Eleonora Pedron è innamorata di una Iena

Lui è partito in sella a una bici e in pochi anni si è conquistato uno spazio sempre maggiore in tv. Dicono che diventerà molto famoso. Lei ha iniziato calcando la passerella di Miss Italia e vincendo la corona di reginetta. E’ stata con Max Biaggi da cui ha avuto due figli e ora ha fatto breccia nel cuore di Nicolò De Vitiis, 27 anni. Eleonora Pedron, 35, e l’inviato de Le Iene fanno coppia fissa da tre mesi e Novella 2000 li ha pizzicati…

eleonora-pedron-nicolò-devitiisPare che la scintilla tra i due sia scoccata durante una cena tra amici. Alla presenza di Tommaso Paradiso e dei The Giornalisti. Il feeling è stato immediato e nelle foto del settimanale si vede Nicolò che porta a casa piumone e lenzuola ed Eleonora che dall’appartamento esce elegantissima pronta per un evento di moda. Pare che la Iena abbia conquistato anche i figli della Pedron, Ines e Leon, che la ex reginetta ha avuto da Biaggi. Lei di recente ha detto di essere in pace con se stessa e di volersi godere i figli a tempo pieno “riuscendo a mantenere spazi per fare ciò che vuole”…

Foto troppo sexy online, 19enne studentessa veneta rischia l’esclusione da Miss Italia

Cinque fotografie nelle quali è ritratta in biancheria intima. In una è in ginocchio sul letto, nelle altre assieme ad un’altra ragazza, anche lei con la stessa mise, mentre si abbracciano e poi mentre una benda l’altra. Foto cosiddette artistiche, come se ne vedono in pubblicità, in televisione, sui profili di tante ragazze. Foto che però alla diciannovenne studentessa di Baone (Padova) Francesca Toffanin potrebbero costare l’esclusione dalla 79. edizione dello storico concorso di bellezza di Miss Italia. Concorso che ha visto Francesca, proprio domenica pomeriggio, classificarsi seconda ad una selezione provinciale, accedendo così alla fase regionale che può portare alla prefinale nazionale. Ora le fotografie sono al vaglio dell’Ufficio legale della Miren International, proprietaria di Miss Italia, che dovrà valutare eventuali violazioni del regolamento.

3748871_2006_h11_30004709Con un tempismo perfetto, un’anonima fonte ha segnalato gli scatti accompagnati dal testuale commento: «Non mi pare che Miss Italia permetta a ragazze foto così inappropriate come queste che sono a dir poco scandalose a mio giudizio, per una giovane che deve rappresentare la nazione in cui vivo. Leggendo il regolamento infatti sono previste conseguenze per foto inappropriate e nudo». L’ultima frase significa che per quelle foto Francesca dovrebbe essere esclusa.

«Conosco benissimo il regolamento e quelle foto come tutte le altre che ho fatto non sono assolutamente contrarie a quanto prevede il concorso – replica la giovane miss – Non parteciperei io per prima a Miss Italia sapendo di non essere in regola. Ribadisco che non ho mai scattato foto di nudo o in situazioni che non rispettano il regolamento. Gli scatti in questione sono di due fotografi amatoriali».

Se è vero che le prime (e migliori) investigatrici sono proprio le miss stesse che esercitano una sorta di reciproco controllo, Francesca ha le idee chiare su chi l’abbia segnalata all’organizzazione di Miss Italia. «Pur non avendo vincoli contrattuali, ero seguita da un fotografo con il quale da pochi mesi non ho voluto avere più nulla a che fare. Guarda caso ho cominciato ad avere buoni risultati nei concorsi. Probabilmente questo non è stato accettato. So che aveva segnalato anche altre ragazze. Ma dopo quello che è accaduto mi tutelerò anch’io e di materiale ne ho».
«La decisione sulla eventuale esclusione dal concorso spetta esclusivamente all’ufficio legale della Miren International – spiegano all’agenzia Modashow.it, esclusivista del concorso per Veneto e Friuli Venezia Giulia – Gli agenti regionali non hanno assolutamente nessun potere». Non trascorrerà certamente molto tempo per conoscere se per Francesca Miss Italia continua o finisce.

