Ruby Ter, Berlusconi a giudizio: “Pagò il pianista di Arcore per dire il falso”

SIENA – L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio a Siena con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. Il Gup del tribunale di Siena Roberta Malavasi ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla procura nell’ambito dell’inchiesta Ruby ter giunta a Siena da Milano per competenza territoriale. A Siena, infatti, si sarebbe compiuto il reato secondo cui Berlusconi avrebbe pagato Danilo Mariani, pianista delle feste di Arcore, per indurlo a falsa testimonianza sul caso “olgettine”.

photo_verybig_144295 (1)Il procedimento a Siena che vede Silvio Berlusconi rinviato a giudizio con l’accusa di corruzione in atti giudiziari è fissato per il primo febbraio. Nell’udienza di oggi il Gup Roberta Malavasi ha respinto le eccezioni preliminari presentate dalla difesa dell’ex premier, gli avvocati Franco Coppi del foro di Roma, Federico Cecconi di Milano e Enrico De Martino di Siena, sull’incompetenza territoriale e sull’inutilizzabilità di alcune intercettazioni telefoniche. A giudizio con l’accusa di falsa testimonianza anche il pianista di Arcore Danilo Mariani, senese, difeso dagli avvocati Salvatore Pino del foro di Milano e Fanni Zoi di Siena. Secondo l’accusa i bonifici mensili da 3mila euro effettuati da Berlusconi a Mariani come ‘rimborsi spesà sarebbero invece dei pagamenti per indurre il pianista di Arcore a falsa testimonianza sul caso olgettine. Berlusconi era assente oggi in aula.

Selvaggia Lucarelli condannata: “Ha diffamato Barbara D’Urso su Twitter e Instagram”

Condannata. Selvaggia Lucarelli è «colpevole del reato di diffamazione aggravata ai danni di Barbara D’Urso, per un post pubblicato nel 2014 su alcuni social network (twitter e Instagram) in cui la blogger – commentando un’intervista resa dalla d’Urso a Daria Bignardi – aveva affermato: ‘l’applauso del pubblico delle Invasioni alla d’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebkè». Lo ha stabilito ieri il tribunale di Milano, sezione X penale, in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. La Rocca.

selvaggia-lucarelli-barbara-durso-769213Lo fa sapere in una nota il legale della D’Urso. «Il tweet, ultimo di una serie di commenti al vetriolo e sovente di pessimo gusto – afferma il legale della conduttrice di Canale 5, Salvatore Pino – aveva indotto Barbara d’Urso a sporgere una querela che, dopo le indagini svolte dal pm dott. Gobbis, aveva portato la Lucarelli a giudizio. Nel corso del processo l’imputata si è sempre rifiutata di porgere le proprie scuse alla persona offesa. Barbara d’Urso aveva evidenziato come il commento della Lucarelli fosse gratuitamente offensivo, basato su fatti falsi e manifestamente incontinente, travalicando i limiti della libera manifestazione del pensiero per ledere direttamente l’altrui reputazione».
«Al termine del processo, il tribunale, accogliendo le richieste della parte civile, ha riconosciuto l’esistenza della contestata diffamazione aggravata ed ha pertanto condannato Selvaggia Lucarelli alla pena di 700,00 euro di multa, oltre al risarcimento del danno e alla rifusione delle spese legali sostenute dalla persona offesa. Il giudice – rileva ancora il legale di Barbara D’Urso – ha dunque colto la falsità del fatto posto alla base dell’affermazione offensiva (»l’applauso di cui trattasi era obiettivamente caloroso«) e la conseguente gratuità e strumentalità dell’attacco della Lucarelli». Le motivazioni saranno pubblicate tra 30 giorni. Barbara d’Urso, conclude la nota, «devolverà il risarcimento ad una delle battaglie sociali che le stanno più a cuore, quella contro la violenza sulle donne».

Ruby Ter, chiesto il processo per Berlusconi: è indagato per corruzione insieme ad una ex Miss

Una richiesta di rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi è stata depositata dalla Procura di Torino. Il procedimento è uno dei filoni della cosiddetta inchiesta ‘Ruby ter’ ed è stato originato dalla decisione presa il 29 aprile 2016 da un gup di Milano di ‘spacchettare’ il processo principale e di trasferire gli atti a sette diverse procure per competenza territoriale.

Combo Berlusconi-BonasiaBerlusconi è indagato per corruzione in atti giudiziari insieme a Roberta Bonasia, 32 anni, di Nichelino, ex infermiera e concorrente a Miss Italia 2010, poi diventata modella.
Secondo le indagini, svolte originariamente dalla procura di Milano, l’ex premier destinò somme di denaro alla Bonasia, che poi avrebbe reso testimonianze non veritiere nei procedimenti sulle cene di Arcore. Per la donna si è così aggiunta un’ipotesi d’accusa di false dichiarazioni.

Ha mal di denti da giorni, quando va dal dottore fa una scoperta choc

Aveva da diversi giorni un forte dolore ad un morale, ma quando si decide ad andare dal dentista fa una scoperta choc. Un uomo di 36 anni, del Taiwan, ha visto estrarre dalla sua bocca un dente che non era solamente cariato, ma su di esso era persino nato un germoglio.dente-germoglio_30154629

La notizia è stata diffusa dal San Francisco Globe e ripresa da 9GAG e ha lasciato tutti senza parole. Probabilmente il paziente non curava molto la sua igiene orale e il prolificare di batteri ha fatto in modo che nascesse anche altro. Il germoglio era rimasto bloccato proprio dove doveva essere il dente del giudizio, e dove quindi aveva trovato terreno fertile per crescere. Il dentista ha rimosso il dente e con questo il dolore, affermando che date le dimensioni del germoglio, presumibilmente era nella bocca del suo paziente da almeno 10 giorni.

