Sabrina Salerno, show e film in Francia: eccola icona sexy a 49 anni

Trent’anni fa esatti Sabrina Salerno veniva allo scoperto con “Boys (Summertime Love)”, una delle maggior hit degli anni ’80, un brano-simbolo di quell’epoca.
Aveva circa 20 anni. Era in vetta alle classifiche, considerata l’icona sexy degli anni Ottata, ma il suo equilibrio crollò.

Sabrina-Salerno-780x450Per Sabrina Salerno poi venne una forte crisi depressiva. Superata, come ha spiegato in recenti interviste, grazie alla famiglia.
Oggi si rintana felice nel suo giardino, nel cuore della campagna trevigiana. Ma se le viene chiesto di riattaccare Boys, il tormentone che l’ha resa famosa, non si tira certo indietro. Ora su Twitter si fotografa in ritorno dalla Francia, dove si è recata per alcuni show e un film, confermandosi ancora come icona sexy all’eta di 49 anni.

“Guardate chi c’è ai funerali di Totò Riina”: la Boschi si infuria per la bufala su Facebook e attacca i 5 stelle

«Guardate questo profilo, spero falso. Guardate questa schifezza». Stavolta la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi sulla sua pagina Facebook non ci sta e si sfoga con un lungo post. «Persone che hanno il simbolo dei Cinque Stelle nel profilo arrivano a scrivere questa enorme e assurda vergogna. Io credo che si debba dire basta alle fake news, all’odio, alle falsità. Sono mesi che subisco e subiamo di tutto, ma qui si passa il limite. Tirano in ballo persino il capo della mafia contro di noi. È ora di dire basta, basta, basta alle falsità e allo squallore. C’è gente che crede a queste assurdità. Dobbiamo difendere la verità».

3383426_2037_23755075_1548993275188286_3429668873384739523_nLa Boschi mostra un fotomontaggio postato da un sedicente attivista del M5s che mostra un gruppo di esponenti Pd ad un funerale, sostenendo che sia quello del boss Riina con la scritta: «guardate chi c’era a dare l’ultimo saluto a Totò Riina». L’autore commenta pure, in un italiano stentato: «Forse non avete visto bene ma questa e la mafia di Totò Riina che vanno a pregare il loro benefattore».
La stessa foto viene segnalata anche dal senatore Francesco Verducci, che ricorda: «Eravamo nel Duomo di Fermo, era domenica pomeriggio. Era il 10 luglio del 2016. Partecipavamo alle esequie di Emmanuel, ragazzo nigeriano che, fuggito dalla guerra, ha trovato una morte ingiusta da noi in seguito ad una colluttazione nata da un epiteto razzista. Fu un momento di tributo e commozione, in nome della vita».
«Oggi quella foto, quella verità, vengono deformate e oltraggiate, perché qualche vigliacco senza morale vuol vedere l’effetto che fa in rete accostare nomi e visi di persone perbene, impegnate in politica, che da una vita combattono mafie, razzismi, soprusi a quello di ‘Riinà. Non c’è limite a nulla. È un meccanismo canagliesco che in Italia abbiamo combattuto e vinto, ai tempi del fascismo. Quei tempi non torneranno» scrive su Facebook il senatore.
LA REPLICA DEL M5S «È inaccettabile attribuire al MoVimento 5 Stelle una foto che circola su Facebook. Si tratta di una fake news che nulla ha a che vedere con noi: la riteniamo assolutamente offensiva e inappropriata. Provvederemo, come sempre in casi del genere, a segnalare l’account per uso improprio del simbolo». Così in una nota il gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle.

“Felicità”, Balotelli è di nuovo papà: è nato Liam. E lo annuncia così

“Felicità”. Una sola parola per annunciare la nascita di Liam, secondo figlio di Mario Balotelli. Fiocco azzurro in casa dell’attaccante del Nizza che su Instagram ha pubblicato una foto di una scala piena di fiori e colori che sale verso il cielo, simbolo della sua gioia per esser divenuto nuovamente padre.

