Da Belen a Bianca, guarda tutte quelle col seno al vento

Parola d’ordine: niente reggiseno! Non solo in vacanza come fa Belen Rodriguez nella acqua delle Maldive con il fidanzato Andrea Iannone, ma anche agli eventi mondani come scelgono Bianca Balti avvolta in un abito che non nasconde i capezzoli della modella o Carolina Crescentini la cui scollatura non riesce a contenere il seno al vento. Guarda la gallery e scopri tutte le vip che sono “allergiche” alla biancheria intima.

C_2_articolo_3123644_upiImageppCandice Swanepoel si nasconde tra il grano e sfodera il suo corpo nudo su un set fotografico. Anche Cristina Buccino davanti agli obiettivi dei fotografi si copre il seno nudo con un cappello. Jane Alexander stesa sul letto apre la camicia mostrando le sue intimità ai flash, mentre Belen Rodriguez posta uno scorcio intrigante avvolta solo dai raggi del sole e da un paio di microslip. Andrea Lehotska non solo non ha il reggiseno, ma non indossa nulla, mentre Stefania Orlando in sottoveste fatica a contenere le sue forme. Ecco le vip senza reggiseno…

Sanremo, dalla Hunziker a Nina Zilli tutti i look delle prime serate

Scollature vertiginose, vestiti firmatissimi e look da urlo vari. Sanremo è anche moda: ogni sera è attesa spasmodica per i cambi d’abito della co-conduttrice Michelle Hunziker e delle – poche – donne in gara. Armani Privé, Alberta Ferretti e, si dice, ci sarà anche il marchio del marito Trussardi, perchè le cose, almeno un po’, si fanno in famiglia.

scollature-sanremo-maxw-1280Dal total black della prima serata, con una sfilza di elegantissimi abiti dark interrotti solo dal modello scintillante in chiusura al color block della seconda: dall’abito viola di “Barbie” al quello in stile Charleston sulle note – scatenate – di Despacito, Michelle non ne ha sbagliata una, anche perchè, bisogna pur dirlo, non c’è nulla che non le calzi come un guanto. slider-sanremo-michelleApplauditissime Ornella Vanoni, che ha alternato bianco e nero in grande stile (d’altra parte una signora resta una signora) e Nina Zilli, che era partita sull’estroso con un abitino bianco mono manica molto Marilyn e poi è tornata sul classico con un look in stile sorelle Fontana: bello, per carità, ma da Nina ci aspettiamo un sapore un po’ più contemporaneo.

Le altre, diciamolo, non brillano: né Annalisa, che la prima sera “toppa” l’outfit tentando di stemperarlo con lo stivaletto e poi si presenta in veste bizzarra cavallerizza, né Noemi con la classica tuta nera senza infamia né lode. Da tenere d’occhio la “nuova proposta” Alice Caioli, che è salita sul palco con una creazione in pizzo di uno stilista di Milazzo: una nota di freschezza in un festival che altrimenti potrebbe risultare anche troppo impostato. Speriamo che il meglio debba ancora venire.

Michelle come Marica: il déjà-vu ingombrante

Qualcosa doveva pur succedere per “vivacizzare” l’esperienza sanremese di Michelle Hunziker: bellissima, bravissima, spigliatissima. Mai come in questa occasione la bionda svizzera ha collezionato complimenti e commenti positivi, tutti strameritati.
A tradirla uno dei vestiti della seconda serata, un “già visto” ingombrante, più del solito. Ha vestito i panni… della signora Ramazzotti. La nuova.

C_2_box_54312_upiFoto1FDopo una prima serata in Armani, è stata la volta Alberta Ferretti: all’insegna del colore l’esordio e la chiusura, un tocco di nero ravvivato dal tulle, puntati sui ricami gli altri due.
Ed ecco che proprio mentre Michelle Hunziker ancheggia sulle note di Despacito, avvinghiata a Pierfrancesco Favino, ci viene un dubbio: dove abbiamo visto quel vestito tutto frange, dall’ampia scollatura trattenuta da una collana di lustrini?

Diciamo la verità, un abito già visto, per il palco di Sanremo, non è il massimo. Se il vestito poi è del 2016, non è vintage, è vecchio. Il confronto, il classico “chi lo indossa meglio” è d’obbligo.
Cosa aggiugere se non che l’aveva già sfoggiato Marica Pellegrinelli, seconda moglie dell’ex di Michelle, Eros Ramazzotti?