Cristina Chiabotto, un nuovo uomo dopo la fine della storia con Fabio Fulco

Torna il sereno nella vita di Cristina Chiabotto dopo la fine dell’amore con Fabio Fulco. La showgirl torinese è stata fotografata con un nuovo uomo, Marco Roscio, manager torinese e direttore generale di una cartiera che condivide con l’ex Miss Italia la passione per la Juventus. La coppia è stata immortalata in atteggiamenti teneri, come si vede nel servizio su “Chi”, in edicola mercoledì 18 aprile e che Tgcom24 vi presenta in anteprima esclusiva.

C_2_articolo_3134720_upiImagepp (1)

Sorrisi, carezze e un bacio romantico durante una cena a due a Portofino con Marco, suo coetaneo e anche lui torinese. E’ il giovane manager che Cristina Chiabotto ha scelto per ritrovare momenti di serenità in campo sentimentale, dopo la burrasca legata alla fine del suo rapporto con Fabio Fulco.

Proprio di recente la Chiabotto aveva scelto di raccontare a “Verissimo” le sue sensazioni dopo la rottura con l’attore napoletano. “Sto vivendo una vera e propria rivoluzione e mi fa un effetto strano. Sono quei cambiamenti che nella vita prima o poi bisogna affrontare e questa volta è capitato a me”, ha detto nel salotto televisivo di Silvia Toffanin.

Una storia importante che però ora pare essere definitivamente alle spalle: “Fabio è stato l’inizio in tutto. Ci siamo messi insieme quando avevo 19 anni ed ero piccola. Oggi sono ancora giovane ma è successa in me una trasformazione come donna, un’evoluzione” aveva rivelato. E spiegando le motivazioni che li ha separati aveva rivelato: “Non c’è stato un motivo vero e proprio. Non c’era più l’incastro. È stato un esaurirsi. Mi sono trovata ad un bivio e ho trascinato la cosa per troppo tempo, perché fatico a chiudere le porte. Ho toccato il fondo ma mi sto rialzando e ho voglia di emozionarmi”.

Fabrizio Frizzi e l’incontro con Carlotta. “Disse a Mirigliani, guarda quella miss che bel viso ha”

Succede tutto nel 2002, l’anno in cui Fabrizio Frizzi viene scaricato pubblicamente dall’allora direttore di Rai Uno, ma anche l’anno in cui trova l’amore. Fabrizio e Carlotta, una fiaba che inizia sul palcoscenico di Miss Italia, lui conduttore, lei concorrente e poi valletta. Venticinque anni di differenza, dodici di fidanzamento, lui che nel 2013 assiste al parto e alla nascita della loro Stella, quindi il matrimonio di lì a pochi mesi. Coppia affiatata, mai chiacchierata. Una favola spezzata da un’emorragia cerebrale.

313154319bf8276fe-frizziL’INCONTRO. È il 2001, Carlotta Mantovan ha appena finito il liceo classico a Mestre, gli amici la iscrivono alle selezioni di Miss Italia senza immaginare che approderà a Salsomaggiore. Dicevano che era troppo bassa, un metro e settantadue. Carlotta e Fabrizio si vedono per la prima volta sul palco di Enzo Mirigliani, un giorno lui ricorderà che l’aveva colpito subito: «Guarda che bel viso ha quella ragazza». Gareggia con il numero 6, arriva in finale e sfiora la vittoria. Seconda. L’anno dopo, 2002, com’erano soliti fare Enzo e Patrizia Mirigliani con le miss giunte sul podio, Carlotta viene richiamata a Salsomaggiore, il suo incarico è condurre la lotteria di Miss Italia. E ritrova Fabrizio…

Martina Colombari tra i senzatetto di Milano: fare del bene fa bene

E’ la più glam tra le ex Miss Italia, una reginetta senza tempo sempre protagonista della moda e della mondanità con il suo charme e la sua eleganza. Martina Colombari non è solo questo. Ambasciatrice di un’associazione che aiuta i bambini di Haiti, la Fondazione Rava, la showgirl fa anche beneficenza in città. L’altra notte era a Milano, tra i volontari dell’Ordine di Malta ad aiutare i senzatetto. Brava Martina!