Sesso durante un party, 22enne viene filmata dagli “amici” e il video diventa virale

Ripresa di nascosto mentre fa sesso con un uomo durante una festa della birra il video viene pubblicato online. La storia di Marissa Sonkur, 22enne di Hawick, in Roxburghshire, è una triste storia che si ripete: la giovane fa sesso con un ragazzo, alcuni “amici” li filmano e il video finisce in rete.

sesso-parco_22170929Le immagini in breve tempo sono diventati virali. Alcune persone vicine alla ragazza hanno ammesso che la donna ha dormito per almeno una settimana da un amico, per paura di dover affrontare il giudizio del padre se fosse tornata a casa sua. La ragazza sta cercando di reagire a quanto accaduto, hanno detto le stesse persone al Sun, ha anche cercato di ironizzare sulla cosa, ma certo condurre una vita normale ore è più difficile. Marissa si frequentava da diverso tempo con il ragazzo con cui è stata immortalata, sono andati insieme a degli amici di lui alla festa e a un certo punto si sono allontanati per cercare un po’ di privacy, è stato allora che i ragazzi hanno approfittato di un tendone per spiarli e registrarli.

“Datemi un giudizio sincero”, modella star di Instagram insultata su Reddit

I social network non sono tutti uguali, ma i troll sì. È quello che ha imparato una modella statunitense, tra le più apprezzate di Instagram.
Niece Waidhofer, di Houston, in Texas, da lungo tempo ammalia i follower con scatti decisamente sexy. Ha però deciso di partecipare all’ultima, folle moda social: il ‘Roast me’, che in questi giorni sta spopolando su Reddit.

1494587382785.jpg--

Gli utenti più coraggiosi possono scegliere di caricare un selfie con il foglio che ufficializza la ‘candidatura’ e sottoporsi ad un giudizio sincero da parte di altri. Ma dal momento che la gente, specialmente dietro lo schermo di un pc, sa essere spietata, non sempre i commenti sono positivi e c’è il rischio di pentirsi.
È quello che è accaduto anche alla bella Niece, che invece sperava in apprezzamenti, come accade su Instagram. Gli utenti di Reddit, però, hanno dimostrato di essere meno superficiali e decisamente più cattivi.
Lo riporta Unilad, dal momento che alla fine la modella ha rimosso tutti i contenuti e cancellato l’account di Reddit. «Sei superficiale, vanesia e rifatta. Dovresti cercarti un lavoro invece di cercare attenzioni e complimenti sui social, anche perché su Reddit difficilmente li troverai», scrive un utente. «Puoi servire giusto a qualche segaiolo, con quelle foto», commenta in modo volgare un altro.
E ancora: «Avrai impiegato due ore per truccarti e una per scattare il selfie perfetto da postare qui». C’è anche un sedicente ex fidanzato: «Volevi essere una grande attrice per non far vedere alla gente il tuo interiore. Sei solo un’arrampicatrice sociale, in cerca di ricchi da cui farsi mantenere. Per farlo non fai altro che richiamare l’attenzione sui social, ma l’unico che ti sarà fedele è il tuo cane da borsetta. Hai i capezzoli storti e quei tatuaggi delle pistole intorno alla vagina per indirizzare tutti quelli che ti porti a letto. Ma tanto morirai sola».
Commenti decisamente pesanti, che hanno indotto Niece a rimuovere l’account di Reddit. Su Instagram invece la ragazza lo ha annunciato senza dare troppe spiegazioni, ma incolpando i troll: «Siete bravissimi, ma il migliore è quello che dice di essere il mio ex senza neanche saper scrivere correttamente il mio nome».

Mastella querela Selvaggia Lucarelli: “Ha offeso i beneventani”

A rappresentare legalmente Clemente Mastella, ma «soprattutto i cittadini beneventani» nel giudizio che il sindaco attiverà nei confronti di Selvaggia Lucarelli, sarà un consigliere comunale esponente dell’opposizione, Vincenzo Sguera.

mastella-contro-selvaggia-lucarelli

A lui Mastella si è affidato per querelare la blogger che, su facebook, denunciando l’errore compiuto nell’individuare la meta delle sue vacanze (Bangkok), ha tirato in ballo l’esito delle amministrative in città. «Se 18 milioni di persone all’anno ci vengono – ha scritto la Lucarelli – non sarà mica masochismo di massa. Se Bangkok è la città più visitata al mondo dopo Londra e New York ci sarà una ragione. Ve la dico io la ragione: è la stessa per cui Mastella è stato eletto sindaco a Benevento. Ovvero: libertà di voto e di viaggio concesse con troppa facilità. Io sequestrerei tessera elettorale e passaporto ad una buona metà del paese». La replica di Mastella è al cianuro: «Che Selvaggia Lucarelli stando al sole della Thailandia, di certo più forte e pericoloso per gli effetti che produce sulle persone, parli male di me è oltremodo accettabile. Ho letto negli anni tante valutazioni cretine, una in più o una in meno lasciano il tempo che trovano, ma è inaccettabile e insopportabile che lei offenda Benevento, la democrazia elettorale e la mia gente. Chiedo all’Ordine dei giornalisti di valutare se esistano condizioni deontologiche superate con incredibile banalità, tali da richiederne l’intervento. Nel frattempo ho dato mandato al mio avvocato di querelare la Lucarelli per tutelare non il mio nome, ma quello della mia città». La questione è stata ripresa sia da Raffaele Del Vecchio che da Fausto Pepe: «A nessuno è consentito offendere in maniera del tutto gratuita una città. Mastella – commenta l’ex sindaco – ha fatto bene a dare mandato ad un legale per tutelare la dignità sua e dei beneventani».