Sanremo, Cambio d’abito e gag per la Hunziker, tutti pazzi per la ballerina de lo Stato Sociale

Giro di Boa con Noemi
Noemi è la decima concorrente in gara e segna il giro di boa della prima serata con la sua ‘Non smettere mai di cercarmi’. Anche lei indossa il fiore, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, fra i capelli e al termine dell’esibizione lo dona alla Hunziker. Esibizione perfetta. Seguono i Decibel con ‘Lettera al duca’. Per l’omaggio a David Bowie il gruppo ha come sempre indossato i consueti occhiali da sole, mostrati anche da Michelle durante la presentazione. Pubblicità.

sarapaddyjones_06230837Michelle Hunziker che canta “E se domani”
Cambio d’abito per Michelle Hunziker, sempre elegantissima, intona la canzone che canta E se domani. La showgirl finge di rimanere incastrata in un pezzoo della scenografia, parte una gag con Baglioni e Favino che cercano goffamente di aiutarla .

michelle hunziker_sanremo_06212331Canta Lo Stato Sociale con una special Guest
Il gruppo bolognese con la sua ‘Una vita in vacanza’ ha raccolto il favore del pubblico ma far impazzire il pubblico è l’arrivo sul paco di una ballerina attempata che si è esibita con un partner in danze acrobatiche ( proprio come dice il testo della canzone). Ma i più attenti hanno riconosciuto la splendida artista: E’ Sarah Paddy Jones, 83 anni, che detiene il Guinness Record come ‘Oldest acrobatic salsa dancer’ (La ballerina più anziana di salsa acrobatica). Nel 2014 si era esibita al Britain’s got Talent
In gara Fogli-facchinetti, ma non convincono
Ottavi campioni in gara sono Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con ‘Il segreto del tempo’. Il duetto al pianoforte non funziona, forse ci sono problemi di audio. Non sembrano in sintonia. La voce di Facchinetti è affaticata.
Pierfrancesco Favino diventa cantante e finge gaffe con la Hunziker
L’attore romano ha il compito di portare le paole sul palco dell’Ariston, Favino parte con Leopardi, una gag che diventa un medley dei princiali successi italiani. A metà esibizione, appena accenna le note di una canzone di Eros Ramazzotti, viene interrotto da Michelle Hunziker che gli chiede: “Fra tante canzoni, dovevi scegliere proprio questa?”. Ma lui prosegue trascinando il pubblico fino a pronunciare le parole dell’ultima canzone vincitrice del Festival, ‘Occidentali’s Karma’ di Francesco Gabbani: “Namastè, alè”.

Ermal Meta e Fabrizio Moro sono i favoriti dei bookmaker
Ermal Meta e Fabrizio Moro, con la loro “Non mi avete fatto niente”, partono avanti a tutti con una quota piuttosto bassa, 2,75. Il pezzo funziona, applausi soprattutto in sala stampa. Pubblicità. Si rientra con Mario Biondi diretto dal maestro Beppe Vessichio con “Rivederti”. Pubblicità.
Si torna alla gara
Ornella Vanoni in bianco su cui ha appuntato il fiore che simboleggia la lotta contro la violenza sulle donne, canta “Imparare ad amarsi” con Bungaro e Pacifico.
Laura non c’è entra Fiorello, poi la telefonata in diretta
“Ovunque ti giri vedi un Pooh! I Pooh sono come le tasse, le levano, le lavano ma poi ci sono sempre”. Fiorello “occupa” lo spazio in cui si sarebbe dovuta esibire Laura Pausini e inonda di battute un divertito Claudio Baglioni.
«Ci sono le elezioni, c’è la par condicio», avverte Fiorello. «Chi se ne frega», replica Baglioni. «Chi se ne frega», dice a sua volta Fiorello. Ma poi inscena una gag con il pubblico, invitandolo ad indicare, con il gioco ‘su le mani, giù le manì, per chi voterà il 4 marzo. «Chi voterà Pd? Su le mani! Chi voterà Cinque Stelle? Su le mani! E chi il centrodestra, Berlusconi e compagni? Orfeo, – dice rivolto al dg Rai in platea – tu non puoi alzà la mano tre volte. E poi chi voterà Liberi e belli, quelli dello shampoo, scusate Liberi e uguali, quelli di Grasso? O la Lega… Venerdì viene qua Salvini…».
Al telefono interviene Laura Pausini ci tiene a far sentire la sua voce ancora rauca«Scusate se mi sentite con questa voce, questo è il motivo per cui non ci sono. Ma sabato il mio dottore mi ha detto che dovrei esserci. Sarebbe stato bello, ci tenevo a esserci e a cantare con te Claudio e a divertirmi con Fiore» In omaggio alla cantante Fiorello e Baglioni cantano “E tu..”. STANDING OVATION
Le esibizioni dei Big
Inizia ufficialmente la gara: si parte con Annalisa, con “Il mondo prima di te”, poi tocca a Ron. Un piccolo inconveniten tecnico fa ritardare l’esibizione, la Hunziker ne approfitta per fare una bellissima dichiarazione d’amore per il marito Tomaso Trussardi :”Ciao amore, sei bellissimo, ti risposerei”.
Il secondo artista in gara, dicevamo, è Ron, che canta un brano inedito di Lucio Dalla “Almeno pensami”, davvero bella. E dopo le atmosfere oniriche di Ron si passa al ritmo dei The Kolors, che cantano Frida ( mai mai mai). il brano è decisamente radiofonico. Chiude questo primo blocco Max Gazzè, che canta “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”. Qualche piccola incertezza per lui, ma il brano è pura poesia.
Entrano i conduttori Pier Francesco Favino e Michelle Hunziker
Al rientro dal primo blocco pubblicitario il direttore artico chiama il primo dei co-conduttori di questa 68ma edizione Pier Francesco Favino, ma la curiosità del pubblico è tutta per Michelle Hunziker splendida e sexy in uno scollatissimo abito nero firmato Armani Privè.
Il saluto di Claudio Baglioni
Elegantissimo Claudio Baglioni in smoking nero scende la scalinata dell’Ariston :”Questo è il Festival della canzone italiana, per questo abbiamo scelto di mettere al centro le canzoni, le canzoni sono un’arte povera, semplice, sembrano valere poco, eppure hanno una grande forza evocativa. Solo i profumi sono così. Le canzoni sono coriandoli d’infinito. Sono neve di sogni che sembra venir giù da un altro pianeta. In quei pochi secondi fanno piccoli miracoli. Perchè ieri resti indimenticabile e affinchè oggi diventi un giorno bellissimo. Grazie di essere qui, a casa”.
Fiorello scaldapubblico
Finalmente ci siamo, si alza il sipario sul teatro Ariston e sulla 68^ edizione del Festival di Sanremo. La kermesse musicale si apre con la sigla iniziale cantata dai 20 big di Sanremo: un pezzo inedito scritto da Baglioni.