C_2_articolo_3127311_upiImagepp (1)Ha indossato la blusa e i pantaloni rossi dei volontari e si è messa a disposizione. Sul suo profilo social mostra gli scatti e le storie di una serata alla stazione di Rogoredo all’avanscoperta insieme al don e ai volontari. Bella e sorridente come sempre, con l’entusiasmo che la contraddistingue scrive: “Questa sì che è una bella serata! E che squadra!” e usa gli hasthag: senzatetto, barboni, accoglienza, responsabilità sociale, impariamo ad aiutare, volontariato, beneficenza, non serve essere degli eroi.

Alessia, la Miss con la bimba in braccio: “Insulti sui social? Li ignoro. Con la gravidanza mi sento più bella”

Alessia Spagnuolo ha 24 anni, è pugliese, nata a Grottaglie, ma cresciuta a Teramo in Abruzzo. Il suo nome forse non vi dice niente, ma della sua storia si parla da un paio di giorni per via di qualcosa di particolare: è una giovane mamma, e alle selezioni di Miss Italia si è presentata con la sua bambina Chloé, 6 mesi, in braccio nel marsupio.

Schermata 2018-01-23 alle 15.28.41_23154154Oggi Alessia è stata ospite de La Vita in Diretta, e ha raccontato ciò che ha passato negli ultimi giorni dopo la sua decisione, non del tutto volontaria, di andare al casting con la sua bambina: partendo innanzitutto dal motivo della presenza della piccola. «Non avevo nessuno a cui lasciarla – confessa – mia madre lavora, il mio compagno anche, io sono originaria della Puglia quindi molti dei miei parenti vivono giù. Lei è una bimba bravissima, quasi una bambola, ma non mi piace starle lontano, a volte mi mette ansia saperla lontana da me».
Le foto di questa giovane ragazza con la sua bimba in braccio hanno fatto il giro dei media, scatenando tantissimi commenti negativi sui social: la sua colpa, secondo alcuni utenti, sarebbe di aver sfruttato proprio la piccola per avere più visibilità. «Gli insulti sui social? Qualcuno diceva: non ti curar di loro ma guarda e passa…». «Miss Italia per me è un sogno – racconta – avevo già partecipato nel 2014 al concorso guadagnando le finali nazionali, quest’anno ci ho voluto riprovare. Partecipo in un’altra veste, una donna e una mamma, e il mio compagno mi ha sostenuto: mi ha detto goditela tutta».
«Il mio primo fidanzato non voleva che partecipassi: avevamo 18 anni, magari ci stava che fosse geloso: quando ho partecipato nel 2014 cambiai fidanzato. Credo sia stato giusto partecipare adesso, mia figlia mi sta portando una fortuna immensa», scherza Alessia, che con la bimba in braccio ha convinto i giudici e ha passato le prime selezioni. «Quattro anni fa avevo un fisico diverso, la maternità mi ha cambiato: ero più soda, ora ho qualche chilo in più ma mi piaccio di più adesso».

Incendio nella casa dell’aspirante Miss Italia Lucrezia Terenzi: la sorella salva tutti, muore il cane

Si era concluso come uno di quei giorni così belli, che si ricordano per tutta la vita: Lucrezia Terenzi, 18enne di Cerveteri, un paese vicino Roma, con il numero 76 aveva superato i casting nazionali per accedere alla prima finale di Miss Italia.

Incendio casa Lucrezia Terenzi aspirante Miss Italia sorella salva cane muore foto 20 gennaio 2018_20220013Ma è bastato un cortocircuito in casa a trasformare quel momento magico in un incubo: giovedì sera scorso, terminate le selezioni, la giovane concorrente con la mamma sono partite dalla Capitale per raggiungere la loro abitazione di Trevignano, tirata su tutta di legno dentro al vivaio di famiglia.
Come racconta Simona Marchini, madre dell’aspirante miss, «per colpa di una lampada in salone andata in cortocircuito, la stanza ha preso fuoco. È solo grazie all’altra mia figlia che siamo vive. È stata lei infatti ad accorgersi di tutto e a svegliarci. Insieme, spaventate e con la casa ormai piena di fumo, siamo uscite di corsa, scalze e in pigiama, e abbiamo chiamato i Vigili del Fuoco. Ma le fiamme non hanno dato tregua e quando sono arrivati, non c’è stato più nulla da fare».
Lo stabile infatti era già distrutto e divorato dal fuoco, come anche l’automobile parcheggiata accanto. L’aspirante Miss è sconvolta, anche perché quella notte, per colpa del rogo, ha perso il suo dolcissimo cucciolo di bulldog francese, morto nel sonno. Aveva solo quattro mesi ed era il suo migliore amico. Dalla patron del concorso Patrizia Mirigliani arrivano parole di conforto: «Coraggio Lucrezia, Miss Italia è con te».

