Chiara Ferragni e il nuovo look, le curve morbide da mamma dopo la nascita di Leone

Da poco mamma, Chiara Ferragni continua a dettare stile. La celebre fashion blogger ha da poco dato alla luce il piccolo Leone, nato dalla sua relazione con Fedez e dopo il parto ha ripreso la vita di tutti i giorni. Tappa immancabile per lei lo shopping con un look naturalmente ricercato.

chiara-ferragni-forme-da-mamma_02133233 (1)Chiara, sorpresa per le strade si Los Angeles da “Diva e donna” ha scelto una giacca di pelle nera corta in vita coordinata con stivali e borsa.
Le forme, naturalmente più morbide da neo mamma, rispetto alle immagini che eravamo abituati a vedere nelle sue numerose apparizioni pre Leone…

Lo stivale luxury che piace alle vip italiane

Per le vip, il must have del momento è senza dubbio lo stivale Givenchy. In pelle liscia o scamosciata, con la ghetta che lo rende inconfondibile, la punta a mandorla e la zeppa nascosta, questo accessorio è capace di “impreziosire” qualsiasi outfit: è per questo che tutte le star lo adorano.

C_2_box_59217_upiFoto1FMarchio a parte, la gamba ne risulta valorizzata, per via della forma “a zampa”. Cecilia Rodriguez, ad esempio, sceglie la versione in pelle nera per dare un tocco ancora più provocante alla sua minigonna. La più hot di tutte è Paola Caruso, che li abbina a un minidess di pelle nera con spacco e scollatura. Più casual Aida Yespica che, per una passeggiata a Milano, li indossa con pantaloni in pelle. Ma la pelliccia, la cintura e la borsa Hermès che compongono il resto dell’outfit fanno ben capire di che livello stiamo parlando: queste calzature superano non di poco il migliaio di euro.

Il “premio” per la scelta più audace va senza dubbio a Elisabetta Gregoraci, che osa con lo stivale Givenchy nella variante in pelle rossa, abbinandolo a jeans skinny e felpa floreale. All’estremo opposto c’è Melissa Satta che punta tutto sul low profile e sceglie una maglietta nera, jeans e boots scamosciati color cammello.

Kylie Jenner e il tweet che fa crollare Snapchat in borsa: ecco cosa è successo

Un solo tweet per far crollare in borsa il titolo di una compagnia importante come Snapchat: sembrerebbe esserci riuscita Kylie Jenner, una delle sorelle di Kim Kardashian e vera star planetaria.

21479891_584000568390252_2842307518523244544_n_23154527.jpg.pagespeed.ce.U2zNwPJxTcTutto è iniziato due giorni fa, quando la ‘starlette’ statunitense, su Twitter, aveva mosso una critica, neanche troppo velata, al nuovo restyling del social network divenuto popolare tra i giovanissimi grazie alle foto istantanee: «C’è qualcuno oltre a me a non aprire più l’app o sono l’unica? È così triste…»
Anche a causa dei quasi 25 milioni di follower vantati da Kylie, nelle ore successive a quel tweet il titolo di Snapchat ha perso l’8%, per una perdita complessiva di oltre un miliardo di dollari. Solo qualche ora dopo, la ventenne star del web, diventata per la prima volta mamma da poco, ha corretto il tiro: «Amo ancora Snapchat, resta il mio primo amore».

Kendall mostra il fisico a Roberto Bolle

Kendall Jenner e Roberto Bolle sono testimonial di Tod’s. Le immagini di loro due in riva al mare, sorridenti e complici come una coppia, hanno già fatto il giro del mondo, per cui non ha destato scalpore la loro presenza a Milano, durante la settimana della moda maschile, presso lo store del marchio. Quello che non ci si aspettava era il nude look di Kendall Jenner. Nemmeno Bolle ne era a conoscenza.

C_2_box_52636_upiFoto1FCasual (ma con gli accessori di lusso Tod’s), Kendall Jenner ha scelto per l’occasione pantaloni bianchi a vita alta indossati sopra un body marrone a collo alto. Nulla di vistoso, solo che il tessuto trasparente ha dettato le priorità. Il topless della supertop (e non gli accessori Tod’s), che è solita non indossare reggiseno, è stato il protagonista della presentazione.

La borsa della nuova collezione? Le scarpe in pelle? In pochi le hanno notate, catalizzati da altri dettagli. Impossibile non notare il seno in trasparenza sotto la maglia, così come la mano di Roberto Bolle pericolosamente e inconsapevolmente vicina al décolleté.