A sorpresa Fiorello fa il suo ingresso “Ormai sono qui Claudio, fammi entrare!” e Baglioni da dietro le quinte :”Hai vinto entra!”.
Il Fiorello Scaldapubblico vince sulla programmazione di Baglioni tra gli applausi del pubblico, ma viene subito interrotto. Sul palco sale un uomo con un piumino blu. Fiorello lo chiama “cavallo pazzo”, ma l’uomo è piuttosto cortese chiede di parlare col Procuratore della Repubblica e col sindaco di Sanremo, la sicurezza lo allontana.

Sanremo, con Lo Stato Sociale arriva la “vecchia che balla”, la super danzatrice di 83 anni

«Una vita in vacanza, una vecchia che balla, niente nuovo che avanza…». Il ritornello del brano de Lo Stato Sociale, ‘Una vita in vacanzà, candidato a diventare il tormentone di Sanremo 2018, prende vita nella prima esecuzione sul palco del Teatro Ariston.

maxresdefault (1)A metà esecuzione, infatti, è entrata in scena una vecchina in abito da ballo che dopo poco viene raggiunta da un cavaliere che l’ha fatta volteggiare in figure di ballo acrobatico.
La super ballerina è Sarah Patricia Jones detta “Paddy Jones”, ha 83 anni essendo nata il 1 luglio del 1934 ed è diventata famosa nella trasmissione televisiva a Britain’s Got Talent.

I look del mese: cos’hanno indossato le star?

E’ difficile restare costantemente aggiornati su tutte le proposte fashion delle star. Dai red carpet allo street style, ogni giorno veniamo invasi da immagini di vestiti e accessori delle celebrity. Sorridenti sul tappeto rosso, ammiccanti nei selfie e inconsapevoli (forse) negli scatti rubati, le stelle spaziano dagli outfit più eleganti alle proposte più improbabili.

C_2_box_53591_upiFoto1FE’ un mese ricco di eventi quello di Gennaio: finite le feste le star tornano a calcare il tappeto rosso tra eventi ed awards. In un sensuale abito di pizzo Halle Berry, provoca con vistose trasparenze mentre Miley Cyrus è (stranamente) principesca in rosso. Heidi Klum, Beyoncé e Bella Hadid stuzzicano mostrando le gambe. Catherine Zeta Jones in tuta, ma attenta ai dettagli con Malone Souliers. Katie Holmes e Kendall Jenner scelgono un sensuale total black per sfilare sul red carpet.
Cosa non ci piace? L’abito strutturato di Gwineth Paltrow, il total look Versace di Katy Perry e nemmeno il piumaggio che Lady Gaga ha sfoggiato a Milano.
Cosa ci ha colpito? L’eleganza di Melissa Satta, il total white raffinato di Alessandra Mastronardi, l’outfit trendy di Sveva Alviti.
Cosa ci ha fatto sorridere? Il futuro papà Fedez, sportivo, tenero e autoironico con la giacca jeans firmata.
Nella gallery il meglio e il peggio fashion di gennaio: siete d’accordo col nostro giudizio?