Fausto Brizzi, il regista al parco con la figlia dopo la bufera sulle presunte molestie

Fausto Brizzi al parco che gioca con la figlia Penelope Nina, cappellino e occhiali da sole e l’orecchio teso al telefono: sono le prime immagini del regista, pubblictwe domani sul numero di Chi, dopo la bufera sollevata dall’inchiesta delle “Iene”, in cui quindici aspiranti attrici raccontano di essere state molestate dal regista.

3380725_brizzifigliaIl settimanale diretto da Alfonso Signorini ha sentito sia l’autore del servizio delle “Iene”, Dino Giarrusso, che l’avvocato di Brizzi, Antonio Marino. «Con l’ultimo servizio sul caso Brizzi per noi la vicenda si chiude. Se ne aprirà necessariamente un’altra in tribunale. O il regista ci querela per diffamazione, e allora spiegheremo le nostre ragioni al giudice, oppure saranno le ragazze a denunciarlo», spiega Giarrusso; e l’avvocato di Brizzi risponde: «Le Iene “chiudono” la questione allegando altre 4/5 testimonianze che descrivono lo stesso cliché. Siamo in attesa di capire quale delle sedi prediligeranno, se civile o penale, per chiamarci a rispondere. Noi, per ora, non quereliamo, sono cose che verranno a tempo debito, non c’è fretta».
«La ex Miss Italia Clarissa Marchese (ha raccontato: “Mi ha chiesto se ero disposta a spogliarmi (…) non era violenza, non mi ha fatto nulla, però mi sono sentita infastidita”, ndr) ha meglio chiarito quello che è accaduto a casa di Brizzi, cioè nulla. Si è ritenuta infastidita, ma, rispetto alle premesse, cambia la prospettiva, ora vediamo cosa diranno le altre». Dura la replica di Giarrusso delle “Iene”: «La ex Miss Italia ha ribadito esattamente quello che aveva detto a noi, è comico leggere che avrebbe ritrattato, semmai ha confermato. E per una che ha avuto solo la richiesta di spogliarsi, come Clarissa, tante altre hanno raccontato cose orribili: perché si finge di dimenticare? Noi siamo pronti a rispondere alla querela di Brizzi, che però non arriva, chissà come mai. Credo, invece, che saranno le ragazze a denunciare: hanno la possibilità di farlo anche quelle che hanno vissuto quest’incubo più di sei mesi fa, ce lo ha confermato l’avvocato Giulia Bongiorno. È assurdo leggere cose come “queste ragazze si vogliono vendicare perché non hanno avuto la parte” perché non concorrevano a una parte: sono state chiamate per fare esercizi di recitazione e raccontano d’essersi ritrovate a casa di un regista che si spogliava e proponeva massaggi, si masturbava davanti a loro. Mi addolora anche chi dice di stare dalla parte delle donne, ma oggi tace o difende la controparte. “Se non ora, quando mai?”».

“Fausto Brizzi non mi ha fatto nulla”, parla Clarissa Marchese, l’ex Miss Italia che ha accusato il regista di molestie

ROMA – Il “caso” di Fausto Brizzi, accusato di molestie da alcune attrici, torna sotto i riflettori a Domenica Live. Ad accendere gli animi, però, questa volta, più delle accuse, sembrano essere le accusatrici, a partire da Clarissa Marchese, Miss Italia 2014, che, proprio nella trasmissione di Barbara D’Urso aveva raccontato l’”incontro” con il regista, nel 2015.

IMG_4346«Il regista voleva incontrarmi. Così è stato organizzato l’incontro – aveva raccontato la Marchese – Era il mio primo provino, pensavo fosse un teatro, invece era una casa-ufficio. Ci è stato detto che sarebbe durato diverse ore. Il mio accompagnatore se ne è andato. Le prime ore passano come vere e proprie lezioni. Verso la fine, si parla di possibili parti che avrei potuto interpretare, lui mi dice che di solito una ragazza con la mia fisicità viene scelta per fare ruoli di bella e deve essere disposta a fare anche scene un po’ più spinte. Mi ha chiesto: se io ti chiedessi di spogliarti completamente nuda davanti a me lo faresti? Io avevo vent’anni, lui circa quarantacinque. Con la stessa naturalezza con cui me lo ha chiesto, ha detto: Come mai?».