Senzatetto trova un’auto aperta con all’interno oltre 500 euro, quello che fa dopo vi scalderà il cuore

James John McGeown è un senzatetto dal cuore d’oro. L’uomo si è imbattutto in un’automobile con il finestrino aperto e si è accorto che sul sedile c’erano una banconota da 50 euro e una borsa contenente altri 450 euro. A quel punto James fa qualcosa che scalda il cuore…

untitled-collage-37Accade a Glasgow, in Scozia. Come riporta il sito Metro.co.uk, James decide di fare “la guardia” alla borsa e aspetta vicino all’automobile aperta. Ma dopo aver atteso per oltre due ore e mezza sotto la pioggia battente, l’uomo prende la borsa e la porta in un vicino ufficio di avvocati, per lasciarla in custodia.
Grande è la sorpresa del proprietario dell’auto John McMonagle quando, al suo ritorno con la collega Alyshia Orford, trova un biglietto da parte di James in cui gli spiega che la borsa con i soldi è al sicuro. John regala a James 50 euro e lancia una raccolta fondi in Rete dedicata al senzatetto dal cuore d’oro. La pagina ha già raccolto oltre 4mila euro in meno di 24 ore.
“Pensare che quel ragazzo stanotte dormirà in strada – conclude John – mentre se avesse preso i soldi avrebbe un posto dove dormire, mi fa pensare che esistono ancora persone buone, soprattutto a Natale”.

Le aspiranti toghe? “In minigonna e tacchi a spillo”. Scandalo hot alla scuola privata per magistrati

La Procura di Bari ha aperto un’indagine conoscitiva sulla vicenda relativa al giudice del Consiglio di Stato Francesco Bellomo, di origini baresi, che avrebbe obbligato le allieve della sua scuola privata di formazione per magistrati «Diritto e Scienza» a presentarsi ai corsi in minigonna, tacchi a spillo e trucco marcato, pretendendo anche che non fossero sposate.

1057238Questo è quanto denuncia il padre di una studentessa: denuncia, presentata a Piacenza, che ha dato avvio fino ad oggi a un procedimento disciplinare nei confronti del consigliere e ad accertamenti sull’intera vicenda anche sul piano penale, come scritto da alcuni quotidiani. La scuola ha tre sedi in Italia, a Milano, Roma e Bari. Oggi i magistrati di via Nazariantz hanno aperto un fascicolo «modello 45», cioè senza ipotesi di reato né indagati, proprio per accertare eventuali condotte illecite commesse anche nel capoluogo pugliese.

21-U434101318907360-kjQC-U43410133169718hEE-1224x916@Corriere-Web-Nazionale-593x443_11182105DENUNCIA, ‘VITA DISTRUTTA’ «Mia figlia sta cercando di tornare a una vita normale», dice il padre della ragazza piacentina che accusa Francesco Bellomo, il consigliere di Stato, direttore della scuola ‘Diritto e scienzà finito nella bufera per i contratti ai borsisti. La ragazza ha denunciato vessazioni e minacce durante il corso per aspiranti magistrati. L’uomo riferisce che la ragazza – laureata alla Cattolica di Piacenza – ora sta meglio ma «questa odissea le ha distrutto la vita. Ha ripreso a mangiare e a studiare, ma è ancora in cura dagli psicologi».
Ripete che la figlia «è stata sotto ricatto per troppo tempo attraverso il contratto che come borsista doveva firmare per mantenere la borsa di studio». Bellomo avrebbe cercato, dopo aver appreso della denuncia, di arrivare a una conciliazione con la ragazza. Avrebbe inviato i carabinieri per convincere la famiglia a cedere. «Sono venuti più volte, chiedevano a mia figlia di firmare un atto di conciliazione. Sono venuti a maggio, e poi a ottobre, ma lei era in ospedale».
“FARE PRESTO CHIAREZZA” L’Associazione Nazionale Magistrati Amministrativi, Anma, sul caso del Consigliere di Stato, Francesco Bellomo, direttore della scuola per aspiranti magistrati «Diritto e Scienza», attorno al quale si aperto un caso per presunte minacce e pressioni nei confronti di alcune allieve, chiede che si chiariscano con rapidità i fatti: «Si intervenga con la massima sollecitudine – sottolinea Fabio Mattei, presidente Anma – ma allo stesso tempo evitiamo, poiché non è in gioco la funzione giurisdizionale, che un episodio diventi l’occasione per un’altra caccia alle streghe contro la giustizia amministrativa».
«Gli organi di controllo disciplinari – aggiunge Mattei – sono già stati attivati, a dimostrazione di un sistema che funziona che, con i dovuti approfondimenti, verificherà la vicenda. Sia chiaro, comunque, che nella giustizia amministrativa non c’è spazio per condotte quali quelle riportate dalla stampa».
IL 15 UDIENZA CSM SU PM NALIN È prevista per venerdì l’udienza cautelare nella sezione disciplinare del Csm su Davide Nalin, pm a Rovigo e stretto collaboratore del consigliere di Stato Francesco Bellomo, direttore della scuola per aspiranti magistrati «Diritto e Scienza», attorno al quale si aperto un caso dopo la denuncia di pressioni nei confronti di alcune allieve. Su Nalin pende la richiesta del Pg della Cassazione di sospensione cautelare dalla funzione e dallo stipendio.

