Modella di 14 anni collassa e muore dopo 13 ore di sfilate no-stop

Sul suo contratto c’era scritto che doveva lavorare un massimo di tre ore al giorno, in realtà ne passava almeno 12 sfilando, senza assicurazione medica né giorni di festa. Venerdì, dopo l’ennesima, estenuante giornata passata in passerella a Shanghai è collassata e, dopo due giorni di coma, è morta.

vlada14-kUyB-U433901559401371uH-593x443@Corriere-Web-SezioniVlada Dzyuba aveva solo 14 anni, veniva dalla città russa di Perm, e da tre mesi era impegnata in una serie di sfilate in Cina. Secondo la prima ricostruzione medica la giovane soffriva di meningite cronica ed esaurimento nervoso. Adesso è partita un’indagine, che ha riaperto il dibattito sulle condizioni di lavoro, anche minorile, nel mondo della moda. Mosca ha chiesto chiarimenti alla Cina e alla società per cui Vlada lavorava. Sulla vicenda sta indagando anche l’autorità del Cremlino sui diritti umani, Pavel Mikov.
Secondo le prime ricostruzioni, la 14enne non aveva un’assicurazione medica e il decesso è stato causato da una meningite cronica, aggravata da un grave esaurimento nervoso. A riportare la notizia sono i tabloid britannici, che citano una ricostruzione del The Siberian Times, secondo cui la ragazza aveva la febbre altissima quando ha iniziato a sfilare. Dodici ore dopo, è collassata per la stanchezza. La madre, disperata, ha raccontato che Vlada le diceva sempre che si sentiva stanca, e che voleva dormiva. «Io la pregavo di andare all’ospedale». La donna stava cercando di ottenere un visto per raggiungerla. Il capo dell’agenzia di moda che aveva dato a Vlada la possibilità di partire per il suo viaggio di lavoro, Elvira Zaitseva, ha ammesso di non aver controllato il contratto della ragazzina: «Adesso raccogliamo ciò che abbiamo raccolto».

Antonio Cassano marca stretto Carolina

Se Antonio Cassano abbia definitivamente appeso le scarpe al chiodo nessuno può saperlo. Intanto il calciatore è tornato in super forma e si gode l’amore della sua famiglia “Che basta e avanza”, conferma lui. Sulle pagine del settimanale “Chi” Fantantonio, ospite ad un torneo a Portofino non perde occasione per abbracciare e baciare la sua Carolina Marcialis che ha appena firmato un contratto con il Rapallo Pallanuoto in serie A1…

C_2_articolo_3097577_upiImageppHa rifiutato offerte economicamente vantaggiose in Cina e con il Verona non è scattata la scintilla. Ma Antonio non si dispera e resta a casa con i figli Christopher, 6 anni, e Lionel, 4, in attesa della chiamata dalla squadra giusta, se mai arriverà. Al suo fianco c’è sempre Carolina che, dopo l’esperienza alla US Locatelli in serie A2, proprio in questi giorni ha firmato il tesseramento con il Rapallo Pallanuoto, avanzando in A1.
Ospiti al torneo organizzato in Liguria “Water Polo World-All Stars”, la coppia e i figli si presentano con un look sportivo e più uniti che mai. Antonio marca stretto la moglie: le cinge la vita e le dà un bacio sulle labbra mentre sono appartati. Del resto Cassano lo ha sempre detto che la famiglia è la cosa più importante.

Gigi Donnarumma a Ibiza con Alessia: ecco la vacanza “scandalosa”

La questione del rinnovo del suo contratto è stata definitivamente chiusa, ma il portierone Gianluigi Donnarumma nel momento più delicato della trattativa non era a Milano a parlare col Milan. Come mostrano le foto di Diva e Donna, il 18enne era a Ibiza insieme alla bella Alessia per qualche giorno di relax, tra baci e carezze. Per stare con lei, il calciatore ha anche rinuciato alla maturità, scatenando molte polemiche.

C_2_articolo_3083636_upiImageppDiventato, specie sui social, assai discusso per il suo tira e molla sul contratto, l’ormai soprannominato “Mr. 6 milioni” – dall’ingaggio che è riuscito a “strappare” dal suo accordo col Milan – non sembra essere più di tanto colpito dalle critiche: le immagini della sua fuga d’amore sull’isola spagnola rivelano un Donnarumma disteso, rilassato e con un fisico non proprio tonico come quello dei calciatori durante la stagione.
La vacanza a Ibiza ha scatenato un ennesimo putiferio sul portiere, che ha deciso di rinunciare alla maturità pur di godersi il mare e il sole senza pensieri. La presidente della commissione d’esame che doveva giudicare “maturo” il 18enne, ha definito tale comportamento “una mancanza di rispetto”. Lo stesso ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è intervenuta nella vicenda, chiedendo a Donnarumma di “non mollare”, dato che è ormai “arrivato a un passo dal traguardo”.

