Max Biaggi lascia Bianca Atzei: c’entra Eleonora Pedron?

La fine della storia d’amore tra Max Biaggi e Bianca Atzei ha lasciato tutti di stucco: tanti i punti interrogativi sull’addio tra il motociclista e la cantante.
Ora girano voci su un sospetto piccante che porta a Eleonora Pedron ma sono tanti i fan della cantante che si sono indignati per quanto successo sul web dopo la notizia del addio tra Max Biaggi e la Atzei.

eleonora_pedron_sexy_instagram_645“Tutto è successo in modo veloce. Non so nemmeno come commentare una cosa del genere” ha confessato l’artista puntualizzando che è stato il motociclista a prendere la definitiva decisione.
“È stata una bomba esplosa all’improvviso – ha fatto ancora sapere Bianca Atzei a Alfonso Signorini – La nostra storia è finita e non so nemmeno perché. Sto male, ma spero che Max ci ripensi perché io lo amo ancora”.

E pensare che dall’incidente di Max Biaggi, alla fine di giugno scorso, la cantante aveva annullato molte date per stargli vicino e che, una volta uscito dall’ospedale, i due sembravano talmente felici che il gossip li voleva sulla strada del matrimonio.
Eppure l’addio tra Max Biaggi e Bianca Atzei è realtà.
La coppia oramai scoppiata ha ufficializzato la love story nel 2015 e non è ancora chiaro il motivo che ha spinto il centauro a lasciare la cantante. I più maligni sospettano un riavvicinamento con l’ex moglie Eleonora Pedron visto che su Instagram Biaggi ha postato di recente parecchie foto con i due figli avuti da lei.
A onor del vero, l’ex Miss Italia risulta fidanzata col dj e ex gieffino Tommy Vee, ma sembra un dettaglio del tutto trascurabile da parte degli hater che hanno immediatamente dato addosso a Max da una parte e alla stessa Bianca Atzei, rea di aver messo al primo posto l’amore per il motociclista rinunciando a tanti impegni lavorativi per lui.
Anche Selvaggia Lucarelli pare aver ironizzato sulla vicenda direttamente dal suo account Twitter, sollevando un polverone:
“Bianca Atzei lasciata da Max Biaggi per la stessa ragione per cui è a Sanremo tutti gli anni: senza un perché” ha cinguettato la blogger.

Ratajkowski posa senza veli contro Trump: e lo scatto fa impazzire i fan

Emily Ratajkowski, modella, posta un nuovo scatto in topless su Instagram e si scaglia contro l’amministrazione Trump: «Il mio corpo, la mia scelta», dice.

IMG_20171008_205241_08205919.jpg.pagespeed.ce._HOj5_567XLo fa per la decisione presa dal nuovo presidente americano in merito al controllo delle nascite: i datori di lavoro potranno decidere di non fornire la copertura assicurativa alle donne necessaria per avere libero accesso ai contraccettivi di emergenza, se mossi da «motivi religiosi» o «morali».
Era stato Obama a voler eliminare invece i costi a carico delle donne. «Il diritto di una donna al controllo delle nascite non deve essere basato sul reddito. Il controllo delle nascite fa parte dell’assistenza sanitaria, che è un diritto», scrive la modella 26enne.

“George e Charlotte sono troppo vivaci”. Ecco la decisione choc di Kate Middleton

LONDRA – Pare che i principini più amati dal web diano molto da fare a mamma Kate e papà William. Insomma George e Charlotte sarebbero due piccole pesti, viziati e inclini al capriccio e per questo la duchessa di Cambridge avrebbe preso una decisione choc: affidare gli amati “diavoletti” a uno specialista qualificato esperto di comportamento dei bambini.

2543100_2144_georgeCome riporta il sito Celebdirtylaundry, la decisione avrebbe sollevato non poco William, provato dal carattere irrefrenabile di baby George. Questa nuova figura insegnerebbe ai bimbi, oltre alle regole di comportamento, anche le lingue straniere.
William avrebbe ammesso più volte il fatto che il principino sia troppo capriccioso e per questo avrebbe spinto la moglie ad affidarsi a un esperto. Detto fatto.

