Royal Baby, la biografa di Kate: «Sarà una femmina». Poi l’indiscrezione a Domenica In: «Il matrimonio con Will va molto male»

La nascita del terzo Royal Baby è ormai imminente e l’Inghilterra scalpita nell’attesa. Domenica In ha dedicato una lunga parentesi all’evento, raccontando i cerimoniali della corona, le tradizioni e ricordando le precedenti due nascite.

3368692_99-170756-000012
Cristina Parodi ha poi mandato in onda un servizio in esclusiva, un’intervista alla persona che si occupa di scrivere l’autobiografia di Kate Middleton, ad oggi una delle persone più vicine alla principessa d’Inghilterra. La donna svela subito una piccola anticipazione, dicendo che secondo lei il nascituro sarà una femmina, almeno così spera e aggiuge: «Kate si è goduta molto questa gravidanza, ha passato molto tempo con George e Charlotte, ha preparato lei stessa la borsa per andare in ospedale, controllando più volte che non mancasse nulla per quando arriverà il grande giorno».
La donna parla di Kate come di una mamma molto serena, rilassata, tranquilla che, come tutte le mamme si divide tra il suo ruolo di genitrice e gli impegni “lavorativi” che nel suo caso sono legati alle rappresentanze regali: «Se chiedete a Kate come è fare la mamma, risponderà serenamente che è complicato, come farebbe qualunque altra madre». Poi la biografa aggiunge: «Kate e Will stanno modernizzando la corona inglese con il loro modo di fare, sono genitori attenti e presenti, questa cosa piace molto».
Una volta in studio però arriva la frecciatina da parte di una delle ospiti della Parodi, una nobile spagnola che sostiene invece che tra Kate e William il matrimonio vada molto male. Pare che la futura regina sia molto possessiva e questo abbia messo in crisi il rapporto. Sarebbe proprio questo il motivo per cui hanno deciso di avere un terzo figlio e, aggiunge l’opinionista, potrebbero anche farne un quarto: per Kate, infatti, potrebbe essere l’unico modo per “tenersi impegnata” e tenere stretto a sé il marito.

Romina Carrisi Power: “Sono contenta che tra i miei genitori sia tornato il sereno”

Romina Carrisi Power, figlia di Al Bano e Romina, si confessa in un’intervista a Chi sul numero in edicola da mercoledì 4 aprile. Parla per la prima volta della ritrovata pace fra i suoi genitori, che ha acceso la fantasia dei fan su un ritorno di fiamma: “Sono contenta che siano tornati a lavorare insieme, ritrovare il sereno dopo anni di guerra è come quando spunta il sole dopo il diluvio, in quel momento ringrazi gli angeli e gli dèi”.

C_2_articolo_3132013_upiImageppRomina ora vive a Cellino e si occupa dell’export dei vini delle Tenute Al Bano Carrisi. Al settimanale diretto da Alfonso Signorini racconta: “È successo quando ho deciso di farmi una mia vita e di uscire dallo ‘status’ di figlia. Capisco che la loro storia sia anche la proiezione di un sentimento popolare e che rivederli insieme regali l’illusione di rivivere il passato, ma ho provato a combattere la nostalgia dopo esserne stata schiacciata e non mi piace glorificare la sofferenza”. E ricorda: “Quando i miei si sono lasciati avevo 12 anni e non ho avvertito subito il cambiamento perché continuavano a viaggiare mentre io vivevo a Cellino. Fu una maestra, a scuola, a renderlo vero, a farmi sentire come se fossi ‘diversa’ solo perché i miei genitori si erano lasciati. Nell’Italia di quegli anni il divorzio non era previsto, si sentivano tutti in diritto di giudicare”.

A proposito del suo cognome “ingombrante”, ha svelato: “Il peso del mio cognome l’ho sentito con l’arrivo di Internet, quando ho letto gli insulti di gente che non conoscevo, per il resto ho sempre saputo di dover dividere i miei genitori con gli altri. Un giorno, avevo 16 anni, ero con mio padre a Roma, in un parco. Non lo vedevo da due settimane e volevo parlare con lui, ma le persone continuavano a fermarlo. Lì ho imparato a essere delicata con la vita degli altri”.

Romina parla per la prima volta della sorella Ylenia, scomparsa nel 1993: “Avevo sei anni, i miei genitori portarono me e Cristèl a vivere in Svizzera a casa di amici per un mese e mezzo perché dovevano andare a cercare Ylenia. Ricordo i collage di fotografie che facevamo per dirle ‘bentornata’. Ma non è mai tornata”. Racconta anche dei periodo di crisi personale che ha vissuto dopo aver partecipato a “L’Isola dei famosi” con il padre: “Volevo fare l’attrice ma ai provini non mi prendevano, mentre venivo invitata continuamente ai talk show. Mi destabilizzava essere riconosciuta, ma non per quello che sapevo o volevo fare”.