Giulia Salemi: che invidia i tacchi di mamma!

“Mia mamma non scende dai tacchi nemmeno mentre viaggia” esordisce con un po’ di invidia Giulia Salemi. Beccata per le vie di Milano, la giovane italo-persiana ci tiene a commentare con Lookdavip il loro outfit da viaggio.

C_2_box_48192_upiFoto1F (1)Giulia Salemi e la madre Fariba Tehrani (le “persiane” di Pechino Express 2015) sono appena scese dal treno che da Piacenza le ha riportate a Milano. Un taxi per andare in centro e poi due passi tra le vetrine, prima di tornare a casa. Trolley alla mano, camminano affiatate e complici. Sembra di vedere la versione luxury di Pechino Express.
Il look di Giulia Salemi è comodo ma attento ai dettagli: il minidress rosso Ivan Iaboni catalizza l’attenzione, ai piedi comodissime sneakers Gucci Ace e sotto braccio una borsa di tutto rispetto, la Givenchy Horizon.
“La sneaker Gucci è un pass partou. E’ supertrendy, la metto coi jeans o con la gonna, per sdrammatizzare” commenta. “Invece mamma non può rinunciare al tacco… mai!”. La signora Fariba Terhrani sorride sorniona. Affianca la figlia con piglio deciso di chi ha uno stile personale già definito. La capiente borsa Prada spicca nel suo outfit dai toni neutri. Tranquilla Giulia, la mela non cade mai lontano dall’albero…

Filippa difende Daniele: “Nessuna crisi”

Al Grande Fratello Vip è bastata una nomination per gettare Daniele Bossari nell’occhio del ciclone. Prima il diverbio con Ignazio Moser, poi le minacce da parte di Jeremias Rodriguez. E addirittura Filippa Lagerback, da casa, si è sentita in dovere di intervenire segnalando le minacce subite dal compagno.

C_2_box_43345_upiFoto1FD’indole riservata, Filippa Lagerback stavolta è un fiume in piena: la partecipazione di Daniele Bossari al GF Vip ha sbloccato la sua discrezione.
Sui social network Filippa posta quotidianamente scatti privati di loro due insieme: la distanza mette alla prova e la nostalgia si fa sentire. L’attacco subito da Daniele l’ha ferita profondamente e lei giustamente ne ha preso le difese in rete, ma già durante la Milano Fashion Week la trasmissione che vede il suo compagno tra i protagonisti è stata il suo argomento preferito.
Alla sfilata di Ermanno Scervino, elegantissima con un tubino di pizzo bianco abbinato a stivali e borsa neri, Filippa Lagerback ci ha confessato: “Hanno scritto di tutto: che siamo in crisi, che sono gelosa… Non c’è nessuna crisi. Siamo una coppia solidissima! Non ho mai detto che non andrò al Grande Fratello Vip: chi lo sa! Daniele? Lo guardo tutte le sere insieme a mia figlia: più io che lei, a dire il vero! Mi sembra stia bene nella Casa. Certo gli mancherà di sicuro la musica e la meditazione”.
Filippa Lagerback e Daniele Bossari stanno insieme dal 2001 e hanno una figlia adolescente. Hanno sempre tenuto la vita privata lontano dai riflettori, per questo probabilmente si è parlato di crisi, ma la loro coppia è stabile più che mai. Lo ha confermato lei a Lookdavip, lo dimostra lui quotidianamente al GF Vip, mostrandosi protettivo nei confronti della figlia e sensibile alle tematiche familiari.
“Il dualismo Rai/Mediaset? Per noi è stato sempre così! Almeno sappiamo i gossip di entrambi i mondi” ha scherzato lei. La valigia per il GF Vip? “L’abbiamo fatta insieme. Ci abbiamo impiegato un giorno intero. Prima di partire la scelta dei vestiti sembra importantissima… Lui ha voluto capi minimal, camicie con collo alla coreana, tshirt e pantaloni basic, uno stile un po’ orientale. Hai visto il poncho Falconeri? Quello lo usa spesso!”.