3268102_2154_schermata_2017_09_28_alle_21.54.12Un momento magico per Supermario che in campo ha ritrovato la vena realizzativa, ma soprattutto per una serenità raggiunta anche nella vita privata al fianco della fidanzata Clelia, 26enne residente in Svizzera.
Balotelli è già padre di una bambina, Pia, nata dalla relazione con Raffaella Fico. Venti giorni fa Supermario aveva postato sempre su Instagram un post con la foto di un pancione di una donna in dolce attesa accompagnato dalla scritta «Loading».

Stefano De Martino mostra il suo angelo, ecco il nuovo tatuaggio

Per un tatuaggio che va ce n’è uno che viene. Stefano De Martino, impegnato a cancellare quello fatto ai tempi del suo amore con Belen, si è regalato un angelo sul collo. “Grateful”, cinguetta su Instagram mentre lo mostra ai suoi follower.

C_2_fotogallery_3011518_0_image

Tatuaggi che passione per Stefano. Il ballerino di Amici, tra scritte, simboli e disegni ne ha sparsi su tutto il corpo e non perde occasione per metterli in mostra. Tutti tranne uno che sta cercando di eliminare con il laser. E’ quello fatto con Belen ai tempi del loro fidanzamento. Già abbastanza sbiadito, tra un po’ il marinaio abbracciato alla pin up incorniciati in un cuore saranno solo un lontano ricordo sia sulla spalla di De Martino, sia su quella della sua ex moglie che si sta sottoponendo allo stesso trattamento per cancellarlo.
Dal suo tatuatore a Torre del Greco Stefano solo poche ore fa si è fatto imprimere sul collo un angelo. “Grato”, scrive descrivendo il suo nuovo simbolo il ballerino che proprio di recente ha postato su Instagram uno scatto che lo ritrare con il piccolo Santiago, “La mia vita”.

Agnese: il fondamentale ruolo della spalla

“Grazie ad Agnese per aver sopportato la fatica di mille giorni e grazie per come ha splendidamente rappresentato il nostro Paese. Grazie ai miei figli”. Sono parole accorate quelle che il premier Matteo Renzi ha rivolto alla moglie, davanti a tutti gli Italiani, nel momento forse più amaro del suo governo: quello della sconfitta. Il premier si è commosso, si è mostrato provato, riconoscendo in pubblico di essere stato poco presente e che l’unità familiare è stata tutta sulle spalle di Agnese.

2016-12-04T234003Z_1435746344_RC1797502B40_RTRMADP_3_ITALY-REFERENDUM

E legittimando il suo ruolo di rappresentanza. Lei era lì di fianco, in punta di piedi, lo ha ascoltato, aspettato e sostenuto ancora una volta.
Rimarrà nella memoria di tutti l’immagine dei coniugi Renzi, abbracciati, che escono di scena dopo il quesito referendario. La foto simbolo di questo Referendum: Agnese Renzi che interpreta fino alla fine il fondamentale ruolo della spalla.
Sostegno e supporto che non è mai mancato durante questi anni. La signora Landini è stata una First Lady sempre presente, ma in punta di piedi. Di fianco, ma un passo indietro a Matteo Renzi. Un ruolo difficile, davanti agli occhi del mondo intero, portato avanti con discrezione, sobrietà e riserbo, anche nel look.
Agnese Landini Renzi anche in questo caso ha fatto una scelta chic, ma senza strafare. Il gilet bianco a collo alto, decorato da perle, Ermanno Scervino, è un capo di classe, non alla portata di tutti. Eppure la semplicità con cui lei lo ha indossato per tutta la giornata, dal voto al seggio di Pontassieve fino alla conferenza stampa notturna, abbinato a jeans scuri, dimostra ancora una volta lo spessore di questa donna, il suo stile autentico, che conquista.