Francesca Barra e Claudio Santamaria: ecco le nozze segrete

Nozze segrete a Las Vegas per Francesca Barra e Claudio Santamaria, ma in estate le nozze vere saranno in Basilicata alla presenza anche dei figli. La giornalista indossava un abito bianco senza maniche e con una profonda scollatura, l’attore giacca scura e camicia bluette. Rose per il bouquet, come mostrano le immagini pubblicate in esclusiva dal settimanale Chi in edicola da mercoledì.

C_2_articolo_3120431_upiImagepp“Lo scorso novembre eravamo a Los Angeles perché Claudio doveva presentare un cortometraggio. La produzione ci ha dato un giorno di libertà, così siamo volati a Las Vegas e ci siamo sposati. Per il viaggio di nozze siamo andati in Vietnam. Un’esperienza piena d’amore”. Così la giornalista, scrittrice e neocandidata alla Camera, racconta le sue nozze segrete.
“Mancavano soltanto i nostri figli”, dice Francesca Barra a Chi. “Infatti si sono offesi. Recupereremo. Quest’estate ci sposeremo in Basilicata e sarà una festa solo per noi. Non abbiamo ancora deciso la data perché Claudio sarà su due set, ma troveremo un giorno, come abbiamo fatto in America”.

Carlo Cracco sposa Rosa Fanti a Milano, Lapo Elkann testimone di nozze al matrimonio

Carlo Cracco sposo, ha detto sì. Lo chef stellato ha sposato al Palazzo Reale di Milano, con rito civile, la sua compagna Rosa Fanti, a cui è legato da oltre dieci anni e da cui ha avuto due figli. A celebrare il rito, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Gli sposi sono arrivati a Palazzo Reale in auto, elegantissimi. Lui in sobrio abito scuro e papillon. Lei in abito bianco lungo, meno sobrio: paillettes ovunque, spacco profondo, trasparenze, scarpe color oro, tacco alto. E un piccolo incidente: prima della cerimonia, prima di entrare in sala, un addetto alla sicurezza ha calpestato senza volerlo l’abito della sposa, che le si è leggermente strappato. Lei, con in mano bouquet di fiori bianchi, rosa e gialli, ha abbozzato sorridendo.

3494658_1830_cracco_matrimonio_rosa_fantiLa cerimonia si è svolta rigorosamente a porte chiuse, per pochi, pochi intimi. Tra gli ospiti oltre ai familiari più stretti, alcuni volti vip come Camila Raznovich, conduttrice televisiva di Kilimangiaro, e Lapo Elkann, che ha fatto da testimone allo sposo.
Lapo, vestito in sobrio abito color blu scuro, ha realizzato con l’ex conduttore di Masterchef alcuni progetti ovviamente legati all’alta cucina. «Con Carlo siamo grandi amici oltre che partner di lavoro – ha detto Lapo Elkann -. Auguro a lui e a Rosa tutta la felicità del mondo»
Tra i progetti realizzati da sposo e testimone, l’apertura a Milano di uno spazio dedicato al design, alla moda e al food, denominato Garage Italia. Testimone della sposa è stato invece il fratello. «È stata una cerimonia sobria e scherzosa con pochi amici e parenti – ha sottolineato il sindaco Sala al termine -. Io ho voluto sottolineare come Carlo e Rosa sono veri protagonisti della Milano di oggi. Carlo è persona da conoscere, altrimenti non si percepisce la sua umanità». Al termine della cerimonia gli sposi hanno salutato e ringraziato cronisti, fotografi e i tanti curiosi che si sono radunati nel cortile di Palazzo Reale. Poi a cena con duecento invitati in un ristorante alla periferia sud di Milano, in via Meda, «Carlo e Camilla in Segheria», sempre di proprietà di Carlo Cracco.

