanzo Show che per la prima puntata di questa nuova edizione ha invitato due super ospiti: Simona Ventura e il suo ex marito Stefano Bettarini, per la prima volta insieme in Tv, accompagnati dal figlio Niccolò. Dopo anni passati a parlarsi attraverso i rispettivi avvocati, scenate da reality e frecciatine sui tabloid, adesso il rapporto è tornato alla normalità e lo hanno mostrato chiaramente in tv.

C_2_box_46994_upiFoto1FSeduti fianco a fianco, sorridenti, affiatati e si direbbe complici, Simona Ventura e Stefano Bettarini si sono anche lasciati andare in un sensuale mambo davanti alle telecamere: ballo che ha riscosso applausi scroscianti.
Sui rispettivi profili social la coppia ha spiegato i motivi di questa ritrovata unione familiare: “Si finisce di essere marito e moglie ma non si finisce mai di essere genitori”, ha commentato Simona Ventura su Instagram. Stefano Bettarini conferma sulla sua pagina: “Mentre noi cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto della loro vita, loro ci insegnano che cosa conta davvero nella vita”.
Finalmente un momento televisivo che offre spunti di riflessione positivi. Per l’occasione Simona Ventura ha deciso di puntare sull’eleganza di Elisabetta Franchi.

Luca Argentero e Cristina Marino ritorna l’amore, teneri baci durante la trasferta

BAROLO – Da qualche tempo si parlava di crisi di coppia per Luca Argentero, 36 anni, e la giovane fidanzata Cristina Marino, 26.

cristina-marino-intervista-645 (2)La causa, secondo gli esperti di gossip, erano gli eccessivi impegno di lavoro di entrambi che gli impedivano di vivere appieno la loro storia d’amore.
Tutto passato con crisi alle spalle però, perché come testimoniano le foto pubblicate da “Vero” Cristiana e Luca sono stati sorpresi mentre passeggiano insieme a Barolo (Cuneo), scambiandosi baci e gesti romantici…