Jolie-Pitt, la figlia Shiloh transgender: prime cure ormonali a 11 anni

Brad Pitt e Angelina Jolie sono due genitori molto aperti e attenti alle esigenze dei loro figli, anche ora che il matrimonio è naufragato da tempo.
Una loro decisione ha fatto scalpore, generando commenti controversi, ma l’ex coppia più amata di Hollywood tira dritto per la propria strada assecondando le richieste di Shiloh, la loro primogenita naturale, di 11 anni.

angelina-jolie-shiloh-638x425
In famiglia tutti la chiamano John, come confessato tempo fa da ‘Brangelina’. Pitt e la Jolie, infatti, non hanno mai nascosto che la loro primogenita si sente un bambino intrappolato nel corpo di una bambina.
Lo dimostra anche lo stile e il look, progettato dai genitori volontariamente come mascolino. Abiti da bimbo, capelli corti e sembianze decisamente maschili per una ragazzina che ora, prima della pubertà, si sottoporrà ad un trattamento ormonale volto a frenare lo sviluppo biologico dei tratti femminili.
La decisione di Brad Pitt e Angelina Jolie, in tempi in cui si parla molto, e in maniera un po’ superficiale, della teoria gender, ha sollevato un polverone tra i più tradizionalisti. I due però non ci pensano e hanno deciso di assecondare le esigenze di ‘John’.

Il principe Harry choc: “Volevo uscire dalla famiglia reale, ma ho deciso di rimanere”

Il principe Harry voleva «tirarsi fuori» dalla famiglia reale e vivere una «vita ordinaria» dopo il suo periodo nell’Esercito: lo scrive sul Mail on Sunday la giornalista Angela Levin, la stessa che l’ha intervistato ed ha rivelato la settimana scorsa su Newsweek che secondo Harry nessuno nella famiglia reale britannica vuole diventare re o regina.

principe-harry1Il secondogenito di Diana ha detto dopo l’Esercito «non volevo crescere» e di avere lottato per ritagliarsi un ruolo significativo. «Sentivo che volevo tirarmi fuori, ma poi ho deciso di restare e ritagliarmi un ruolo», ha ammesso, sottolineando che di aver preso la decisione soprattutto per una questione di lealtà nei confronti di sua nonna la regina Elisabetta.

Paolo Bonolis e la moglie Sonia Bruganelli: dopo 15 anni di matrimonio ecco la scelta che li divide

Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli vivono una vita agiatissima, ma molto frenetica: con tre figli, gli impegni quotidiani e le luci dei riflettori sempre puntate addosso, il mattatore della tv e la moglie non hanno un attimo di privacy.

Paolo Bonolis e la moglie Sonia Bruganelli dopo 15 anni di matrimonio ecco la scelta che sembra dividerli_23124309Oramai praticamente mezza Italia sa della decisione che i due sarebbero in procinto di prendere dopo 15 anni di matrimonio: mentre tante coppie scoppiano, Paolo Bonolis e la moglie Sonia starebbero pensando ad ampliare la famiglia, già abbastanza allargata, e vorrebbero un quarto figlio.
O meglio, la Bruganelli – intervistata dal settimanale Oggi – ha chiarito che si tratta di un suo personalissimo desiderio, ma che tuttavia il marito non sembra del tutto favorevole: “Vorrei tanto il quarto figlio. Lo vorrei fare ma mio marito non ha la minima voglia – ha spiegato sulle pagine del settimanale, prima di aggiungere –. Cercherò di convincerlo quest’estate“.

Il futuro marito va in un club di spogliarelliste per l’addio al celibato e lei prende una decisione “estrema”

Va in un locale con delle spogliarelliste per l’addio al celibato e la futura moglie fa saltare il matrimonio. Una donna ha raccontato in un forum di quello che è accaduto tra lei e il suo futuro marito, come riporta anche l’Indipendent.

2699873-lap«Gli avevo detto di non andare e che se fosse andato in un locale del genere non ci sarebbe stato alcun matrimonio – scrive l’utente -. Sapeva quale fosse il mio limite ed è andato oltre lo stesso. Ed ha anche mentito». La donna spiega che l’uomo ha confessato perchè lei stava usando il suo telefono e ha letto un messaggio che l’aveva fatta insospettire. La futura moglie ammette di aver mandato in fumo il matrimonio per questo addio al celibato, non riuscendo a tollerare né il gesto, né la menzogna.
Stupisce vedere che molti utenti danno ragione alla donna, sostenendo che il suo futuro marito ha tradito la sua fiducia, che la grave mancanza di rispetto è spia di qualcosa che non potrebbe funzionare con il tempo, così anche il fatto che lui sia un bugiardo. Alcuni hanno però detto che il gesto sembra essere piuttosto estremo, che questa è una cosa che succede spesso e che non può essere considerata un tradimento ma un momento di goliardia.