LAPO ELKANN GLI REGALA SUA ABARTH 500 Oggi pomeriggio, lo chef Carlo Cracco è convolato a nozze con Rosa Fanti, nella splendida cornice meneghina di Palazzo Reale. Testimone dello sposo è stato Lapo Elkann che, per celebrare l’evento, ha regalato alla coppia la sua specialissima Abarth 500 Blu Gradient, personalizzata dagli artigiani della sua Garage Italia Customs. Il fondatore e direttore creativo della maison di motori milanese e il cuoco stellato sono legati oltre che da amicizia anche da un rapporto professionale: dallo scorso novembre, infatti, i due hanno dato vita al ristorante Garage Italia Milano, all’interno dello storico edificio di Piazzale Accursio, nuova sede dell’atelier di personalizzazione di auto, moto, aerei e barche fondato dall’erede Agnelli. La dedica di Elkann ha emozionato gli sposi: «Carlo e Rosa, siete degli Amici e Partner Unici. Io e tutto il team di Garage Italia vi auguriamo dal profondo del cuore tutta la gioia e la felicità di questo mondo! Lapo». A bordo, naturalmente dell’originalissima Abarth 500 Blu Gradient. Equipaggiata con un benzina T-jet di 1,4 litri, la vettura presenta una livrea che sfuma dal blu all’azzurro. Si tratta di un effetto che è il risultato di un’attenta verniciatura effettuata dagli artigiani della GIC. L’abitacolo della macchina spicca per originalità e buon gusto ed è caratterizzato dall’utilizzo per i rivestimenti di Denim e tessuto gessato.

Golden Globe: il “nuovo lutto” è sexy e scollato

Passeranno alla storia come i Golden Globe in nero: il colore del lutto in segno di solidarietà verso le vittime delle molestie sessuali a Hollywood. Ma nell’America perbenista ma esibizionista anche le certezze possono essere messe in discussione, per esempio il lutto.
Nessuno ha pensato che fosse una contraddizione svilire il colore del dolore per un evento mondano. Non solo: il “nuovo lutto” hollywoodiano è sexy e scollato. Le star sul red carpet che hanno indossato orgogliose il total black non hanno minimamente pensato che fosse necessario un certo decoro.

C_2_box_51855_upiFoto1FIn un tripudio di esibizionismo, dettagli osè e provocanti trasparenze non si sono fatte attendere. A cominciare da Kate Hudson che ha spiazzato tutti con un Valentino dalla scollatura più che profonda e gonna velata. Ma se il nude look Dsquared2 della 21enne Hailey Baldwin può essere tacciato come retaggio di gioventù, le vere coraggiose panterone di questi Golden Globe 2018 sono state le 50enni.

Mariah Carey bombastica e proprompente nel suo abito a sirena firmato Dolce & Gabbana. Halle Berry e Catherine Zeta Jones hanno scelto pizzo e trasparenze di Zuhair Murad. Ma la più provocante è stata sicuramente Sharon Stone: la gabbia vedo-non-vedo del suo vestito Vitor Zerbinato ha lasciato il segno.
Il messaggio è forte e chiaro: il corpo è mio, lo gestisco ed esibisco come meglio credo.

Immancabile rosso, quest’anno è in anticipo

Le feste sono alle porte ma il rosso ha già invaso i red carpet e gli eventi di tutto il mondo. Colore passionale, focoso e sexy, indossato durante il periodo natalizio, assume connotazioni diverse. Quest’anno abbiamo assistito ad un inaspettato anticipo: già dai primi giorni di dicembre le star dello showbiz hanno fatto a gara a sfoggiare capi scarlatti. Hanno già voglia di festeggiare?

C_2_box_50198_upiFoto1FIn Inghilterra Bella Hadid ancora una volta sfrutta il rosso del vestito per mostrare fisico e sensualità prorompente, Kate Middleton è natalizia e raffinata con un red dress Goat mentre Theresa May sceglie di portare un tocco di colore solo ai piedi. Rita Ora quasi scompare sotto la pelliccia dell’abito-cappotto.
In California Sharon Stone non da il massimo con un abito di pizzo rosso Valentino, o forse è colpa dei capelli?
In Italia il rosso la fa da padrone in televisione ma anche sui social network: Giorgia Palmas sfoggia una creazione Bianca Bardi durante la trasmissione sul calcio, mentre Ilary Blasi sceglie le paillettes rosse del tailleur Redemption per la finale del Grande Fratello Vip.
Caterina Balivo elegante col velluto rosso Attico, Anna Tatangelo preferisce uno stiloso completo con pantaloni, Natasha Stefanenko è scarlatta alla prima della Scala, Chiara Ferragni sceglie un Dior di tulle per accendere l’albero Swarovski di Milano.
Chi indossa meglio il rosso? Guardate nella gallery queste rubie visioni e decidete voi. Nella didascalia trovate lo stilista.