Modella sorpresa a fare sesso in un fienile con l’amante, le foto hot diventano virali

Paparazzata mentre fa sesso con il suo amante nel furgone di un camionicino in un fienile. Le foto di una modella brasiliana hanno fatto un doppio scandalo: non solo per le immagini hot che poco lasciano all’immaginazione, ma anche perché la donna era ufficialmente fidanzata con un uomo che non è lo stesso delle foto.

sesso-modella_08203326Grazielli Massafera, 35 anni, ha visto pubblicare le sue foto sui social e poi diventare virali, dopo essere stata sorpesa a fare sesso all’aperto con l’amante. Secondo quanto riporta il Daily Mail, a sorprendere la coppia sarebbe stato un passante che ha deciso di renderle pubbliche.
Grazielli è diventata famosa dopo essere arrivata terza nel 2004 al concorso di bellezza per Miss Brasile. La sua carriera ha proseguito come modella con qualche partecipazione in alcuno soap opera.

Questa donna è incinta di 5 mesi ma non si vede. Svela il suo segreto, piovono le critiche

Il suo addome continua a fare invidia a tutte: non solo perché è piatto, definito e pronto per la prova costume, ma anche perché è incinta di cinque mesi e non si vede. Lei è Sarah Stage, modella di biancheria intima di Los Angeles che un po’ di tempo fa, durante la sua prima gravidanza, aveva creato scalpore per l’eccessiva magrezza. Questa volta è in attesa del secondo figlio, ma le forme sembrerebbero contraddirla.

41636977Gli utenti dei social avevano gridato allo scandalo dopo averle visto il pancino quasi invisibile accusandola di non alimentare abbastanza il suo bambino. Dopo il parto aveva sfoggiato inoltre un ventre in perfetta forma. Incinta di 5 mesi posta sui social una nuova immagine e fa sapere a tutti della sua gravidanza.
La foto postata dalla Stage, che la ritrae in bikini insieme a James, il figlioletto di 2 anni e che la modella ha postato su Instagram, non è passata inosservata. ‘”Ieri mi ha toccato il pancino e ha detto: ‘il mio piccolo’’’, ha scritto e ha aggiunto ‘”5monthspregnant” (incinta di 5 mesi), è questo l’hashtag usato dalla Stage.
‘”Ho un pancino piccolo piccolo – ha raccontato a People – il ginecologo dice che il bambino è abbastanza minuto… “. Ma Sarah non dice di essere spaventata dal vedere il suo corpo cambiare: “È eccitante e ne vale la pena, visto il periodo brevissimo”. Il web però si chiede qual è il suo segreto, e lei non ne fa un segreto: esercizio e proteine, che sfoggia in molte delle sue foto su Instagram e le sono costate più di una critica da parte dei suoi follower. Anche se la mamma fit non nasconde di affrontare con stanchezza la seconda gravidanza, così invece di “20/30 minuti di attività, come al solito, faccio solo 10 minuti di esercizi”, racconta. Una routine casalinga, perché c’è da badare al figlio piccolo, che si compone di squat, addominali, esercizi per gambe e braccia.

Napoli, Movida a luci rosse. Ancora sesso davanti ai passanti, video boom su Whatsapp

NAPOLI – Ennesimo scandalo a Napoli, dove a Piazza Bellini – in pieno centro e in piena zona Movida – una coppia è stata ripresa mentre faceva sesso in pubblico e sotto gli occhi dei passanti divertiti.

2511059_1344_sesso_orale_in_piazza_san_domenico_a_napoli_il_video_finisce_su_whatsappC’è chi filma tutto e commenta per chi vedrà il video su whatsapp e in rete. Solo pochi giorni fa, una scena simile è stata ripresa a Piazza San Domenico Maggiore, sempre nel cuore del centro storico e sempre sotto gli occhi di chi guarda senza mettere un freno al degrado di una coppia che non riesce a trattenere la passione. Complice il caldo estivo, anche a via Caracciolo le effusioni sono andate oltre: un’altra coppia ha dato spettacolo sul lungomare.

Bagno nudi per festeggiare la fine dell’anno accademico: follia a Cambridge

Un bagno nel fiume nudi: è così che gli studenti di Cambridge hanno salutato l’anno accademico. Un party in apparente contraddizione con lo stile di una delle università più prestigiose del mondo.

2515183_small_170620-122034_mi200617est_0040Il comportamento potrebbe far gridare allo scandalo perché i nobili inglesi non dovrebbero lasciarsi andare in questo modo, ma le foto stanno facendo il giro del web e sembra che tutto sia consentito dopo un duro anno di studi. Dal molo gli studenti hanno tolto i loro abiti di festa della cerimonia finale e dalle barchette si sono tuffati in acqua finalmente liberi. Alcuni hanno fatto il bagno con i vestiti.