Berlusconi, lite in diretta con Bianca Berlinguer. Poi l’annuncio: dopo il 4.12 decido se lasciare la politica

«Non l’ho detto così, io ho detto che dopo il 4 dicembre prenderò con calma decisione se continuare o meno o tirarmi fuori da politica il mio senso di responsabilità nei confronti dei cittadini e degli azzurri mi fanno sentire necessaria una mina presenza». Lo afferma Silvio Berlusconi a Cartabianca su Rai tre a chi gli chiese se sia pronto a tornare in campo nel caso la sentenza di Strasburgo si pronunciasse a suo favore.

2108869_silvio011

Berlusconi, ingabbiato nei tempi televisivi, scalpita e non riesce ad argomentare a dovere le ragioni del suo no al referendum costituzionale. Alla giornalista Bianca Berlinguer che lo incalza, l’ex premier replica: «Queste sono questioni serie, non da risposte sì o no. Se lei non mi lascia finire il ragionamento, è inutile fare quest’intervista. E allora mi alzo e me ne vado», ha detto a un certo punto, senza tuttavia poi lasciare lo studio come avev invece fatto sempre su Raitre nel maggio del 2015, quando il Cav, in un crescendo di tensione con Lucia Annunziata, aveva abbandonato lo studio di In mezz’ora. Questa volta invece, non arriva a tanto. Berlinguer riconduce l’ospite nei binari della trasmissione: «Non siamo a Porta a porta che dura due ore…». A Cartabianca i tempi sono più stretti. E anche il Cav, alla fine, si adegua. «Sono molto pochi e non ci credo», ha detto poi Berlusconi rispondendo a chi gli chiedeva un commento alle dichiarazioni del prmier Matteo Renzi sulla possibilità che molti elettori di Forza Italia siano a favore delle riforme. Per l’ex premier quelli che lo sono è perché «non hanno letto in profondità il testo costituzionale».  «Se non ci sarà lui, ci sarà il suo partito che è molto interessato al cambio della legge elettorale». Risponde così poi Berlusconi alle dichiarazioni di Renzi che a proposito di un tavolo per la legge elettorale ha detto che il Cavaliere ci troverà D’Alema e Grillo ma non lui.  «Il centrodestra, se vuole contare e vincere, deve restare compatto. Se Meloni e Salvini non accettassero di fare parte della coalizione del centrodestra, cosa che escludo assolutamente, diventerebbero irrilevanti. I leaer non si nominano, nessuno può determinarlo. Un leader viene dal basso, lo decide e lo sceglie la gente. Io non ho in mente nessun nome, ho in mente me stesso, se ancora resterò in campo», ha poi osservato il presidente di Fi.

“L’amore è sacrificio”, Silvia Provvedi in pena per Corona in carcere

«L’amore è sacrificio, è troppo facile stare vicino a uno quando va tutto bene». A dirlo è Silvia Provvedi, fidanzata di Fabrizio Corona, dopo la decisione dei giudici di farlo rimanere in carcere.

1810615_silvia_provvedi_parla_di_fabrizio_corona

Intervistata da La vita in diretta condotto da Marco Liorni e Cristina Parodi, Silvia ha raccontato il suo stato d’animo, senza voler entrare in particolari che potessero attenere alle indagini: «Gli sono molto vicino, le persone che ci conoscono sanno quanto io tengo a lui e lui a me» aggiungendo «di Corona non mi manca niente, di Fabrizio tanto».

Sara Tommasi, la decisione sui social: “Basta foto trasgressive”

Sara Tommasi ha ripreso in mano la sua vita e anche sui social vuole essere seria. La showgirl, 35 anni, non pubblica più foto osé ma selfie in cui si mostra quasi sempre in tuta.

12920390_1326876387339405_2145234133886457414_n

Nessuna scollatura mozzafiato o posa particolare, la showgirl ha optato da tempo per un look più acqua e sapone con jeans e camicia, nell’intento di mostrare al web un’immagine diversa di sé. Niente più scatti ‘trash’, quindi, ma la volontà di cimentarsi in nuove esperienze di vita. Accantonata la storia con Andrea Diprè, a qualche mese Tommasi si è tuffata anima e corpo nell’azienda di famiglia in Umbria, ed è impegnata nella promozione del marchio di dolci Bha Lab. Un nuovo percorso che ha già diviso gli ammiratori in rete.