Milionaria scomparsa, ritrovata dopo 6 mesi. Il mistero: “Faceva la senzatetto a Milano”

Un vero e proprio mistero, pieno di dubbi e con pochissime certezze, ha avvolto gli ultimi sei mesi di vita di una milionaria inglese scomparsa da casa e ritrovata a Milano, dove da qualche tempo viveva da clochard e dormiva in strada, su una grata adiacente ad un hotel di piazza Cesare Beccaria.

milionaria-scomparsa-ritrovata-milano-clochard_18121229A raccontare la storia di Ariane, cittadina britannica nata in Iran e supermanager in un’azienda di produzioni cinematrografiche, è il Corriere della Sera, che cerca di ricostruire un intricato percorso che parte dalla scomparsa della donna, 51 anni. Era il marzo di quest’anno quando Ariane sparì dal suo ultimo domicilio conosciuto, un residence di corso d’Italia, a Milano. Non è chiaro cosa sia avvenuto dopo né perché la famiglia si sia mossa tardi nel denunciare la scomparsa a Scotland Yard, che non si è attivata per il caso dal momento che i fatti erano avvenuti all’estero. Per questo motivo, in seguito, la famiglia di Ariane, ottimi studi, quattro lingue parlate e uno stipendio notevole, si è rivolta ad un’agenzia italiana di investigazioni private.
Non era la prima volta che Ariane veniva in Italia: qui ha amici e conoscenti provenienti dalla Milano ‘bene’. Incaricato del caso un ex poliziotto di origini albanesi, impegnato a Milano nelle volanti negli anni della lotta alla mafia e considerato esperto e carismatico da tutti i suoi colleghi: l’ex agente si è mosso partendo solo da una foto, ma ha dovuto impiegare diverso tempo per trovare la pista giusta. Chiedendo in giro, ha avuto le prime indicazioni da alcuni clochard, che riferivano di aver visto una donna da poco arrivata in città, che viveva da senzatetto e somigliava molto ad Ariane.
Dopo lunghe e infruttuose ricerche, qualcosa si è mosso quando un parrucchiere ha raccontato di aver avuto Ariane come cliente: «Era sporca e raccoglieva i capelli in una coda». A questo punto, battendo ogni angolo della città frequentato dai clochard, l’investigatore è riuscito a scovarla, sabato scorso, mentre dormiva in piazza Beccaria. Ieri a Milano è giunta la sorella, che l’ha riabbracciata commossa. Ma tanti, troppi misteri avvolgono gli ultimi sei mesi di Ariane. Che ha dichiarato: «Non so spiegare… Forse camminavo, sono stata aggredita e derubata, e caduta a terra ho picchiato la testa… Dopo non avevo più la borsa con soldi, cellulare, documenti. Sono innamorata di Milano… Residenti, passanti e volontari offrivano un aiuto ma non volevo… Regalavano cibo e rifiutavo… Frugavo nei cestini dell’immondizia, cercavo da mangiare, stavo fuori da ristoranti e hotel per rimediare qualcosa».

Tale madre, tale figlia: le Hadid senza intimo

Bella Hadid ha tagliato i capelli. Un caschetto cortissimo e sbarazzino, sfoggiato per strada a New York, adatto alla calura estiva. Il nuovo taglio, che nel suo caso cambiandole la fisionomia diventa una notizia, è stato però surclassato dal suo seno: la forma dei capezzoli in trasparenza sotto la canotta bianca aderente ha avuto la meglio sui siti di gossip.

C_2_box_37884_upiFoto1FBella Hadid ha scelto per la sua passeggiata un total white con top Re/Done, jeans sdruciti sulle ginocchia Citizens of Humanity e stivaletti Topshop, tutto impreziosito dalla costosa borsa Dior. Un outfit che stupisce per semplicità ma nasconde uno styling attento. Sarà stato involontario l’effetto trasparenza con conseguente malizioso sfoggio di forme?
E’ noto che la femminilità la si impara dalla mamma. Le strategie di seduzione, le scelte di moda sono fortemente influenzate dalla figura materna. Prendiamo il caso di Yolanda Hadid, modella e madre delle strafamose supertop Bella e Gigi: proprio qualche giorno fa ha postato sul proprio profilo social una foto che la ritrae palesemente senza reggiseno, mentre tenta di coprire i capezzoli con le braccia.
Certo, la mela non cade mai lontano dall’albero. Ma è d’obbligo riconoscere che Gigi Hadid, pizzicata con la stessa canottiera Re/Done della sorella, ha avuto l’accortezza di indossare il reggiseno.