Racconta infine del rapporto con i figli che Al Bano ha avuto da Loredana Lecciso: “Sono i miei fratelli, li ho visti nascere. Ricordo che davo il latte a Jasmine e le cambiavo il pannolino mentre oggi lei ha 16 anni e andiamo in palestra insieme e parliamo di diete. Con lei e Al Bano Jr ridiamo tanto, hanno senso dell’umorismo”.

Maria Teresa Ruta e Guenda Goria: “Ero una mamma assente, ma ci siamo ritrovate”

Non solo Giulia Salemi e sua madre Fariba: a parlare del rapporto tra madri e figlie, in studio a Domenica In, c’erano anche Maria Teresa Ruta e la sua primogenita, Guenda Goria. La showgirl non ha mai nascosto di essere stata una madre assente, anche in modo volontario, con la ragazza e con Gian Amedeo, l’altro figlio avuto dall’ex marito, il giornalista Amedeo Goria.

schermata-2017-01-02-a-14-18-10«Mia madre è sempre stata una persona competitiva, voleva che io e mio fratello ci impegnassimo in ogni ambito. I miei genitori non c’erano mai a casa, noi siamo cresciuti con la tata» – ha spiegato Guenda Goria, che dopo i primi studi al Conservatorio è diventata attrice a autrice teatrale di successo – «Non mi accorsi nemmeno che i miei si erano separati, proprio perché erano così assenti». Maria Teresa Ruta, a questo punto, spiega: «Sì, me ne sono andata di casa volontariamente quando Guenda aveva 17 anni e suo fratello era ancora più piccolo. Io li supervisionavo a distanza, ma volevo che diventassero autonomi e indipendenti».
Proprio in quel momento, Guenda conosceva il suo attuale compagno, Stefano, di 20 anni più grande. Non è stato però quello l’unico aspetto positivo di essersi ritrovata improvvisamente senza i genitori a casa per Guenda, che ha spiegato: «Spesso le decisioni dei genitori sono condizionanti, io invece ho potuto scegliere un percorso autentico, tutto mio». Maria Teresa Ruta, poi, ha spiegato: «Con Gian Amedeo sono stata una madre ancora più assente, non l’ho mai negato e gli ho sempre chiesto scusa. Il fatto è che ho dato più spazio a Guenda perché, prima che nascesse, avevo perso un bambino durante la gravidanza».

Oggi, però, per mamma e figlia c’è la grande occasione di lavorare insieme: Maria Teresa è infatti nel cast di uno spettacolo diretto da Guenda. La ragazza, oggi 28enne, ha spiegato: «Lavorare insieme, in scena, ci ha permesso di riscoprirci. Sul palco possiamo conoscere aspetti di una persona che non emergono neanche vivendo insieme in famiglia».

Palermo, bambina di 9 anni costretta a prostitursi: sesso con 70enni. “5 euro per un bacio, 25 se facevo di più

Una bambina di 9 anni costretta a prostituirsi dai genitori, che non solo le procuravano anziani clienti, ma assistevano anche ai rapporti, che avvenivano sotto ai loro occhi.

«Vivo con mamma e papà. Sono figlia unica. Mio padre fa l’agricoltore. Il primo agosto l’ho accompagnato a raccogliere i pomodori nel campo. Lui si era messo d’accordo con un amico di famiglia che ci aspettava all’interno della sua macchina. Ha aiutato papà a prendere i pomodori, poi si è steso in macchina».

auto_largea_dhuna-seksuale-jpg1393521837-1-1900x700_c-640x3581476552965-800x445-800x420Comincia così il drammatico racconto della bimba di 9 anni costretta dai genitori a prostituirsi con due «amici» di famiglia. La coppia e i due clienti sono finiti ai domiciliari per violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. I fatti sono accaduti in un paese del palermitano e in un contesto di forte degrado. «Quel giorno io ero in macchina con lui, poi siamo scesi e mentre mio padre era nel campo mi ha abbassato i pantaloni e gli slip… non era la prima volta. Era successo più volte e ogni volta mi offriva soldi. Spesso è successo anche con mamma», racconta ai carabinieri la vittima che il gip ha ritenuto pienamente credibile.

«Io non volevo avere rapporti con lui, – prosegue – ma lui insisteva: poi quando andava via ci dava dei soldi, li dava a me perché diceva che mi voleva bene. Mi dava cinque euro se gli davo un bacio, 25 se facevo qualcosa in più». Questo è successo prima che facessi dieci anni». La piccola racconta che il padre avrebbe saputo dopo dei primi incontri e che avrebbe detto a lei e alla madre che erano state brave.