E ora ad essere “condannata” da alcuni degli ospiti in studio è proprio la Marchese, accusata di aver rovinato vita e carriera del regista per atteggiamenti che non sono reati.
«Io all’epoca non ho denunciato perché non mi ha fatto nulla che potesse essere oggetto di denuncia, ma mi sono sentita infastidita, molestata».

Cosa ha fatto Brizzi quando lei ha detto che non si sarebbe spogliata?
«Non ha detto o fatto nulla, è stato molto tranquillo».

Perché è tornata il giorno dopo?
«Perché pensavo di essere stata chiara».

Alcuni insinuano che l’exMiss si sia fatta avanti solo per ottenere l’attenzione dei riflettori.
«Io volevo raccontare quello che è successo – si difende la Marchese – per aiutare altre donne in tutti gli ambienti e le professioni».

Sul punto delle presunte molestie però è chiara: «Non ho la formazione per capire come debba essere definito il suo comportamento. Non era violenza, non mi ha fatto nulla, però mi sono sentita infastidita».

Clarissa Marchese, l’ex miss Italia a Domenica Live: «Un noto regista mi ha molestata. Ecco cosa è successo…»

«Era il 2015, dopo che ho vinto Miss Italia. Insieme all’agenzia che mi seguiva, si era pensato di iniziare un percorso come attrice. Un percorso lungo. C’è stata poi la possibilità di fare un provino con un famoso regista italiano di cui si sta parlando in questo periodo. Io non sapevo fosse casa sua. Sapevo di dovermi preparare per questo provino, lui si era offerto di darmi le ultime lezioni per prepararmi al provino».

clarissa-3Clarissa Marchese, Miss Italia 2014, racconta a Domenica Live le molestie subite da un regista noto di cui non vuole ancora fare il nome.
«Io venivo da due settimane di corso intensivo a pagamento. Il regista voleva incontrarmi. Così è stato organizzato l’incontro. Pensavo fosse direttamente il provino, invece erano altre lezioni, che lui si era offerto di farmi gratis. Era il mio primo provino, pensavo fosse un teatro, invece era una casa-ufficio. Ci è stato detto che sarebbe durato diverse ore. Il mio accompagnatore se ne è andato».
Il primo giorno le lezioni sono andate avanti per più di quattro ore.
«Le prime ore passano come vere e proprie lezioni. Verso la fine, si parla di possibili parti che avrei potuto interpretare, lui mi dice che di solito una ragazza con la mia fisicità viene scelta per fare ruoli di bella e deve essere disposta a fare anche scene un po’ più spinte. Mi dice: se io ti chiedessi di spogliarti completamente nuda davanti a me lo faresti? Lui era molto più grande di me. Io avevo vent’anni, lui circa quarantacinque. Quando ho detto no, con la stessa naturalezza con cui me lo ha chiesto, ha detto: Come mai?».
Clarissa gi ha risposto che in casa, da soli, non lo avrebbe fatto. In un provino, con altre persone, avrebbe valutato la possibilità.
«Il giorno dopo, come d’accordo, torno e si riprende la lezione come se nulla fosse. Erano ancora più ore. Io non avevo ancora detto nulla. Verso la fine, mi ha chiesto con la stessa naturalezza, di spogliarmi nuda. Mi sono arrabbiata. Mi sono immaginata la scena: una ragazza di vent’anni, nuda, davanti a un uomo, poteva succedere di tutto. Ho detto di no e me ne sono andata. Il terzo giorno non sono andata e non mi sono mai più presentata. Io non ne ho parlato con nessuno, mi vergognavo»
E il film?
«Dopo qualche mese, mi chiama la mia agente che aveva effettivamente speso risorse, denaro per prepararmi e mi ha detto che lui voleva darti la parte, è successo qualcosa e non vuole più dartela. Il mio messaggio è per tutte le ragazze che vogliono fare questo mestiere e tutti gli altri mestiere, si può dire no».