“Le Iene Show”, Ilary Blasi e Teo Mammucari chiudono la stagione

Per “Le Iene Show” mercoledì 31 maggio in prima serata su Italia 1 si chiude una stagione ricca di successi. Ultimo appuntamento dunque con Ilary Blasi e Teo Mammucari e tanti servizi e inchieste. Stasera si parlerà dello scandalo del sangue infetto, di una 14enne bloccata in Tunisia da tre anni a causa del padre mentre l’Uomo Gatto, uno dei concorrenti di “Sarabanda” più amati, è il protagonista dello scherzo di Alessandro Onnis e Stefano Corti.

C_2_articolo_3074353_upiImageppInchiesta di Roberta Rei sullo scandalo del sangue infetto scoppiato negli Anni 70, 80 e 90, quando alcune case farmaceutiche hanno immesso sul mercato flaconi di plasma ed emoderivati contagiati con i virus dell’HIV e dell’HCV (Epatite C). In quegli anni il plasma e gli emoderivati utilizzati negli ospedali provenivano prevalentemente dagli Stati Uniti. Il sangue veniva preso da donatori mercenari a rischio, come tossicodipendenti. Successivamente veniva liofilizzato ed esportato in tutto il mondo, Italia inclusa. I controlli, però, non sarebbero stati fatti, così centinaia di migliaia di persone, ignare del pericolo ed entrate in ospedale per curarsi e fare trasfusioni, ne sono uscite infettate da epatite o HIV. Roberta Rei intervista i parenti di alcuni malati deceduti e alcune persone contagiate e le battaglie legali intraprese per essere risarcite. I malati ricevono un indennizzo di 700 euro al mese. Per quanto riguarda i danni biologici e morali, sono tantissimi i casi in cui i giudici hanno condannato il Ministero della Salute a risarcire, per gli omessi controlli, le persone infette. In molti, però, raccontano alla Iena di come, tra prescrizioni, appelli e ricorsi del Ministero della Salute, non avrebbero ancora ricevuto il risarcimento dovuto. Per avere spiegazioni in merito, l’inviata si reca, quindi, dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.
Marco Maisano racconta la storia di una quattordicenne, cittadina italiana e figlia di genitori di origini tunisine, bloccata in Tunisia da ormai tre anni a causa del padre. Ai microfoni della Iena, la sorella maggiore ricorda di come l’uomo, denunciato dalla madre per maltrattamenti, avrebbe portato lei e sua sorella contro la loro volontà da Messina, dove vivevano, a Tunisi. Compiuti i 18 anni, la più grande è, però, riuscita, dopo poco tempo, a ottenere i documenti necessari per tornare in Italia. La più piccola, invece, ancora minorenne, tuttora non riesce lasciare la Tunisia perché, nonostante la madre abbia vinto la causa per l’affidamento, necessita del permesso di entrambi i genitori. Sebbene la giovane abbia più volte espresso al padre la volontà di tornare a casa a Messina, quest’ultimo continua, infatti, a negarle il consenso. L’inviato, dopo essere partito per Tunisi insieme alla sorella maggiore per incontrare l’uomo, si reca presso l’ambasciata italiana del luogo per provare a sbloccare definitivamente la situazione.
L’Uomo Gatto, uno dei concorrenti di “Sarabanda” più amati dal pubblico, è il protagonista di uno scherzo realizzato da Alessandro Onnis e Stefano Corti. Le due Iene gli propongono di partecipare a dei casting per diventare il co-conduttore di una fantomatica versione albanese del quiz musicale. Cosa succederà durante il lunghissimo viaggio in macchina per arrivare in Albania? E cosa accadrà una volta arrivati a destinazione?

La Barbie kazaka dà scandalo e sfida l’Islam: su Instagram è quasi nuda

La chiamano la Barbie del Kazakhstan e ha dato scandalo con gli scatti pubblicati sui suoi profili social. Nel suo Paese, infatti, è accusata di mostrare troppo il suo corpo.

2179795_dinara4Si chiama Dinara Rakhimbaeva, ha 21 anni e studia finanza all’Università di Nottingham.
ll suo obiettivo è proprio quello di rompere i tabù della sua gente con le foto più sensuali.

2179795_dinara2

La bella mora appare in bikini, lingerie e abiti da sera e sfida le rigide regole dell’Islam. A chi la critica risponde: “Ragazzi, avete dimenticato quanto siamo belli?”.