Irina Shayk e Bradley Cooper, passeggiata dʼamore per la coppia più bella del mondo

Non saranno tra le coppie più potenti dello showbiz, ma sicuramente sono ai primi posti delle più belle. Irina Shayk e Bradley Cooper, insieme da due anni e genitori della piccola Lea De Seine sono perfetti anche mentre vengono paparazzati durante una passeggiata in riva al mare a Los Angeles. Lui, in shorts e maglietta porta sulle spalle la bambina e lei cammina al loro fianco sorridendo dolcemente.

C_2_articolo_3109600_upiImageppCapelli raccolti, occhiali da sole e miniabito bianco per una camminata in famiglia. Impeccabile e raffinata Irina è sempre al top, anche quando non calca le passerelle. Merito anche dell’amore per Bradley e per la loro bambina.
Tornata in forma in tempi record dopo il parto, avvenuto il 21 marzo scorso, la modella russa ha ritrovato infatti la felicità tra le braccia del divo di Hollywood dopo un rapporto durato quattro anni con il fuoriclasse del Real Madrid Cristiano Ronaldo che, a quanto pare, non sapeva valorizzare la sua compagna di allora. Ora Irina e Cooper appaiono sulle pagine di Diva e Donna sorridenti e affiatati. I due non hanno occhi che per la loro bellissima bimba che sulle spalle del papà si gode il panorama dall’alto coccolata più che mai.

Picchiava e maltrattava i bambini: in manette maestra dell’asilo nido

TARANTO – A denunciarla erano stati i genitori dei bambini e la stessa dirigente scolastica della XXV Luglio, scuola materna di Taranto, dove una maestra era solita maltrattare e picchiare i bambini. Così, sulla base degli elementi acquisiti nel corso di attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Taranto, anche con registrazioni audio e video disposte all’interno delle aule, gli agenti della Squadra Mobile di Taranto hanno arrestato nel pomeriggio di oggi una maestra 50enne ritenuta gravemente indiziata del reato di maltrattamento in danno dei propri alunni, piccoli di età inferiore ai tre anni.

maestra-picchia-allievi-2L’osservazione delle immagini videoregistrate e l’ascolto audio, in un periodo di circa 40 giorni, hanno consentito di accertare ripetute condotte violente (spinte, schiaffi, strattonamenti, urla) tenute dalla maestra, denotando incapacità nel gestire i piccoli alunni durante l’orario scolastico, nonché assenza totale di metodo educativo, mancanze cui la stessa ha tentato di sopperire con aggressività e violenza, sia fisica che psicologica. Alcuni episodi di violenza erano stati opportunamente segnalati dalle stesse sue colleghe e portate a conoscenza dell’autorità inquirente dal dirigente scolastico.
Importanti sono risultate pure le dichiarazioni rese dai genitori di due dei bambini che a causa di quanto accadeva in aula avevano manifestato per primi uno stato di disagio e malessere. Nessuna delle condotte accertate è apparsa tesa in qualsiasi maniera ad educare i piccoli, i quali pure quando, subita una prima aggressione fisica, tentavano di riavvicinarsi alla maestra, cercando di essere in qualche modo consolati, venivano dalla stessa ignorati oppure nuovamente afferrati con forza.
Molte sono state le situazioni di pericolo create dalla maestra con le proprie azioni, rischiando di provocare ben più gravi conseguenze in danno dei minori. Spesso, con furbizia, la stessa ha cercato di tenere nascosto tale comportamento vessatorio, soprattutto agli occhi degli altri operatori scolastici, cercando talvolta di addossare le colpe dei singoli episodi agli stessi alunni.

Fedez e Chiara Ferragni, scatti da futuri genitori e cʼè anche lʼecografia del bebè

Dopo l’annuncio in contemporanea Instagram dell’ufficialità tanto attesa sulla gravidanza di Chiara Ferragni, Fedez e la compagna non si fermano più. Sui rispettivi Instagram Stories i due futuri genitori hanno postato nuovi scatti e video con tanto di ecografia, mostrando dal cellulare un’applicazione che permette di seguire, centimetro dopo centimetro la crescita di quello che per ora il rapper chiama “raviolino” o “avocado” e di cui sembra essere già follemente innamorato.