Guess?: Mariana Rodriguez sul trono di Belen

Vera rivalità o presunta tale, le due Rodriguez sembra non riescano a stare alla larga l’una dall’altra. In comune oltre al cognome, le origini latino-americane e la voglia di sfondare nel mondo dello spettacolo, hanno anche la bellezza naturale (e il ritocco al seno). Non solo: la piccola Rodriguez vanta un tatuaggio in zona “farfallina” e, da poco, anche un contratto simile a quello più esclusivo di Belen.

C_2_box_32295_upiFoto1FLanciata come “la nuova Belen” proprio dall’ex agente di Belen Rodriguez, Mariana ha inizialmente giocato su questo inevitabile confronto, prendendone poi le distanze. “Lei ormai ha 31 anni, ha una famiglia, una carriera bellissima, chiunque avrebbe voluto fare il suo percorso. Però la copia di lei proprio non voglio esserlo” avrebbe detto Mariana Rodriguez in riferimento a questo continuo ed estenuante paragone. Eppure le ultime foto sul suo profilo Instagram dimostrano proprio il contrario: la rincorsa a Belen continua.
Ritratta davanti alla sede Guess di Lugano e poi dentro, in fase di trucco pre-shooting, Mariana Rodriguez sembra pronta a detronizzare l’omonima rivale dal piedistallo di Paul Marciano. “Quando i sogni diventano realtà… Grazie Guess, Paul Marciano” conferma lei, per sfatare ogni dubbio.
Acquistano un particolare significato i baci che Belen ha regalato al patron di Guess all’ultimo evento a Roma, tenendolo ben stretto a sé: è arrivato il cambio della guardia o la regina dovrà condividere il trono?

Vince un concorso per modelle ma ritirano il premio: “lei” è un uomo

(Semi)Spoiler: niente è come sembra in questa storia avvenuta nella Russia di Putin.
Andrey Nagorny, 20 anni, è un aspirante fotomodello dai tratti somatici decisamente androgini, ma, che ci crediate o no, è eterosessuale. Ed è stato proprio tramite la sua fidanzata che ha scoperto dell’esistenza di un concorso per modelle di lingerie organizzato da un’azienda produttrice di intimo.

41208285

Per questo motivo, ha deciso di partecipare seguendo le modalità del regolamento, che prevedeva l’invio di alcuni scatti via e-mail prima della proclamazione del vincitore.
I tratti somatici naturali, più qualche ‘ritocchino’ in digitale, fanno apparire il ragazzo come una splendida fanciulla in lingerie sexy e alle prese con pose e sguardi ammiccanti. Questo è bastato per convincere la giuria a dargli il primo premio: una cospicua somma di denaro e un contratto da testimonial della marca. Quando però Andrey ha dovuto rivelare la propria identità, creando sgomento e non poco imbarazzo tra i giurati e i vertici della casa produttrice di lingerie. A quel punto, il primo premio è stato revocato e assegnato alla ragazza finalista. La notizia è stata riportata anche da The Sun, mentre sui social network la storia ha avuto un largo seguito.

“Cercasi cameriere ‘affettuose’ col titolare”: albergatore arrestato, abusi su 12 ragazze

Un contratto di lavoro negli alberghi ma le ragazze, di età compresa tra i 19 e i 25 anni, una volta assunte dovevano dimostrarsi «affettuose» con il loro datore. Per questo un albergatore di Siena, Alessandro Pescini, 53 anni, è stato arrestato per violenza sessuale continuata ai danni di 12 sue ex dipendenti.

1599415_cameriera_sexy

Il gip di Siena, secondo quanto anticipato oggi da La Nazione, ha condiviso l’ipotesi accusatoria della procura della Repubblica firmando il provvedimento restrittivo agli arresti domiciliari per l’albergatore originario di Pisa che, in passato, ha ricoperto anche incarichi nel settore turistico-alberghiero in provincia di Siena. A far scattare le indagini la denuncia in Procura di una delle ragazze a cui l’uomo avrebbe alzato la camicetta per toccarle il seno.  Nel fascicolo ci sono oggi 12 testimonianze diverse di toccamenti nelle parti intime ma anche di rapporti completi avvenuti perché, secondo l’accusa, l’uomo aveva approfittato della debolezza psicologica delle ragazze perlopiù di origine di russa. Le molestie sarebbero avvenute in un albergo del centro di Siena e in una struttura ricettiva poco fuori le mura.