Lapo Elkann triste e solo, ecco il ritorno del rampollo

Col doppiopetto e il cerotto, così riappare il rampollo di casa Agnelli. Dopo lo scandalo che lo ha visto coinvolto a Manhattan a fine novembre, di Lapo Elkann si erano perse le tracce. Le prime foto esclusive le pubblica il settimanale Diva e Donna che lo ha pizzicato a Portofino. Sguardo cupo, cerotto vistoso sulla fronte e mani in tasca, Lapo è tornato in Italia.

c_2_articolo_3049409_upiimagepp

Dopo essere stato arrestato per aver simulato un sequestro per ottenere denaro dalla sua famiglia, di Lapo non si era saputo più nulla. Tanto che qualcuno ipotizzava che fosse in un centro di riabilitazione. Ma eccolo riapparire in Italia. Per il funerale dell’amica Franca Sozzani. Elkann in doppiopetto elegantissimo, camicia bianca, capelli ingellati e cerotto sulla fronte ha partecipato alla messa nella chiesa di San Giorgio. Ha distribuito i foglietti delle letture tenendo lo sguardo cupo, sempre solo e pensieroso. Il 25 gennaio ci sarà l’udienza in cui dovrà rispondere di falsa denuncia.

Scandalo pedofilia nel calcio inglese, coinvolta anche l’ex star del City: “Tanti casi insabbiati”

Il calcio inglese è scosso da un gravissimo caso di pedofilia serale: lo scandalo si sta via via allargando e potrebbe coinvolgere anche diversi personaggi illustri, tra vittime e aguzzini.

Paul Stewart abuse claims

Sarebbero centinaia, infatti, i casi di pedofilia che per decenni sarebbero stati ignorati o addirittura insabbiati. Una prima denuncia raccolta dal Guardian, di Andy Woodward, ex giocatore di una squadra minore, è stata seguita da diverse altre.  L’ultima di Paul Stewart, 52 anni, già nazionale inglese e presenze con le maglie di Blackpool, Tottenham, Manchester City, Liverpool e Sunderland: anche lui vittima da ragazzino di un maniaco negli spogliatoi, come ha raccontato al Mirror e alla Bbc.
Il sospetto, sostiene Stewart raccontando la sua terribile esperienza, è che le vittime di pedofilia siano negli anni «centinaia» di calciatori in erba, fra grandi club e footbal di periferia. Una linea telefonica appena istituita ha ricevuto 50 chiamate in poche ore. E i media inglesi chiedono una commissione d’inchiesta.

Film hard tra i banchi di scuola: la sexy prof viene scoperta e finisce nei guai

SAN PIETROBURGO – Svetlana Topol è una professoressa apparentemente tranquilla, di nazionalità russa. Anche se giovane e molto bella non ha mai dato scandalo in una delle scuole più prestigiose di San Pietroburgo e si è sempre vestita in modo sobrio per andare a lavorare. La 27enne però svolge una seconda professione: gli studenti hanno scoperto che è una pornostar.

porno-prof_02105732

La prof sexy è stata costretta a dimettersi dopo che è venuto fuori che era una stella del porno. Come riporta il Mirror,  i dirigenti scolastici hanno scoperto che era specializzata in film a luci rosse in cui interpretava la studentessa e l’hanno denunciata.
A tradire Svetlana è stata una mail anonima in cui c’erano i link a vari siti hot in cui la Topol era fra le attrici-studentesse.

Posta una foto su Fb e viene ricoperta di insulti: “A un uomo non sarebbe successo”

Una foto su un’altalena con un particolare che non è passato per nulla inosservato: le ascelle non depilate. E tanto è bastato per scatenare un putiferio in Rete. Protagonista dello scatto provocatorio è Laura De, 21enne belga, studentessa di filosofia, che sulla sua pagina Facebook si definisce vegana e femminista.

13906725_10209422697311992_7948288535493372711_nLa giovane ha condiviso sul social la sua immagine “nature” per promuovere una visione realistica della figura femminile. Ma mai avrebbe immaginato che le sarebbero piovute addosso così tante critiche. “Mi fai vomitare”, “Raditi”, “Sei bruttissima”, sono solo alcuni degli insulti ricevuti.  La foto “dello scandalo” fa parte in realtà si una serie di scatti chiamata Black Cotton (Cotone Nero).”Volevo mostrare – spiega in un’intervista rilasciata all’Huffington Post – come, nel 2016, le donne debbano ancora avere dei problemi su cosa vogliono fare del proprio corpo e su come intendono mostrarlo. La battaglia che porto avanti, da femminista quale sono, è: il corpo è mio, quello che ne faccio è una scelta personale”.  E quando le chiedono quali sono gli insulti che l’hanno ferita di più, risponde così: “Le persone sono convinte che siano “Uccidetela” o “Sei un mostro”, ma non è così. In realtà i commenti peggiori sono quelli che attaccano il movimento femminista. Scrivono che il femminismo vuole uccidere ogni uomo ma è totalmente sbagliato. Il femminismo è un movimento che ha a che fare con l’amore e con la tolleranza, che vuole uguali diritti per uomini e donne. Non c’è nulla di sbagliato in questo”.