C_2_articolo_3103562_upiImagepp (1)L’annuncio della dolce attesa di Chiara era arrivato da New York dove l’avventura da genitori è cominciata, per loro stessa ammissione. “Siamo felici di condividere con voi la più grande gioia della nostra vita, presto saremo in 3! – scrive il cantante. – Avremmo voluto aspettare ancora un po’ a dirvelo, sia per prudenza sia per scaramanzia ma visto che ci hanno anticipato ci sembrava inutile attendere ulteriormente. 5 mesi fa proprio qui a New York è iniziato tutto. Io e la mamma ti aspettiamo”. Mentre la fashion blogger ha lasciato il suo messaggio in inglese. Le foto sono simili: lei con la coroncina da futura mamma, lui con il berretto da papà, ma le pose sono diverse.

Fedez e Chiara Ferragni nudi in vasca da bagno, il web applaude: 500.000 like

Non è passato neanche un anno da quando, tra lo stupore generale di tutti, Fedez e Chiara Ferragni si fecero immortalare nudi nella vasca da bagno in un video che fece naturalmente il giro del web. Una location che, a quanto pare, ai due ragazzi piace mostrare visto il successo che sta riscuotendo in queste ore la foto postata stavolta da Chiara sul suo profilo Instagram (quasi 500.000 like), decisamente senza veli ed altrettanto hot.

ferragnifedez_25092209.jpg.pagespeed.ce.kwigsevMb5I due promessi sposi, che sembrerebbero ormai prossimi a diventare genitori, amano del resto condividere con i loro numerosissimi follower quasi ogni momento della loro giornata e soprattutto della loro storia d’amore. Ma questo scatto, stavolta, ha suscitato non poche polemiche tra i fan che si dividono tra favorevoli e contrari a tanta pubblicità dei momenti più intimi.
Di certo, anche stavolta il risultato è assicurato: la foto ha ottenuto in men che non si dica migliaia di like e quella di Ferragni – Fedez si conferma anche stavolta la coppia più social del momento. La foto, del resto, è ben fatta e certamente non avrebbe suscitato altrettante polemche se non si fosse trattato della blogger più famosa del pianeta insieme ad un cantante a sua volta di grande successo. Ma l’interrogativo che, al netto del pudore, tutti si pongono è: chi ha scattato la foto?
La risposta più banale sembrerebbe essere quella dell’autoscatto, anche se molti propendono per unvero e proprio shooting appositamente organizzato. Sia come sia, onore e merito ai due fidanzati. Che, certo, non mancano d’iniziativa.

Adam Levine e Behati Prinsloo aspettano il secondo figlio

Il frontman dei Maroon 5, Adam Levine, e la modella Behati Prinsloo sono pronti a diventare genitori bis. Con uno scatto social l’angelo di Victoria’s Secret annuncia l’arrivo del secondo bambino mostrando allo specchio il ventre già pronunciato. La coppia ha già una bambina, Dusty Rose, che compirà 1 anno il prossimo 21 settembre.

C_2_articolo_3094459_upiImagepp“Ho una figlia, e ho la moglie più bella del mondo”, aveva dichiarato il leader dei Maroon 5 solo pochi mesi fa in occasione del conferimento della stella sulla Walk of Fame.
Belli, famosi e innamorati. E con un sogno: una famiglia numerosa. Adam e Behati, sposati da tre anni e con una bimba che tra poco spegnerà la sua prima candelina, sono già al “Round 2”, come cinguetta la modella svelando ai suoi follower l’arrivo di una cicogna bis con un selfie allo specchio in bikini.

Modella e mamma 22enne si suicida in diretta video su Skype con il marito: i genitori la trovano impiccata

Ha preso una corda e si è impiccata davanti alla webcam del suo pc mentre stava facendo una videochiamata con il marito. Ha atteso che la loro bambina fosse a casa dei nonni e poi ha deciso di farla finita davanti agli occhi dell’uomo a cui aveva giurato amore eterno, ma con il quale ormai da tempo non andava più d’accordo. È morta così nella sua casa a Dacca, capitale del Bangladesh, Risila Binte, 22 anni, mamma e modella.

2597395_Schermata_2017-08-02_alle_13_18_47Risila, che dal 2012 calcava le passerelle, stava studiando letteratura inglese all’università ed era madre di una bimba di 3 anni. Secondo la ricostruzione della polizia, lunedì la donna stava facendo una videochiamata su Skype con il marito, Imrul Hasan, quando ha deciso di togliersi la vita. L’allarme è scattato quando i genitori e alcuni parenti non sono più riusciti a mettersi in contatto con lei: la polizia ha sfondato la porta di casa di Risila e l’ha trovata impiccata. È stata trasportata d’urgenza in ospedale, ma i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.
Non è chiaro cosa abbia spinto Risila a togliersi la vita e perché Imrul non abbia dato l’allarme. L’unico dato certo è che da tempo la ragazza e il marito avevano problemi di coppia: dietro la tragedia potrebbe esserci proprio la crisi coniugale.